CALCIO E PAROLE

By "Ladycalcio". Il blog più censurato e più temuto dagli addetti ai lavori

Archive for the ‘Calcio italiano’ Category

MARADONA NEL DIES MORTIS

Posted by ladycalcio su giovedì, novembre 26, 2020

 

 

In astronomia si chiama “terminatore”: è la linea grigia che delimita la parte della Terra e dei pianeti illuminata dal Sole da quella in ombra, che al tramonto avanza inesorabile mettendo fine al giorno.

Allo stesso modo il terminatore avanza per tutti noi e non c’è divo o eroe che tenga: nessuno è immortale e davanti alla morte siamo tutti uguali.

I tifosi si illudono che per certi “dei” dell’Olimpo il momento non debba mai arrivare, o peggio, se ne illudono gli stessi “dei”.

La morte di Maradona ha suscitato in tutto il mondo profondo cordoglio, costernazione e incredulità, benché il campione si trovasse da tempo in “zona crepuscolare”.

Sempre più gonfio, appesantito e malconcio, il Pibe de Oro l’aveva scampata più volte, grazie vuoi alla pazienza del destino, vuoi alle solerti cure mediche di costosi centri specializzati preclusi ai comuni mortali.

Ora, inesorabile, è arrivato il fischio finale. Sul “calciatore più grande di tutti i tempi” si spengono i riflettori e cala il sipario: la partita della vita è terminata.

Il fragore degli stadi lascia il posto al silenzio, l’osannante moltitudine alla solitudine di trovarsi, come tutti i mortali, in un’altra dimensione solo davanti a Dio. E sai quanto conta, in quel momento, se sei “Pallone d’Oro alla Carriera” o se ti intitolano lo Stadio San Paolo.

Al di là dei suoi eccessi Diego aveva un cuore grande e sensibile e di bene ne ha fatto tanto. Il male l’ha fatto a se stesso, vivendo in modo sregolato quella vita che gli aveva regalato tutto: successo, soldi e gloria.

Si conferma che la felicità non sta in questo e che vittorie e ricchezze sono l’effimero per antonomasia: stordiscono, anestetizzano i problemi interiori, rivestono di un illusorio alone divino e pongono su un piedistallo sempre più alto dal quale è rovinoso cadere. Intanto, il terminatore avanza.

Già vittima della droga, lontano dai campi Maradona era caduto anche nell’alcol, nella depressione e nella dipendenza da farmaci, che ne avevano irrimediabilmente minato il fisico e la mente. Le sue ultime apparizioni facevano stringere il cuore a pensare a ciò che era stato sui campi di gioco.

Eppure continuava – e continua più che mai – ad essere idolatrato e assimilato al divino, come dimostra l’”edicola votiva” di Napoli che ne contiene un “capello miracoloso” a mo’ di reliquia, meta di pellegrinaggi, insieme alle effigi dei due scudetti, della Coppa Uefa e della Coppa Italia regalati al Napoli come altrettanti “miracoli”, il tutto inframmezzato da immagini della Madonna e di San Gennaro. Oggi, in prima pagina l’Equipe titola: “Dieu est mort” (Dio è morto).

Il 25 novembre, data della sua morte, lo assimila al calciatore “maledetto” George Best e all’amico Fidel Castro, morti nello stesso giorno rispettivamente 15 e 4 anni fa. Combinazioni probabilmente casuali, che invitano tuttavia a riflettere su tre esistenze disordinate orientate al successo effimero a scapito dei veri valori. E soprattutto, a non cadere nell’errore di idolatrare simili personaggi e i loro eccessi.

Ci aveva visto giusto il grande Rudyard Kipling, che nella poesia “Se”, una lettera al figlio, assimilava il trionfo e la sconfitta definendoli “due impostori”, che devi saper gestire per essere un uomo.

L’immagine che più colpisce ora è quella dell’idolo Maradona, osannato da tutto il mondo, spogliato dei suoi successi: uno qualunque, nell’immensa moltitudine umana.

Sic transit gloria mundi. Questa dev’essere la lezione.

Lettera a un figlio: la poesia ‘Se’, di Rudyard Kipling

Diretta dalla camera ardente

https://gds.it/video/calcio/2020/11/26/morte-maradona-la-diretta-della-camera-ardente-oggi-i-funerali-del-piu-grande-di-tutti-e1469950-5cb1-49b3-bcc2-480ba710721c/

Gli eccessi di Maradona

https://calcio.fanpage.it/argentina-maradona-fa-il-santo-dorme-mostra-il-dito-medio-e-si-fa-male-in-tribuna/

http://www.quicampania.it/mauriziodegiovanni/edicola-votiva.html

https://www.tripadvisor.it/ShowUserReviews-g187785-d2199919-r481265291-Bar_Nilo-Naples_Province_of_Naples_Campania.html

La notizia della morte e le reazioni

https://www.repubblica.it/sport/calcio/2020/11/25/news/morto_maradona_reazioni-275778532/

https://www.calciomercato.com/news/notizia-choc-dall-argentina-e-morto-maradona-93637

https://www.ansa.it/sito/notizie/sport/2020/11/25/morto-maradona-tutti-i-video_ffde607d-7148-4451-a357-1b2b6e0df0ae.html

https://www.napolitoday.it/cronaca/maradona-morto-sallusti.html

https://www.napolitoday.it/cronaca/maradona-morte-pausini.html

https://www.liberoquotidiano.it/news/commenti-e-opinioni/25352036/vittorio-feltri-diego-armando-maradona-chi-era-davvero-di-sinistra-non-mi-interessa.html

https://www.liberoquotidiano.it/news/spettacoli/televisione/25351451/la-vita-in-diretta-paola-perego-diego-maradona-faceva-fatica-a-retroscena-sconvolgente-dopo-morte.html

https://www.calcionapoli24.it/maradona_day/choc-in-argentina-dipendenti-delle-onoranze-funebri-in-posa-con-la-salma-n463517.html

Posted in Calcio italiano | Contrassegnato da tag: , , | 14 Comments »

BONIMBA NE FA 77

Posted by ladycalcio su venerdì, novembre 13, 2020

Non 77 goal, purtroppo per i nostalgici, ma 77 anni: Roberto Boninsegna, indimenticato centravanti nerazzurro degli anni ’70, festeggia oggi il suo compleanno.

Nei suoi 281 incontri con la maglia dell’Inter, Boninsegna ha realizzato la bellezza di 171 reti. Una media-goal che non ha nulla d invidiare ai più blasonati campioni di oggi.

Auguri bomber!

Leggi la notizia su inter.it:

https://www.inter.it/it/news/2020/11/13/compleanno-boninsegna.html

 

 

Posted in Calcio italiano, Inter | Contrassegnato da tag: , , , | 6 Comments »

CALCIO E COVID: E SE LA PIANTASSIMO DI FAR TAMPONI?

Posted by ladycalcio su venerdì, ottobre 23, 2020

La notizia che anche il nerazzurro Hakimi è positivo al tampone arriva ad Antonio Conte alle cinque del pomeriggio, costringendolo a stravolgere lo schieramento dell’Inter contro il Borussia Mönchengladbach, che per inciso, ha mezza Under 23 in isolamento per Covid.

La positività di Hakimi, nel frattempo negativizzato, va ad aggiungersi agli stop di Skriniar, Gagliardini, Radu, Young, Bastoni e Nainggolan.

Tre giorni prima dell’incontro con i tedeschi, la raffica di quarantene in casa nerazzurra aveva stravolto gli equilibri nel derby della Madonnina, traducendosi in una vittoria dei cugini rossoneri che mancava dal gennaio 2016. La squadra di Conte ha subito 10 goal in 5 partite, ma a causa dei tamponi positivi, in una soltanto ha potuto schierare la difesa titolare.

https://sport.sky.it/calcio/serie-a/2020/10/22/inter-news-giocatori-coronavirus

Stop a go go hanno messo in ginocchio squadre come Genoa, Samp e Fiorentina, mentre sulle prime pagine dei giornali, anziché lo sport, fanno notizia “positività illustri” come quelle di Ibrahimovic, Dybala e Cristiano Ronaldo, accusato di aver infranto il “protocollo” anti-Covid e di aver contagiato il compagno Weston McKennie.

Si additano abbracci e strette di mano proibiti più o meno plateali, come quella che, già lo scorso maggio, il calciatore Kalou dell’Hertha Berlino aveva filmato negli spogliatoi, corredata dal video del test effettuato su Jordan Torunarigha: un frettoloso prelievo dalle narici con lo stesso bastoncino usato poi per gola e interno bocca, con la probabile “diluizione” del materiale prelevato.

Si discute su protocolli e tamponi, falsi positivi e falsi negativi, e referti dubbi in generale. Dalla scorsa estate si gioca senza pubblico o con “pochi intimi” presenti sugli spalti, dopo aver visto annullare competizioni e distorcere il finale dei campionati e delle coppe europee.

Siamo tutt’altro che fuori dal guazzabuglio, e chi con questo virus fabbricato in laboratorio vuole affossare il mondo e destabilizzare tutto quanto, gongola.

Quasi tutti i giocatori (e i cittadini) risultati positivi al Covid sono asintomatici, abili e arruolabili. Anzi, l’aumento esponenziale dei test sugli atleti e sulla popolazione non fa che gonfiare il numero dei presunti “infetti”, stravolgendo i parametri di confronto con il periodo di esplosione dell’epidemia e inficiando la realistica valutazione del pericolo.

Ne deriva una crescente confusione, che rischia di portare a un nuovo immotivato blocco di tutte le attività, sportive e non.

Da qui la proposta controcorrente di questo blog: e se la piantassimo di far tamponi, e nel rispetto di tutte le norme di sicurezza, pensassimo a giocare a calcio, a lavorare e a vivere?

 

 

Link:

https://sport.sky.it/calcio/serie-a/giocatori-serie-a-positivi-covid

L’idea di Ladycalcio sull’epidemia da Coronavirus:

https://calcioparole.wordpress.com/2020/03/17/coronavirus-nonlasciamocifermare/

Posted in Calcio italiano, Coronavirus, Inter, Media, Milan | Contrassegnato da tag: , , , , | 3 Comments »

BENEVENTO-INTER (2-5): QUANDO L’HOME PAGE DICE GIÀ TUTTO

Posted by ladycalcio su mercoledì, settembre 30, 2020

Due diversi modi di aprire l’Home Page dopo una gara: per l’Inter riportando l’odierna altisonante vittoria per 2-5 sul Benevento, per quest’ultimo glissando già al successivo incontro. Prossima partita: Benevento-Bologna 🙂 🙂 🙂

Posted in Calcio italiano, Inter, Media | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

L’ESAME DI LUIS SUAREZ: “ASSOLUTAMENTE IRREFRAGABILE”

Posted by ladycalcio su giovedì, settembre 24, 2020

In attesa che venga fatta chiarezza, no comment sulla vicenda del chiacchierato esame sostenuto da Luis Suarez per divenare cittadino italiano, sulla quale potete farvi la vostra idea leggendo ai seguenti link:

 

https://www.huffingtonpost.it/entry/esame-suarez-il-legale-della-juventus-al-dg-delluniversita-vi-porteremo-altri-stranieri_it_5f6af463c5b6718910f30de0

https://sport.sky.it/calcio/serie-a/2020/09/23/suarez-esame-caso-cittadinanza-news

https://www.gazzetta.it/Calciomercato/24-09-2020/suarez-ora-voglio-dimostrare-chi-sono-nessuna-parola-esame-3802234621522.shtml

https://www.la7.it/laria-che-tira/video/esame-ditaliano-di-suarez-vittorio-sgarbi-ci-sono-ministri-che-non-conoscono-i-congiuntivi-come-di-23-09-2020-341100

https://www.corrieredellosport.it/news/calcio/calcio-mercato/2020/09/24-74109131/caos_esame_luis_suarez_adesso_spunta_la_pista_della_corruzione/

https://www.tuttosport.com/news/calcio/2020/09/23-74087853/esame_suarez_corruzione_tra_le_ipotesi_investigative/

N.b – Le idee e le ipotesi espresse nei contributi linkati sono di responsabilità dei rispettivi autori e non rispecchiano necessariamente il pensiero di Ladycalcio, che in attesa degli esiti dell’inchiesta si limita alla scherzosa vignetta pubblicata sopra.

Posted in Calcio italiano, Juventus, Media | Leave a Comment »

INTER: UEFA EUROPA LEAGUE TITLE IS NOT FOR EVERYONE

Posted by ladycalcio su sabato, agosto 22, 2020

Una squadra nervosa, irriconoscibile, che non riesce a costruire il gioco. Un autogoal assurdo di Lukaku che infila Handanovic deviando in rete un pallone che stava andando sul fondo, senza il quale l’Inter avrebbe ancora potuto giocarsi la Finale di Europa League contro un Siviglia comunque superiore.

Come se non bastasse, nel postpartita arriva l’ennesima strascicata intervista di Antonio Conte a Sky, con chiari toni di addio e fantomatici accenni al coinvolgimento della vita privata e della famiglia nel rapporto ormai in frantumi con la Società: un dico e non dico, frasi buttate lì, allusioni che i tifosi non comprendono. *

Gli unici punti che si comprendono chiaramente sono che i motivi di dissidio sono molteplici e che Conte è ai saluti.

L’aspetto che più disgusta è che con la sconfitta viene fuori tutto il marcio in casa nerazzurra, nascosto per l’intera stagione dietro a proclami trionfalistici e parole di circostanza.

Sposo in pieno l’esortazione reiterata da Lele Adani su Sky: ora, una Società che si rispetti dovrebbe fare chiarezza sull’accaduto, perché i tifosi chiedono risposte. Temo che non accadrà.

Il gettonatissimo slogan “Not for Everyone” suona come un clamoroso boomerang, che oltre alla modestia, dovrebbe insegnare all’Inter che è assai difficile vincere senza essere squadra sul campo e a livello societario.

Il giovane Steven Zhang, redivivo dalla Cina, aveva messo la Società nelle mani degli “uomini di fiducia” di turno (Marotta e Ausilio?) tanto cari ai presidenti stranieri che si fanno i fatti propri in patria con il risultato di ritrovarsi poi davanti a disastri non più gestibili. Ora che il patatrac con l’allenatore è servito, oltre all’italiano Zhang junior pare non comprendere che rinunciare a Conte significa buttar via un anno di lavoro e dover ricominciare tutto daccapo.

Nel mio post dell’11 agosto scorso avevo già scritto che l’emergenza Covid ha notevolmente falsato gli esiti di tutte le competizioni calcistiche, dal clamoroso recupero dei nerazzurri sulla Juve in Campionato agli esiti finali dei tornei europei. Fra i quali, forse, anche la presenza dell’Inter nella Finale di Europa League, anche se le recenti prestazioni in ascesa degli uomini di Conte lasciavano sperare nel colpaccio.

Con tutto ciò, con Conte l’Inter sembrava molto cresciuta.

Il ruolo di un presidente che non voglia limitarsi ad essere un mero investitore travestito da tifoso sarebbe quello di sedersi a un tavolo e ricomporre la controversia facendo le giuste scelte. Magari rinunciando a qualche “Dirigente” non da Inter. Ciò che il ragazzo non farà.

A Milano circola insistente la voce che Allegri abbia già firmato per l’Inter. C’è davvero da stare….. Allegri!

 

Link:

Conte dopo la Finale a Sky

https://sport.sky.it/calcio/europa-league/2020/08/21/siviglia-inter-conte-futuro-news

 

Il proiettile e le minacce a Conte

https://www.ilmessaggero.it/sport/calcio/antonio_conte_minacce_proiettile_inter_lettera-4866583.html

 

https://calcioparole.wordpress.com/2020/08/11/la-strana-estate-di-una-strana-stagione/

 

 

Posted in Calcio italiano, Inter | Contrassegnato da tag: , , , | 2 Comments »

COPPE EUROPEE: UNA BARÇA DI GOAL

Posted by ladycalcio su mercoledì, agosto 19, 2020

Proseguono i fuochi d’artificio delle Coppe Europee, con risultati insolitamente tondi e roboanti. E soprattutto, esagerati rispetto al reale divario fra le squadre. L’8-2 del Bayern Monaco sul Barcellona in Champions League, seguito dal 5-0 dell’Inter sullo Shakhtar Donetz in Europa League, sembrano più sogni di una notte di mezza estate che non verdetti veritieri dei campi nelle fasi finali delle competizioni europee.

Inutile dire che a prescindere dai nomi delle vincitrici, gli esiti di questi tornei sono stati pesantemente condizionati (se non addirittura falsati) dal Coronavirus (lockdown, blocco dei campionati, stravolgimento della preparazione, confronti secchi e serrati in agosto, e via dicendo).

Come se non bastasse, sulla roboante vittoria del Bayern aleggia l’ombra della resa dei Blaugrana, compattatisi sì, ma contro il loro tecnico e la loro Società. O che altro dire di un allenatore sportivo (Abidal) che non può più entrare nello spogliatoio? O di un Presidente (Bartomeu) che tutti attendono di cacciare alle prossime elezioni?

Domenica, nella Finale del massimo torneo, il PSG incontrerà la vincente di Bayern-Lione, mentre già domani sera, l’Inter se la vedrà con il Siviglia nella Finale di Europa League.

Comunque andrà, temo che l’esito di entrambe le competizioni europee risulterà distorto.

Ma in compenso, dopo mesi di lutto e privazioni, il calcio internazionale tornerà ad offrire delle vittorie di coppa, delle premiazioni con i coriandoli e due notti di festa.

Che vincano le migliori. E soprattutto, che torni a vincere lo sport, sconfiggendo la malattia.

 

Posted in Calcio tedesco, Inter | Contrassegnato da tag: , , , , , | 2 Comments »

GRAZIE, ATALANTA!

Posted by ladycalcio su giovedì, agosto 13, 2020

“Un risultato dedicato a Bergamo e ai bergamaschi”.

Titola così oggi il Sito Ufficiale dell’Atalanta (nella foto), giunta a un passo dal sogno di qualificarsi per le semifinali di Champions League. Sogno sfumato ieri sera agli ultimissimi minuti dell’incontro con il PSG, condotto per 1-0 fino al 90′.

Ma non è certo il momento di fare disquisizioni tecniche. Sul piano umano, la squadra di Gasperini ha comunque centrato una grande vittoria: far risorgere la città di Bergamo dall’incubo di malattia e di morte che l’aveva segnata dallo scoppio del Covid-19.

Le immagini degli ospedali al collasso e delle bare sui camion militari non si possono e non si potranno mai dimenticare, ma finalmente, Bergamo è tornata a vivere.

Ha nuovamente assaporato la gioia dello sport, ha fatto festa alla sua squadra e già guarda piena di speranza al suo futuro.

Grazie, Atalanta!

Posted in Calcio italiano, Coronavirus | Contrassegnato da tag: , , , | 5 Comments »

LA STRANA ESTATE DI UNA STRANA STAGIONE

Posted by ladycalcio su martedì, agosto 11, 2020

A memoria di tifoso non si ricordava un agosto in cui, in 12 giorni, si fossero decise in gare secche – e a porte chiuse –  le coppe europee.

Colpa del Covid-19, del lockdown di campioni e comuni mortali e della pessima gestione legislativa del virus in generale, oltre che dei danni arrecati a livello mondiale dall’epidemia.

Sono saltati tutti i parametri e quel che è peggio, tutti o quasi i valori sul campo: in campionato l’Inter ha rimontato la Juve perdendo lo Scudetto per un solo punto di distacco; in Europa, dopo essere affondati contro il Real Madrid, i bianconeri hanno silurato Sarri, sostituendolo a sorpresa con un Pirlo a digiuno di qualsiasi esperienza alla guida di squadre di Serie A. Proprio con lui, che sul finale di carriera aveva dichiarato: «non farò mai l’allenatore».

Al posto dei pluricampioni d’Italia, ai quarti di Champions ci va l’Atalanta, che dopo aver superato il Valencia con un punteggio complessivo di 8-4 (!), affronterà domani il Paris.

In Champions League il Bayern Monaco si è divorato il Chelsea di Lampard con un punteggio complessivo di 7-1 in due partite, che senza nulla togliere alla compagine di Flick, appare un divario davvero esagerato fra le due squadre.

Storie di una notte di mezza estate nell’anno del Covid, ma i fuochi d’artificio del Ferragosto 2020 non finiscono qui: ieri sera, battendo per 2-1 il Bayer Leverkusen a Düsseldorf in gara secca, l’Inter di Conte e delle polemiche ha innestato il turbo e si è proiettata nelle semifinali di Europa League. Lunedì 17 affronterà lo Shakthar Donetsk, che stasera ha battuto 4-1 il Basilea.

I nerazzurri tornano ad affrontare una semifinale europea dopo 10 anni di astinenza. L’ultima volta fu nel 2010, l’anno del Triplete. Ci attende un altro botto?

Link di approfondimento:

 

Rimonte scudetto:

https://sport.sky.it/calcio/serie-a/2020/07/17/serie-a-rimonte-scudetto#00

I precedenti dell’Inter con lo Shakthar:

https://www.inter-news.it/focus/inter-semifinale-el-non-inedita-con-basilea-e-shakhtar-donetsk/

 

Posted in Calcio italiano, Coronavirus, Inter, Juventus | Contrassegnato da tag: , , , | 5 Comments »

CARO CONTE, PARLA CHIARO

Posted by ladycalcio su mercoledì, luglio 15, 2020

È la triste parabola di tutti gli allenatori nerazzurri da parecchi anni a questa parte: brillantrezza e proclami ambiziosi a inizio stagione, soddisfazione per le buone prestazioni della squadra fino a Natale, e poi sconforto e imbarazzo per quel “male oscuro” che allontana progressivamente la Beneamata dalla capolista Juve.

Anche l’attuale mister nerazzurro conclude la stagione con le solite esternazioni più o meno velate di volersene andare, condite da qualche “frecciatina” sulla campagna acquisti non all’altezza da parte della Società.

Lo stesso aveva fatto Spalletti lo scorso campionato.

Il messaggio sibillino delle dichiarazioni post Verona, addolcito nei toni dopo la vittoria sul Torino, potrebbe essere interpretato così: “O mi comprate dei rinforzi di prim’ordine consoni alla mia reputazione di tecnico e a quella dell’Inter, oppure a fine stagione me ne vado”. Ma in tutto questo c’è una macroscopica incongruenza: Conte continua a difendere strenuamente i suoi ragazzi, più che mai i più scarsi.

Caro mister, perché prendere continuamente le difese di certi giocatori che non sono all’altezza né come tecnica, né atleticamente, né tantomeno come impegno? Dillo chiaro: quegli elementi non sono da Inter!

Faremo prima, e ci risparmieremo l’ennesima sceneggiata di fine stagione.

Posted in Calcio italiano, Inter | Contrassegnato da tag: , , | 6 Comments »

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: