CALCIO E PAROLE

By "Ladycalcio". Il blog più censurato e più temuto dagli addetti ai lavori

Posts Tagged ‘Inter Channel’

LA SCHEDA ELETTORALE DI PODOLSKI E LA MALEDUCAZIONE DEI CONDUTTORI DI “RADIO APPIANO” (INTER CHANNEL)

Posted by ladycalcio su giovedì, maggio 28, 2015

Scheda elettorale Podolski

Quando si dice non capire il perché. Evidentemente, il perché è da ricercare nella maleducazione e nella mancanza di professionalità dei diretti interessati.

È mercoledì 20 maggio e nel corso della diretta pomeridiana della trasmissione “Radio Appiano” (Inter Channel), condotta quel giorno da Alessandro Villa e da Alberto Santi, viene mostrata una spiritosa scheda elettorale in tedesco twittata da Lukas Podolski (nella foto). Contiene riferimenti alla città di Colonia effettivamente impossibili da comprendere da parte di chi non conosce né la lingua, né la realtà locale.

Villa, sapendo che conosco bene il tedesco, fa un simpatico appello alla sottoscritta – casomai fosse in ascolto – per decifrare l’arcano. Purtroppo, quel giorno sono lontana, rientro tardi e riesco soltanto a dare un’occhiata alla replica dell’una di notte.

Colgo tuttavia l’appello e il giorno seguente, mi premuro di inviare un’esauriente spiegazione del tutto in tempo per la diretta pomeridiana. Reputo che il contenuto tradotto sia simpatico, un po’ diverso dal solito e interessante per gli ascoltatori.
Con mia sgradita sorpresa, non viene ripreso più nulla: neppure una parola.

Prima di dare apertamente dei maleducati a Villa & Co, riscrivo per sincerarmi che la mia email sia arrivata. Come volevasi dimostrare, negli ultimissimi minuti di trasmissione di venerdì 25 maggio Villa si scusa per non aver risposto, dice che deve cercare il messaggio, scartabella fra i fogli che ha sulla scrivania, non lo trova più. Ringrazia vagamente del supporto e delle spiegazioni “per filo e per segno” che gli avevo inviato. La co-conduttrice Letizia Gallucci accenna che in seguito vorrebbe leggerle… ma in realtà, nessuno si prende più la briga di leggere una riga.

Martedì 26 “Radio Appiano”non va in onda (c’è la presentazione della nuova maglia a San Siro) e ieri, mercoledì 27, sebbene la lettura della mia email richieda meno di un minuto, è di nuovo tabula rasa.

Certo, il tempo passa e la scheda di Poldi non è più attualissima, ma se un giornalista non è in grado di attualizzare un argomento che desidera riprendere, può tranquillamente cambiare mestiere.

Dedicare del tempo a una risposta era stata una cortesia, ricambiata in modo davvero poco carino.

A questo punto, non mi resta che pubblicare il curioso contenuto (ometto soltanto il mio indirizzo personale) a beneficio dei miei lettori.

Complimenti, ragazzi! 😦

Data: Fri, 22 May 2015 11:40:17 +0200
Da: ——————————————————-
Oggetto: Fwd: SOS linguistico Podolski x Villa e Santi
A: interchannel@inter.it

Avete ricevuto questa mia email di ieri pomeriggio? Mi sono meravigliata che non abbiate detto nulla in trasmissione…

MM

—– Messaggio inoltrato da ——————————-
Data: Thu, 21 May 2015 16:30:11 +0200
Da: ———————————————————–
Oggetto: SOS linguistico Podolski x Villa e Santi
A: interchannel@inter.it

Ciao Alessandro e Alberto,

Spiacente di non aver potuto rispondere in diretta al vostro SOS linguistico di ieri (vi ho sentiti di sfuggita in replica all’una e mezza di notte).

Dunque, la scheda elettorale di Podolski è chiaramente ironica.

“Und los geht’s!” vuol dire “ci siamo”, “si parte”. “Kreuzt an” significa “fate la croce”. “Fleißig” vuol dire “diligentemente”. Quindi, letteralmente: fate diligentemente la croce (votate, da bravi!).

“Wahl auf Kölsch” significa più o meno “elezioni alla maniera di Colonia” o “nel dialetto di Colonia” (Kölsch” è la versione dialettale di “kölnisch”, ossia “di Colonia”).

Poi: Stimmzettel = scheda elettorale.

Segue: Elezioni comunali – Circoscrizione elettorale 20874 Rodenkirchen (il 2° distretto urbano di Colonia).
SI prega di fare una sola croce (di votare un solo candidato).

SPD è chiaramente il partito.

Rainer Maria Kardinal Woelki è l’arcivescovo metropolita di Colonia.

Tünnes & Schäl sono due famose marionette del teatro locale.

Hennes VIII è il nome della mascotte della squadra del Colonia, un caprone eletto anni fa dai soci aventi diritto di voto con oltre il 70 % della maggioranza sugli altri “candidati”. Fece il suo esordio ufficiale nel 2008 contro l’Eintracht Francoforte e risiede allo zoo di Colonia, dove i tifosi possono visitarlo.

Franz-Josef Antwerpes è un ex-politico della SPD, noto per l’impegno contro l’alcool al volante e per aver imposto severi limiti di velocità.

Ein Kölsch, zwei Kölsch sono effettivamente uno, due abitanti di Colonia, come avete detto.

“Et kütt wie et kütt” è una nota espressione dialettale di Colonia, che significa approssimativamente “vada come vada”, “vada come deve andare”.

A questo punto, assumete me come consulente 🙂

Ciao da Monica

 

Potete leggere la replica dei conduttori di Inter Channel al seguente link:

https://calcioparole.wordpress.com/2015/05/29/villa-e-santi-accettano-il-confronto-ecco-la-loro-replica/

Posted in Calcio italiano, Calcio tedesco, Media | Contrassegnato da tag: , , , | 8 Comments »

LA NUOVA MODA DI ICARDI E D’AMBROSIO: NEGLI STUDI TV CON IL BERRETTO DI LANA

Posted by ladycalcio su sabato, gennaio 31, 2015

Berretto Icardi

Berretto D'Ambrosio

 

Vestiti di tutto punto – vuoi casual, vuoi addirittura in giacca e cravatta -, con in testa il berretto di lana.

Sembra essere questa la nuova stramba moda dei giocatori dell’Inter, perlomeno a giudicare da come si sono recentemente presentati negli studi del canale tematico Inter Channel Maurito Icardi e Danilo D’Ambrosio (vedi foto).

Il primo in occasione di “Inter Nos” della scorsa settimana, la trasmissione in cui i calciatori nerazzurri rispondono alle domande degli abbonati, il secondo nel postpartita di Inter-Torino, fedele al berrettino d’allenamento compagno delle fatiche quotidiane sui campi della Pinetina. 🙂

Posted in Calcio italiano, Inter, Media | Contrassegnato da tag: , , , , | 4 Comments »

Vittoria Champions League: le splendide immagini di Inter Channel

Posted by ladycalcio su venerdì, maggio 28, 2010

Le immagini a caldo dal campo dopo la vittoria, interviste esclusive e un dopopartita lungo tutta la notte, andato in onda non stop fino a tutto lunedì. Gli abbonati ad Inter Channel che non avessero potuto seguire la squadra del cuore a Madrid né partecipare ai festeggiamenti a Milano, non si sono persi nulla.

Un complimento a Roberto Scarpini & Co. per il coverage a 360 gradi della Finale di Champions League e per l’eccellente qualità dei servizi e delle immagini, che hanno permesso ai sostenitori nerazzurri lontani non soltanto di essere presenti alla festa, ma di rimanere per tutto il tempo “incollati” ai loro beniamini.

Inter Channel ce li ha mostrati negli spogliatoi, in aereo, all’alba sull’erba di San Siro… intervallando la diretta della squadra con la festa dei tifosi, che impazzava in Piazza Duomo e in tutta Milano.  Ha colto gustosi siparietti come gli scherzi di Arnautovic a Balotelli,  Capitan Zanetti con la corona da principe regalatagli da Milito... ha mostrato quella bandiera nerazzurra sventolante dall’aereo che ha suscitato il boato del Meazza...

La Champions di Inter Channel era iniziata qualche giorno prima con un palinsesto interamente dedicato all’avvicinamento alla grande kermesse e sta ancora proseguendo con clip musicate e immagini inedite. Molto belle, fra queste, le riprese girate a bordo del pullman della squadra di ritorno dall’aeroporto di Malpensa nel suo tragitto verso  San Siro.

Immagini da collezione per i tifosi che attendevano questa coppa da 45 anni, da aggiungere a quelle, altrettanto suggestive, della 6^ Coppa Italia e del 18° scudetto. Insomma, una tripletta storica anche per la “TV nerazzurra”, prodottasi in uno sforzo organizzativo non indifferente che merita una gratificazione.

Ora che la stagione si è conclusa, per il canale tematico è tempo di bilanci e di suggestivi revival. È il caso della lunga intervista a Giacinto Facchetti riproposta ieri nella rubrica “Dieci anni di Inter Channel“, a cura di Edoardo Caldara,  con immagini dell'”annata della rimonta” 1970-’71 e simpatici aneddoti raccontati per bocca del grande “Cipe“.

Posted in Inter, Media | Contrassegnato da tag: , , , | 7 Comments »

Mourinho: the time is coming

Posted by ladycalcio su lunedì, febbraio 23, 2009

Vince l’Inter a Bologna e vincono le dirette inseguitrici: nulla di nuovo in Campionato, dove i distacchi si mantengono invariati . Quasi un fermo immagine, come se tutto si fosse congelato nella febbrile attesa dell’imminente big match di Champions League fra i nerazzurri e Il Manchester United.

Gli occhi di tifosi e addetti ai lavori sono già rivolti a martedì sera, Stadio Meazza, ore 20.45. Mister Mourinho ostenta distacco, ma in realtà è il primo a corrervi con il pensiero. È quello che accade anche agli studenti: febbraio è tempo di pagelle. Così, esauriti gli avversari nostrani come il Lecce, lo zoppicante Milan e il Bologna, Mou si appresta ad affrontare l’esame europeo. In cattedra siede Sir Alex Ferguson, con il suo squadrone.

La vigilia è delle solite fumose, fra risentimenti 🙂 dei difensori centrali, pre-tattica e, appunto, fumo negli occhi sulla formazione che scenderà in campo. Lasciamo al terreno di San Siro la sentenza sui recuperi o meno dai vari malanni o presunti tali e citiamo per una volta un esempio di giornalismo vero: Massimo Marianella (Sky) e la competenza con la quale, su Inter Channel, ha tracciato un ritratto a 360 gradi del ManU in un’intervista a cura di Roberto Monzani, andata in onda mercoledì. Un contributo di valore sia dal punto di vista giornalistico, sia da quello socio-culturale, che ha proposto uno spaccato della storia, delle tradizioni e della mentalità dei padroni dell’Old Trafford: analisi storiche, considerazioni tattiche e confronti fra epoche, non senza qualche sacrosanto appunto sugli eccessi del marketing in cui è degenerato il calcio moderno.

Il canale tematico nerazzurro ha poi proseguito nella presentazione dei nostri avversari con un’intervista a Sir Alex e con ulteriori interviste e contributi che hanno ripercorso la storia del ManU e dei suoi protagonisti nell’arco della varie epoche: dalle storiche colonne Bobby Charlton, George Best e Denis Law a David Beckham e Cristiano Ronaldo, passando per il disastro aereo di Monaco e la drammatica ricostruzione.

La sfida degli ottavi di Champions sarà decisa dagli schemi e dalla coesione degli uomini sul campo. Ferguson, come ha sottolineato Marianella, ha il merito di aver saputo gestire al meglio il passaggio generazionale fra l’anima del ManU (costituita da campioni come Scholes, Gary Neville, Giggs, ecc.) e i vari Tevez, Berbatov, Rooney e Cristiano Ronaldo, in una sapiente fusione fra “senatori”, nuovi acquisti e giovani del vivaio.

Mourinho, che per contro si avvale della sapiente opera di ricostruzione svolta da Roberto Mancini, deve dimostrare che l’attuale insieme della sua Inter è maturo per l’Europa. Anch’egli ha integrato le colonne portanti della compagine nerazzurra con nuovi acquisti e promettenti giovani (Balotelli, Santon). A non convincere del tutto è il gioco dell’Inter, altalenante nel rendimento e solita mangiarsi troppe occasioni. The time is coming: Mou è stato promosso in Campionato. Martedì, inizia l’esame europeo.

Posted in Calcio italiano, Inter | Contrassegnato da tag: , , , , , , , | 14 Comments »

QUO VADIS, MATRIX?

Posted by ladycalcio su domenica, gennaio 18, 2009

“Ladycalcio e Materazzi”: queste le keyword con cui entrate sempre più numerosi in questo blog con il motore di ricerca.  Eccovi  dunque una nuova puntata del seguitissimo serial.

Venerdì 16 gennaio. La voce di un’improbabile offertona del Manchester City per Materazzi (5,5 Milioni di Euro per 2 stagioni con opzione per un eventuale 3° anno), materializzatasi giovedì, rimbalza su giornali e siti Internet, ricordandoci che Matrix è ancora al Mondo. Un altrettanto improbabile tentativo di rilanciarne le quotazioni?

Chissà. Dati alla mano, il “Guerriero” appare in disarmo: su 26 partite ufficiali della stagione in corso, ne ha giocate soltanto 10, peraltro non complete (sostituito nel derby, solo 19’ in Inter-Werder per stiramento, un solo tempo di Werder-Inter…). Anzi, potremmo già dire su 28 partite ufficiali, perché come se non bastasse, a fine mattinata il Sito Ufficiale dell’Inter riferisce di un suo nuovo enigmatico infortunio: “Terapie per Marco Materazzi che, invece, non si è allenato: i primi accertamenti ai quali è stato sottoposto dallo staff medico dell‘Inter hanno infatti evidenziato un risentimento al retto femorale della coscia sinistra. Per il difensore, che non sarà disponibile per Atalanta-Inter al pari di Sulley Muntari (squalificato), sono già stati programmati per la prossima settimana ulteriori esami strumentali.” Visti i precedenti, l’Inter ci risparmia qualsiasi precisazione sulla dinamica dell’incidente.

“Risentimento”: un termine generico con cui si intende solitamente un dolore – o problema fisico – di lieve entità (causato da affaticamento, microcontrattura, ecc.) o il leggero riacutizzarsi di un precedente infortunio (poco probabile nel caso in oggetto, dato che, fino al giorno prima, Matrix sgambettava felice sul campo con la mascherina). Quanto al retto femorale, trattasi di un robusto muscolo situato nella parte anteriore della coscia (uno dei 4 capi del quadricipite).

Strano, dunque, che si moltiplichino le voci secondo cui, in seguito a un non meglio precisato “risentimento”, Matrix debba stare fermo per 8-10 giorni e saltare anche l’incontro di Tim Cup contro la Roma di mercoledì 21 (il 28° ufficiale della stagione, appunto). Lo affermano, tra l’altro, Sky Sport 24 e l’amico giornalista Andrea Elefante, che sulla “Gazzetta dello Sport” parla di  “stop anti-rischi”, di un “risentimento al retto femorale della coscia sinistra da riverificare la prossima settimana”, di “ un muscolo molto delicato” (che dire allora del soleo o del gracilis…), motivando l’assenza di Matrix nei prossimi due incontri con il rischio di ripetere il lungo stop di Jimenez (!!!???). Peccato che quest’ultimo si fosse procurato uno “stiramento mio-tendineo nella zona distale del retto femorale della gamba sinistra”; in parole semplici, lo stiramento della parte inferiore del muscolo retto femorale e del tendine con il quale esso, unitamente agli altri 3 capi del quadricipite, si inserisce a livello di rotula e tuberosità della tibia. Un infortunio muscolo-tendineo molto delicato, dunque. Ben altro che un “risentimento”!

Alla luce di tutto questo, 4 martellanti interrogativi agitano ora le notti dei tifosi nerazzurri: 1) Non appare singolare che un “risentimento” accusato il venerdì mattina richieda “ulteriori indagini strumentali” nel corso della settimana seguente ? 2) Abituato com’è Matrix ai fulminei accertamenti nella notte a Pavia con successivi interventi chirurgici e dimissioni-lampo, “la prossima settimana” non suona forse come un tempo da Servizio Sanitario Nazionale (ricordate quando ci si recava alle vecchie USL per far timbrare l’impegnativa del “medico della mutua”?) Di colpo Materazzi è diventato così poco importante per l’Inter? 3) “Materazzi non si è allenato”. Come mai neppure una seduta differenziata, come si usa in questi casi? Magari tenendo desta la potenza aerobica con il prodigioso spinning del Prof. Bisciotti (30-40’ del quale, assicura il Prof. Giorgio Rondelli, varrebbero come 2 h 30’ su bici da corsa)? 4) Perché si dà già Materazzi per irrecuperabile in vista di Inter-Roma? Proprio lui, il leone dei recuperi, che dopo lo stiramento di 1° grado al muscolo semimembranoso (ben più delicato del retto femorale) alla coscia destra rimediato in Champions League contro il Werder Brema il 1 ottobre, l’ 8 ottobre già palleggiava e correva ? Il “Guerriero” non smette di fornirci spunti di discussione a go go.

Stavolta, l’elefante nella cristalleria è il canale tematico nerazzurro, che sempre nel pomeriggio di venerdì 16, in” Zona Mista”, mostra delle immagini di Matrix mascherato in porta. “Queste sono immagini che si riferiscono alla giornata di ieri (15 gennaio 09, ndr.) con mascherina Materazzi”, annuncia Roberto Scarpini. Non me ne voglia il buon Roberto, sono ben lungi dall’avercela con lui, ma quelle immagini Inter Channel le aveva già mandate in onda il 17 dicembre scorso (infatti, mostrano Materazzi ancora con la mascherina nera, non con quella tricolore che indossa dai primi di gennaio). Quelle viste in precedenza durante la trasmissione, in cui il centrale nerazzurro esibisce trionfante il “buco” del suo marziano intervento chirurgico allo zigomo (ahimè, prossimo a un basettone di più giorni), risalgono addirittura al 12 dicembre. Perché tutte queste maldestre “peripezie”? E perché il canale tematico nerazzurro ieri ha mostrato quei vecchi allenamenti al posto delle immagini di giornata?

Tante stranezze che mi inducono ancora una volta a dubitare della versione ufficiale dei fatti. Prima fra tutte, quel “giustificare”  in anticipo l’esclusione di Matrix da Inter-Roma di mercoledì prossimo, incontro di TIM Cup che, secondo la logica del turnover, avrebbe dovuto vederlo in campo.

Si tratterà davvero di un risentimento muscolare, rimediato, chissà, nell’ennesimo scontro di gioco, o piuttosto di un “risentimento” di ben altro genere, rimediato in uno scontro con Mourinho? O peggio, in seguito ad uno scontro di Matrix con se stesso?

E se invece avessero ragione i tanti che sostengono che il n° 23 nerazzurro sia ormai “sempre rotto”, al punto di essere KO per un risentimento? Quanti nodi da sciogliere!

I fatti dicono che Materazzi non scende in campo dal 9 dicembre. Altro che il dopo Budapest, durante il quale, nel mio pezzo “Il Ritorno del Guerriero”, l’avevo visto così scattante e in forma. Persuasa di vederci bene, ho notato che dall’uscita del mio post “Perché non credo più alla sindrome compartimentale di Materazzi” (24.11.08), Matrix ha giocato due partite soltanto. Dalla pubblicazione di “Materazzi, operazione eroe” (15.12.08) , l’atleta mascherato non è più stato schierato.  Che Mourinho non ami il Carnevale?

E dire che, nei pochi incontri disputati, Materazzi mi è sempre parso all’altezza della situazione, sia dal punto di vista fisico, sia da quello tattico.  Cosa non funziona, allora?

A regalarci un’interessante immagine di giornata ci pensa Sky Sport 24 di venerdì, che mostra Materazzi in macchina all’uscita dal Centro Sportivo Angelo Moratti: “Il viso con cui esce dalla Pinetina dice tutto”, commenta l’autrice del servizio Daria Nicoli. Incazzato nero, con gli occhi che lanciano fulmini, firma un paio di autografi senza neanche guardare in faccia i tifosi e sgomma. Una cosa è certa: l’aria di uno che si è visto offrire 5,5 milioni di Euro proprio non ce l’ha. Più che infortunato, si direbbe in rotta con il Mondo intero. Chissà, forse anche con se stesso. “Sul campo, di fermarsi Materazzi non ne aveva proprio voglia”, commenta – non a caso – la Nicoli. Oggi intanto, Matrix ha goduto di un giorno di riposo da dedicare alla famiglia.

Ora, in attesa degli sviluppi, mi sento di dover lanciare un accorato appello allo staff sanitario nerazzurro a nome di tutti i tifosi in ansia: per pietà, la settimana prossima fate tutto e poi ancora tutto, ma risparmiateci la notizia-choc di un intervento chirurgico al retto femorale della coscia sinistra di Matrix. Temeremmo per quel mitico tatuaggio della Coppa del Mondo…

(Continuano…)

Posted in "CASO" MATERAZZI, Inter | Contrassegnato da tag: , , , , , | 21 Comments »

L’Inter legge “Calcio e Parole”

Posted by ladycalcio su lunedì, gennaio 5, 2009

L’Inter riprende ad allenarsi in quel di Appiano Gentile dopo la sosta natalizia. Sosta totale? Si sarà chiesto qualcuno. “Si fa sempre qualcosa, anche perché il corpo te lo chiede”, racconta Ivan Cordoba su Inter Channel dopo il primo giorno di ritiro. Poi, un accenno ai programmi d’allenamento specifici a mo’ di compiti per le vacanze, dai quali Mourinho sembrava aver esentato i suoi uomini.

Non pensate più al calcio, ma all’amore, aveva consigliato loro dopo Siena-Inter. Chi invece avesse trascorso il fine anno litigando con la moglie (un “classico” coniugale, a quanto mi dicono), può ora sorridere al provvidenziale stacco dalla consorte e dai capricci dei bambini.

Sorride anche Ladycalcio, gratificata dall’essere letta attentamente dall’Inter. In “risposta” al mio post “L’email censuratami da Inter Channel”, nella prima “Zona Mista” del 2009 il canale tematico nerazzurro fa reiteratamente rimarcare che le email indirizzate dagli abbonati alla trasmissione vengono sempre lette, a meno di rarissime eccezioni: “È difficile … che se l’email non era intrinsecamente piena di parolacce o di altre cose…” butta lì Edoardo Caldara esortando a scrivere più volte: “Insistere, insistere, nella vita sempre insistere!” Leggete l’email censurata, trasferita dalla mia casella di posta elettronica a questo blog con il “copia e incolla”: correttissima (ma scomodissima) – e inviata per ben tre volte.

In studio si “litiga” anche con un’email in dialetto milanese. Si storpia “Vosa no!” (pron. “vusa no”, non gridare, ndr.) in ”vüsa no”, in nome del “milanese con la ‘ü’ come si pronunciava una volta”, “di questa “ü” lombarda” e di “’vüsare’, voce del verbo urlare a Milano”. Peccato che il verbo sia “vosà” (pron. vusà), pronunciato con la “u” semplice. Il giorno dopo è la volta di “Ofelé fa el to mesté ”  (“Ofellaio, fai il tuo mestiere”, che si pronuncia “ufelé” e non”, come fatto in studio, ofelé, ndr.), detto lombardo che invita a non uscire dal seminato delle proprie competenze, per non fare, come si dice sotto la Madonnina, la figura del “Milanes de Biella” (Milanese di Biella)…

Cordoba, dicevo all’inizio. Nell’email censuratami avevo deplorato come in occasione della presentazione del decoder My Sky HD avesse girato la faccia ai microfoni in diretta TV. Venerdì, puntualmente, Caffè Colombia fa capolino per pochi minuti a “Zona Mista”, trasmissione da studio solitamente senza calciatori ospiti: tranquillo e disponibile. Tuttavia, l’inquadratura a mezzo busto mi precipita in un dubbio amletico: cosa avrà avuto ai piedi questa volta? Le scarpe o le ciabatte con i calzini bianchi?

Matrix , dal canto suo, non ha ancora gettato la maschera. L’ha soltanto cambiata. Ora nasconde la faccia dietro una mascherina tricolore che vuoi per la nebbia, vuoi perché vedo oltre la maschera fin nei suoi occhi spauriti, più che di presidio ortopedico mi sa di carnevale anticipato. Qualcosa mi dice che non la scamperemo di vederlo in campo almeno una volta combinato così. Da parte mia sono sempre seduta sul divano, non mi stacco da quel film già visto che mi diverte un mondo. Giocherà forse così nell’incontro di TIM Cup contro il Genoa del 13 gennaio prossimo? (No, è squalificato…)

Povero Mourinho, cosa deve sopportare. Lui, lo Special One, inflessibile nella disciplina… Pensate se lo sapessero gli inglesi. Chissà se ad un campione del Liverpool o del Manchester United da operare allo zigomo risparmierebbero la rasatura del basettone… Se sì, Benitez e Ferguson acconsentirebbero poi ad esibirlo davanti alle telecamere e sul campo con lo Union Jack sul volto? In vista del prossimo incontro di Champions League fra Inter e ManU, chiederò un parere ai colleghi inglesi…

Sempre a beneficio dei lettori di “Calcio e Parole”, nella trasmissione di domenica si ostenta che “Materazzi porta la mascherina per proteggersi dai danni riportati nell’ultima partita”, che “Materazzi è abituato ai colpi, ha rischiato anche grosso nella sua carriera, quindi sa benissimo cos’è il dolore… “(no comment) e che in “quell’infortunio in Nazionale” “veramente ha rischiato l’uso della gamba, ma anche lì è stato molto bravo a rispondere alle sollecitazioni del tempo (…)”… Meglio risparmiarsi ogni commento.

A proposito di mascherate, nel notiziario delle 19.30 di venerdì si afferma che Adriano “è stato sottoposto a delle visite di controllo dopo l’infortunio muscolare che l’ha bloccato a fine dicembre”. Peccato che a quell’ora, il brasiliano ritardatario cronico non fosse ancora atterrato… L’Imperatore sarebbe giunto a Malpensa in serata, quando tutti gli altri sudamericani (a parte Maicon, in permesso) erano arrivati puntuali alle 11.00.

Diatribe a parte, il coverage di Inter Channel sulla preparazione della squadra è più che soddisfacente: sabato, la diretta dal campo d’allenamento di Appiano si conclude con le immagini dei giocatori impegnati nello stretching di fine seduta. Provvidenziale il consiglio agli sportivi più sprovveduti – quelli che credono di poter affrontare lo sci e il calcetto senza preparazione né riscaldamento/defaticamento – ad imitarli. I campioni si trattengono sui tappetini stesi sull’erba gelata per un paio di minuti soltanto (Mourinho non è un pirla) a beneficio delle telecamere. I loro corpi, reduci da un allenamento al freddo di 90 minuti, “fumano” vistosamente. Se posso aggiungere un consiglio personale, l’allungamento defaticante fatelo al coperto, se non volete che un bel colpo della strega – o qualche infortunio suo parente – vi mandi in fumo anche il lavoro svolto…

Posted in "CASO" MATERAZZI, Inter, Media | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , | 18 Comments »

L’EMAIL CENSURATAMI DA INTER CHANNEL

Posted by ladycalcio su sabato, dicembre 13, 2008

Ci risiamo, anche se ormai non mi scompongo più. Del resto, dopo avermi lanciata, la CENSURA è diventata il mio cavallo di battaglia.
Di una cosa mi meraviglio: non hanno ancora imparato a conoscermi.
Il risultato è che questa mia email, più volte inviata alla  trasmissione Inter Chat e ripetutamente censurata da Inter Channel, ora è sotto gli occhi di tutti.
Secondo voi: cosa c’era da nascondere, se non la verità?
—– Original Message —–
From: Monica Morandi
To: interchannel@inter.it
Sent: Thursday, December 11, 2008 2:53 PM
Subject: Fw: INTER CHAT

Ciao a tutti,

Sono molto meravigliata che questa mia email di critica costruttiva, seppur pungente, sia stata “censurata”. Non ne comprendo il motivo, data l’assenza, in essa, di termini triviali o di concetti comunque censurabili.

Comprendo che, nella vostra posizione,  leggerla possa forse causare un po’ d’imbarazzo, ma credevo che giornalisti spigliati e qualificati come voi fossero perfettamente in grado di gestirla. Mi sbaglio?

Conto dunque che Inter Chat non si limiti alla lettura dei complimenti al mister o al vostro staff, ma che sia all’altezza di messaggi più “tosti”, ma non per questo da censurare in stile “Tele Kabul”.

Grazie,

Monica

—– Original Message —–
From: Monica Morandi
To: interchannel@inter.it
Sent: Sunday, December 07, 2008 6:17 PM
Subject: Fw: INTER CHAT RICEVITORE HD
—– Original Message —–
From: Monica Morandi
To: interchannel@inter.it
Sent: Thursday, December 04, 2008 3:47 PM
Subject: INTER CHAT RICEVITORE HD

Cari Roberto & Co.,

Sono rimasta sorpresa di come certi nostri giocatori si sono presentati e comportati in occasione della conferenza stampa di presentazione del nuovo decoder my Sky HD.

Tanto per cominciare, non comprendo come taluni possano essersi presentati a un evento ufficiale con il berretto di lana, le ciabatte e i calzini bianchi ai piedi. Si trattava dei professionisti di FC Internazionale o dei vecchietti dell’ospizio?

Ingiustificabile mi sembra inoltre l’atteggiamento di chi, come Ivan Ramiro Cordoba, si è rifiutato di dire una sola parola al collega che presentava l’evento. Come può una Società che si rispetti permettere ai suoi professionisti di comportarsi in un modo così maleducato, che a mio avviso denota una totale mancanza di rispetto per il lavoro altrui?

Fare quelli “che prendono il decoder e vanno”: era questo lo spirito di alcuni dei nostri? Non di tutti, per fortuna: qui si vedono le persone corrette, come ad esempio Zanetti e Toldo.

A chi competerebbe organizzare il programma della squadra  in modo da farla comparire non come si è vista, bensì con la divisa di rappresentanza (come ho sempre visto fare dai club che si rispettino)?

Mi spiace dover ammettere che il Milan, in questo genere di situazioni, è molto più corretto e meglio organizzato.

Non esistono delle regole societarie per evitare che i giocatori girino la faccia ai microfoni in diretta credendosi dei “padreterni”?

So che nella vostra posizione siete tenuti a “fare i pompieri”, ma siamo onesti: non sarebbe ora di insegnare l’educazione a certi “signori” – scritto fra virgolette?

Un saluto da

Monica

Posted in Media | Contrassegnato da tag: , , , , , , | 16 Comments »

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: