CALCIO E PAROLE

By "Ladycalcio". Il blog più censurato e più temuto dagli addetti ai lavori

Archive for dicembre 2017

BUON 2018!

Posted by ladycalcio su domenica, dicembre 31, 2017

Cari lettori,

Si conclude un altro anno. Per Calcio e Parole non è stato un anno qualunque: è stato l’anno del decennale.

https://calcioparole.wordpress.com/2017/07/01/dieci-anni/

Il tempo passa e questo blog vi tiene compagnia già da dieci anni!

Un bel traguardo, ma Ladycalcio vuole andare oltre. Sempre con il suo spirito sferzante e con l’intento di offrirvi “parole sul calcio” diverse da quelle che trovate sugli altri siti e blog.

Rinnovo il mio grazie ai lettori che mi hanno seguita sin dall’inizio, dai tempi della censura subita sul sito di Fulvio Collovati dopo la “vittoria” del Milan nella Finale di Champions League di Atene 2007.

https://calcioparole.wordpress.com/la-vergogna-della-censura/

Per chi capita su questo blog per la prima volta, è invece l’occasione per conoscermi, e spero, di apprezzare quanto ci avessi visto bene due lustri fa.

http://bit.ly/1vEgjQk

http://bit.ly/1xvwRx7

http://bit.ly/2jdxfjL

Tornando al presente, ci aspetta il primo Mondiale senza l’Italia dopo 60 anni http://bit.ly/2AKrpxJ , nonostante il quale, ne sono certa, non mancheranno i contenuti interessanti da commentare e vivere insieme.

Nell’attesa, grazie di cuore a tutti, con i migliori auguri di uno splendido 2018.

Vostra Ladycalcio

Annunci

Posted in Calcio italiano | Contrassegnato da tag: , , , , , , | 11 Comments »

SPALLETTI DA INTER BELLS AL CAMPANELLO D’ALLARME

Posted by ladycalcio su giovedì, dicembre 28, 2017

“Inter Bells, Inter Bells, nerazzurri alé”…

Il coro di tintinnanti campanelli natalizi prima di Inter-Udinese si è trasformato in un campanello d’allarme. Con la sconfitta di questa sera nel derby di Coppa Italia, la squadra di Spalletti ha infilato la terza sconfitta consecutiva (dopo Udinese e Sassuolo), che fa temere l’ennesimo crollo dei nerazzurri al termine del girone d’andata.

In più, come volevasi dimostrare, tutto d’improvviso gira storto http://bit.ly/2Cdv62k

“Quello che mi preoccupa è che si pensi di avere dei problemi” 🙂 , ha affermato il mister nella conferenza stampa del postpartita.

Posted in Calcio italiano | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

AUGURI DI BUON NATALE

Posted by ladycalcio su domenica, dicembre 24, 2017

Posted in Calcio italiano | Contrassegnato da tag: , , , | 3 Comments »

INTER-UDINESE, SECONDA LASAGNA SERVITA

Posted by ladycalcio su domenica, dicembre 17, 2017

Inter-Udinese, apertasi con il coro di Inter Bells, si è conclusa con un coro di fischi ai nerazzurri. Alla 17^ giornata, la squadra di Spalletti perde la prima partita del campionato e la testa della classifica.

Colpa della presenza di Thohir in tribuna, ha scherzato qualcuno.

O forse, dei supplementari sostenuti (dalle seconde linee) contro il Pordenone nell’incontro di Coppa Italia di martedì.

Fatto sta che Lasagna colpisce ancora, più indigesto che mai

http://bit.ly/1Ptt1kh

Di colpo, la splendida creatura di Spalletti si inceppa e nel 2° tempo appare spenta e fisicamente in calo. E di colpo, tutto sembra girare storto: l’inzuccata con cui Skriniar cerca il 2-2 finisce sulla traversa (nel momento-sì di qualche settimana fa sarebbe entrata). Dopo aver consultato la Var l’arbitro Mariani concede un rigore all’Udinese per un fallo di mano di Santon, trasformato da De Paul. Solo pochi giorni fa l’arbitro di turno avrebbe considerato la mano involontaria, oppure Handanovic avrebbe parato il penalty. Ma ieri no.

E ancora, Mariani sorvola sull’atterramento in area di Miranda ad opera di Widmer, mentre nel momento del #Senzatregua il collega di turno avrebbe probabilmente fischiato un rigore generoso. È un classico: quando le cose girano hai il vento in poppa, se vai in difficoltà, Eolo gira di prua.

Tutto questo per dire che nel calcio la ruota gira in fretta e che il vero valore di questa Inter, ben costruita ma spesso aiutata dalla fortuna, è ancora tutto da vedere. Dopo il latte e miele degli elogi, degli slogan yankee di Inter Media House e delle esperienze “ingaggianti e ispirazionali” dell’AD Antonello http://bit.ly/2xCVfVT

lo spirito di squadra trova il primo effettivo banco di prova nei due blackout consecutivi contro le friulane Pordenone e Udinese.

“You, we, us, together – everywhere”. “The future is now, a new era is coming, Inter is coming”. È tempo di vivere questi slogan.

Posted in Calcio italiano | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

DERBY D’ITALIA: PAREGGIO NELLA NOTTE DI SAN SIRO

Posted by ladycalcio su sabato, dicembre 9, 2017

JUVE-INTER 0-0.

OGGI, 9 DICEMBRE, È SAN SIRO 🙂

 

I post più recenti sulla Juventus:

https://calcioparole.wordpress.com/2017/06/05/juve-batosta-galattica/
https://calcioparole.wordpress.com/2017/02/11/juve-inter-siamo-daccapo/
https://calcioparole.wordpress.com/2016/09/19/derby-ditalia-nerazzurro-per-i-90-anni-di-san-siro/
https://calcioparole.wordpress.com/2016/03/17/bayern-juve-4-2-su-zdf-in-barba-alloscuramento-di-mediaset/
https://calcioparole.wordpress.com/2016/03/06/pensierino-della-sera-sulla-juve-i-rigori-carrizo-e-handanovic/

Posted in Calcio italiano | Contrassegnato da tag: , , , | 3 Comments »

È UN MILAN DA CIRCO QUAGLIARULO

Posted by ladycalcio su lunedì, dicembre 4, 2017

Se la regia di Benevento-Milan fosse stata affidata al Circo Quagliarulo, non avrebbe potuto essere più clownesca.

Ma quando il destino ci si mette, non c’è trama costruita che tenga, meno che mai quando con il destino si è in debito. L’esordio di “Ringhio” Gattuso sulla panca rossonera fa gridare “clamoroso al Vigorito!”: il Benevento Calcio conquista il suo primo punto in Serie A all’ultimo minuto di recupero (95’), grazie al 2-2 di testa dell’estremo difensore Brignoli.

Non con l’inzuccata sapiente del goleador, ma con il tuffo d’istinto di un semisconosciuto portiere che ha ammesso: “Sono andato a saltare e ho chiuso gli occhi”. Non per nulla gli antichi la chiamavano Maleventum, terra di streghe e di magia (su quanto siano rare le reti dei portieri non su calcio piazzato vi consiglio questo post http://bit.ly/2jdTtCj )

“Era meglio una coltellata di questo goal”, confessa Ringhio a Sky.

Il copione rocambolesco si completa con il rosso a Romagnoli, la giornataccia rossonera con il Diavolo che finisce a -18 dall’Inter capolista, vittoriosa per 5-0 sul Chievo. Dalla seconda campagna acquisti più ricca della storia ci si sarebbe aspettati qualcosina in più.

Via Montella, ora gli improvvisati di casa Milan sono tre: l’AD Fassone (ex-DS dei cugini; per intenderci, quello del mancato scambio Guarin-Vucinic al ristorante I Quattro Mori 🙂 ), il DS Massimiliano Mirabelli (ex-osservatore nerazzurro) e il povero Gattuso, che rischia di bruciarsi su una panca bollente.

Questo il curriculum del tecnico chiamato a rilanciare il Milan:

Palermo (esonerato dopo 6 giornate), OFI Creta, Grecia (dimissionario dopo 7 giornate, reintegrato dopo un giorno, al capolinea dopo due mesi), Pisa, Lega Pro (dimissionario dopo meno di un anno, ritorna a un mese di distanza ma lascia la panchina a fine stagione), Milan Primavera (dal luglio 2017).

Ma che più preoccupa i milanisti è il guazzabuglio societario, Yonghong Li in testa. Un’autorevole inchiesta del New York Times sul padrone cinese del Milan – ripresa dalla Gazzetta dello Sport  http://bit.ly/2ioPylS – nega che Li sia una figura di spicco nel settore minerario, e addirittura, che sia il proprietario della “più grande miniera di fosforo cinese” indicata come il suo massimo asset. Questa apparterrebbe alla società Guangdong Lion Asset Management, che ha cambiato quattro proprietari in due anni.

Per un attimo, voltiamoci indietro di 10 stagioni e ritorniamo al “grande Milan” berlusconiano “più forte dell’invidia, più forte dell’ingiustizia e più forte della sfortuna”.

Questo blog l’aveva visto alla frutta già prima della notte di Istanbul 2007 http://bit.ly/1vEgjQk con buona pace del censuratore Collovati http://bit.ly/1DAV3m0   http://bit.ly/1xvwRx7

Bocche cucite sui media, mentre Ladycalcio, fra le nebbie del passato e del futuro, intravede il fantasma di Giussy Farina: e se all’orizzonte si profilasse la terza retrocessione?

Chi vivrà vedrà, ma intanto, il destino che Pippo Inzaghi aveva forzato con un “colpo di mano” nella finale di Atene 2007 si vendica prendendo a calci i rossoneri, se è vero che l’unico Milan vincente è l’interista Skriniar 🙂 .

E a commentare il disastro tocca all’opinionista Massimo Ambrosini, quello de “Lo scudetto mettilo nel…”

Posted in Calcio italiano, Media, Milan | Contrassegnato da tag: , , , , | 7 Comments »

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: