CALCIO E PAROLE

By "Ladycalcio". Il blog più censurato e più temuto dagli addetti ai lavori

Archive for the ‘Inter’ Category

DERBY DI MILANO, LE COREOGRAFIE DELLE CURVE

Posted by ladycalcio su lunedì, novembre 8, 2021

Sette punti di distacco fra le due non ci stanno; perlomeno, stando a quanto visto ieri sera fra Milan e Inter nel derby della Madonnina numero 175. Troppe le occasioni sprecate dall’Inter, sterile l’arrembaggio finale del Milan, nulli Ibra e Lautaro Martinez, che avrebbero dovuto essere gli uomini di punta delle rispettive compagini.

Un’osservazione al tecnico nerazzurro Simone Inzaghi: in un derby non si fa tirare un rigore che potrebbe valere i tre punti al cannoniere dalle polveri bagnate di turno, in questo caso Lautaro. Il povero Martinez è in un momento no e l’errore dal dischetto nella stracittadina, oltre a non averlo sbloccato, rischia di peggiorarne ulteriormente morale e prestazioni.

La partita si è chiusa con un pareggio (1-1) tutto sommato equo, con reti di Calhanoglu (11′) e autogoal De Vrij (17′).

 

Posted in Calcio italiano, Inter, Milan | 5 Comments »

MA QUANDO IMPARA L’ITALIANO?

Posted by ladycalcio su venerdì, novembre 5, 2021

Milanesità……. 🙂 🙂 🙂

Posted in Calcio italiano, Inter | 4 Comments »

QUANDO L’INTER VA IN VANTAGGIO NEL DERBY D’ITALIA…

Posted by ladycalcio su domenica, ottobre 24, 2021

… puoi giurare che la Juve pareggerà negli ultimi minuti su calcio di rigore.

Posted in Calcio italiano, Inter, Juventus | Contrassegnato da tag: , , | 5 Comments »

SCHERZETTO DI ANCELOTTI ALL’INTER

Posted by ladycalcio su giovedì, settembre 16, 2021

“Così fa male” titola oggi in prima pagina La Gazzetta dello Sport. Nell’esordio stagionale di Champions League, dopo aver a lungo tenuto testa alle Merengues, la squadra di Simone Inzaghi è stata clamorosamente beffata da una rete all’89’ di Rodrygo che la lascia a zero punti nel girone.

Il mister nerazzurro aveva impostato l’incontro sulla tenuta atletica, rimpinguando le forze in campo con due doppie sostituzioni serrate più una: Dumfries e Dimarco al posto di Darmian e Perisic (10’ st), Vidal e Correa al posto di Chalanoglu e Martinez (20’ st) e Vecino per Barella (39’ st). Non ha funzionato, perché al penultimo minuto del tempo regolamentare, l’Inter è stata impietosamente beffata e sconfitta.

Il calo atletico si era già annunciato all’inizio del secondo tempo, divenendo via via più evidente con il passare dei minuti. Con il senno del poi, nel finale di partita sarebbe stato forse più sensato l’innesto di un difensore (Kolarov, ad esempio) che scongiurasse la zampata madridista sul finale.

Stanca l’Inter lo era comunque, nonostante le cinque sostituzioni: quando i minuti nelle gambe appesantiscono Brosovic e Barella, la tenuta del centrocampo va comunque a farsi benedire, e con essa la brillantezza della squadra e la sua pericolosità in avanti.

Là davanti l’Inter è orfana della Lu-La, perché quel Lukaku che baciava sempre la maglia nerazzurra ha preso il volo oltre Manica allettato dai dobloni del Chelsea. E ora, alla squadra manca una punta centrale, manca un rifinitore che sappia metterla dentro.

Per contro, la proprietà cinese dell’Inter ha tirato i cordoni della borsa vendendo pure Hakimi al PSG, con il risultato di indebolire anche la spinta sulla fascia.

Inzaghi mastica amaro ma deve bruciare la legna che ha. Le individualità di tutto rispetto non gli mancano, primo fra tutti quello Skriniar che ieri sera si è distinto ancora una volta per tecnica, forza fisica e combattività.

Il collettivo è all’inizio: un inizio decisamente buono sul piano degli schemi e del gioco. Peccato lo scherzetto finale di quella vecchia volpe di Ancelotti.

https://www.gazzetta.it/Calcio/Champions-League/15-09-2021/inter-real-madrid-0-1-rodrygo-4201269959794.shtml

https://video.sky.it/sport/calcio/champions-league/video/inter-real-madrid-0-1-gol-highlights-695147

https://sport.sky.it/calcio/champions-league/partite/2021/giornata-1/inter-real-madrid/risultato-gol

https://www.fcinter1908.it/ultimora/colonnese-inter-sfortuna-real/

https://www.tuttosport.com/news/calcio/champions-league/2021/09/15-85360414/inter-real_madrid_0-1_il_tabellino

Posted in Calcio italiano, Inter | Contrassegnato da tag: , , , , | 3 Comments »

BUON 80°, ANGELO E MARIOLINO!

Posted by ladycalcio su mercoledì, agosto 25, 2021

Angelo Domenghini 80

Mario Corso 80

Compie oggi 80 anni Angelo Domenghini, indimenticato ex-attaccante dell’Inter degli anni ’60.

In casa Inter si sarebbe potuto festeggiare anche Mario Corso, anch’egli nato il 25 agosto 1941, se il sinistro di Dio non ci avesse lasciati nel giugno dello scorso anno.

Ma -ne siamo certi – anche Mariolino festeggia lassù, insieme al compagno di tante partite e alla grande famiglia nerazzurra.

Auguri campioni, uniti negli stessi colori e nei cuori nerazzurri!

https://www.inter.it/it/news/2021/08/25/anniversario-nascita-mario-corso.html

https://www.tuttomercatoweb.com/nato-oggi/mario-corso-il-piede-sinistro-di-dio-che-ha-legato-il-suo-nome-all-inter-1574925

https://www.inter.it/it/news/2021/08/25/compleanno-domenghini.html

https://www.bergamonews.it/tag-personaggio/angelo-domenghini/

Posted in Calcio italiano, Inter | 6 Comments »

INTER, COSA BOLLE IN PENTOLA?

Posted by ladycalcio su venerdì, aprile 30, 2021

Il Presidente Steven Zhang in visita alla Pinetina e un Antonio Conte più asciutto che mai nelle risposte in conferenza stampa: questi gli ingredienti della vigilia di Crotone-Inter, match cruciale per la conquista del 19° scudo nerazzurro.

Uniti alle allarmanti voci su un possibile avvicendamento societario e al calo atletico della squadra nelle ultime partite, i fatti odierni non contribuiscono certo a far chiarezza sul prossimo futuro della Beneamata. Dalle parole di Conte sembra nuovamente trasparire un malcontento – già emerso e poi celato – verso non meglio identificati “terzi”. Giocatori che non si impegnano abbastanza? Dirigenti che hanno segnato il suo prossimo addio all’Inter?

Qualche frase sibillina del mister:

“I ragazzi sanno che dobbiamo fare l’Inter domani, perché se andiamo pensando di fare qualcosa di diverso ci sarà qualche brutta sorpresa”

“Noi dovremo fare l’Inter, con grande attenzione, con grande ferocia, con grande determinazione per non avere sorprese. L’ho detto ai ragazzi e mi auguro che mi ascoltino”.

Sulla visita di Zhang ad Appiano Gentile: “C’è stato un semplice saluto e visto che era da un po’ di tempo che non ci vedevamo, ha salutato i calciatori e ci ha fatto l’in bocca al lupo, anche perché il Presidente sa benissimo che ancora non abbiamo conquistato niente”. (?????????)

Sulla possibile stanchezza dei suoi uomini: “La stanchezza come c’è per noi c’è per gli altri; magari gli altri, visto il distacco, la stanno accusando ancora di più, quindi c’è poco da parlare di stanchezza. Stiamo per fare qualcosa di straordinario, di storico e di nuovo per il club dopo tantissimo tempo, non credo che oggi sia il caso di parlare di stanchezza. Che i giocatori pensino a questo, anche perché se c’è qualcuno che è stanco me lo deve dire e sedersi in panchina”.

Conte si spinge ancor più in là – come al solito senza fare nomi – quando parla del “percorso” che ha portato all’Inter: un percorso di “sudore e fatica che porta al limite di se stessi tutti quanti”, un percorso da seguire “se si vuol essere vincenti, credibili e rendere onore alla storia dell’Inter”:

“È inevitabile che durante questo percorso non puoi trovare tutti dalla tua parte, perché questo è un percorso che richiede fatica e non tutti sono disposti ad accettare questo e magari preferiscono rimanere nella loro mediocrità, perché comunque si sta più tranquilli, più sereni, non si ha mal di testa, si dorme meglio”.

Può un allenatore parlare così mentre sta per realizzare quella che definisce “un’opera d’arte“?

 

Posted in Inter | Contrassegnato da tag: | 5 Comments »

483 PRESENZE IN NERAZZURRO: HANDA SUPERA BORDON

Posted by ladycalcio su lunedì, aprile 19, 2021

Chi non ricorda Ivano Bordon, l’eroe di Berlino ’71 che parò il rigore a Sieloff?

Chi non ricorda Ivano Bordon, l’eroe di Berlino ’71 che parò il rigore a Sieloff? Arrivato all’Inter nel campionato 1970-‘71, anno dell’11°Scudetto, vi avrebbe militato per 17 anni, collezionando 382 presenze in nerazzurro.

Un record che l’attuale numero 1 nerazzurro Samir Handanovic, in nerazzurro dal 2012, ha eguagliato la scorsa settimana contro il Cagliari e superato ieri sera a Napoli, portandosi a quota 383. Davanti a lui solo Walterone Zenga a quota 483.

Un record che l’attuale numero 1 nerazzurro Samir Handanovic, in nerazzurro dal 2012, ha eguagliato la scorsa settimana contro il Cagliari e superato ieri sera a Napoli, portandosi a quota 383. Davanti a lui solo Walterone Zenga con 483.

Ma il record di imbattibilità appartiene ancora a Bordon: 686 minuti risalenti alla stagione dello Scudetto ‘79-‘80.

Ieri sera, nel pre-partita di Napoli-Inter, Ivano Bordon si è collegato in diretta con il canale tematico nerazzurro Inter TV. “Pallottola”, come l’aveva soprannominato Sandro Mazzola per la velocità con cui si fiondava sui palloni, ha avuto parole di ammirazione per Handa, che a dispetto delle critiche dei tifosi, dopo 31 giornate vanta 12 clean sheet e una percentuale di tiri nello specchio parati superiore al 70%. “Forse i tifosi sono stati un po’ esagerati con lui nel giudicare le sue prestazioni”, ha detto Bordon, “(Handanovic) ha dimostrato di essere un signor portiere, un punto di forza di questa squadra”.

E dato che i record sono fatti per essere battuti, il portiere veneto si augura sportivamente che Samir gli tolga anche quello di imbattibilità, che resiste da una quarantina d’anni, poiché significherebbe l’ascesa dell’Inter.

Durante il collegamento in diretta Bordon ha rispolverato alcuni ricordi rimasti nel cuore di tutti gli appassionati nerazzurri, come lo Scudetto vinto nel ‘79-‘80 dall’Inter tutta italiana rimasta sempre in testa al Campionato da inizio a fine stagione.

Inevitabile il ricordo della partita della lattina di Mönchengladbach, l’incontro di Coppa Campioni del 1971 perso 7-1, annullato e rigiocato a Berlino – e del rigore parato a Sieloff.

 

 

Posted in Calcio italiano, Inter, Media | Contrassegnato da tag: , , , | 7 Comments »

DERBY, TRIONFO-INTER DEDICATO A BELLUGI

Posted by ladycalcio su domenica, febbraio 21, 2021

 

 

La LULA stende il diavolo, che lascia san Siro con tre goal sul groppone. La doppietta di Lautaro Martinez e il goal di Lukaku fanno volare i nerazzurri, primi in classifica con 4 punti di vantaggio sui cugini.

Una stracittadina esaltante, che ha regalato emozioni e bel gioco, il cui momento-chiave è stato il secondo goal di Lautaro, messo a segno proprio nella fase in cui il Milan si stava facendo sempre più pericoloso. Unico rammarico gli spalti ancora vuoti a causa del Covid, con i tifosi nerazzurri pazzi di gioia fuori dallo Stadio Meazza.

Il più grande sconfitto della sfida è Ibra, uomo di punta del Milan che lascia in anticipo il terreno di gioco con una smorfia di delusione e disappunto.

La vittoria dell’Inter è dedicata a Mauro Bellugi, scomparso ieri dopo una dolorosa malattia. Chissà come commenterà questa vittoria lassù. Al grande difensore nerazzurro è stato dedicato un commovente minuto di silenzio prima dell’inizio della partita.

Ciao Mauro!

 

https://www.inter.it/it/news/2021/02/20/cordoglio-mauro-bellugi.html

https://www.inter.it/it/news/2021/02/20/morte-mauro-bellugi-inter-ricordo-derby-minuto-silenzio.html

https://www.inter.it/it/news/2021/02/21/mauro-bellugi-derby-minuto-silenzio-san-siro.html

https://www.fcinter1908.it/ultimora/bordon-bellugi-fratello/

 

Pioli a DAZN: “Abbiamo creato poco, ma abbiamo dato tutto. Ibra? Ha chiesto lui il cambio”

Posted in Calcio italiano, Inter, Milan | Contrassegnato da tag: , , , , | 6 Comments »

SCONTRO IBRA-LUKAKU: COMMENTI ANCOR PIÙ INDEGNI DELLO SPETTACOLO

Posted by ladycalcio su giovedì, gennaio 28, 2021

Il labiale non mente, Ibrahimovic non si smentisce mai. Ma neppure Lukaku è stato un modello di virtù.

E così, un derby milanese di Coppa Italia emozionante ed avvincente rischia di essere ricordato per lo scontro indegno fra il provocatore svedese e l’attaccante belga nerazzurro. Uno scontro a suon di testate, insulti e volgarità: dai riti vodoo all’onore delle rispettive madri, dal disprezzo alle minacce.

I due non si sono fatti mancare nulla, se non, grazie ai compagni che li trattenevano, un round di pugilato da pesi massimi sul rettangolo erboso di San Siro. Squallido lo spettacolo, ma ancor più desolanti le dichiarazioni del “post”:

“Siamo tutti giocatori, alcuni meglio di altri”, ha scritto Ibra sul suo profilo Twitter con un sarcastico riferimento all’avversario.

I due allenatori fanno gli gnorri e glissano sul contenuto dello scambio di cortesie: che importa che si son detti i due?

Il tecnico rossonero Pioli: “Sono adulti e vaccinati, non so che cosa si siano detti, può capitare, Ibra ha chiesto scusa da grande campione qual è. Bisogna passarci sopra e pensare alla prossima partita”. (Ibra ha chiesto scusa per il rosso, non per l’episodio con Lukaku).

Il collega nerazzurro Conte: “Mi piace vedere Romelu così, sul pezzo. Ibra ha la cattiveria del vincente, Romelu sta crescendo sotto questo punto di vista”.

Insomma, ormai sui campi di calcio tutto può capitare e tutto è concesso: la colpa è tutta dell’agonismo. Se un giocatore parla di riti vodoo o minaccia di sparare in testa all’avversario, bisogna passarci sopra e guardare avanti, magari escogitando dei risvolti positivi: Romelu è “sul pezzo”, Ibra è vincente perché ha la giusta cattiveria. Non solo: Lukaku sta diventando più cattivo e quindi più vincente.

Non si salva neppure Carmine Coppola, l’ex-centrocampista del Messina protagonista di una lite con Ibrahimovic in un vecchio incontro con la Juve: “Barella ha dimostrato cosa dev’essere il calcio”; “Sono grandi campioni, non mi va di condannare Ibra, sono cose che capitano e deve finire là”.

Insomma, ormai non si condannano nemmeno più la vergogna e lo schifo conclamato. Anzi, è quasi certo che si condanni chi li condanna.

Più dure le reazioni dei tifosi, che giustamente, dopo l’accaduto, non vorrebbero più vedere Ibra ospite fisso per cinque serate al Festival di San Remo.

Link:

https://www.repubblica.it/spettacoli/tv-radio/2021/01/27/news/ibrahimovic_lukaku_social_sanremo-284451857/

https://www.gazzetta.it/Calcio/Serie-A/Inter/27-01-2021/ibrahimovic-lukaku-rissa-frasi-coppa-italia-400190769959.shtml

https://www.sportmediaset.mediaset.it/video/calcio/tra-riti-voo-doo-e-mamme_28046292-2021.shtml

https://www.gazzetta.it/Calcio/Serie-A/Milan/27-01-2021/ibra-lukaku-svedese-risponde-accuse-razzismo-400176581359.shtml

https://video.gazzetta.it/ibrahimovic-vs-materazzi-rigore-fallo-ospedale-matrix/2ac780e0-1772-11ea-a645-e9a65d902afc

Coppola: “Lite con Ibra? Ero avvelenato: disse qualcosa di troppo su mia madre. Lukaku…”

Posted in Calcio italiano, Inter, Milan | Contrassegnato da tag: , , | 10 Comments »

FORZA MAURO!!!

Posted by ladycalcio su venerdì, gennaio 15, 2021

La notizia, di quelle che non si vorrebbero mai leggere, è arrivata a cavallo del Natale, al termine di un 2020 già abbastanza funesto per i calciatori: Mauro Bellugi, glorioso ex-difensore dell’Inter, ha perso entrambi gli arti inferiori in seguito a complicazioni causate dal Covid.

Nel giorno del suo onomastico, San Mauro, questo blog desidera inviargli un enorme in bocca al lupo, con l’auspicio di tutto cuore che possa presto riprendersi e tornare a condurre una vita normale.

Il coraggioso campione ha annunciato egli stesso l’intervento subito in un’intervista al giornalista Luca Serafini sul sito altropensiero.net. Bellugi è successivamente intervenuto su Inter TV, mostrandosi un coraggioso combattente come lo era stato sui campi di gioco: vuole tornare a vivere, andare al ristorante, calzare protesi come quelle dell’ex-velocista paralimpico sudafricano Oscar Pistorius.

L’ex-presidente nerazzurro Massimo Moratti si è offerto di pagargli le spese e tutto il mondo del calcio si sta mobilitando in aiuto dello sfortunato ex-difensore.

FORZA MAURO!!!!

Mauro Bellugi non ha più le gambe

Coronavirus, il dramma di Mauro Bellugi: amputate entrambe le gambe all’ex difensore dell’Inter

https://www.gazzetta.it/Calcio/Serie-A/22-12-2020/inter-mauro-bellugi-amputate-gambe-3901894677346.shtml

https://www.gazzetta.it/Calcio/Serie-A/24-12-2020/bellugi-calcio-te-forza-mauro-non-ti-lasceremo-solo-3901943782666.shtml

Il chirurgo di Bellugi: “Le protesi? Moratti ha detto che gliele regala”

https://www.fcinternews.it/rassegna/bellugi-parla-il-chirurgo-io-interista-con-bellugi-come-idolo-le-protesi-moratti-ha-detto-che-gliele-regala-356788

Posted in Calcio italiano, Inter | Contrassegnato da tag: , , , | 7 Comments »

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: