CALCIO E PAROLE

By "Ladycalcio". Il blog più censurato e più temuto dagli addetti ai lavori

Posts Tagged ‘Inter-Catania 3-1’

INTER-CATANIA: PROVA GENERALE… PER LE VACANZE

Posted by ladycalcio su lunedì, Maggio 23, 2011

Era stata annunciata come la prova generale per la finale di Tim Cup, come una partita importante, come il collaudo della  formazione da schierare contro il Palermo.

In realtà, chi ha chiamato Inter-Catania “l’ultimo giorno di scuola”, ha fatto alle due squadre un generoso complimento. La settimana antecedente il big match :mrgreen: era iniziata con i due giorni e mezzo di riposo concessi ai giocatori dell’Inter dopo la camminata in pantofole sul campo del S. Paolo, finendo senza neppure il ritiro pre-partita. Oggi,  gli esausti eroi del campionato perduto sono rimasti nuovamente fra le quattro mura domestiche con i pargoli sulle ginocchia. Gli stessi che si sono portati in campo ieri sera in luogo del 19° Scudo alla stregua di balie. Una rilassatezza davvero brutta a vedersi.

Meglio la spiaggia

Stadio tutt’altro che colmo. Tra l’Asilo Mariuccia, il caldo e l’astrusa formazione in campo, ha deciso bene chi, anziché farsi abbindolare dagli specchietti per le allodole del pre-partita, ha deciso di andare al mare.  O quello che si è visto ieri sarebbe un collaudo?

Già gravato dalle assenze forzate dell’ultima ora (Julio Cesar e Cambiasso), da infortuni vari (Sneijder, Cordoba, ecc), dalle incognite legate ai titolari rientranti (vedi Stankovic) e dai relativi rimaneggiamenti di modulo e di ruoli, lo schieramento dell’Inter mi è sembrato un rompete le righe o, se preferite, un divertente (si fa per dire) gioco a nascondino.

Come motivare, ad esempio,  la staffetta Eto-Milito? Un avvicendamento apparentemente assurdo, che ha avuto un duplice negativo effetto: negare all’attaccante camerunense l’opportunità di battere il record di Meazza e Angelillo (38 reti fra campionato e coppe) e  confermare l’attuale nullità di Milito.

Catania, dov’eri? Se lo domanda Andrea Elefante sulla Gazzetta dello Sport di oggi, definendo il Catania stesso  “impalpabile, rinunciatario e sotto ritmo”, facendo eco alle parole di ieri di  Fabio Caressa (Sky):  “Il Catania di oggi è poco più di uno sparring partner”.

Il contentino annunciato a Materazzi

Secondo le informazioni di Ladycalcio, che con gli ultimi post sta mettendo il Ticino a serio rischio di tsunami :mrgreen: , la presenza di Matrix in campo è caparbiamente caldeggiata … dall’alto. Povero Leonardo! Per ritagliare un posticino al pupillo di papà Moratti, , arriva a schierare … Lucio centrocampista 😀 .  Marco continua a sembrarmi inguardabile e non posso credere che Leo, al di là delle dichiarazioni ufficiali, non si accorga che è l’ombra del giocatore che è stato. Non a caso, è tornato a utilizzarlo solo a giochi fatti, nelle partite dall’esito “annunciato”. Che non contano più nulla.

Sarà un caso, ma quando entra Materazzi, dopo soli 10’ segna il Catania.È totalmente un altro Catania” esclama Fabio Caressa al 16’, quando Matrix fa da spettatore ravvicinato a un pericoloso cross di Gomez per Bergessi. È stato Matrix a risuscitare la squadra siciliana? Chissà…  Al 20’, l’eroe di Berlino  sta a guardare una pericolosa azione di Ricchiuti. Poco dopo, sta a guardare Ledesma che segna il 3-1. Su Sky, Beppe Bergomi rimprovera la difesa nerazzurra, salita troppo su una 2^ palla da corner, che soccombe all’incursione da dietro.

Al 23’, dopo aver mancato un traversone di testa, “il nostro” si butta in area e reclama un rigore. Bergomi: “Si lascia andare. È lui che è davanti col braccio che lo tiene lontano, poi cade per terra.  Al 32’, Samuel, reduce da sei mesi di calvario,  sventa su Gomez in scivolata, lasciando indietro Matrix nella corsa 😯 . 34’: Materazzi si esibisce in una splendida chiusura direttamente in fallo laterale. Al 36’, guarda Chivu che libera su Gomez.

Note positive

Sono molto legate ai neoacquisti e ai ritorni: la velocità e la determinazione di Nagatomo, azzeccato innesto nella difesa nerazzurra; Walter Samuel, gradito ritorno già in grado di dimostrare il suo prezioso apporto;  i preziosi goal di Giampaolo Pazzini… last but not least, Leonardo, che con 12 vittorie interne di seguito, eguaglia i predecessori Cappelli e Invernizzi.

In vista della Coppa

In virtù della schiacciante superiorità dell’organico, ritengo “annunciato” il successo dell’Inter domenica prossima a Roma. Il pericolo maggiore – ritrovarsi come avversario il Milan – è ormai scampato.

Posted in Inter | Contrassegnato da tag: , , , | 14 Comments »

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: