CALCIO E PAROLE

By "Ladycalcio". Il blog più censurato e più temuto dagli addetti ai lavori

DEUTSCHLAND ÜBER ALLES

Posted by ladycalcio su lunedì, luglio 14, 2014

“Una squadra, un Paese, un sogno”. L’auspicio espresso a chiare lettere sul pullman della Germania si è realizzato: l’undici di Joachim Löw è Campione del Mondo, prima compagine europea a vincere una rassegna iridata in terra sudamericana.

Una vittoria meritata, seppur in un Mondiale tutto meno che stratosferico sul piano del gioco, durante il quale a far notizia è stato soprattutto il naufragio del Brasile. Si sono visti il bel gioco dell’Olanda, a tratti quello della Francia, il calcio atletico ma tecnicamente immaturo degli africani, la noia di quello argentino e l’inconsistenza di Russia, Italia & Co.

È stato il Mondiale di Löw, che uscito dall’ombra di Jürgen Klinsmann ha avuto la fortuna di poter sfruttare la ricca ossatura del Bayern Monaco e di puntare su un gruppo già amalgamato e affiatato. Non è provocazione dire che il grazie per l’agognata 4^ stella dovrebbe andare in parte a Jupp Heynckes…

Il gruppo della Germania ha avuto la meglio sulle individualità argentine e sui ripetuti errori di Messi, Higuain e Lavezzi. Qui, consentitemi di definire irriverente il paragone fra “la pulce” e Diego Maradona. La Finale di ieri sera, ammesso che ce ne fosse stato bisogno, ha ribadito che Messi è un giocatore sopravvalutato al cubo, mai in grado di fare la differenza nelle occasioni che contano.

Al di là degli entusiasmi suscitati dal 7-1 sul derelitto Brasile, non mi è parsa una Germania né galattica, né irresistibile. La squadra ha stentato contro avversari modesti come il Ghana, ha faticato contro la Francia, è stata in bilico fino all’ultimo contro un’Argentina noiosa e prevedibile nel gioco.

Brasile 2014 chiude i battenti con l’immagine di Löw che cammina per il campo con la medaglia d’oro al collo, che tanto ricorda Beckenbauer all’Olimpico di Roma a Italia ’90. Anzi no, chiude con Angela Merkel negli spogliatoi, felice che la Germania sia anche calcisticamente “ÜBER ALLES”.

Annunci

9 Risposte to “DEUTSCHLAND ÜBER ALLES”

  1. Luca said

    Tutto sommato è stata la miglior squadra.

  2. Carlo Sandrelli said

    Nel calco, come nella vita, per riuscire ci vuole sempre un pizzico di fortuna. Löw ha potuto lavorare su una base di lusso preparatagli dal Bayern, ma è stato comunque bravo ad amalgamarla con i giocatori provenienti da altre squadre. Comunque, nonostante gli alti e bassi la Germania è stata la miglior squadra del torneo.

  3. Alpha89 said

    Germania e Argentina si sono equivalse per due tempi. Quando si arriva a quel punto, vince chi la mette dentro per primo. L’ha fatto la Germania ma poteva benissimo vincere l’Argentina, che cade comunque in piedi.

  4. Ulk said

    Eh eh, cara Italia, fra 4 anni il Mondiale di Russia dev’essere tuo. Dobbiamo riportarci alla pari, non vorremo rimanere dietro ai tedeschi, no?

  5. Pia Nerazzurra said

    Come avrei voluto veder alzare la coppa dai nostri Azzurri! O almeno dagli argentini dell’Inter ❤

  6. Spiritoso said

    Il coniglietto Ted ci ha azzeccato ! 🙂

  7. Pierluigi61 said

    È stato il Mondiale degli allenatori giovani, che hanno portato una ventata di freschezza.

  8. Diossina said

    Adesso non ce la caviamo più 😦

  9. Fausto said

    Un bel gruppo, non c’è che dire, guidato da un signor allenatore. Ci hanno creduto fino in fondo e hanno meritato di vincere loro.

Sorry, the comment form is closed at this time.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: