CALCIO E PAROLE

By "Ladycalcio". Il blog più censurato e più temuto dagli addetti ai lavori

Posts Tagged ‘Mercato Inter’

TELENOVELA ICARDI: COME METTERE FUORI CAUSA WANDA NARA

Posted by ladycalcio su sabato, agosto 24, 2019

“Non gioco più, me ne vado”, cantava Mina tanti anni fa.  https://www.youtube.com/watch?v=rj66fN-SZhQ

Icardi invece, anche se l’Inter gli ha detto chiaramente che non giocherà più, ad andarsene non ci pensa proprio.

La telenovela dell’attaccante argentino ha stancato tutti, forse ad eccezione dei giornali che beneficiano del “caso” per riempire le pagine estive.

Da acclamato bomber nerazzurro qual era, Maurito si è involuto fino a diventare piccino piccino, ignorato dai suoi stessi tifosi.

Qualcuno ha obiettato che la Società nerazzurra avrebbe fatto meglio a tenere nascosto il caso e a cedere il giocatore a fine stagione senza clamore, in modo da non svalutarlo. Trovo invece che l‘Inter abbia fatto bene a rendere pubblica la questione e a togliergli la fascia di Capitano; servono provvedimenti esemplari, soprattutto quando sono in gioco le intrusioni delle wags.

Peraltro, la decisione di esautorare Icardi dal ruolo di Capitano, presa all’unanimità, lascia intendere che nello spogliatoio nerazzurro la situazione fosse divenuta insostenibile e che occultarla fino a fine campionato avrebbe creato danni di gran lunga peggiori.

Maurito si è effettivamente svalutato, ai danni sì dell’Inter, ma soprattutto di se stesso e della sua carriera. E dopo aver perso la Nazionale e la fascia di Capitano (a meno di un ribaltone di fine mercato che squalificherebbe comunque FC Internazionale, che perderebbe la faccia trasformando la sua linea dura in pastafrolla) sta per perdere anche l’Inter.

Sull’accaduto non vi è che un muro di silenzio, anche se la vicenda, al punto in cui è, sembra esser legata soprattutto a questioni personali e di incompatibilità dell’attaccante con compagni e dirigenti.

Quel che è certo è che al centro di questo pasticcio c’è Wanda Nara, impreparata per il ruolo di procuratore, che con le sue mosse maldestre sta rovinando la carriera del marito. Se fosse stato un briciolo più furbo, Maurito avrebbe potuto fare un gesto di buona volontà rinunciando a farsi gestire dalla moglie e prendendosi un altro agente di gradimento della Società. La mossa non avrebbe potuto che giovargli.

Ma ormai la frittata è fatta e l’Inter insiste nel non volerlo più.

Il giocatore sembra poco convinto della pista Napoli e quanto alla Juve, qualche giorno fa Steven Zhang è intervenuto con un no deciso. Chissà che Marotta, allora uomo-Juve, non l’abbia informato di come finì il tentativo di scambio Guarin-Vucinic del gennaio 2014 al ristorante “Quattro Mori” di Milano, che suscitò la sommossa della Curva Nord.

https://calcioparole.wordpress.com/2014/01/22/linter-nelle-mani-degli-ultras/

Peraltro non si vede come la Juventus, società solidamente gestita, possa accollarsi una gatta da pelare ingestibile come Wanda Nara. Gli assurdi regolamenti vigenti non possono impedirle di twittare, postare commenti sui social media e partecipare alle trasmissioni TV: il raggio d’azione nel quale la “Wandissima”, unitamente alle sue richieste contrattuali esose, ha affossato Icardi. Davvero la Juventus crede di poterla gestire?

Ora, l’aumentato numero delle mogli dei calciatori malate di protagonismo imporrebbe di modificare la normativa contrattuale in modo da scongiurare, per il futuro, casi come questo. Casi che, innegabilmente, fanno davvero male al calcio.

Ma per evitare il caso Icardi ci sarebbe stato un modo molto più semplice ed efficace: ignorare completamente la bionda che si credeva irresistibile, i suoi tweet e le sue dichiarazioni, risparmiandoci le sue comparse in tv.

Nel suo piccolo questo blog dà una lezione: non riporta le esternazioni mediatiche delle wags, che vivono dell’attenzione dei media. Per chi scrive Wanda Nara rimane la mamma di cinque bambini. Né più né meno, una mamma come milioni di altre.

Posted in Calcio italiano, Inter, Juventus, Media, PALLONI SGONFIATI | Contrassegnato da tag: , , , , , | 8 Comments »

MANCINI MANGERÀ IL PANETTONE?

Posted by ladycalcio su domenica, agosto 23, 2015

La domanda choc, posta prima dell’inizio del campionato, potrebbe sembrare prematura, se non addirittura inopportuna.
Vero, se non fosse che sul Mancini 2.0 ha aleggiato sin dall’inizio l’alone del dubbio.

Le chiavi di interpretazione su cui si fondano le diffuse incertezze sono quattro, e precisamente:

1. L’espressione del manciniano volto, sul quale, più che mai dopo le pessime performances dell’Inter nel pre-campionato, si legge e si rilegge il pentimento di aver accettato l’incarico.

2. La discutibile gestione della pre-season, con la preparazione a Riscone di Brunico riveduta (per il troppo caldo) e interrotta (dalla trasferta in Cina).

3. Le pessime esibizioni della squadra nelle amichevoli estive. E se nelle amichevoli d’agosto i risultati contano poco, contano invece gli esperimenti su uomini e schemi e i progressi tecnico-tattici messi in mostra. Il voto popolare in tal senso sono i fischi dei sostenitori nerazzurri al termine dell’incontro contro l’AEK.

4. Il mercato, si vedano le cessioni illustri di Shaqiri e Kovacic per soddisfare la Spending Review, il muso lungo di Handanovic, le polemiche su Montoya e la “rottura” del mercato ancora in atto a inizio campionato – così l’ha definita ieri Mancini in conferenza stampa – tale da costringere il tecnico a esordire con giocatori che dopo una-due giornate potrebbero essere altrove. E fra i candidati più “caldi”, c’è addirittura Capitan Ranocchia.

Per racimolare abbonamenti nonostante questo stato di cose, la Società aveva fatto ricorso ai più allettanti specchietti per le allodole: dall’incontro con le vecchie glorie sulla tribuna rossa alle maglie autografate da tutta la squadra, da Palacio e Kovacic (!!!) presenti alla sottoscrizione degli abbonamenti alla sfida al pararigori Handanovic, passando per lo slogan “Niente è come esserci”. Uno slogan enunciato dalle bocche dei giocatori; fra l’altro, da Capitan Ranocchia e da Mancini.

Non avevano specificato quanto a lungo intendessero esserci in prima persona, né se per “esserci” intendessero Milano, Roma o Madrid.

Quanto resisterà ancora il Mancio?

Posted in Inter | Contrassegnato da tag: , , , | 7 Comments »

ANCHE IVANO BORDON TERREBBE HANDANOVIC

Posted by ladycalcio su lunedì, giugno 29, 2015

Durante la pausa estiva del campionato, Inter Channel sta riproponendo in palinsesto una rimpatriata di gloriosi”ex”. Dopo le lunghe chiacchierate con Luisito Suarez, Roberto Boninsegna e Mario Corso in “Memorabilia”, un format di interviste alle vecchie glorie nerazzurre, nel news serale di sabato è stata la volta di Ivano Bordon, l’indimenticato eroe di Berlino (per i teenager: non stiamo parlando del Mondiale 2006, bensì della ripetizione della famosa “partita della lattina” di Coppa Campioni del 1971 contro il Borussia Mönchengladbach).

L’intervista ha riportato al tema Handanovic, più che mai d’attualità in casa interista. Prima osannato e poi fatto a pezzi da stampa e tifosi, il portierone sloveno è reduce sì da qualche vistosa papera, ma anche da interventi prodigiosi con i quali ha tirato fuor agli avversari goal già fatti.

Bordon ne ha rianalizzato così la stagione: “Secondo me ha fatto bene. Ha avuto dei momenti che ai portieri purtroppo succedono; ha fatto delle grandi cose, ha portato dei punti all’Inter con la sua abilità nel parare i calci di rigore… Sicuramente quest’anno ha fatto qualche errore in più non bello, però io lo considero un buon portiere”. Un giocatore da tenere o da cedere? Bordon esorta: “Devi domandarti: sei sicuro di trovare uno più bravo di Handanovic, che ti dia quello che ti dà lui, più sicurezza, più qualità?”

Sono perfettamente d’accordo con Bordon, che di rigori parati se ne intende. Tutti lo ricordiamo con particolare affetto come quel portierino ventenne, secondo di Lido Vieri, che parò il tiro dagli 11 metri al grande Sieloff.

E poco importa se all’epoca Ivano registrava i servizi della Domenica Sportiva su VHS mentre Samir, per studiare i bomber avversari, ha a disposizione i filmati digitali: che importa sono la classe, la grinta e la serietà in allenamento, che entrambi i numeri 1 nerazzurri hanno sempre dimostrato.

In difesa di Samir mi permetto di aggiungere che tante, troppe volte, è stato messo in affanno da una difesa colabrodo e da compagni non all’altezza, pagando poi le colpe di tutti.

L’Inter non faccia l’errore di cederlo “per fare cassa”…

Posted in Inter | Contrassegnato da tag: , , , | 5 Comments »

Materazzi e le sirene del Tamigi

Posted by ladycalcio su lunedì, gennaio 26, 2009

Risentimento” al retto femorale della gamba sinistra” 🙂 e annuncio di “ulteriori esami strumentali”  🙂 per la settimana successiva. Eravamo rimasti così, in apprensione per un Materazzi ormai fuori dagli schemi di Mourinho e per il mitico tatuaggio della Coppa del Mondo, affamati di notizie sull’esito degli accertamenti. Ebbene: il Sito Ufficiale di FC Internazionale, chissà se nel timore di servire al piranha Ladycalcio un piatto “di pedana”, ha preferito lasciarci tutti a digiuno sull’argomento 🙂.

Guarda caso, contestualmente all’ennesima esclusione di Matrix e all’apertura del “mercato di riparazione”, ecco echeggiare “sirene inglesi” che vorrebbero mezza Inghilterra interessata al difensore nerazzurro 🙂.

COUP DE FOUDRE. “Marco Materazzi, le celèbre ami de Zinedine Zidane, va peut-être prochainement retrouver les rigueurs de la Premier League” (Marco Materazzi, famoso amico di Zinedine Zidane 🙂, sta forse per riprovare la durezza della Premier League). Così Foot01.com ironizza sul sorprendente “colpo di fulmine” che ben 3 squadre inglesi avrebbero avuto per il numero 23 nerazzurro: Manchester City, Tottenham e Portsmouth. 3 improbabili offertone di contratti biennali (con cifre a tanti zeri e opzione per un eventuale 3° anno 🙂): guarda caso, tutte provenienti dall’Inghilterra 🙂. Un Paese in cui Matrix non è notoriamente un beniamino, del quale ha già sperimentato la “rigorosità” con il poker di rossi all’Everton e il rosso di Liverpool dello scorso anno.

LA LORELEY DEL TAMIGI. Eppure, nei giorni scorsi, sul Web si è parlato di “sirene inglesi”. Una trasposizione in terra britannica della Loreley, la leggendaria ninfa del fiume Reno che con il suo canto ammaliava i marinai, causandone il naufragio. Nella riedizione 2009 della leggenda, è piuttosto Claudio Vigorelli, procuratore di Materazzi, che tenta di incantare le sirene 🙂. E come attorno allo scoglio di Loreley vi sarebbe un’eco che settuplica le voci, ecco il Web rimbalzarne il virgolettato tutt’attorno al globo. Il nostro Matrix, che naviga in acque ancor più impervie di quelle del Reno, rischia a sua volta di cozzare contro rovinosi scogli.

1) Come pensare che una squadra costruisca su un 35enne che gioca con il contagocce, seppur fisicamente prestante come Materazzi?

2) City, Tottenham e Portsmouth militano nei bassifondi della Premiership. Addio sogni di Champions League, l’obiettivo con cui coronare la carriera! All’Inter, Matrix potrebbe ancora aspirarvi – anche se non da titolare – e magari aggiungere al suo palmarès un altro Scudetto anziché una retrocessione…

3) I trascorsi di Matrix oltremanica sono negativi dentro e fuori dal campo. Si sentiva “emarginato dal gruppo”, scrive nella sua autobiografia; “fuori dal campo io e Daniela (sua moglie, ndr.) ci sentivamo soli, lontano da casa”; e ancora: “L’Italia è l’Italia”….

4 )“Io parlo malissimo l’inglese🙂 🙂 🙂 ha confessato a Playerlist (Sky).

5) Che dire dei figli che tanto ama? Certamente, Matrix desidera risparmiare loro un trasferimento tanto traumatico come quelli che soffrì da bambino…

6) Sempre nella sua autobiografia “Una vita da guerriero”, Materazzi esprime il desiderio di rimanere “nerazzurro a vita” (…) “a meno che qualcuno non decida di cacciarmi”. (Questo qualcuno sarebbe Mourinho? Se davvero è così affezionato all’Inter, Matrix può rifiutarsi, ha un contratto fino al 2010…). Non per nulla, il 23° ed ultimo capitolo del libro è intitolato “Interista a vita”.

7) Da ultimo: Materazzi crede che in Inghilterra potrebbe permettersi certi atteggiamenti – come quello di negarsi ai media – senza essere sbattuto in tribuna?

Ecco perché le voci di mercato su un suo possibile trasferimento oltremanica mi hanno subito ricordato il canto delle sirene 🙂.

CHERCHEZ L’HOMME… 🙂 Cito da Calciomercato.com (20.1): “ Come appreso da Calciomercato.com, Philip Smith, titolare della First Artist Corporation, si trova a Milano. La First Artist è un’agenzia inglese che lavora assieme alla Promosport di Claudio Vigorelli, agente a sua volta di Marco Materazzi🙂 . Curiosa coincidenza! La notizia rimbalza sui quotidiani e sui siti esteri, riportando sempre e solo la citazione del procuratore, senza una sola parola da parte dei rappresentanti delle squadre presunte interessate. L’unica certezza è che, di colpo, si è tornati a parlare di Materazzi – cosa che all’Inter non avveniva più da secoli.

NON CREDO AL PROBLEMA FISICO. Negli ultimi due mesi, Materazzi ha disputato soltanto “una partita e mezzo” (!). Inter-Juve del 22 novembre scorso lo vede fra i migliori in campo. Per “La Gazzetta dello Sport”, voto 7 e “un primo tempo a livelli berlinesi per solidità e concentrazione”. Dopo Brema-Inter del 9 dicembre, il sedicente “Guerriero” viene dipinto come eroe per aver resistito stoicamente fino alla fine del 1° tempo con uno zigomo rotto 🙂 . Intervento chirurgico-lampo 🙂 e tutto OK: due giorni dopo, rieccolo allenarsi con la mascherina da Zorro e il basettone dimenticato dal chirurgo 🙂, in predicato di giocare in Siena-Inter. Invece, nonostante la soddisfazione precedentemente espressa da Mourinho per le sue prestazioni, Materazzi non scende più in campo. Soppiantato persino da Burdisso, passa, di colpo, da pedina imprescindibile a candidato all’epurazione. Il tecnico portoghese, solito motivare le esclusioni autorevoli senza peli sulla lingua (vedi Adriano, Balotelli & Co.), glissa inspiegabilmente sulla sua, limitandosi a “chiederne la testa”. Un quadro che deporrebbe per problemi di natura non fisica.

Intanto, in Inter-Cagliari, il povero Samuel “si sente in dovere” di rimanere in campo con una ferita al sopracciglio e la relativa vistosa fasciatura. Come essere da meno del suo sostituto?

Matrix, come già fatto notare in un precedente articolo, è l’unico nerazzurro che da mesi non parla più neppure nel dopopartita di Inter Channel. Domanda: gli è concesso un trattamento di favore rispetto ai compagni o esistono valide ragioni per “esentare” lui solo dai microfoni? Quest’ultima ipotesi avvalorerebbe il mio sospetto di un problema non fisico – e comunque delicato.

Cos’è accaduto al ragazzo che dopo lo strano infortunio di Budapest “scalpitava” dall’entusiasmo di scendere in campo?

Per inciso, anche l’email del suo blog (quella con cui Matrix si era proposto di dialogare con i tifosi) è sospesa dal giugno 2008.

RISENTIMENTO AL RETTO FEMORALE. Torniamo alla notizia del “ risentimento al retto femorale🙂 che Materazzi avrebbe accusato venerdì 16 gennaio, sulla quale ho già espresso le mie perplessità in “Quo vadis, Matrix?”. La Gazzetta dello Sport del 22 gennaio informa che il non meglio precisato “risentimento🙂 costerà a Matrix altri 10 giorni di stop. I conti proprio non mi tornano. L’unica mia certezza è che non lo rivedremo in campo per un altro po’. Ma perché? Noi a digiuno (di notizie) e Matrix “a pane e pesce”? 🙂

Il giorno seguente, il Sito Ufficiale nerazzurro passa al più importante termine “infortunio” 🙂, riferendo che il giocatore avrebbe svolto del “potenziamento speciale🙂 ( o piuttosto, “specifico”?). Sabato 24 gennaio, sul suo blog, Matrix ricalca il concetto: “Sono impegnatissimo, per ore al giorno :-), con il recupero dal mio infortunio”. Allora Materazzi “ è davvero sempre rotto”, come dicono quasi tutti? Non credo.

LE CHANCES DI MATRIX ALL’INTER. Sul piano fisico, continuo a ritenerle ottime. Dirò di più: credo che Mourinho stia commettendo un grosso errore nel negare il turnover a Cordoba e Samuel, titolari della stessa delicatissima zona del campo, entrambi reduci da un grave infortunio al ginocchio. Nonostante il loro splendido recupero, come illudersi della loro tenuta nel tempo? La difesa, anzi, mi pare già in affanno… Inoltre, Materazzi è prezioso nei calci piazzati in area avversaria , oltre che il più forte sulle palle alte. Matrix può quindi avere la sua chance, anche perché lo stesso Mourinho, nervoso e stressato, non è esente da problemi. Mi appare in difficoltà, il mister: difficoltà di gioco, di scelte, con i giocatori e con la Società. Soprattutto, non in sintonia con quest’ultima in tema di sfoltitura della rosa, decisione per la quale sarebbe stato addirittura indetto un “ vertice sui senatori” tra lui e il Presidente Moratti. Per tacere di ciò che accadrebbe se a fine stagione Mou dovesse rendere conto al Presidente-tifoso di aver fallito gli obiettivi…

COME FINIRA’? A mio avviso, con un intervento d’autorità di Moratti in soccorso alla bandiera nerazzurra Materazzi e con l’ennesimo velo a coprire i risvolti nascosti della vicenda. A patto – si spera – che Matrix cambi registro nel modo di comportarsi. È tempo di lista Champions. “Ho soltanto voglia di rientrare il prima possibile”, scrive sul suo blog, tempestato di toccanti messaggi con cui i tifosi lo invitano a rimanere: resta con noi, ti vogliamo bene, come faremmo senza te, l’Inter non sarebbe più l’Inter, il solo pensiero che tu te ne vada mi fa stare male, tutti pazzi per Materazzi…. E via secondo questa falsariga. Lui, che a suo tempo aveva prontamente smentito le voci di presunti contatti con la Francia 🙂 🙂 🙂, stavolta fa il misterioso. Si limita a prefiggersi, per l’ennesima volta, di riprendere contatto almeno con i suoi sostenitori: “Tornerò a rispondere a tutti”, promette. (Sempre sperando che a rispondere sia veramente lui, senza “terzi incomodi” 😦 …).

Ma prima che la vicenda si concluda, non fosse altro che per smentire questo post, è lecito aspettarsi voci di un eclatante interessamento per Matrix da parte di una squadra spagnola in zona retrocessione, di un team turco in fase di rilancio… Oppure, di uno Zio Paperone d’America folgorato dal difensore nerazzurro…. O ancora, di qualche sceicco del Dubai🙂

Chi vivrà, vedrà.

(to be continued…🙂)

Posted in "CASO" MATERAZZI, Inter, PALLONI SGONFIATI | Contrassegnato da tag: , , , , , | 23 Comments »

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: