CALCIO E PAROLE

By "Ladycalcio". Il blog più censurato e più temuto dagli addetti ai lavori

L’INTER È TORNATA IN EUROPA (LEAGUE)

Posted by ladycalcio su mercoledì, dicembre 12, 2018

L’Inter è troppo piccola per la grande Europa, quella che conta.

La rincorreva da anni e l’occasione era ghiotta: il PSV in casa, a San Siro, non era certo irresistibile, tanto più che, in caso di vittoria, il pareggio del Tottenham al Camp Nou avrebbe dato via libera al passaggio del turno.

Invece, i nerazzurri si sono giocati tutto con uno svarione di Asamoah, che ha innescato il goal dell’1-0 di Lozano.

Ma al di là di questo, gli uomini di Spalletti sono apparsi regolarmente più lenti e in ritardo sui palloni, inconcludenti nei cross in attacco e in balia dei micidiali contropiedi avversari in difesa. Insomma, nettamente inferiori agli olandesi sul piano fisico.

All’Inter mancano uomini di riferimento al centrocampo in grado di rifornire adeguatamente Icardi. Salta all’occhio il divario tecnico fra personalità di indiscusso livello, come lo stesso Icardi e Skriniar, e i vari Asamoah e Candreva: una disparità che preclude la costruzione di un organico di livello europeo.

Resta l’attenuante di non aver potuto disporre di Vecino e Nainggolan, ma soprattutto, il rammarico di aver sprecato un’occasione attesa da anni.

Ma non tutto è da buttar via, anzi. La squadra è molto cresciuta sia negli schemi di gioco, sia nella mentalità e nella grinta.

È tempo di ridimensionarsi nei proclami mediatici e nell’ostentazione della grandeur societaria; serve invece continuare umilmente il lavoro accettando la dose supplementare di gavetta, che se ben spesa, può via via ridurre il gap che separa l’Inter attuale dalle grandi d’Europa.

9 Risposte to “L’INTER È TORNATA IN EUROPA (LEAGUE)”

  1. Guido da Genova said

    Abbiamo troppi giocatori non da Inter, fra cui, oltre a Candreva e Asamoah, i vari Gagliardini, Politano e compagnia. C’era da aspettarselo. La differenza fra l’Inter e le squadre che possono ambire all’Europa si era già vista nel confronto con la Juventus e la partita di ieri sera non è che la conferma. Concordo con il finale: basta proclami e citazioni dantesche, serve un lavoro serio fatto con i piedi per terra.

  2. Evinrude said

    Siamo cresciuti ma non è bastato

  3. Alpha89 said

    Peresic non pervenuto. Cosa si ostina a metterlo in campo Spalletti?

  4. Zebra said

    Come godooooooooooooooooooooooooooo

    :-))))))

  5. Kobra91 said

    Asamoah a parte, credo che con i difetti che hai giustamente fatto notare l’Inter non sarebbe andata molto più il là

  6. Irene2000 said

    A volte le sorti di una competizione si giocano sul filo del rasoio. Non poteva perdere il Tottenham?

  7. Lapidario said

    Che peccato

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: