CALCIO E PAROLE

By "Ladycalcio". Il blog più censurato e più temuto dagli addetti ai lavori

Archive for the ‘Inter’ Category

JUVE, ZERO TITULI

Posted by ladycalcio su giovedì, Maggio 12, 2022

Tre confronti persi contro l’Inter in questa stagione e nessun titolo vinto, come non accadeva da 11 anni. Difficile dire quale delle due cose bruci di più agli juventini, che dopo la Finale di ieri sera a Roma chiudono la stagione 2021-’22 con un bilancio fallimentare: per dirla alla Mourinho, con zero tituli.

A memoria d’uomo, non accadeva da chissà quanto che i bianconeri perdessero tre confronti diretti stagionali contro i nerazzurri (in Supercoppa, in casa loro in campionato e ieri sera).

L’Inter di Simone Inzaghi si dimostra migliore sul piano del gioco e del carattere e si porta a casa il trofeo, trascinata da uno splendido Perisic, mentre la Juve corona la serata con l’espulsione di Massimiliano Allegri dopo un litigio con Farris.

Tuttosport titola “Inter di rigore”. Proprio loro. 🙂

https://www.eurosport.it/calcio/coppa-italia/2021-2022/allegri-perde-la-finale-di-coppa-italia-chiude-a-zero-tituli-e-viene-espulso-in-juve-inter-cosa-e-su_sto8921002/story.shtml

https://www.gazzetta.it/Calcio/Coppa-Italia/11-05-2022/juve-inter-allegri-perde-testa-litiga-la-panchina-inter-viene-espulso-440459243465.shtml

https://www.tuttomercatoweb.com/serie-a/i-le-pagelle-di-i-allegri-nella-sconfitta-contro-l-inter-il-senso-di-una-stagione-incompiuta-1681730

https://www.tuttosport.com/news/calcio/serie-a/juventus/2022/05/12-92735940/allegri_l_espulsione_uno_dell_inter_mi_ha_dato_una_pedata_

https://www.corrieredellosport.it/news/calcio/coppa-italia/2022/05/11-92732723/juve-inter_2-4_dts_tabellino_statistiche_e_marcatori

Posted in Calcio italiano, Inter, Juventus | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

INTER SUICIDA A BOLOGNA

Posted by ladycalcio su giovedì, aprile 28, 2022

Sembrava una formalità. Forse, la squadra di Simone Inzaghi si sentiva già in tasca i tre punti di Bologna-Inter, recupero della sfida del 6 gennaio disputato ieri sera. Invece, un’incredibile papera di Radu ha sancito la sconfitta dei nerazzurri per 2-1, mettendo a serio rischio la conquista dello Scudetto.

Ora, a quattro giornate dalla fine del campionato, la capolista Milan ha due punti di vantaggio sui “cugini”: 74 contro 72. In più, dal tabellone della classifica è scomparso l’asterisco, che indicava che l’Inter aveva disputato una partita in meno.

Ora l’Inter non è più artefice del proprio destino e per conquistare lo Scudetto dovrà sperare in un passo falso degli uomini di Pioli. Nelle foto, la festa del Bologna e le facce annichilite dei nerazzurri.

Posted in Calcio italiano, Inter | Leave a Comment »

BENTORNATO, ERIKSEN!

Posted by ladycalcio su lunedì, febbraio 28, 2022

Poco meno di otto mesi dopo Danimarca-Finlandia, l’incontro dei Campionati Europei del luglio scorso in cui subì un arresto cardiaco, Christian Eriksen è tornato in campo nel match di Premier League Brentford-Newcastle (0-2).

Partito dalla panchina, è entrato sul terreno di gioco al 52′, accolto da un’ovazione del pubblco inglese.

Una curiosità: nell’incontro di ieri, l’ex-nerazzurro ha sostituito il compagno di squadra Jensen, che era entrato in campo al suo posto il giorno del drammatico incidente.

Ora, Eriksen gioca con un defribillatore interno cardiaco, che nel nostro Paese non è ammesso per lo sport professionistico. Per questa ragione, molto a malincuore, lo scorso dicembre era stato costretto a rescindere il contratto con l’Inter. Ora, il nuovo contratto lo lega al Brentford fino alla fine della stagione.

Un grossissimo in bocca al lupo, Christian!

https://video.gazzetta.it/video-eriksen-ritorno-campo-brentford-newcastle/84d954de-9725-11ec-8a9b-66c94a6c846a

https://video.gazzetta.it/video-eriksen-ritorno-brentford-newcastle-0-2-gol-highlights/ecdb695e-9730-11ec-8a9b-66c94a6c846a

https://video.sky.it/sport/calcio-estero/premier-league/video/eriksen-brentford-newcastle-video-731116

https://sport.sky.it/calciomercato/2022/01/31/eriksen-brentford-calciomercato-news

https://www.ansa.it/europei_2020/notizie/2021/06/11/europei-danimarca-finlandia-il-match-delle-prime-volte_549a44b2-cd38-49b4-8645-0759056a0f30.html

https://www.fanpage.it/sport/calcio/eriksen-non-si-ferma-piu-ora-voglio-i-mondiali-e-ce-la-data-del-suo-ritorno-in-campo/

Posted in Calcio inglese, Calcio italiano, Inter | Leave a Comment »

ROBERTO SCARPINI, DA 30 ANNI LA VOCE NERAZZURRA

Posted by ladycalcio su venerdì, gennaio 28, 2022

Inter-Empoli di Coppa Italia del 19 gennaio è stata la millecinquecentesima partita da cronista di Roberto Scarpini in gare ufficiali. Senza contare le amichevoli, che secondo i colleghi di Inter TV ammonterebbero a circa 230. Anzi no, come ha precisato lo stesso Scarpini in una puntata speciale di Kickoff (InterTV) a lui dedicata, il suo 1500° commento in nerazzurro è stato Inter-Venezia di sabato 22 gennaio, dato che, a metà degli anni ’90, il grande Roby saltò un’Inter-Sampdoria per febbre alta.

L’unico forfeit in una fantastica carriera trentennale, che il collega Alessandro Villa ha calcolato pari a circa 100 giorni di radiocronaca/telecronaca ininterrotta.

Kickoff Speciale, condotto da Fernando Siani e Alessandro Villa con la presenza in studio di Scarpini, ha ripercorso i trent’anni di quest’ultimo al microfoni con tanti aneddoti. Tutto cominciò il 19 gennaio 1992 con la radiocronaca di un’Atalanta-Inter persa dai nerazzurri su rete di Bianchesi. Arrivarono poi le telecronache e il canale tematico Inter Channel (settembre 2000), ora InterTV, di cui Scarpini è stato a lungo Direttore.

Indimenticabile la diretta-record del 22 maggio 2010, giorno della conquista della Champions League da parte dell’Inter a Madrid, iniziata alle 10 del mattino e proseguita non-stop fino alle 7 del giorno seguente, per un totale di 21 ore di diretta.

Nella sua lunga carriera, Scarpini ha festeggiato da protagonista tutti i successi che un “cuore nerazzurro” può sognare: ha urlato “Campioni d’Italia!”, “I Campioni dell’Europa siamo noi”, “Campioni del Mondo!”. Per i campionati, come ha rivelato egli stesso durante la trasmissione, “Campioni d’Italia” l’ha sempre urlato per il numero di scudetti che l’Inter andava di volta in volta a vincere.

È di pochi giorni fa una soddisfazione unica: la vittoria sulla Juve in Supercoppa grazie a un goal del “Niño” Sanchez a pochi secondi dai calci di rigore, – e scusate se è poco.

Ègolègolègol nacque in Inter-Hertha Berlino di Coppa Uefa del 7 dicembre 2000 (giorno del Patrono di Milano Sant’Ambroeus) su una rete allo scadere di Hakan Sukur. Il record venne sul goal-vittoria di Ronaldo in Inter-Brescia della stagione 2001-02, quando Scarpini gridò ben 21 volte “goal”. L’esultanza del cronista nerazzurro divenne così popolare da far produrre un orsetto per bambini che esclamava ègolègolègol se gli si schiacciava la zampina.

Racconta Scarpini che in un pre-campionato, grazie a un pullmino-regia in cui riceveva il segnale via satellite, giunse a commentare ben due partite dell’Inter in un solo giorno, ricordato come “il giorno della doppia telecronaca”. Accadde nell’”anno delle bombe a Londra”: parte del gruppo andò a giocare un’amichevole Pre-Season in Inghilterra (Scarpini non ricorda con esattezza contro quale squadra), mentre un altro gruppo, per paura, rimase a Riscone di Brunico e disputò una partita contro il Cagliari.

(Dovrebbe trattarsi del 27 luglio 2005, in seguito agli attentati del 7 luglio. Il 27.7.05 alle ore 20.00 l’Inter disputò un triangolare contro il Cagliari e il Bolzano allo Stadio Druso di Bolzano, e alle 22.30 dello stesso giorno, un’amichevole contro il Crystal Palace in Inghilterra, ndr)

https://www.inter.it/it/news/2005/07/25/brunico-programma-delle-amichevoli.html

https://www.inter.it/it/news/2005/07/24/tournee-in-inghilterra-su-sportitalia.html

Mitici i soprannomi che Roby Scarpini ha dato a intere generazioni di giocatori nerazzurri: chi non ricorda Caffè Colombia (Ivan Ramiro Cordoba), Tractor (Javier Zanetti), l’Acchiappasogni (Julio Cesar), Arma Letale (Hernan Crespo), il Paso Doble (Figo), Matrix (Marco Materazzi) e l’Imperatore (Adriano)?Indelebili nelle menti dei tifosi i suoi “marchi di fabbrica” “cuori nerazzurri” e “forza ragazzi”, con cui inizia le telecronache, così come le sue frasi celebri:

Nulla è impossibile per questa Inter” (Inter-Sampdoria 2004-05 sul 3-2  di Recoba)

Là dove si annidano i nemici dell’igiene” (il tiro all’incrocio: “là puliranno?” 🙂 )

L’Inter va a Madrid”, ripetuto à gogo al fischio finale di Barcellona-Inter, semifinale di ritorno della Champions League 2009-10)

“Manca solo il fischio di Mr Webb: Mr Webb, metti ‘sto fischietto in bocca!” (Finale di Madrid contro il Bayern)

Ci sta anche quel memorabile “spegnete pure la televisione, voi che potete”, nel derby perso 6-0 dall’Inter (11 maggio 2001), se è vero che persino il “miglior nemico” dell’altra sponda del Naviglio, l’ex-voce rossonera Carlo Pellegatti, si è complimentato con lui augurandogli tutto il bene per il prosieguo della sua carriera.

Kickoff termina con le immagini fuori onda di Alessandro Villa che durante la telecronaca di Inter-Empoli di Coppa Italia si affaccia alla postazione di Scarpini in tribuna stampa porgendogli una maglia della Beneamata con la scritta “Scarpini 30”.

Tutti i tifosi – nerazzurri e non – si augurano di continuare a sentire la sua inconfondibile voce, calda e stupendamente modulata, per altri 30 anni: forza, cuore nerazzurro Scarpini!

Posted in Calcio italiano, Inter, Media | Contrassegnato da tag: | 6 Comments »

DERBY DI MILANO, LE COREOGRAFIE DELLE CURVE

Posted by ladycalcio su lunedì, novembre 8, 2021

Sette punti di distacco fra le due non ci stanno; perlomeno, stando a quanto visto ieri sera fra Milan e Inter nel derby della Madonnina numero 175. Troppe le occasioni sprecate dall’Inter, sterile l’arrembaggio finale del Milan, nulli Ibra e Lautaro Martinez, che avrebbero dovuto essere gli uomini di punta delle rispettive compagini.

Un’osservazione al tecnico nerazzurro Simone Inzaghi: in un derby non si fa tirare un rigore che potrebbe valere i tre punti al cannoniere dalle polveri bagnate di turno, in questo caso Lautaro. Il povero Martinez è in un momento no e l’errore dal dischetto nella stracittadina, oltre a non averlo sbloccato, rischia di peggiorarne ulteriormente morale e prestazioni.

La partita si è chiusa con un pareggio (1-1) tutto sommato equo, con reti di Calhanoglu (11′) e autogoal De Vrij (17′).

 

Posted in Calcio italiano, Inter, Milan | 5 Comments »

MA QUANDO IMPARA L’ITALIANO?

Posted by ladycalcio su venerdì, novembre 5, 2021

Milanesità……. 🙂 🙂 🙂

Posted in Calcio italiano, Inter | 4 Comments »

QUANDO L’INTER VA IN VANTAGGIO NEL DERBY D’ITALIA…

Posted by ladycalcio su domenica, ottobre 24, 2021

… puoi giurare che la Juve pareggerà negli ultimi minuti su calcio di rigore.

Posted in Calcio italiano, Inter, Juventus | Contrassegnato da tag: , , | 5 Comments »

SCHERZETTO DI ANCELOTTI ALL’INTER

Posted by ladycalcio su giovedì, settembre 16, 2021

“Così fa male” titola oggi in prima pagina La Gazzetta dello Sport. Nell’esordio stagionale di Champions League, dopo aver a lungo tenuto testa alle Merengues, la squadra di Simone Inzaghi è stata clamorosamente beffata da una rete all’89’ di Rodrygo che la lascia a zero punti nel girone.

Il mister nerazzurro aveva impostato l’incontro sulla tenuta atletica, rimpinguando le forze in campo con due doppie sostituzioni serrate più una: Dumfries e Dimarco al posto di Darmian e Perisic (10’ st), Vidal e Correa al posto di Chalanoglu e Martinez (20’ st) e Vecino per Barella (39’ st). Non ha funzionato, perché al penultimo minuto del tempo regolamentare, l’Inter è stata impietosamente beffata e sconfitta.

Il calo atletico si era già annunciato all’inizio del secondo tempo, divenendo via via più evidente con il passare dei minuti. Con il senno del poi, nel finale di partita sarebbe stato forse più sensato l’innesto di un difensore (Kolarov, ad esempio) che scongiurasse la zampata madridista sul finale.

Stanca l’Inter lo era comunque, nonostante le cinque sostituzioni: quando i minuti nelle gambe appesantiscono Brosovic e Barella, la tenuta del centrocampo va comunque a farsi benedire, e con essa la brillantezza della squadra e la sua pericolosità in avanti.

Là davanti l’Inter è orfana della Lu-La, perché quel Lukaku che baciava sempre la maglia nerazzurra ha preso il volo oltre Manica allettato dai dobloni del Chelsea. E ora, alla squadra manca una punta centrale, manca un rifinitore che sappia metterla dentro.

Per contro, la proprietà cinese dell’Inter ha tirato i cordoni della borsa vendendo pure Hakimi al PSG, con il risultato di indebolire anche la spinta sulla fascia.

Inzaghi mastica amaro ma deve bruciare la legna che ha. Le individualità di tutto rispetto non gli mancano, primo fra tutti quello Skriniar che ieri sera si è distinto ancora una volta per tecnica, forza fisica e combattività.

Il collettivo è all’inizio: un inizio decisamente buono sul piano degli schemi e del gioco. Peccato lo scherzetto finale di quella vecchia volpe di Ancelotti.

https://www.gazzetta.it/Calcio/Champions-League/15-09-2021/inter-real-madrid-0-1-rodrygo-4201269959794.shtml

https://video.sky.it/sport/calcio/champions-league/video/inter-real-madrid-0-1-gol-highlights-695147

https://sport.sky.it/calcio/champions-league/partite/2021/giornata-1/inter-real-madrid/risultato-gol

https://www.fcinter1908.it/ultimora/colonnese-inter-sfortuna-real/

https://www.tuttosport.com/news/calcio/champions-league/2021/09/15-85360414/inter-real_madrid_0-1_il_tabellino

Posted in Calcio italiano, Inter | Contrassegnato da tag: , , , , | 3 Comments »

BUON 80°, ANGELO E MARIOLINO!

Posted by ladycalcio su mercoledì, agosto 25, 2021

Angelo Domenghini 80

Mario Corso 80

Compie oggi 80 anni Angelo Domenghini, indimenticato ex-attaccante dell’Inter degli anni ’60.

In casa Inter si sarebbe potuto festeggiare anche Mario Corso, anch’egli nato il 25 agosto 1941, se il sinistro di Dio non ci avesse lasciati nel giugno dello scorso anno.

Ma -ne siamo certi – anche Mariolino festeggia lassù, insieme al compagno di tante partite e alla grande famiglia nerazzurra.

Auguri campioni, uniti negli stessi colori e nei cuori nerazzurri!

https://www.inter.it/it/news/2021/08/25/anniversario-nascita-mario-corso.html

https://www.tuttomercatoweb.com/nato-oggi/mario-corso-il-piede-sinistro-di-dio-che-ha-legato-il-suo-nome-all-inter-1574925

https://www.inter.it/it/news/2021/08/25/compleanno-domenghini.html

https://www.bergamonews.it/tag-personaggio/angelo-domenghini/

Posted in Calcio italiano, Inter | 6 Comments »

INTER, COSA BOLLE IN PENTOLA?

Posted by ladycalcio su venerdì, aprile 30, 2021

Il Presidente Steven Zhang in visita alla Pinetina e un Antonio Conte più asciutto che mai nelle risposte in conferenza stampa: questi gli ingredienti della vigilia di Crotone-Inter, match cruciale per la conquista del 19° scudo nerazzurro.

Uniti alle allarmanti voci su un possibile avvicendamento societario e al calo atletico della squadra nelle ultime partite, i fatti odierni non contribuiscono certo a far chiarezza sul prossimo futuro della Beneamata. Dalle parole di Conte sembra nuovamente trasparire un malcontento – già emerso e poi celato – verso non meglio identificati “terzi”. Giocatori che non si impegnano abbastanza? Dirigenti che hanno segnato il suo prossimo addio all’Inter?

Qualche frase sibillina del mister:

“I ragazzi sanno che dobbiamo fare l’Inter domani, perché se andiamo pensando di fare qualcosa di diverso ci sarà qualche brutta sorpresa”

“Noi dovremo fare l’Inter, con grande attenzione, con grande ferocia, con grande determinazione per non avere sorprese. L’ho detto ai ragazzi e mi auguro che mi ascoltino”.

Sulla visita di Zhang ad Appiano Gentile: “C’è stato un semplice saluto e visto che era da un po’ di tempo che non ci vedevamo, ha salutato i calciatori e ci ha fatto l’in bocca al lupo, anche perché il Presidente sa benissimo che ancora non abbiamo conquistato niente”. (?????????)

Sulla possibile stanchezza dei suoi uomini: “La stanchezza come c’è per noi c’è per gli altri; magari gli altri, visto il distacco, la stanno accusando ancora di più, quindi c’è poco da parlare di stanchezza. Stiamo per fare qualcosa di straordinario, di storico e di nuovo per il club dopo tantissimo tempo, non credo che oggi sia il caso di parlare di stanchezza. Che i giocatori pensino a questo, anche perché se c’è qualcuno che è stanco me lo deve dire e sedersi in panchina”.

Conte si spinge ancor più in là – come al solito senza fare nomi – quando parla del “percorso” che ha portato all’Inter: un percorso di “sudore e fatica che porta al limite di se stessi tutti quanti”, un percorso da seguire “se si vuol essere vincenti, credibili e rendere onore alla storia dell’Inter”:

“È inevitabile che durante questo percorso non puoi trovare tutti dalla tua parte, perché questo è un percorso che richiede fatica e non tutti sono disposti ad accettare questo e magari preferiscono rimanere nella loro mediocrità, perché comunque si sta più tranquilli, più sereni, non si ha mal di testa, si dorme meglio”.

Può un allenatore parlare così mentre sta per realizzare quella che definisce “un’opera d’arte“?

 

Posted in Inter | Contrassegnato da tag: | 5 Comments »

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: