CALCIO E PAROLE

By "Ladycalcio". Il blog più censurato e più temuto dagli addetti ai lavori

Posts Tagged ‘Materazzi Gazza OffSide’

GAZZA OFFSIDE: LA LEZIONE DI ALBERTO CERRUTI A MATERAZZI

Posted by ladycalcio su mercoledì, dicembre 19, 2012

Anche a Gazza Offside (gazzetta.it) leggono Calcio e Parole 😉 e reagiscono ai post di Ladycalcio. Perlomeno, ci provano. “Marco Materazzi! “ annuncia pimpante Nino Morici nel presentare il suo ”incursore” nella puntata di lunedì 17 dicembre.

Tutti concordano che la colonna della trasmissione sia Alberto Cerruti? Ecco allora aumentare vertiginosamente il “minutaggio” del Campione del Mondo 2006 e le domande riservategli in scaletta.

Qualche dato di confronto: lunedì 10 dicembre, su 18’54” di trasmissione (taglio escluso 😆 ),  Morici aveva rivolto al “nostro” 6 domande e Marcone aveva parlato approssimativamente per 2’56”, contro le 9 domande 😯 in scaletta e i 4’17” circa di materazziana “analisi tecnica” di lunedì 17 (a fronte di un tempo complessivo di 20′ 48”).

Noto subito che, rispetto al solito, gli interventi di Marco vengono maggiormente abbinati alle immagini di gioco.

Per coerenza rispetto alle critiche di settimana scorsa, trovo doveroso far notare l’esempio di padronanza di sé dimostrato questo lunedì da Alberto Cerruti, che ritengo un opinionista di tutto rispetto, esperto e preparato.

Cerruti a inizio trasmissione sullo Scudetto ipotecato dalla Juventus: “ Le grandi rimonte all’inizio sembrano tutte  impossibili – e qui, Marco Materazzi può ricordare che all’ultimo scudetto di Mourinho, nel 2010, l’Inter aveva 14 punti di vantaggio sulla Roma di Spalletti e a un certo punto fu addirittura superata dalla Roma e dovette aspettare l’ultima mezz’ora per avere la certezza di essere Campione d’Italia”.  Marcone, che queste vicende le ha vissute e quindi dovrebbe ricordarle alla perfezione, nemmeno reagisce e anzi, pare assorto nei suoi pensieri.…

Più avanti nel corso del programma, Cerruti è abile nel rettificare la svista senza “tagli”, dando a Materazzi una lezione di sicurezza e di “mestiere”:  “Intanto una precisazione, per evitare email di protesta di chi ci segue 🙄 : prima ho parlato delle rimonte difficili parlando dell’Inter di Mourinho. In realtà era l’Inter di Mancini, che nel 2008 aveva 7 puntiti di vantaggio come la Juventus adesso sulla seconda e poi rischiò di essere superata alla fine dalla Roma di Spalletti. Quello Scudetto lo vinse l’Inter di Mancini, ma soffrì tantissimo”.

Dato per scontato che Cerruti non sia sprofondato in una crisi esistenziale per aver erroneamente detto “Mourinho” al posto di “Mancini”, ricordate perché l’Inter soffrì tantissimo” e mise addirittura a rischio la conquista di quel titolo?

In  realtà, in Inter-Siena (2-2) di domenica 11 maggio 2008 – penultima giornata di campionato – gli uomini del “Mancio” ebbero una ghiotta opportunità di chiudere il conto e di festeggiare il 16° Scudo sul campo del Meazza con una giornata d’anticipo, insieme ai tanti tifosi intervenuti pronti a far festa: al  33’ della ripresa, infatti, l’arbitro Gava concesse all’Inter un calcio di rigore per atterramento in area di Materazzi da parte di Riganò. Ma nel giorno della Festa della Mamma, Marcone sottrasse il pallone al rigorista designato Julio Ricardo Cruz e si fece parare il tiro da Manninger 😦 , scatenando il finimondo. Se ci ripenso, mi risuonano ancora nelle orecchie i fischi perforanti i timpani e gli irripetibili improperi nella bolgia di San Siro.

A chiudere il conto all’ultima giornata fu Ibra, con una doppietta a Parma.

Detto questo, mi rimane un ultimo dubbio amletico, uno dei mille suscitatimi da quell’enigma vivente che è Marco Materazzi. Osservate in che direzione guarda Matrix mentre commenta. Si gira a sinistra verso il suo interlocutore Morici – e fin qui, tutto OK.  Poi, di frequente, getta un’occhiata verso destra. Cosa avrà mai Marcone da tener d’occhio in quel punto?

Il rigore sbagliato da Materazzi in Inter-Siena (11 maggio 2008)

https://www.youtube.com/watch?v=8SBr1W6n4as

https://www.youtube.com/watch?v=bJAO-hpKNtc

Posted in "CASO" MATERAZZI, Media | Contrassegnato da tag: , , | 17 Comments »

MATERAZZI, OPINIONISTA SGRAMMATICATO, TROVA UN SANTO A GAZZA OFFSIDE

Posted by ladycalcio su lunedì, settembre 17, 2012

“L’Inter ha fatto sì che i giocatori SEGUINO 😆 Stramaccioni.

Indovinate chi l’ha detto”, domando a un gruppo di amici divertiti. “MATERAZZI!”  è il coro unanime fra le risate generali. Soltanto uno ammette che “si poteva essere in dubbio con Cassano.

La dotta citazione è il biglietto da visita del nuovo opinionista di Gazza Offside, la trasmissione di commento al campionato di gazzetta.it in onda il lunedì mattina alle 9.45. Risale alla conferenza stampa di presentazione di giovedì 13 settembre e proviene dalla bocca di un Matrix pseudointellettuale camuffato dietro un paio di occhiali da professorino. Quando si dice che l’abito non fa il monaco…

Smesso in extremis il costume da bagno, il turista balneare e riccionese d’adozione Marco Materazzi si tuffa precipitevolissimevolmente nell’attualità del campionato, per la gioia di chi, il lunedì mattina, non avesse niente di più importante da fare che deliziarsi con le sue …  “perle” (accezione che richiama la sua simbiosi con la Perla Verde dell’Adriatico).

E dato che – parole sue – “l’adrenalina che ti trasmette il pubblico, quella non la RIVIVERAI 🙂 mai”, ecco qualche santo di stanza alla Gazzetta dello Sport tendergli la mano per sottrarlo al limbo dell’oblio e per medicarne l’ego ferito dal benservito dell’Inter. Orbene: un paio di righe alla settimana  sul  Foglio Rosa sono un ottimo viatico spirituale, al quale i motori di ricerca online conferiscono un potente effetto retard.

Mise da intellettuale, Materazzi sorride. “Sembro quasi vero, eh?”  si autocompiace.

Quasi. Più precisamente, finché tiene la bocca chiusa.

Seduto dietro la scrivania fra l’editorialista della Gazzetta Alberto Cerruti e il conduttore Nino Morici, l’habitué del Mare Adriatico è un perfetto pesce fuor d’acqua. Appesantito forse più psicologicamente che non dalla piada romagnola – questa è l’impressione – l’insicurezza nel ruolo gliela leggi nel volto e nello sguardo.

Parlano da soli – nel senso più realistico e drammatico del termine – gli strafalcioni e i nonsense che elargisce agli aficionados.

Su Cassano: “Io penso che più VADA 😆 avanti e più può far bene”.

Su Hernanes:  “Ha impressionato perché ha grandissime qualità, sembra che È 🙂 lento e non lo è”.

La sua tecnicissima analisi sul futuro di Allegri al Milan: “A oggi, i risultati sicuramente piangono un po’, quindi deve dare una sterzata veloce, perché poi la Società si adagia un attimino sull’ombrello ❓ che potrebbe essere lui e alla fine chi paga purtroppo è sempre l’allenatore”.

Qui, a far piangere sono Materazzi  e la potente intercessione che ne ha trasformato gli errori da matita blu in un incarico alla Rosa. Vorremmo tanto sondare gli imperscrutabili misteri della scelta, veder schiudersi davanti ai nostri occhi volti e situazioni che paiono al di là della logica umana. Vorremmo comprendere l’arcano disegno dall’Alto delineatosi sin dall’agosto 2007 per mano di Andrea Elefante,  epico cantore del mitico Materazzi in preda a una sindrome compartimentale acuta 😆 causa di un “ematoma di 600 cc che aveva compresso anche un’arteria”, di una “gamba che si gonfiava minuto per minuto”, di un “dolore sempre più insopportabile”, di “due collassi”, di conati di vomito ad ogni tentativo di alzarmi”, di unagamba dura come il legno e gonfia come un pallone, così gonfia che non si vedeva neanche più il ginocchio”, che batteva da dentro come se ci fosse un tamburoe via verso le sfere empiree di una “sindrome compartimentale acuta” 🙂 operata con una tecnica ultraterrena  – di cui, non per nulla, NON SI TROVA TRACCIA SULLA FACCIA DEL PIANETA -, dalla quale il “LazzaroMaterazzi risorse più velocemente dell’Araba Fenice.

Perché  la verità su tutta questa storia, cari Signori, non è un’opinione.

Leggi i precedenti al seguente link:

https://calcioparole.wordpress.com/2008/11/24/perche-non-credo-piu-alla-sindrome-compartimentale-di-materazzi/

 

Posted in "CASO" MATERAZZI | Contrassegnato da tag: , , , , , , | 23 Comments »

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: