CALCIO E PAROLE

By "Ladycalcio". Il blog più censurato e più temuto dagli addetti ai lavori

INTER: UEFA EUROPA LEAGUE TITLE IS NOT FOR EVERYONE

Posted by ladycalcio su sabato, agosto 22, 2020

Una squadra nervosa, irriconoscibile, che non riesce a costruire il gioco. Un autogoal assurdo di Lukaku che infila Handanovic deviando in rete un pallone che stava andando sul fondo, senza il quale l’Inter avrebbe ancora potuto giocarsi la Finale di Europa League contro un Siviglia comunque superiore.

Come se non bastasse, nel postpartita arriva l’ennesima strascicata intervista di Antonio Conte a Sky, con chiari toni di addio e fantomatici accenni al coinvolgimento della vita privata e della famiglia nel rapporto ormai in frantumi con la Società: un dico e non dico, frasi buttate lì, allusioni che i tifosi non comprendono. *

Gli unici punti che si comprendono chiaramente sono che i motivi di dissidio sono molteplici e che Conte è ai saluti.

L’aspetto che più disgusta è che con la sconfitta viene fuori tutto il marcio in casa nerazzurra, nascosto per l’intera stagione dietro a proclami trionfalistici e parole di circostanza.

Sposo in pieno l’esortazione reiterata da Lele Adani su Sky: ora, una Società che si rispetti dovrebbe fare chiarezza sull’accaduto, perché i tifosi chiedono risposte. Temo che non accadrà.

Il gettonatissimo slogan “Not for Everyone” suona come un clamoroso boomerang, che oltre alla modestia, dovrebbe insegnare all’Inter che è assai difficile vincere senza essere squadra sul campo e a livello societario.

Il giovane Steven Zhang, redivivo dalla Cina, aveva messo la Società nelle mani degli “uomini di fiducia” di turno (Marotta e Ausilio?) tanto cari ai presidenti stranieri che si fanno i fatti propri in patria con il risultato di ritrovarsi poi davanti a disastri non più gestibili. Ora che il patatrac con l’allenatore è servito, oltre all’italiano Zhang junior pare non comprendere che rinunciare a Conte significa buttar via un anno di lavoro e dover ricominciare tutto daccapo.

Nel mio post dell’11 agosto scorso avevo già scritto che l’emergenza Covid ha notevolmente falsato gli esiti di tutte le competizioni calcistiche, dal clamoroso recupero dei nerazzurri sulla Juve in Campionato agli esiti finali dei tornei europei. Fra i quali, forse, anche la presenza dell’Inter nella Finale di Europa League, anche se le recenti prestazioni in ascesa degli uomini di Conte lasciavano sperare nel colpaccio.

Con tutto ciò, con Conte l’Inter sembrava molto cresciuta.

Il ruolo di un presidente che non voglia limitarsi ad essere un mero investitore travestito da tifoso sarebbe quello di sedersi a un tavolo e ricomporre la controversia facendo le giuste scelte. Magari rinunciando a qualche “Dirigente” non da Inter. Ciò che il ragazzo non farà.

A Milano circola insistente la voce che Allegri abbia già firmato per l’Inter. C’è davvero da stare….. Allegri!

 

Link:

Conte dopo la Finale a Sky

https://sport.sky.it/calcio/europa-league/2020/08/21/siviglia-inter-conte-futuro-news

 

Il proiettile e le minacce a Conte

https://www.ilmessaggero.it/sport/calcio/antonio_conte_minacce_proiettile_inter_lettera-4866583.html

 

https://calcioparole.wordpress.com/2020/08/11/la-strana-estate-di-una-strana-stagione/

 

 

2 Risposte a “INTER: UEFA EUROPA LEAGUE TITLE IS NOT FOR EVERYONE”

  1. Pia Nerazzurra said

    Ci avevo sperato tanto, sarebbe stato fantastico portare a casa una coppa a dieci anni dal Triplete

  2. Omar54 said

    Conte è un grande allenatore che non meritava un trattamento così.

Sorry, the comment form is closed at this time.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: