CALCIO E PAROLE

By "Ladycalcio". Il blog più censurato e più temuto dagli addetti ai lavori

Archive for the ‘Nazionale Azzurra’ Category

GERMANIA-ITALIA: AI RIGORI L’ITALIA TORNA “CENERENTOLA”

Posted by ladycalcio su lunedì, luglio 4, 2016

Quella rincorsa storta e saltellante resterà indelebile negli incubi di tutta l’Italia calcistica, figuriamoci in quelli di Conte e degli Azzurri.

Il rigore sbagliato da Zaza in Germania-Italia è degno di un fumetto di Paperino – non certo di un match europeo – e ci si domanda se un Commissario Tecnico  non possa proibire a priori ai suoi uomini certi “numeri” dagli undici metri.

Poi il tiraccio di semipunta di Pellé, Bonucci che fa il segno dello “scavetto”, blocca la rincorsa e si fa parare il tiro da Neuer. La commedia si chiude con Darmian che tira in bocca al portiere tedesco, mandando tutti a casa. Lasciando perdere la traversa di De Sciglio, con il pallone che rimbalza in rete per miracolo.

No, non serve recriminare sulle assenze di rigoristi come De Rossi, Candreva ed Eder (sostituito).

La domanda che sorge spontanea è come dei professionisti in Azzurro possano far ridere dal dischetto come non riuscirebbe neppure zia Rosetta. La domanda è se Conte, perfezionista nel preparare uomini e appuntamenti, possa davvero aver trascurato l’eventualità dei rigori e la relativa tecnica, oppure se (più probabilmente) il “bug” non risieda proprio nel materiale umano.

Tanto più che neppure i tedeschi hanno brillato: tre errori dal dischetto sono davvero troppi per i Campioni del Mondo. Eppure, non ne abbiamo saputo approfittare.

“Hanno sbagliato il rigore anche Messi e Maradona”, mi sento ripetere alla nausea dai soliti perdonisti. Già, ma un conto è sbagliare, un conto è buttar via la qualificazione alle semifinali degli Europei facendo ridere il mondo.

Si presenta a Sky un Buffon alle lacrime, che vede sfumare il sogno di una grande vittoria a fine carriera lasciando chiaramente intendere di avere dei rimpianti sull’esito della partita – senza poter ovviamente menzionare gli errori dei compagni.

Conte è triste, probabilmente ribolle dentro di sé, ma anziché le sacrosante lavate di testa è “costretto” a distribuire elogi ai suoi ragazzi.

Onore al merito dell’affranto portierone Azzurro e del ct, che è riuscito a trasformare in principessa una squadra considerata dai più una Cenerentola.

Peccato che allo scoccare della mezzanotte, incurante dell’ora legale, ci siamo ritrovati con una zucca e un topolino.

Posted in Calcio italiano, Calcio tedesco, Nazionale Azzurra | Contrassegnato da tag: , , , | 9 Comments »

E ORA, OCCHIO ALLA GERMANIA…

Posted by ladycalcio su martedì, giugno 28, 2016

“Un capolavoro tattico”. Così Gianluca Vialli (Sky) ha definito il passaggio ai quarti degli Azzurri a Euro 2016 dopo la vittoria di 2-0 sulla Spagna.

Sì, perché l’Italia di Conte è una squadra operaia messa insieme abilmente che gioca coesa, nonostante i rimproveri secondo cui il “Contismo” risiederebbe soprattutto nel non lasciar giocare l’avversario.

Osannata all’inizio, falcidiata dalle critiche dopo la sconfitta contro l’Irlanda, la nostra Nazionale ha dimostrato ancora una volta che l’Italia del calcio vince alla grande contro gli avversari difficili e perde contro le squadre che “snobba”.

Il duello di sabato sera ripropone un’avversaria storica: la Germania. Conte e i suoi uomini sono euforici, ma come era stato sbagliato dare per finiti gli Azzurri pochi giorni fa, lo è altrettanto incensarli dopo l’ottima prova di ieri sera.

Abbiamo eliminato i Campioni Europei in carica ed ora – ad majora – ci toccano i Campioni del Mondo. Mantenere alta la concentrazione è d’obbligo. I tedeschi ci temono, ma a loro volta cercheranno di compensare gli evidenti deficit tecnici con la grinta e la voglia di batterci di sempre…

Posted in Calcio italiano, Calcio tedesco, Nazionale Azzurra | Contrassegnato da tag: , , , | 6 Comments »

L’ITALIA DI CONTE PARTE CON IL PIEDE GIUSTO

Posted by ladycalcio su martedì, giugno 14, 2016

2-0 al più quotato Belgio, con una formazione che aveva fatto storcere il naso ai più. Giaccherini e Pellè stendono gli uomini di Wilmots con due splendide reti che fanno sognare gli Azzurri.

L’Italia di Conte è un gruppo, ha un gioco: non un catenaccio ad oltranza, ma una difesa alta pronta a lanciare veloci contropiedi. Insomma, è già “Contismo”. Ma attenzione: la parola d’ordine è “non illudersi”, e per procedere altrettanto bene nel torneo urge riesaminare i grossi rischi corsi dalla difesa.

Per ora non diciamo altro. Venerdì a Tolosa ci attende la Svezia.

Posted in Calcio italiano, Nazionale Azzurra | Contrassegnato da tag: , , , , | 3 Comments »

EURO 2016 SI APRE NEL SEGNO DELLA FRANCIA

Posted by ladycalcio su venerdì, giugno 10, 2016

Cerimonia apertura Euro 2016

Posted in Nazionale Azzurra, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , , | 6 Comments »

SENZA CRUIJFF E CESARE MALDINI IL CALCIO È PIU’ POVERO

Posted by ladycalcio su martedì, aprile 5, 2016

La gazzella olandese e la bandiera del Milan. L’attaccante interprete del calcio totale e il difensore all’italiana.

Johan Cruijff e Cesare Maldini avevano apparentemente poco in comune, all’infuori d’essere stati entrambi giocatori e d’aver in parte condiviso un’epoca del calcio.

Nei giorni scorsi li hanno accomunati la scomparsa a pochi giorni di distanza l’uno dall’altro e il vuoto che lasciano nel mondo del calcio. Un calcio ormai d’altri tempi, il loro, che  gli appassionati di ogni fede portano nel cuore.

Perdiamo due interpreti che ci rimarranno sempre cari, che fanno sentire orfano e più povero il mondo del pallone.

Un grazie a Johan e a Cesare per quello che ci hanno dato. Non li dimenticheremo.

 

 

Posted in Calcio italiano, Milan, Nazionale Azzurra, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Commenti disabilitati su SENZA CRUIJFF E CESARE MALDINI IL CALCIO È PIU’ POVERO

DOPO LA PARENTESI GALATASARAY, PRANDELLI PUO’ TORNARE

Posted by ladycalcio su sabato, novembre 29, 2014

Lo scalo del Comandante Prandelli nel porto di Istanbul è durato poco più di quattro mesi: lo spazio di 6 vittorie, 2 pareggi e 8 sconfitte, per una percentuale del 50 % di partite perse – compresa quella d’esordio nella Supercoppa turca contro il Fenerbahce.

L’esonero da parte del Galatasaray è arrivato il 27 novembre dopo la sconfitta per 2-0 contro l’Anderlecht in Champions League, competizione dalla quale il club di Istanbul è stato estromesso.

Ma un risultato il Cesarone nazionale l’ha pur sempre ottenuto: quello di evitare il linciaggio dopo la figuraccia dell’Italia ai Mondiali del Brasile, parcheggiandosi nelle acque del Bosforo in attesa di tempi migliori (si fa per dire).

In più, nonostante l’esonero, si porta pur sempre a casa qualche spicciolo dei 5 milioni netti annui previsti dal contratto e camuffato nella barba ingrigita, può dirsi pronto a tornare.

Leggi i precedenti:

http://bit.ly/1v4Yc9R

 

 

 

 

 

 

 

Posted in Calcio italiano, Nazionale Azzurra | Contrassegnato da tag: , | 4 Comments »

ITALIA-URUGUAY: IL VAMPIRO SUAREZ MORDE CHIELLINI – E ALTRE STORIE DI ANTI-CALCIO

Posted by ladycalcio su mercoledì, giugno 25, 2014

Che non fossimo la compagine più affiatata del torneo lo si era capito sin dall’Inno di Mameli: il coro degli Azzurri non era sincronizzato neppure fra compagni di club – vedi i primi piani di Buffon e Chiellini.
Al di là del dato di fatto scontato, la 2^ eliminazione Azzurra di fila ai gironi in un Mondiale disgusta più per il vergognoso corollario che per il fallimento sportivo in sé.

Abbiamo visto il peggio del calcio dentro e fuori dal campo, tale da farci disamorare del mondo dello sport nel volgere di una sera.
Mentre scrivo si susseguono gli SMS di un caro amico straniero, addolorato e al tempo stesso attonito per l’eliminazione della “tua Italia”: “Che scandalo quell’arbitro messicano!” “Vogliono una finale tutta sudamericana”!, e via dicendo. Vero o meno che sia, è indubbio che questo Mondiale ha ormai perso ogni credibilità.

Italia-Uruguay (0-1) è stata una partita nervosa, fallosa ed esasperante nella ripetitività di due scene: Chiellini falciato a terra che si tiene la faccia e il piagnone Balotelli che si tiene la testa.
Per Balo arrivano il giallo, la sostituzione precauzionale per non rimanere in dieci e la bocciatura finale da parte di Prandelli, che dovrebbe sancire una volta per tutte che Supermario non è né un uomo da grandi partite, né un giocatore da Nazionale e tantomeno un campione; casomai, è una zavorra.

Rimaniamo ugualmente in dieci per il rosso assurdo a Marchisio da parte dell’arbitro Rodriguez Moreno (il cognome è tutto un programma). Precipita così il nostro Mondiale, perso per ammissione di Prandelli contro Costarica. Beninteso, il ct ci ha messo pesantemente del suo sbagliando le convocazioni, gli schemi, le sostituzioni e quant’altro si potesse sbagliare.

Si tocca il fondo con il 3° morso a un avversario da parte del plurirecidivo Suarez – vittima Chiellini – non sanzionato da Moreno (altro fischietto da cacciare). Sky ci fa sapere che l’attaccante del Liverpool sarebbe in cura da uno psicologo. L’auspicio è che previa una squalifica il più lunga possibile, il numero 9 uruguayano venga inviato d’urgenza da uno psichiatra che lo convinca di non essere Dracula. In alternativa, allo zoo…

“Cuore caldo e mente fredda”, aveva auspicato Gigi Buffon alla vigilia. Invece, per ironia della sorte, fedelmente a un noto detto milanese Natal 🙂 sancisce che Prandelli non mangerà il panettone. Chiude l’annata calcistica il gran finale pirotecnico: immemore del detto napoletano “Adda passà a’ nuttata”, il Cesare Nazionale si dimette a botta calda in diretta TV durante la conferenza stampa del post-partita, autoassimilandosi a un non meglio identificato partito politico che campa a carico dei contribuenti. Gli fa eco il presidente Abete, in un grottesco siparietto sulle dimissioni irrevocabili.

Il sipario vero e proprio non fa in tempo a calare sull’era Prandelli che già si vocifera il nome del prossimo ct: Massimiliano Allegri. Un buon uomo da Federazione, forgiato dalle traversie del Milan di Berlusconi e avvezzo persino a sentirsi dettare la formazione al telefono alla vigilia degli incontri. La serata se ne va fra le feroci polemiche e le voci di una cacciata di Balotelli dallo spogliatoio per eccesso di “balotellate” mondiali.

Stavolta, “c’è poco da stare Allegri” è qualcosa di più di una battuta.

Posted in Calcio italiano, Nazionale Azzurra | Contrassegnato da tag: , , , , | 12 Comments »

ITALIA: ADESSO SONO URU-GUAY

Posted by ladycalcio su sabato, giugno 21, 2014

“Adesso sono Uruguay”, titolavano ieri sera a “Qui Studio a Voi Stadio” (Antenna 3). E già si sprecano i paragoni con Corea ’66.

Le certezze dell’Italia prandelliana si infrangono contro la Costa…Rica o “il” Costarica che dir si voglia – si decidano i nostri esimi giornalisti – al goal di Ruiz.

Facciamola breve: in difesa si salva solo Chiellini, che corre e marca per tutti. Il resto sono un Barzagli che non si è ancora alzato dal letto in cui si era fatto fotografare con i bambini, tante bugie sull’infortunio di De Sciglio e Ranocchia a casa per motivi “politici”.

In attacco l’imputato è Balotelli, inconcludente come tutte le volte in cui c’è da fare la differenza, e come tutto il reparto, con le punte sempre in fuorigioco. Il denominatore comune degli Azzurri è l’essere sconclusionati e il perder continuamente palla.

Eppure, secondo Fabio Caressa (telecronista Sky), all’inizio del 2° tempo tutto lo stadio grida “Pirlo, Pirlo” ❓ . Del resto, non solo si gioca, ma si commenta anche a temperature elevate 🙂 .

Poco prima, al ritorno in campo dopo l’intervallo, un principio di rissa nel tunnel degli spogliatoi per su un possibile rigore mancato su Chiellini denota la tensione che regna nel clan.

Il secondo tempo scorre piatto e monotono alla ricerca del pareggio che non arriva neppure con l’inserimento di Cassano.
Beppe Bergomi (Sky) invita a giocare “palla a terra”. Prandelli, specializzatosi nel relegare in panchina gli uomini validi, tenta tardivamente la carta Cerci con un 4-4-2 superoffensivo.

Emblematici dell’andamento della partita sono i commenti di Caressa: “Soffriamo”… “Il tempo passa”… “Mi sembra un po’ stanca, l’Italia”…
Prandelli si lamenta per la perdita di tempo dei costaricani e Caressa incalza: “Siamo tutti fermi (…) Sempre loro arrivano prima”… . E per poco, “loro” non fanno il 2-0.

Nelle interviste del post-partita, Insigne fa capire che siamo stati bravi a non prenderne altri. Dallo studio Sky, Giorgio Porrà mette impietosamente a nudo che il torello dei costaricani “ha sbertucciato il nostro centrocampo supertecnico”. Per Vialli, siamo stati “lenti, macchinosi, imprevedibili. Un vero disastro”. Paolo Rossi: “Note positive non riesco a trovarne”. Tutto il resto lo dice il primo piano della faccia di Prandelli.

Costarica – al maschile o al femminile che lo si voglia mettere – è la prima squadra a qualificarsi agli ottavi di Brasile 2014,mentre l’Italia fa i conticini sul pareggio che le basterebbe per superare il girone.

Ma il prossimo avversario è l’Uruguay di Suarez, il bomber del Liverpool reduce dall’aver rifilato due pappine all’Inghilterra.
Tutte le nostre speranze sono legate a un commento di Bergomi: “Se passiamo – lo dice la storia – diventiamo imprevedibili e fastidiosi per chiunque”.

E vai, puntando come sempre sul mitico italico “stellone”!

 

Posted in Calcio italiano, Nazionale Azzurra | Contrassegnato da tag: , , , , | 10 Comments »

PRANDELLI PARTE CON ITALJUVE

Posted by ladycalcio su domenica, giugno 1, 2014

L’infortunio di Montolivo, evidentemente, non bastava. Cesare Prandelli ci mette del suo ed esclude dai convocati per i Mondiali l’interista Andrea Ranocchia, relegandolo a riserva.

È una decisione assurda, che alla luce delle recenti buone prestazioni del difensore centrale dell’Inter sa tanto di scelta politica.

Viene da pensare che il “torto” di Ranocchia sia quello di vestire una maglia a strisce nerazzurre anziché bianconere. Insomma, il Ct Azzurro punta in blocco sulla difesa della Juventus, inserendovi elementi non esattamente irresistibili prelevati dall’altra sponda del Naviglio (alias i due milanisti Abate e De Sciglio).

Ma gli opinionisti ci fanno poco caso e si concentrano sull’esclusione di Giuseppe Rossi. Volevamo forse fare la fine di Simeone con Diego Costa nella finale di Champions League?

In conclusione:

Partiamo per il Mondiale con il grave infortunio a Montolivo. Partiamo – salvo sorprese – senza Ranocchia. Partiamo con Italjuve. Partiamo male.

I 23 UOMINI DI PRANDELLI PER BRASILE 2014:

Portieri: Buffon (Juventus), Perin (Genoa), Sirigu (Paris St. Germain)

Difensori: Abate (Milan), Barzagli (Juventus), Bonucci (Juventus), Chiellini (Juventus), Darmian (Torino), De Sciglio (Milan), Paletta (Parma)

Centrocampisti: Aquilani (Fiorentina), Candreva (Lazio), De Rossi (Roma), Marchisio (Juventus), Thiago Motta (Paris St. Germain), Parolo (Parma), Pirlo (Juventus), Verratti (Paris St. Germain)

Attaccanti: Balotelli (Milan), Cassano (Parma), Cerci (Torino), Immobile (Torino), Insigne (Napoli).

Posted in Calcio italiano, Nazionale Azzurra | Contrassegnato da tag: , , , | 7 Comments »

ITALIA GERMANIA: INGRESSO GRATUITO PER LE DONNE

Posted by ladycalcio su lunedì, novembre 11, 2013

È stato poco pubblicizzato, ma per un gesto cavalleresco della Figc, venerdì sera le donne potranno assistere gratuitamente all’amichevole di lusso Italia-Germania, in programma allo Stadio Giuseppe Meazza di Milano alle h 20.45.

Come riportato dal Sito Ufficiale della Federcalcio, le donnepotranno accedere gratis ai settori Primo Anello Arancio, Primo Anello Blu e Primo Anello Verde ritirando il biglietto nominativo presso uno dei punti vendita Ticket One sul territorio nazionale, a presentazione del documento di riconoscimento”.

www.ticketone.it

Ladycalcio ha già provveduto 🙂 , e voi?

Per i maschietti disposti a metter mano al portafoglio, ecco il link al Sito della Figc, che riporta i prezzi delle varie tipologie di biglietti:

http://www.figc.it/it/204/37993/2013/10/News.shtml

Posted in Calcio italiano, Calcio tedesco, Nazionale Azzurra | Contrassegnato da tag: , , | 9 Comments »

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: