CALCIO E PAROLE

By "Ladycalcio". Il blog più censurato e più temuto dagli addetti ai lavori

Posts Tagged ‘Materazzi operato al menisco’

CASO MATERAZZI: AVVISAI L’INTER

Posted by ladycalcio su domenica, aprile 22, 2012

Caro lettore, se non sei a conoscenza dei precedenti, leggi prima il post al link seguente:

https://calcioparole.wordpress.com/2008/11/24/perche-non-credo-piu-alla-sindrome-compartimentale-di-materazzi/

Non l’avevo mai rivelato, ma lo faccio ora. Perché non informasti l’Inter?” mi viene ripetutamente domandato in merito alla brutta telefonata che ricevetti da Marco Materazzi  nell’autunno 2008 dopo avergli inviato in regalo un articolone in suo sostegno frutto di 6 mesi di lavoro.

In realtà, fu la prima cosa che feci. Fu soprattutto una questione di rispetto verso la Società FC Internazionale prima di rendere pubblico l’accaduto, consapevole che questo avrebbe significato “coinvolgere” alla grande persone e istituzioni ad essa collegate (che non sarebbe mai stata mia intenzione tirare in ballo). “Perché non ne ha parlato prima con noi? Avremmo sistemato la cosa!”,  avrebbero potuto  giustamente risentirsi i responsabili nerazzurri. Non fu così.

Dopo la telefonata di quel Matrix così strano e inspiegabilmente impaurito nei miei confronti, condita dal deleterio intervento della moglie Daniela, concessi invano a Marco qualche giorno di tempo per rivalutare il tutto a mente fredda, rivedere le parole e gli atteggiamenti che mi avevano offesa e risolvere l’equivoco “inter nos” , nel più assoluto riserbo.  Non accadde nulla.

Tramite un lungo colloquio telefonico, misi dunque al corrente dell’accaduto FC Internazionale. Preferisco non rivelare l’identità del mio interlocutore, ma per rendere l’idea, trattasi di un rappresentante della Società a tutti gli effetti, molto vicino ai giocatori, che compare spesso in televisione. Premetto che fu molto corretto e disponibile: una persona a modo, che mi dedicò tutto il tempo necessario affinché gli riferissi nei dettagli l’accaduto: le brutte parole di Materazzi, quella sua inspiegabile paura nei miei confronti e il suo rifiuto a un incontro chiarificatore in privato. Misi molto bene in chiaro due punti: 1) che la mia telefonata aveva puro intento informativo: non stavo chiedendo alcuna “mediazione” per  un incontro con Materazzi, per il quale – stavolta da parte mia – era ormai troppo tardi; 2) che quel comportamento insensibile e sprezzante del giocatore nei miei confronti era l’unico motivo alla base di uno scomodissimo “scoop” che avrei lanciato  di lì a poco nella Rete, che non avrebbe fatto piacere all’Inter. Il mio interlocutore si preoccupò soprattutto di conoscere l’argomento di tale “scoop”, che mi pregò a più riprese di anticipargli. Rimasi irremovibile. Tuttavia, gli fornii volutamente un indizio che avrebbe dovuto metterlo sull’avviso: nell’articolo “Il Ritorno del Guerriero”, descrivendo lo splendido recupero di Marco dopo l’infortunio di Budapest, dovevo aver  toccato, a mia insaputa, un tasto imbarazzante. A buon intenditor…..

L’’imminente articolo scomodo era “Perché non credo più alla sindrome compartimentale di Materazzi”, linkato a questo post, l’aspetto verosimilmente sgradito nel “Ritorno del Guerriero”  l’esaltazione della perfetta efficienza della  gamba destra di Matrix a così poca distanza dal presunto gravissimo infortunio di Budapest, dopo il quale Marcone era stato dato per “moribondo”.

Per quello che è l’Organigramma di FC Internazionale, escluderei che il mio interlocutore, pur rappresentando ufficialmente la Società, abbia avuto potere decisionale nel gestire la situazione. Ritengo altresì improbabile che possa essersi preso la responsabilità  – con tutti i rischi del caso – di archiviare l’accaduto senza riferirlo a chi di dovere.  Terminai  inoltrandogli “Il Ritorno del Guerriero” e invitandolo a trovarvi un solo motivo che potesse giustificare quella strana reazione di Matrix  e non ne seppi più nulla.

Se fossero stati ancora al Mondo, mi sarei immediatamente rivolta a Giacinto Facchetti o a Peppino Prisco (anche se sono convinta che, con loro all’Inter, Materazzi non sarebbe mai stato operato di sindrome compartimentale acuta per via endoscopica e con un’incisione di soli 2 cm 😆 ). Perché non mi rivolsi a Massimo Moratti, lo capirete presto da voi.

Con tutto ciò, la scomoda analisi di cui sopra uscì circa un mese dopo. Il tempo per riflettere e per agire non sarebbe mancato!

Sono del parere che una  Società che si rispetti, stanti soprattutto le stranezze e le contraddizioni poi emerse su quell’infortunio, non avrebbe mai corso alla cieca il rischio di vedersi pubblicare una serie di contenuti scomodi come quelli che trovate su questo blog, coinvolgenti non soltanto il giocatore in oggetto, ma anche professionisti e strutture  assai rinomati gravitanti attorno alla Società stessa. La vedo  come una questione di immagine e di decoro dell’intero entourage societario, di correttezza verso la sottoscritta, di premura verso un illustre tesserato  inconsapevole di essersi avviato al “suicidio mediatico”.

Invece, per Materazzi nessuno mosse un dito.

L’uscita del “post-bomba” coincise con l’inizio del declino dell’”eroe di Berlino” e fu seguito da numerose altre analisi, altrettanto scomode e circostanziate, di episodi mediaticamente sempre più contraddittori: lo zigomo di Brema (tradito da un dispettoso basettone di più giorni facente capolino da sotto il berrettone nero con il numero 23), il capolavoro di un menisco riveduto e corretto a tempo di record di cui nessun nosocomio e nessun chirurgo si assunse mai ufficialmente la paternità , una miriade di risentimenti, di silenzi mediatici di mesi o anni, di sirene di mercato sempre più sfiatate, di rocamboleschi episodi per i quali vi rimando alla cartella “Caso Materazzi”.

L‘inglorioso epilogo di Matrix all’Inter lo conoscete tutti: una presunta “rescissione” mai ufficializzata dal Sito Ufficiale di FC Internazionale, senza una partita d’addio, senza neppure uno straccio di grazie da parte della Società in cui aveva militato per 10 anni. Vi invito a seguirmi e a leggere l’estromissione dell’”impegnativo” (parole di Leonardo) dalla squadra nerazzurra nell’ottica dell’escalation di incongruenze da me evidenziate in questi tre anni e oltre.

Dopo la porta chiusami in faccia da Materazzi, Il mio proposito di sviscerare la vicenda fu chiaro da subito. Nessuno può sostenere che io non l’abbia  annunciato e reiterato alla nausea.

Né ho agito a cuor leggero. Ho confessato che, in qualche occasione, ho provato pena per Marco, convintissima che fosse venuto a trovarsi in un guaio più grande di lui. Ho sempre sospettato che l’ingiustificata paura nei miei confronti gli fosse stata inculcata da terzi indesiderati,  senza che mi venisse concessa la possibilità di difendermi.  Da qui la mia insistenza per un incontro a quattr’occhi con il giocatore, con il proposito di tranquillizzarlo e di convincerlo della mia buona fede. Qualunque cosa fosse emersa in merito all’intera vicenda – di questo mi feci un punto d’onore  – sarebbe rimasta fra quattro mura.  Ma il “grande uomo” Marco Materazzi, ebbe paura di incontrare una Lady… 😆

Dopo che tre anni di ragionamenti sui buoni principi e di inutili riguardi non hanno pagato, sviscerati gli eventi, forte di  ogni sorta di prove e acquisizioni nel frattempo accumulate e profondamente disgustata dall’ambiente, sono alla stretta finale: con la coscienza a posto e nel pieno diritto di prendere per le corna il diavolo che si è intromesso fra me e Materazzi, fabbricando le pentole ma non i coperchi.

E se ciò avverrà in maniera  impopolare, coinvolgendo personaggi che un pizzico di buon senso nella gestione della vicenda mi avrebbe evitato di mettere alla berlina, gli interessati sappiano a chi dire grazie.

Sull’argomento leggi anche:

Lettera aperta al Prof. Francesco Benazzo:

http://bit.ly/lZ8Oio

La sindrome compartimentale in parole semplici:

http://bit.ly/GDoHKi

Lettera aperta a Marco Materazzi

http://bit.ly/K0sxeZ

 

 

Posted in "CASO" MATERAZZI, Inter | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , | 22 Comments »

MENISCO MATERAZZI: 12 DUBBI AMLETICI

Posted by ladycalcio su giovedì, gennaio 14, 2010

“Nei convocati non trovate Materazzi, che questo pomeriggio è stato sottoposto a un intervento in artroscopia al menisco mediale del ginocchio destro”. Sono le parole di Paolo Viganò, direttore della comunicazione di FC Internazionale, in apertura della conferenza stampa di José Mourinho di venerdì 8 gennaio 2010.

C A R R A M B A,  C H E  S O R P R E S A !


1) BOMBA O NON BOMBA? Che strano. La notizia bomba non suscita neppure mezza domanda da parte dei giornalisti in sala. Non una mano che prenda appunti :(. Tutti restano impassibili anche nell’espressione: sapere di Materazzi non interessa a nessuno, oppure … di lui si sa già tutto?

2)  FRASEGGIO CORTISSIMO. Sul Sito Ufficiale di FC Internazionale, solito dedicare un apposito comunicato stampa alle vittime nerazzurre del bisturi, la notizia dell’intervento 😛 viene inserita en passant al termine del resoconto del lavoro della squadra: “Per Marco Materazzi, nel pomeriggio, intervento in artroscopia per la ‘revisione’ (del, ndr) menisco mediale ginocchio destro”, si legge nelle ultime due righe. Materazzi è così poco importante da essere liquidato in due righe :-(?

3)   METTETEVI D’ACCORDO. A StudioSport (Italia 1), Claudio Raimondi riferisce che l’intervento è stato eseguito “in mattinata” 😀

4)  I SEGRETI DEL BISTURI. AVETE NOTATO CHE SITO UFFICIALE NERAZZURRO, GIORNALI E TV SE NE SONO BEN GUARDATI DAL FARE IL NOME DEL CHIRURGO CHE AVREBBE OPERATO 🙂 MATERAZZI E DELLA RELATIVA STRUTTURA SANITARIA IN CUI SAREBBE STATO EFFETTUATO L’INTERVENTO? Rileggiamo il comunicato stampa di Inter.it relativo all’operazione al menisco di Santon:

Santon: già operato stamane, tutto okay

Giovedì, 19 Novembre 2009 09:37:58

 

APPIANO GENTILE – È durato meno di 45 minuti ed è perfettamente riuscito il programmato intervento in meniscectomia artroscopica al menisco esterno del ginocchio destro di Davide Santon. Il nerazzurro, infortunatosi nel corso del primo tempo di Lussemburgo-Italia Under 21, a partire dai prossimi giorni dovrà seguire un programma specifico fisioterapico di recupero. Nelle prime ore di questa mattina l’intervento è stato eseguito dal professor Franco Benazzo, direttore della clinica ortopedica della Fondazione IRCCS Policlinico “San Matteo” di Pavia, con la collaborazione di tutto il suo staff e del professor Franco Combi, direttore dell’area medica di F.C. Internazionale.

 

Nessun luminare, dopo i fiori all’occhiello della sindrome compartimentale 🙂 ’07, risolta con un’incisione di soli 2 cm, e dello sfondamento dell’arco zigomatico 🙂 ’08,  operato senza neppure radere a Marco il basettone :D, desidera più associare il proprio celebre volto a quello del fenomeno Matrix, passato tout court dalla sala operatoria alla corsa nella sabbia 😯 ?

5) “EPPUR MI SON SCORDATO DI TE, COME HO FATTO NON SO… 😕 ” Nella schermata degli “indisponibili” per Inter-Siena, mandata in onda nel tardo pomeriggio di venerdì 8 da Inter Channel durante i curatissimi servizi della vigilia, manca clamorosamente il nome di Materazzi 😯 : Vi figurano Eto’o (impegnato nella Coppa d’Africa), e gli infortunati Cambiasso, Muntari, Krhin, Santon e Chivu. “Ma che disperazione nasce da una distrazione (…) è solo un gioco… 😉 ”(Mogol- Battisti-La Formula 3, 1971)

6)  ZERU TITULI. Sorprendentemente, in InterNews delle 19.30 il menisco 😛 di Matrix non è nei titoli. E quel che è ancor più strano, non è neppure nelle notizie. Il notiziario glissa inspiegabilmente sull’argomento menzionando una generica “emergenza difesa”durante la messa in onda della lista dei convocati per Inter-Siena. Nel servizio dal campo d’allenamento, si parla di “ranghi ridotti”: “sono parecchi i giocatori ancora ai box e non a disposizione del tecnico portoghese”. Ma chi ascoltasse il TG senza già sapere dell’intervento :D, ne resterebbe all’oscuro…

Lo stesso dicasi per il blog del giocatore, dove sul nuovo incontro ravvicinato del quarto tipo con il bisturi regna tuttora un fitto silenzio: Marco è a corto di idee su cosa raccontare ai suoi fan o è ancora KO  😕 dopo la mia lettera aperta ad Andrea Sorrentino?

7 ) BOLLINO NEROBLU. ‘Revisione’ non è un termine medico, bensì una designazione generica (e probabilmente, volutamente vaga ;-)), che la Premiata Officina dell’Ufficio Stampa di FC Internazionale deve aver attinto dal crogiuolo. Qualche esimio giornalista l’ha impropriamente definita sinonimo di ‘pulizia chirurgica’. Quest’ultima, è un intervento di routine che si effettua in caso di disturbi cronici ribelli ai trattamenti conservativi.  In quanto tale, viene solitamente programmata lontano dagli impegni agonistici. Non certo in emergenza difesa. Ora: come potrebbe il Guerriero imprescindibile aver piantato in asso il suo decimato reparto per farsi riparare un gibollo nella carrozzeria 😯 ?

8 – GLI METTONO I CEROTTI. Mirko Graziano (La Gazzetta dello Sport), parla di “un problema che aveva condizionato le ultime settimane di lavoro del campione del mondo” . Ma allora, perché non operarlo durante la sosta natalizia ;-)?

Secondo Andrea Ramazzotti (Corriere dello Sport) il guerriero d’acciaio , “dopo il match di mercoledì sul pessimo campo di Verona, ha avvertito l’intensificarsi di un vecchio dolore e si è sottoposto a un intervento di pulizia o di ‘revisione’”. E dire che, contro Al Hilal e Chievo, Matrix aveva esibito disinvolti scarti in laterale e  saltelli a ginocchia extraruotate. Pochissimi giorni fa, gli avevo visto eseguire allegramente skip e corsa calciata a ginocchia intraruotate…  Tutto merito dello sgargiante taping variopinto applicatogli dallo staff medico nerazzurro?

9) BUONASERA, DOTTORE. Considerato che giovedì 7 gennaio il Prof. Combi si trovava ancora a Verona ad assistere Cristian  Chivu nella fase postoperatoria e che in quel mentre Materazzi, ancora ignaro della mia lettera aperta ad Andrea Sorrentino, sgambettava allegramente alla Pinetina :P: come può il responsabile dell’area medica nerazzurra aver avuto il tempo materiale di sottoporlo ai necessari accertamenti diagnostici e all’iter pre-operatorio di un intervento 😛 – non d’urgenza – programmato d’urgenza 🙂 😛 😉 per il giorno 8, mattino o pomeriggio che fosse? Forse, precipitandosi da Matrix nella notte come nella canzone di Claudia Mori :D?

10) TERRENO O … ATMOSFERA PESANTE? Ma guarda le coincidenze della vita! Il giorno 7, Marco si allena sorridente :P. La sera stessa, su Calcio e Parole, esce la mia lettera aperta ad Andrea Sorrentino :-(. Il giorno 8,  per Matrix è bollino rosso!

11)  “MIRACOLO A MILANO”. Più che al 4-3 sul Siena, la Gazzetta dello Sport del 10 gennaio avrebbe dovuto dedicare questo titolone a Materazzi. Ora infatti, a dispetto del mese di stop inizialmente strombazzato, si prospetta il solito copione della miracolosa guarigione-lampo. Martedì, come riferito da Andrea Paventi su Sky, il bionico già correva sulla sabbia 😯 . Un caso da segnalare al Bureau Médical di Lourdes!

12) “SCEMI NO”. È soltanto l’anagramma di “menisco”.

Resta un preoccupato Mourinho dagli occhi spenti :?, che dietro le quinte, probabilmente, troppe ne stanno vedendo. “Però speriamo che Materazzi torna”, ha sospirato Mou con un’insolita aria stanca, quasi rassegnata, in conferenza stampa. Già Matrix favoleggia d’essere a sua disposizione per il derby del 24 gennaio.

Sempre che questo post non gli scateni un attacco d’appendicite :D!

 

POST SCRIPTUM 2012: sulla sua pagina ufficiale di Twitter, Materazzi ha poi affermato che l’intervento è stato effettuato dal Prof. Benazzo a Pavia

Link:

https://calcioparole.wordpress.com/2008/11/24/perche-non-credo-piu-alla-sindrome-compartimentale-di-materazzi/

https://calcioparole.wordpress.com/2008/12/15/materazzi-operazione-eroe/

Posted in "CASO" MATERAZZI | Contrassegnato da tag: , , , , , , | 28 Comments »

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: