CALCIO E PAROLE

By "Ladycalcio". Il blog più censurato e più temuto dagli addetti ai lavori

SE NE VA ANCHE VUJADIN BOSKOV

Posted by ladycalcio su domenica, aprile 27, 2014

Boskov

Rigore è quando arbitro fischia”. “Gullit è come cervo che esce di foresta”. “Un grande giocatore vede autostrade dove altri solo sentieri”.

Lo ricorderemo così, per le sue massime divenute culto nel mondo del calcio: Vujadin Boskov si è spento oggi, dopo una lunga malattia, a 83 anni non ancora compiuti.

Nel nostro campionato fu l’artefice dello Scudetto ‘91 della Sampdoria di Mantovani – l’unico della storia dei blucerchiati – e della successiva finale di Coppa Campioni ’92 (persa dai genovesi contro il Barcellona). Erano i tempi dei gemelli dei goal Vialli e Mancini.

A Roma, nella stagione ’92-’93, fece esordire Francesco Totti a sedici anni.

Ciao Vuja, ci piace ricordarti così:

https://www.youtube.com/watch?v=Yn4KkuNUBeU

 

 

 

 

Annunci

7 Risposte to “SE NE VA ANCHE VUJADIN BOSKOV”

  1. Luca said

    Ciao Vuja!

  2. Lorenzo said

    Un personaggio così ci mancherà.

  3. Evinrude said

    Grande Vujadin!

  4. Stefano del 2° Anello Blu said

    In quella frase (“Rigore è quando arbitro fischia”) c’è tutta la sua essenza. Ciao, indimenticabile Vujadin!

  5. Mimmo22 said

    Le frasi spiritose per cui viene ricordato non devono far dimenticare che è stato soprattutto un grande allenatore.

  6. Zebra said

    Uh, uno via l’altro muoiono questi allenatori… proprio vero che le disgrazie non vengono mai sole.

  7. Blucerchiato85 said

    Addio, GRANDE!

Sorry, the comment form is closed at this time.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: