CALCIO E PAROLE

By "Ladycalcio". Il blog più censurato e più temuto dagli addetti ai lavori

Posts Tagged ‘Bayern-Inter’

Il nuovo Nereo Rocco porta l’Inter in finale

Posted by ladycalcio su giovedì, aprile 29, 2010

Avrebbero anche potuto rimanere in 4 contro 11: l’impressione è che il Barça non avrebbe comunque più segnato. La partita di contenimento dell’Inter a Barcellona, dopo il 3-1 casalingo dell’andata, è stata un catenaccio perfetto. Poco spettacolare sotto il profilo del gioco (su Sky, Paolo Rossi l’ha definita “noiosa”), ha comunque permesso agli uomini di Mourinho di centrare in pieno l’obiettivo dichiarato: evitare la “remuntada” dei catalani e portare l’Inter in finale di Champions League dopo 38 anni.

Al copione del film nerazzurro ’09-’10 è mancato solo il solito goal dell’Inter in contropiede dopo aver fatto sfiatare invano l’avversario. Per il resto, la cronaca della partita al Camp Nou può riassumersi come un assedio di 90′ e oltre alla porta nerazzurra da parte degli uomini di Guardiola: un pressing disperato ma senza idee, prevedibile, mai in grado di impensierire seriamente la difesa interista. Ancora una volta, l’Inter non fa giocare. Il possesso palla degli spagnoli è schiacciante, ma le avanzate centrali delle punte blaugrana si infrangono contro le saracinesche Lucio e Samuel; i traversoni con i quali il Barça tenta senza successo di diversificare il gioco risultano imprecisi, così come le conclusioni, buttate lì alla carlona o sventate da un Cesar in serata di grazia. Il Barça non trova nemmeno un pertugio, Fabio Caressa (Sky) parla di “trincea” e di “Linea Maginot”.

Inutile dire che, senza nulla voler togliere all’Inter, l’attuale Barcellona non può più essere considerato uno squadrone. Semmai, una compagine vittima di un calo repentino: Ibra e Messi sono due ombre, i centrocampisti si dimostrano incapaci di cambiare gioco, gli attaccanti vengono regolarmente anticipati e inghiottiti nell’imbuto difensivo nerazzurro. E scusate se vi dico che non può essere unicamente merito della disposizione tattica di Mourinho, per intelligente e azzaccata che sia, né della sua indiscussa abilità nello studiare e  neutralizzare l’avversario….

La remuntada non riesce, e per di più, i catalani guastano l’atmosfera di sportività con il ricorso a mezzucci meschini, quali i rumori notturni sotto l’albergo dell’Inter e l'”occhiolino” di Busquets verso Motta, espulso per rosso diretto (prova televisiva alla mano, non si potrebbe almeno tentare un ricorso contro la squalifica per la finale?). Il Barcellona dei proclami e delle magliette perde la qualificazione e la faccia, l’Inter dimostra la conseguita maturità mantenendo la calma in una situazione divenuta esplosiva.
Dopo il fischio finale, per le strade di Milano impazzano i caroselli d’auto. I tifosi sentono di avere già vinto, Moratti battezza José Mourinhoil nuovo Herrera” 😯 e a sua volta, il mister, ripreso da tutti i mass media, proclama i suoi giocatori “santi”, pardon, “eroi” 😯   – e qui, caro Mou, mi sembra che si sia passata la misura….

FC Internazionale, letto regolarmente “Calcio e Parole”  😀 (e le relative lamentele) anche dopo la partenza della squadra per Firenze in treno, invita i tifosi a Malpensa per festeggiare il ritorno dei suoi prodi, che si immergono nel bagno di folla.
Il 22 maggio, a Madrid, sarà finale contro il Bayern Monaco di Van Gaal.

Posted in Inter | Contrassegnato da tag: , | 24 Comments »

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: