CALCIO E PAROLE

By "Ladycalcio". Il blog più censurato e più temuto dagli addetti ai lavori

Posts Tagged ‘Presentazione Ranieri Inter’

GASP :-), ARRIVA RANIERI

Posted by ladycalcio su venerdì, settembre 23, 2011

Secondo Moratti, è stata “la scelta migliore”.

Claudio Ranieri arriva alla Pinetina come tutti i colleghi che l’hanno preceduto: carico, sorridente e ottimista, orgoglioso di far parte della famiglia nerazzurra. Il nuovo tecnico dell’Inter, alla pari di tutti i suoi predecessori, è fiducioso di risollevare le sorti della squadra puntando sull’orgoglio, sull’autostima, sulla coesione di un gruppo intenzionato a rialzarsi, a lottare e a non arrendersi mai.

Ricordiamo tante sfolgoranti presentazioni in nerazzurro e altrettanti visi di allenatori raggianti, copertisi man mano di rughe, occhiaie e borse sotto gli occhi. Ricordiamo il bel viso di Roberto Mancini allungarsi e farsi rugoso, l’abbronzatura sarda di Benitez trasformarsi in rossore imbarazzato,  il volto radioso di Leonardo divenire sempre più emaciato, l’entusiasmo sorpreso di Gasperini implodere in poche frasi spezzate pronunciate con gli occhi rossi. Sulla panchina della Beneamata, invecchiò precocemente persino José Mourinho, il che è tutto dire.

Un fantasma, quello del tecnico lusitano, subito evocato a Ranieri nel corso dell’odierna conferenza stampa. Un confronto, quello fra Mou e l’uomo-juve Ranieri, impari a tutti gli effetti, a cominciare dalla campagna acquisti: faraonica ad esaudire tutti i desideri del capriccioso José e sempre più povera per Benitez, Gasperini e Ranieri, con gli ultimi due a non poter più contare sui 25 goal stagionali di Eto’o – e scusate se è poco.

Ranieri rileva l’Inter a 1 punto in classifica dopo 3 partite. Peggio di così non si può proseguire, anche se nel calcio nulla è impossibile. Rileva un’Inter che, per i miei canoni, definisco senza preparazione atletica, oltre che invecchiata e senza  rimpiazzi per i troppi uomini logori che si alternano nell’affollare l’infermeria.

Al suo esordio a Bologna, Ranieri dovrà fare a meno di Sneijder, vittima dell’ennesimo “risentimento” muscolare, e di Ranocchia squalificato. Per Gasperini, i maligni avevano coniato l’espressione “Non mangia il Pan dei Morti”. A ragione. Il dolce successivo nel calendario gastronomico milanese è il Panettone.

Ma dato che il buon giorno si vede dal mattino, memori delle stagioni in cui i nerazzurri cambiarono 4-5 allenatori, i golosi di sensazioni attendono che la Premiata Pasticceria FC Internazionale (di Moratti, Branca & Co.) sforni anche il Pandoro, la Veneziana, la Colomba pasquale ….

Posted in Inter | Contrassegnato da tag: , , , | 18 Comments »

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: