CALCIO E PAROLE

By "Ladycalcio". Il blog più censurato e più temuto dagli addetti ai lavori

Posts Tagged ‘Calcio e parole’

SE NE VA ANCHE ANGELILLO

Posted by ladycalcio su domenica, gennaio 7, 2018

Il 2018 si è già portato via un grande del passato: Antonio Valentin Angelillo, goleador di Inter, Roma e Milan e recordman di goal segnati nella Serie A a 18 squadre (con 33 reti).

L'”angelo dalla faccia sporca” se n’era andato il 5 gennaio all’età di 80 anni, ma la famiglia aveva mantenuto riservata la notizia del suo decesso.

Sul sito di gazzetta.it potrete ammirare alcuni dei suoi goal più belli:

http://bit.ly/2D6O2Ot

Ciao campione!

Annunci

Posted in Calcio italiano, Inter, Milan, Roma | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

BUON 2018!

Posted by ladycalcio su domenica, dicembre 31, 2017

Cari lettori,

Si conclude un altro anno. Per Calcio e Parole non è stato un anno qualunque: è stato l’anno del decennale.

https://calcioparole.wordpress.com/2017/07/01/dieci-anni/

Il tempo passa e questo blog vi tiene compagnia già da dieci anni!

Un bel traguardo, ma Ladycalcio vuole andare oltre. Sempre con il suo spirito sferzante e con l’intento di offrirvi “parole sul calcio” diverse da quelle che trovate sugli altri siti e blog.

Rinnovo il mio grazie ai lettori che mi hanno seguita sin dall’inizio, dai tempi della censura subita sul sito di Fulvio Collovati dopo la “vittoria” del Milan nella Finale di Champions League di Atene 2007.

https://calcioparole.wordpress.com/la-vergogna-della-censura/

Per chi capita su questo blog per la prima volta, è invece l’occasione per conoscermi, e spero, di apprezzare quanto ci avessi visto bene due lustri fa.

http://bit.ly/1vEgjQk

http://bit.ly/1xvwRx7

http://bit.ly/2jdxfjL

Tornando al presente, ci aspetta il primo Mondiale senza l’Italia dopo 60 anni http://bit.ly/2AKrpxJ , nonostante il quale, ne sono certa, non mancheranno i contenuti interessanti da commentare e vivere insieme.

Nell’attesa, grazie di cuore a tutti, con i migliori auguri di uno splendido 2018.

Vostra Ladycalcio

Posted in Calcio italiano | Contrassegnato da tag: , , , , , , | 11 Comments »

SPALLETTI DA INTER BELLS AL CAMPANELLO D’ALLARME

Posted by ladycalcio su giovedì, dicembre 28, 2017

“Inter Bells, Inter Bells, nerazzurri alé”…

Il coro di tintinnanti campanelli natalizi prima di Inter-Udinese si è trasformato in un campanello d’allarme. Con la sconfitta di questa sera nel derby di Coppa Italia, la squadra di Spalletti ha infilato la terza sconfitta consecutiva (dopo Udinese e Sassuolo), che fa temere l’ennesimo crollo dei nerazzurri al termine del girone d’andata.

In più, come volevasi dimostrare, tutto d’improvviso gira storto http://bit.ly/2Cdv62k

“Quello che mi preoccupa è che si pensi di avere dei problemi” 🙂 , ha affermato il mister nella conferenza stampa del postpartita.

Posted in Calcio italiano | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

DERBY D’ITALIA: PAREGGIO NELLA NOTTE DI SAN SIRO

Posted by ladycalcio su sabato, dicembre 9, 2017

JUVE-INTER 0-0.

OGGI, 9 DICEMBRE, È SAN SIRO 🙂

 

I post più recenti sulla Juventus:

https://calcioparole.wordpress.com/2017/06/05/juve-batosta-galattica/
https://calcioparole.wordpress.com/2017/02/11/juve-inter-siamo-daccapo/
https://calcioparole.wordpress.com/2016/09/19/derby-ditalia-nerazzurro-per-i-90-anni-di-san-siro/
https://calcioparole.wordpress.com/2016/03/17/bayern-juve-4-2-su-zdf-in-barba-alloscuramento-di-mediaset/
https://calcioparole.wordpress.com/2016/03/06/pensierino-della-sera-sulla-juve-i-rigori-carrizo-e-handanovic/

Posted in Calcio italiano | Contrassegnato da tag: , , , | 3 Comments »

È UN MILAN DA CIRCO QUAGLIARULO

Posted by ladycalcio su lunedì, dicembre 4, 2017

Se la regia di Benevento-Milan fosse stata affidata al Circo Quagliarulo, non avrebbe potuto essere più clownesca.

Ma quando il destino ci si mette, non c’è trama costruita che tenga, meno che mai quando con il destino si è in debito. L’esordio di “Ringhio” Gattuso sulla panca rossonera fa gridare “clamoroso al Vigorito!”: il Benevento Calcio conquista il suo primo punto in Serie A all’ultimo minuto di recupero (95’), grazie al 2-2 di testa dell’estremo difensore Brignoli.

Non con l’inzuccata sapiente del goleador, ma con il tuffo d’istinto di un semisconosciuto portiere che ha ammesso: “Sono andato a saltare e ho chiuso gli occhi”. Non per nulla gli antichi la chiamavano Maleventum, terra di streghe e di magia (su quanto siano rare le reti dei portieri non su calcio piazzato vi consiglio questo post http://bit.ly/2jdTtCj )

“Era meglio una coltellata di questo goal”, confessa Ringhio a Sky.

Il copione rocambolesco si completa con il rosso a Romagnoli, la giornataccia rossonera con il Diavolo che finisce a -18 dall’Inter capolista, vittoriosa per 5-0 sul Chievo. Dalla seconda campagna acquisti più ricca della storia ci si sarebbe aspettati qualcosina in più.

Via Montella, ora gli improvvisati di casa Milan sono tre: l’AD Fassone (ex-DS dei cugini; per intenderci, quello del mancato scambio Guarin-Vucinic al ristorante I Quattro Mori 🙂 ), il DS Massimiliano Mirabelli (ex-osservatore nerazzurro) e il povero Gattuso, che rischia di bruciarsi su una panca bollente.

Questo il curriculum del tecnico chiamato a rilanciare il Milan:

Palermo (esonerato dopo 6 giornate), OFI Creta, Grecia (dimissionario dopo 7 giornate, reintegrato dopo un giorno, al capolinea dopo due mesi), Pisa, Lega Pro (dimissionario dopo meno di un anno, ritorna a un mese di distanza ma lascia la panchina a fine stagione), Milan Primavera (dal luglio 2017).

Ma che più preoccupa i milanisti è il guazzabuglio societario, Yonghong Li in testa. Un’autorevole inchiesta del New York Times sul padrone cinese del Milan – ripresa dalla Gazzetta dello Sport  http://bit.ly/2ioPylS – nega che Li sia una figura di spicco nel settore minerario, e addirittura, che sia il proprietario della “più grande miniera di fosforo cinese” indicata come il suo massimo asset. Questa apparterrebbe alla società Guangdong Lion Asset Management, che ha cambiato quattro proprietari in due anni.

Per un attimo, voltiamoci indietro di 10 stagioni e ritorniamo al “grande Milan” berlusconiano “più forte dell’invidia, più forte dell’ingiustizia e più forte della sfortuna”.

Questo blog l’aveva visto alla frutta già prima della notte di Istanbul 2007 http://bit.ly/1vEgjQk con buona pace del censuratore Collovati http://bit.ly/1DAV3m0   http://bit.ly/1xvwRx7

Bocche cucite sui media, mentre Ladycalcio, fra le nebbie del passato e del futuro, intravede il fantasma di Giussy Farina: e se all’orizzonte si profilasse la terza retrocessione?

Chi vivrà vedrà, ma intanto, il destino che Pippo Inzaghi aveva forzato con un “colpo di mano” nella finale di Atene 2007 si vendica prendendo a calci i rossoneri, se è vero che l’unico Milan vincente è l’interista Skriniar 🙂 .

E a commentare il disastro tocca all’opinionista Massimo Ambrosini, quello de “Lo scudetto mettilo nel…”

Posted in Calcio italiano, Media, Milan | Contrassegnato da tag: , , , , | 7 Comments »

ITALIA: NIENTE MONDIALE DOPO 60 ANNI!

Posted by ladycalcio su martedì, novembre 14, 2017

A Sky, dopo la disastrosa andata, si era detto sicuro di poter rimontare l’1-0. Come, l’avremmo visto tutti. Il ct Azzurro Ventura avrebbe fatto meglio a tacere, e soprattutto, a dimettersi subito dopo l’incontro di ieri sera http://bit.ly/2yVtHwp  .

Per la prima volta dopo 60 anni (non accadeva dal 1958), e per la seconda nella sua storia, l’Italia resta a casa da un Mondiale, con il ct che all’aeroporto di Bari si defila da una porta secondaria http://bit.ly/2zGwAhT

L’emblema della disfatta è la disperata intervista su Rai1 a Buffon in lacrime, che anziché coronare la carriera con la partecipazione al suo 6° Mondiale, è costretto a chiuderla in una delle serate più amare del calcio italiano. Accadde qualcosa del genere anche a  Dino Zoff, sempre contro la Svezia, durante le qualificazioni a Euro ’84 (2-0 a Göteborg il 29 5 83).

La clamorosa esclusione degli Azzurri fa passare in secondo piano un’altra pessima prestazione: quella dell’arbitro Lahoz – guardacaso, spagnolo! -, che negando all’Italia l’ennesimo sacrosanto calcio di rigore ha falsato e completamente cambiato il corso della partita.

Posted in Calcio italiano, Nazionale Azzurra, PALLONI SGONFIATI | Contrassegnato da tag: , , , , , | 2 Comments »

VENTURA PROSSIMO ALL’ESONERO

Posted by ladycalcio su sabato, novembre 11, 2017

La partita di lunedì a San Siro sarà probabilmente la sua ultima sulla panchina dell’Italia. Dopo la sconfitta di ieri contro la Svezia, gli Azzurri sono già con un piede fuori dalle qualificazioni per i Mondiali 2018, anche se il tecnico genovese ha dichiarato di essere convinto di poter ribaltare l’1-0 subito a Solna. http://bit.ly/2iPy3KX

L’Italia non ha un gioco e urge un rimedio d’urto per non perdere l’aereo per la Russia.

Come se non bastasse, Ventura ci ha messo ulteriormente del suo nelle dichiarazioni a caldo del postpartita, prendendosela con l’arbitro. Un cambio di allenatore fra i  due  incontri non sarebbe tecnicamente opportuno, ma aspettiamoci il ribaltone già da lunedì sera…

Posted in Calcio italiano | Contrassegnato da tag: , , , , | 7 Comments »

SARRI E LE 11 TESTE DI C… CONTRO IL CITY

Posted by ladycalcio su mercoledì, ottobre 18, 2017

Durante Inter-Napoli di Coppa Italia del gennaio 2016 aveva offeso gratuitamente Roberto Mancini chiamandolo “frocio” http://bit.ly/2yqG56N, cavandosela con due sole giornate di squalifica.

Ma l’allenatore del Napoli Maurizio Sarri si dimostra ancora una volta incorreggibile, come dimostra la sparata durante la conferenza stampa (!) prima di Napoli-Manchester City: “…e poi mi piacerebbe vedere 11 facce di ca**o che hanno la convinzione di poter palleggiare sul viso al Manchester City”.

http://bit.ly/2iknLFG

Se il tecnico partenopeo proprio non era in grado di trovare dei sinonimi per motivare i suoi ragazzi – tipo “uomini con gli attributi”, “con le palle”, ecc – avrebbe almeno potuto – dovuto – esternare la colorita esortazione fra le quattro mura degli spogliatoi, fra le quali nessuno – pare – si scandalizza più di nulla.

Sarri ha invece offeso in pubblico i suoi giocatori, gli avversari e tutti coloro che, in sala o da casa, seguivano la sua conferenza stampa. Perché fino a prova contraria, nessuno deve essere costretto a subire il suo turpiloquo.

Come definirlo? Imbarazzante come il gioco del suo Napoli, graziato dalla disfatta casalinga contro gli inglesi da due calci di rigore, dall’arbitro Lahoz e dalla dea bendata.

 

Posted in Calcio italiano | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

ICARDI-MILAN 3-2

Posted by ladycalcio su lunedì, ottobre 16, 2017

L’ultima tripletta nerazzurra nel derby era stata di Milito, nel 2012.

Stavolta, a portarsi a casa il pallone è Maurito Icardi, che toglie le castagne dal fuoco a un’Inter ad intermittenza che, a dispetto del risultato entusiasmante, non ha ancora risolto i suoi problemi di gioco.

Derby esaltante nella trama e nei capovolgimenti di fronte, molto meno sul piano degli schemi e del gioco di squadra. Al di là dell’esaltazione e degli ennesimi tre punti strappati in extremis, in casa nerazzurra permangono i soliti problemi: i troppi errori individuali (soprattutto in fase di interdizione) la mancanza di idee e di gioco in alcune fasi della partita e la dipendenza assoluta da Icardi in attacco.

Il Milan gioca quasi solo sulla sinistra – quasi come se la fascia destra del campo non esistesse – e l’interrogativo unanime è quali siano, sul piano del gioco e delle individualità, i risultati della faraonica campagna acquisti della scorsa estate. La situazione dei rossoneri, che navigano fuori dalla zona Champions, si fa preoccupante per i tifosi e pressante per la Dirigenza, anche se a Sky l’AD Fassone prende tempo facendo notare che siamo solo “al 20 per cento del campionato”. Un campionato di livello sempre più basso, se il gioco delle “grandi” è questo (sul declino del Milan leggi anche: “Milan Campione d’Europa 2007: fu vera gloria?” http://bit.ly/1vEgjQk )

La chiave della partita è l’abilità dell’Inter di andare in goal nei momenti in cui il Milan gioca meglio ed è più pericoloso, la forza dei nerazzurri è l’individualità dello sfolgorante Maurito Icardi. Ma attenzione: al di là dei discorsi filosofici  http://bit.ly/2rLTbZQ, la squadra di Spalletti è tecnicamente e tatticamente insufficiente.

Il calcio è strano: esistono periodi in cui tutto ti va bene, in cui bene o male il pallone entra sempre, in cui a fine partita arriva il calcio di rigore che ti salva: questo è il periodo che attraversa attualmente l’Inter.

Ma basta voltarsi indietro di pochi mesi per ricordarsi che esistono altri momenti in cui la sfera finisce regolarmente sul palo o sulla traversa, in cui il portiere avversario gioca la partita della sua vita, in cui ti negano il goal validissimo e il rigore sacrosanto, in cui nessun Rodriguez ti regala un tiro dagli undici metri a favore a secondo tempo scaduto. Oppure, in cui l’arbitro, non se la sente di fischiarlo.

Occhio, Inter, il vento in poppa fa in fretta a girare di prua.

 

Posted in Calcio italiano | Contrassegnato da tag: , , , , , , , | 2 Comments »

L’ULTIMO LUNEDì DI BISCARDI

Posted by ladycalcio su martedì, ottobre 10, 2017

Il funerale ha avuto luogo di lunedì http://bit.ly/2hYVl47 , il giorno del suo “Processo” andato in onda per 36 edizioni: pirotecnico, plateale, turbolento, nazionalpopolare e colorito fino all’inguardabile http://bit.ly/2yakOvg

L’immagine che più mi è rimasta impressa di Aldo Biscardi è il primo piano della sua faccia stravolta in apertura della trasmissione del 30 maggio 1984, immediatamente dopo che la Roma aveva perso la finale di Coppa Campioni ai rigori in casa (!) contro il Liverpool.

Sgrammaticato (a dispetto della laurea in giurisprudenza conseguita all’Università Federico II di Napoli), amante della gazzarra e con un sano tocco di ruffianeria, Biscardi faceva audience, incurante del soprannome “L’Osteria del Lunedì” affibbiato alla sua trasmissione: un italico cocktail fra “sgub” e sondaggi, Gianni Brera e il Moviolone, le analisi dei fatti di sangue e gli show clowneschi di Maurizio Mosca e Tiziano Crudeli, l’attacco in diretta del Berlusca e “Tira el balon bombero”.

Proprio dall’attacco di Berlusconi avrà inizio il progressivo declino della trasmissione, ribattezzata “Il Processo di Biscardi” dopo il divorzio dalla Rai, che migrerà su Tele +, Telemontecarlo, la 7 e tv  via via minori.

Il 2006 vede “Biscardone”sospeso per sei mesi dall’Ordine dei Giornalisti dopo alcune intercettazioni di colloqui telefonici dubbi con Luciano Moggi.

L’inventore del “calcio parlato”, che per una vita aveva caldeggiato la moviola in campo, se ne va poco dopo l’introduzione della VAR  http://bit.ly/2wMeVmR

Ai link seguenti, un suo ricordo:

La chiamata in diretta di Berlusconi: “Kakà rimane al Milan”  http://bit.ly/2xwHe8h

Il meglio di Biscardi da Blob http://bit.ly/2yCV11T

Aldo Biscardi il meglio http://bit.ly/2zdhUGw

L’ultima intervista alle Iene http://bit.ly/2ydYQtI

Servizio Rai sulla sua scomparsa http://bit.ly/2xvcUja

Ciao Aldo, ci mancherai!

Posted in Calcio italiano, Media | Contrassegnato da tag: , , , , | 5 Comments »

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: