CALCIO E PAROLE

By "Ladycalcio". Il blog più censurato e più temuto dagli addetti ai lavori

Archive for gennaio 2022

ROBERTO SCARPINI, DA 30 ANNI LA VOCE NERAZZURRA

Posted by ladycalcio su venerdì, gennaio 28, 2022

Inter-Empoli di Coppa Italia del 19 gennaio è stata la millecinquecentesima partita da cronista di Roberto Scarpini in gare ufficiali. Senza contare le amichevoli, che secondo i colleghi di Inter TV ammonterebbero a circa 230. Anzi no, come ha precisato lo stesso Scarpini in una puntata speciale di Kickoff (InterTV) a lui dedicata, il suo 1500° commento in nerazzurro è stato Inter-Venezia di sabato 22 gennaio, dato che, a metà degli anni ’90, il grande Roby saltò un’Inter-Sampdoria per febbre alta.

L’unico forfeit in una fantastica carriera trentennale, che il collega Alessandro Villa ha calcolato pari a circa 100 giorni di radiocronaca/telecronaca ininterrotta.

Kickoff Speciale, condotto da Fernando Siani e Alessandro Villa con la presenza in studio di Scarpini, ha ripercorso i trent’anni di quest’ultimo al microfoni con tanti aneddoti. Tutto cominciò il 19 gennaio 1992 con la radiocronaca di un’Atalanta-Inter persa dai nerazzurri su rete di Bianchesi. Arrivarono poi le telecronache e il canale tematico Inter Channel (settembre 2000), ora InterTV, di cui Scarpini è stato a lungo Direttore.

Indimenticabile la diretta-record del 22 maggio 2010, giorno della conquista della Champions League da parte dell’Inter a Madrid, iniziata alle 10 del mattino e proseguita non-stop fino alle 7 del giorno seguente, per un totale di 21 ore di diretta.

Nella sua lunga carriera, Scarpini ha festeggiato da protagonista tutti i successi che un “cuore nerazzurro” può sognare: ha urlato “Campioni d’Italia!”, “I Campioni dell’Europa siamo noi”, “Campioni del Mondo!”. Per i campionati, come ha rivelato egli stesso durante la trasmissione, “Campioni d’Italia” l’ha sempre urlato per il numero di scudetti che l’Inter andava di volta in volta a vincere.

È di pochi giorni fa una soddisfazione unica: la vittoria sulla Juve in Supercoppa grazie a un goal del “Niño” Sanchez a pochi secondi dai calci di rigore, – e scusate se è poco.

Ègolègolègol nacque in Inter-Hertha Berlino di Coppa Uefa del 7 dicembre 2000 (giorno del Patrono di Milano Sant’Ambroeus) su una rete allo scadere di Hakan Sukur. Il record venne sul goal-vittoria di Ronaldo in Inter-Brescia della stagione 2001-02, quando Scarpini gridò ben 21 volte “goal”. L’esultanza del cronista nerazzurro divenne così popolare da far produrre un orsetto per bambini che esclamava ègolègolègol se gli si schiacciava la zampina.

Racconta Scarpini che in un pre-campionato, grazie a un pullmino-regia in cui riceveva il segnale via satellite, giunse a commentare ben due partite dell’Inter in un solo giorno, ricordato come “il giorno della doppia telecronaca”. Accadde nell’”anno delle bombe a Londra”: parte del gruppo andò a giocare un’amichevole Pre-Season in Inghilterra (Scarpini non ricorda con esattezza contro quale squadra), mentre un altro gruppo, per paura, rimase a Riscone di Brunico e disputò una partita contro il Cagliari.

(Dovrebbe trattarsi del 27 luglio 2005, in seguito agli attentati del 7 luglio. Il 27.7.05 alle ore 20.00 l’Inter disputò un triangolare contro il Cagliari e il Bolzano allo Stadio Druso di Bolzano, e alle 22.30 dello stesso giorno, un’amichevole contro il Crystal Palace in Inghilterra, ndr)

https://www.inter.it/it/news/2005/07/25/brunico-programma-delle-amichevoli.html

https://www.inter.it/it/news/2005/07/24/tournee-in-inghilterra-su-sportitalia.html

Mitici i soprannomi che Roby Scarpini ha dato a intere generazioni di giocatori nerazzurri: chi non ricorda Caffè Colombia (Ivan Ramiro Cordoba), Tractor (Javier Zanetti), l’Acchiappasogni (Julio Cesar), Arma Letale (Hernan Crespo), il Paso Doble (Figo), Matrix (Marco Materazzi) e l’Imperatore (Adriano)?Indelebili nelle menti dei tifosi i suoi “marchi di fabbrica” “cuori nerazzurri” e “forza ragazzi”, con cui inizia le telecronache, così come le sue frasi celebri:

Nulla è impossibile per questa Inter” (Inter-Sampdoria 2004-05 sul 3-2  di Recoba)

Là dove si annidano i nemici dell’igiene” (il tiro all’incrocio: “là puliranno?” 🙂 )

L’Inter va a Madrid”, ripetuto à gogo al fischio finale di Barcellona-Inter, semifinale di ritorno della Champions League 2009-10)

“Manca solo il fischio di Mr Webb: Mr Webb, metti ‘sto fischietto in bocca!” (Finale di Madrid contro il Bayern)

Ci sta anche quel memorabile “spegnete pure la televisione, voi che potete”, nel derby perso 6-0 dall’Inter (11 maggio 2001), se è vero che persino il “miglior nemico” dell’altra sponda del Naviglio, l’ex-voce rossonera Carlo Pellegatti, si è complimentato con lui augurandogli tutto il bene per il prosieguo della sua carriera.

Kickoff termina con le immagini fuori onda di Alessandro Villa che durante la telecronaca di Inter-Empoli di Coppa Italia si affaccia alla postazione di Scarpini in tribuna stampa porgendogli una maglia della Beneamata con la scritta “Scarpini 30”.

Tutti i tifosi – nerazzurri e non – si augurano di continuare a sentire la sua inconfondibile voce, calda e stupendamente modulata, per altri 30 anni: forza, cuore nerazzurro Scarpini!

Posted in Calcio italiano, Inter, Media | Contrassegnato da tag: | 6 Comments »

SUPERCOPPA ITALIANA: L’INTER BEFFA LA JUVE AL 121′

Posted by ladycalcio su giovedì, gennaio 13, 2022

Neppure il regista anti-juventino più sadico e vendicativo avrebbe potuto scrivere il copione della Supercoppa Italiana Frecciarossa 2022, andata in scena ieri sera a Milano. Siamo agli ultimissimi secondi dei tempi supplementari e quando già i due tecnici si preparano per i calci di rigore, un goal di Sanchez al 121′ beffa la Juve di Allegri e regala il trofeo all’Inter di Simone Inzaghi.

Esplode San Siro: Stavolta, i bianconeri soliti farsi sberleffi dei nerazzurri con improbabili calci di rigore a favore, sacrosanti tiri dagli undici metri negati agli avversari e decisioni arbitrali da voltastomaco, vengono beffati da un capolavoro di Sanchez, che fissa il punteggio finale sul 2-1. Al popolo nerazzurro, sembra di sognare. A dire il vero, l’inizio dell’incontro aveva fatto gridare alla “solita Juve”, dopo che all’11’, l’arbitro Doveri non aveva concesso all’Inter un rigore netto per atterramento in area di Barella ad opera di Chiellini.

Ma stavolta l’Inter aveva qualcosa in più, frutto del bel gioco messo a punto dal suo tecnico e della coesione fra compagni. La Supercoppa Frecciarossa finisce nella stanza dei trofei di Milano Porta Nuova, mentre la Juventus se ne ritorna alla Continassa con la coda tra le gambe. Diversamente dalle sue vittime designate di sempre, senza poter recriminare su nulla.

https://www.inter.it/it/news/2019/06/17/la-nuova-sede-dellinter-nel-distretto-dellinnovazione-in-porta-nuova.html

https://www.gazzetta.it/Calcio/Serie-A/Juventus/12-01-2022/inter-juve-diretta-supercoppa-risultato-live-430867549032.shtml

La Juve non sa perdere

https://sport.virgilio.it/juventus-bonucci-fuori-controllo-cosa-rischia-dopo-lo-schiaffo-731499

(foto tratte da inter.it, Sito Ufficiale dell’Inter)

Posted in Calcio italiano | 11 Comments »

CLAMOROSO! L’INTER SBAGLIA LA DATA DI NASCITA DI MATERAZZI!

Posted by ladycalcio su giovedì, gennaio 6, 2022

Oltre allo stop di Bologna-Inter, la Befana avrà senz’altro portato il carbone alla Redazione di inter.it, che l’altro ieri, in una news apparsa sul Sito Ufficiale di FC Internazionale, ha annunciato che Marcone Materazzi è entrato a far parte della Hall of Fame nerazzurra votata dai tifosi.

Torna così alla ribalta (si fa per dire) “Mister Sindrome Compartimentale Acuta”: loin des yeux, loin du coeur? Può darsi, dato che qualcuno si è addirittura scordato la storica data della sua venuta al mondo (19 agosto 1973), “invecchiandolo” di un mese (vedi foto) 🙂 🙂 🙂

Ecco quache interessante reprise di alcune imprese del “nostro”:

LETTERA APERTA A MARCO MATERAZZI
https://calcioparole.wordpress.com/2009/05/09/lettera-aperta-a-marco-materazzi/

Posted in "CASO" MATERAZZI, Calcio italiano | Contrassegnato da tag: | 7 Comments »

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: