CALCIO E PAROLE

By "Ladycalcio". Il blog più censurato e più temuto dagli addetti ai lavori

Posts Tagged ‘Inter-Werder Brema’

Difesa alta: Mourinho, occhio al Werder!

Posted by ladycalcio su domenica, settembre 21, 2008

Altro che Oktoberfest! Alla quinta giornata della Bundesliga, l’ubriacatura il Bayern la prende sul proprio campo, dove si vede rifilare un incredibile 5-2 dal Werder Brema (dopo essere andato in svantaggio per 0-5).

5 pappine maturate essenzialmente dagli errori di posizione della difesa a 3 voluta da Klinsmann: alta, impacciata e più volte sul filo di un improbabile fuorigioco.

Le reti del Werder, prossimo avversario dell’Inter in Champions League, si sviluppano da veloci verticalizzazioni dal settore centrale del campo, sia sotto forma di lanci lunghi a cercare i cross al centro da parte degli esterni, sia con pericolose incursioni che bruciano sul tempo Lucio, Van Buyten & Co., storditi e dribblati come birilli.

Da parte del Bayern, penalizzato dalle svirgolate di Toni, il passaggio dal 3-5-2 iniziale a un più consono 4-4-2 non serve ad arginare la piena delle rapide ripartenze degli anseatici, abilissimi anche nello sfruttare i calci piazzati e le mischie sotto porta.

Un monito per José Mourinho, molto “allegro” nella sua concezione di difesa alta: un assetto difensivo quanto mai a rischio in vista dei passaggi in profondità del Brema, dimostratosi molto abile nel nel saltare le linee difensive con inserimenti repentini.

Il pericolo, appunto, è che il tecnico Thomas Schaaf  “prenda le misure” all’Inter nei frequenti sbilanciamenti in avanti che lasciano l’area vuota, come si è potuto osservare ripetutamente nelle prime partite della stagione. Ma il Werder non è il Catania e così facendo, i suoi avanti rischiano di trovarsi soli davanti a Julio Cesar…

“Non bisogna cercare scuse; abbiamo preso una sonora batosta”, ha amesso Klinsmann, imbronciato per la sconfitta più pesante subita dai bavaresi all’Allianz Arena. Misterioso, per contro, il suo collega. Ospite della più popolare trasmissione calcistica TV del sabato sera, Schaaf ha lasciato intendere di aver operato alcuni cambiamenti tecnici chiave in grado di trasformare la sua squadra, che in Champions League contro l’Anorthosis Famagosta era rimasta a secco di reti, in una macchina da goal. Fondamentale, a suo dire, la scelta degli uomini in rapporto all’avversario.

Un aspetto che vale anche per l’Inter dai due volti vista contro il Torino, brillante fino alla permanenza in campo di Adriano e Mancini, ottimi nell’impedire l’avanzata dei granata sulle fasce, ma vittima degli arrembaggi avversari dopo l’entrata in campo di Balotelli e Quaresma.

Posted in Calcio tedesco, Inter | Contrassegnato da tag: , , , , | 4 Comments »

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: