CALCIO E PAROLE

By "Ladycalcio". Il blog più censurato e più temuto dagli addetti ai lavori

Archive for gennaio 2013

BALOTELLI AL MILAN: UN BOTTO ELETTORALE BERLUSCONIANO?

Posted by ladycalcio su giovedì, gennaio 31, 2013

Balotelli Inter

Fino a qualche settimana fa, era una “mela marcia”. D’improvviso, Silvio Berlusconi e il Milan hanno promosso Supermario Balotelli a botto di inizio anno e a colpo grosso del mercato rossonero. Chissà se con il retropensiero di fare uno sberleffo ai cugini nerazzurri in ristrettezze economiche, costretti a “spalmare” un contratto dopo l’altro e a privarsi di Sneijder e Coutinho.

Ma cosa si nasconde dietro questa repentina inversione a “U” in casa rossonera?

Calcisticamente parlando, al Milan Balotelli non serve. Anche i sassi sanno che sarebbe piuttosto servito un difensore che desse manforte alla retroguardia, sempre più in affanno.

Dunque, il dubbio che l’ennesimo fuoco d’artificio di grandeur berlusconiana sia una mossa elettorale per attirare l’attenzione sull’ex-Premier (e magari, dirottarla dallo sfascio del Paese), è più che legittimo.

Tuttavia, nell’attuale crisi nera in cui versa l’Italia, l’operazione propagandistica rischia di rivelarsi a doppio taglio, come già confermano i tafferugli di ieri sera.

Cosa penseranno il disoccupato e l’operaio in cassa integrazione dei 20 milioni di Euro + 3 di bonus sganciati dal Milan al Manchester City, e ancor più dei 4 milioni di Euro all’anno + bonus destinati al giocatore da qui al 2017? Senza contare il rocambolesco voltafaccia del “Berlusca”, candidato a governare il Paese, rispetto alla parola data poche settimane fa. Quanto affidabile lo rende, agli occhi degli elettori, questo ennesimo dubbio episodio?

Tornando al Milan, domandarsi come Balotelli interagirà con El Shaarawy e Pazzini è prematuro, e forse, visto da questa prospettiva, addirittura inutile. Più che un aiuto, per il povero Allegri l’arrivo del Bad Boy potrebbe significare l’ennesima tegola. D’accordo l’estro, il talento e la fantasia, ma per chi avesse la memoria labile, Supermario è quello che ha gettato a terra la maglia dell’Inter dopo Inter- Barcellona, si è coccolato quella del Milan a Striscia la Notizia, ha sparato a Milano in Piazza della Repubblica, ha incendiato la casa con i botti, ha “passeggiato” sulla gamba di Scott Parker, si è esibito in un’entrata da Kung Fu su Goran Popov, ha tirato le freccette dalla finestra alla Primavera del City, ha collezionato 11.000 Euro di multe in meno di un anno, è venuto alle mani con Roberto Mancini, il quale, dopo essersene liberato, tirerà un profondo sospiro di sollievo. Povero Mancio, lui che si era illuso, se non di cambiarlo, di addomesticarlo e di vederlo maturare (così come la Roma si era illusa di fare con Adriano, ingaggiato con un contratto triennale e rispedito al mittente dopo neppure una stagione).

Per non parlare di incidenti d’auto, locali notturni, donne e compagnia bella.

Forte di questi brillanti presupposti, il cuore rossonero Balotelli si ricicla a Milano sulla sponda rossonera.

Auguri, mister Allegri!

(Foto tratta da inter.it)

Annunci

Posted in Milan | Contrassegnato da tag: , , | 10 Comments »

MATERAZZI MI SEGUE SU TWITTER: MI INVIDIANO IN 180.000!

Posted by ladycalcio su domenica, gennaio 20, 2013

Marcone mi segue

Quando giocava, le sue entrate lasciavano notoriamente il segno.

@iomatrix23, alias Marco Materazzi, non si smentisce nemmeno su Twitter.

Stavolta, il segno indelebile del suo piedone prossimo al 50 di numero  🙂 l’ha lasciato goffamente dove mai e poi mai in cuor suo avrebbe voluto farsi sorprendere: sul Twitter di Ladycalcio 😯 !

È il 13 gennaio 2012 e Marcone, con soli 20 “following” e 52 tweet,  è ancora un neofita – evidentemente inesperto – del social network in oggetto.

Marco, oggi è il mio compleanno, mi fai gli auguri?” “ Marco mi mandi un ciao?”  “Marco, mi retwitti?”” Marco mi segui”? è il jingle ossessionante dei suoi attuali 184.000 e passa follower.  Ma chi segue in gran segreto Materazzi? 🙄

Palesemente alle prime armi – forse in apprensione per i contenuti “caldi” riservatigli da questo blog * – , eccolo entrare in punta di tacchetti nel mio Twitter per una breve e discreta ricognizione, certo di uscirne indenne in scivolata.

Marco non sa o non realizza che appoggiando anche per un solo istante lo scarpino (si fa per dire) su “segui”,  si viene colti in fallo.  Matrix, insomma, probabilmente a sua insaputa, viene colto in castagna dal postmaster di Twitter, che notifica alla sottoscritta la sua visita 😳 .

Mi ritrovo la sua orma indelebile nella casella di posta elettronica:

MARCO MATERAZZI @iomatrix23 ADESSO STA SEGUENDO TE @ladycalcio” 😆 , recita la notifica che vedete pubblicata. Scoppio in una risata fragorosa, piegandomi in due sulla scrivania.

Per la serie “diffidate dalle imitazioni”, è proprio lui, il Materazzi originale, con tanto di sigillo di garanzia. Non ci sono dubbi: sei proprio tu, caro Campione del Mondo 2006, con le tue inseparabili coppe, autenticato dal sigillo azzurro che Twitter riserva agli account VIP verificati. Sei proprio tu, furbacchione 😆 , beccato anche stavolta! 😳  .

Ecco la prova inconfutabile: il profilo Twitter di Ladycalcio fu fra i primissimi visionati dall’”eroe” di Berlino, che ci lasciò maldestramente … lo scarpino 😆 .

Un profilo, il mio, prettamente di servizio, limitato al lancio dei miei post e a qualche tweet di attualità. Soltanto per la cronaca, dunque, per Twitter sono @ladycalcio. Scricciolo quanto volete, mi distinguo da sola, senza bisogno di autenticazioni o di sigilli.

@ladycalcio, dicevo: SEGUITA DA MARCO MATERAZZI! :mrgreen:

* Link:

Il messaggio lanciato a Matrix da queste pagine il 13 gennaio 2012, incentrato su uno strafalcione d.o.c. del “re di coppe” 🙂 :

https://calcioparole.wordpress.com/2012/01/13/ladycalcio-a-iomatrix23-complimenti-per-le-coppe-e-non-solo/

Altri contenuti scomodi del gennaio 2012 riguardano l’articolo rimosso dalla Rete dal Corriere Romagna, relativo al figlio di Matrix al Pronto Soccorso di Riccione:

https://calcioparole.wordpress.com/2012/01/10/dopo-la-censura-lettera-aperta-a-maria-patrizia-lanzetti-direttrice-de-il-corriere-di-romagna/

https://calcioparole.wordpress.com/2012/01/11/la-risposta-di-maria-patrizia-lanzetti-e-la-replica-di-ladycalcio/

https://calcioparole.wordpress.com/2012/01/12/maria-patrizia-lanzetti-e-il-corriere-romagna-perdono-la-faccia/

https://calcioparole.wordpress.com/2012/01/17/incredibile-il-corriere-romagna-censura-anche-se-stesso-rimosso-dalla-rete-larticolo-su-materazzi-al-pronto-soccorso-di-riccione/

Posted in "CASO" MATERAZZI | Contrassegnato da tag: , , , , | 26 Comments »

RISPONDO A UN MESSAGGIO DI FEDERICO LO GIUDICE (SKY SPORT 24)

Posted by ladycalcio su sabato, gennaio 5, 2013

L’annunciato post su Materazzi che mi segue slitta di qualche giorno per via della risposta che devo a Federico Lo Giudice (esperto di Bundesliga di Sky Sport 24), che nella giornata di ieri mi ha indirizzato il seguente messaggio fra i commenti all’editoriale di fine anno, essendo ormai chiusi i commenti relativi al mio post in oggetto (“La lattina di Boninsegna 40 anni dopo“, del 20 ottobre 2011)  http://bit.ly/uOaaHU

Ciao Ladycalcio,

Utilizzo questo spazio (i commenti all’editoriale di fine anno, ndr) perché quello riguardante la partita della lattina non permetteva più di lasciare commenti.
Purtroppo ho letto solo ora il tuo pezzo su quel Borussia Mönchengladbach-Inter passato alla storia e nel quale non risparmi critiche (da parte mia sempre apprezzate se fondate e costruttive) al sottoscritto per aver parlato di cantina e non di armadio della biancheria come, correttamente, dovrebbe essere tradotto Wäscheschrank. Inoltre hai sottolineato come Max Eberl desiderasse organizzare una partita tra il M’gladbach e il Vitesse all’insegna non del “vogliamoci bene”, bensì in cambio della restituzione del cimelio (lattina). Allora, visto che sei così attenta e precisa desidero farti 3 osservazioni che possano aiutarti in futuro a essere più cauta nel giudicare e criticare il lavoro degli altri.
Primo io vivo in Germania e parlo abbastanza bene il tedesco e quindi non ho dovuto utilizzare l’aiuto di nessun collega che mastica un pò di tedesco. Secondo ho parlato di cantina e non di armadio della biancheria perchè ho parlato direttamente con l’autore dell’articolo, che conosco abbastanza bene, che mi ha detto che la lattina era conservata dall’arbitro su uno scaffale della sua cantina e solo successivamente dentro un armadio della biancheria sempre in cantina…. quindi dire che la lattina era conservata in cantina era corretto.

Terzo ed ultimo punto, non ho mai detto nel servizio che Eberl volesse organizzare un’amichevole con Vitesse per semplice amicizia, ma proprio perché l’ intenzione dei Fohlen era quella di riprendersi la Lattina per poterla mettere nel proprio museo.
Fatte queste osservazioni, desideravo anche complimentarmi per il tuo blog che, a una prima occhiata, mi sembra molto interessante.
Buon lavoro
Federico Lo Giudice

RISPONDE LADYCALCIO

Caro Federico,

Ti ringrazio innanzitutto di avermi scritto. Il tuo messaggio conferma, una volta di più, quanto “Calcio e Parole” sia letto e tenuto in considerazione dagli “addetti ai lavori”.

Ho spulciato nei miei archivi e ho ritrovato quel tuo servizio su SS24 del 20 ottobre 2011, sulle note di “Bollicine” di Vasco Rossi.

Dunque:

1) Prendo atto delle tue precisazioni in merito ai tuoi contatti e approfondimenti con Dirk Krümpelmann (credo tu ti riferisca a lui), l’autore dell’articolo della Bild-Zeitung in cui si parla di “Wäscheschrank” (armadio della biancheria) e non di un ipotetico “Kellerregal” (scaffale della cantina). Il dato di fatto, tuttavia, è che nel suo articolo su Bild il collega tedesco usa il termine “Wäscheschrank”: lo stesso che l’arbitro Dorpmans ha  reso nel corso delle trasmissioni televisive calcistiche tedesche di approfondimento, che ben conoscerai se vivi in Germania. Quindi, dato che nel servizio di SS24 le tue parole sono ripetutamente accompagnate dall’inquadratura di Bild, volenti o nolenti, il messaggio che chi conosce il tedesco ne ricava è quello di un errore di traduzione. O perlomeno, considerando che i servizi vengono abbinati alle immagini durante il successivo montaggio, di una discrepanza. Non si tratta comunque di un “giudizio” sul tuo lavoro, ci mancherebbe…

2) Registrazione del servizio alla mano, devo invece confermarti che hai completamente travisato il senso per quanto riguarda la proposta di Max Eberl. Affermi infatti: “Il manager del Borussia “Max Ebbert” (Max Eberl, ndr) ha proposto quindi di giocarsela 😯 (la lattina, ndr) in una partita amichevole tra il Mönchengladbach e il Vitesse, la soluzione in fondo più giusta e più sportiva, quella che probabilmente sarebbe piaciuta anche a Peppino Prisco”.  Non è assolutamente così. Consentimi di sdrammatizzare con una battuta: non è che Eberl, dopo il lungo braccio di ferro, abbia voluto emulare Bud Spencer e Terence Hill che, in “Altrimenti ci arrabbiamo“, si giocano la Dune Buggy a birra e salsicce” 🙂 .  La sua proposta, come scritto nel mio post, era quella che il Borussia si recasse ad Arnheim per disputare gratuitamente un’amichevole di prestigio in cambio della restituzione del cimelio – non certo che la lattina dovesse andare alla vincitrice dell’incontro!

3) Dato che vivi in Germania e apprezzi le critiche “fondate e costruttive”, sportivamente mi sento di consigliarti di riascoltare il tuo servizio e di migliorare la pronuncia di “Max Eberl” e di nomi celeberrimi del calcio tedesco quali “Bökelberg-Stadion” e “Mönchengladbach”…

Quanto al “collega che mastica un po’ il tedesco”, era semplicemente una battuta (di cui faccio largo uso), ispirata alla risposta-standard che gli operatori linguistici professionisti riferiscono da parte di chi tenta di risparmiare sul traduttore, con conseguenze spesso imprevedibili.

Per rimanere in tema di stampa tedesca, aggiungo che ho colto più di una volta in difficoltà anche SkySport24, soprattutto in occasione delle rassegne online immediatamente successive alle partite di Coppe Europee…

Infine, ti ringrazio dei complimenti a questo blog e ti do il benvenuto come lettore.  A questo punto, continua a seguirmi, e già che hai riportato a bomba l’argomento, non perderti un gustoso articolo sulle “perle” di calcio tedesco (ad opera di tanti illustri “esperti” 😆 nostrani) che ripubblicherò a breve dal mio archivio storico!

Un saluto sportivo da Ladycalcio

Posted in Calcio tedesco, Media | Contrassegnato da tag: , , , | 12 Comments »

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: