CALCIO E PAROLE

By "Ladycalcio". Il blog più censurato e più temuto dagli addetti ai lavori

Archive for novembre 2007

SAN SIRO RIABBRACCIA MARCO MATERAZZI

Posted by ladycalcio su domenica, novembre 25, 2007

La partenza dalla panchina, presa di mira dai fotografi, un po’ di palleggi con Ibra & Co. nell’intervallo e poi il lungo riscaldamento a bordo campo, imbacuccato nella tuta e con in testa un berrettone nero. Ai piedi, sfoggia le nuove scarpette dorate.

I tifosi nerazzurri lo notano immediatamente: sale il coro “Tutti pazzi per Materazzi”, a ravvivare una serata uggiosa e un secondo tempo non proprio esaltante dell’Inter contro l’Atalanta.

La velocità con cui si sfila la tuta a pochi minuti dal termine tradisce tutta l’emozione e la voglia di rientrare: è il 43° della ripresa quando Matrix rileva Dacourt e il pubblico di San Siro gli tributa un’ovazione.

Sono gli ultimi scampoli della partita, ma a un occhio esperto, 3 minuti più recupero bastano per vedere che Marco si muove bene, è agile, volitivo, mobile sulle gambe e corretto negli appoggi in corsa. “Scalpitante”, come l’ha definito qualche giornale, è l’aggettivo giusto. Il fisico è asciutto e perfettamente in linea e se non si sapesse del suo Leggi il seguito di questo post »

Annunci

Posted in "CASO" MATERAZZI, Calcio italiano, Inter | Contrassegnato da tag: , , , , , | 16 Comments »

SCONFITTA DELLO SPORT, DISFATTA DELLO STATO

Posted by ladycalcio su martedì, novembre 13, 2007

“Era un tifoso della Lazio e si è trovato semplicemente nel momento sbagliato al posto sbagliato”: queste le parole con le quali il canale TV tedesco DSF ha commentato l’uccisione del tifoso laziale Gabriele Sandri. Un incidente dai contorni ancora non chiari, mentre fin troppo chiara è la constatazione che emerge dall’ultima tragica domenica di sangue e di violenza: i meccanismi dello Stato non funzionano, si inceppano a qualsiasi livello e vengono Leggi il seguito di questo post »

Posted in Calcio italiano | 3 Comments »

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: