CALCIO E PAROLE

By "Ladycalcio". Il blog più censurato e più temuto dagli addetti ai lavori

RANOCCHIA SI’, RANOCCHIA NO, RANOCCHIA MA… MAZZARRI, CI DEVI UNA SPIEGAZIONE!

Posted by ladycalcio su lunedì, marzo 10, 2014

Ranocchia scuole calcio

Ogni allenatore ha i suoi pallini”, si sente dire spesso dai tifosi. Verissimo. Basti ricordare l’ex-ct azzurro Edmondo Fabbri – per intenderci, “quello della Corea”-, che non voleva saperne del “Sinistro di Dio” Mariolino Corso.

Che Walter Mazzarri abbia un caso personale con Andrea  Ranocchia?, si domandano i fan nerazzurri. Per carità, non sto sostenendo questa tesi, tanto più che stimo Mazzarri sia come allenatore, sia come persona.

Dopo l’ottima prova contro il Toro, tuttavia, sconcerta che Andrea sia stato relegato in panchina dal 6 gennaio a ieri. Per  un paio di prestazioni non brillanti a fine 2013? Se almeno gli altri avessero brillato…

È strano che Mazzarri, sempre onesto, esauriente e diretto nelle risposte, davanti alle domande sul perché Ranocchia giochi così poco imbocchi sistematicamente la circonvallazione. Anche ieri, le dichiarazioni del tecnico toscano alle diverse emittenti TV sono state il solito vuoto refrain:

1)   Il singolo viene sempre dopo. Tutto è in funzione del risultato di squadra

2)   Ranocchia seconda scelta? Non ci sono seconde scelte.

3)   Ranocchia dopo questa bella prestazione si è riguadagnato il posto da titolare? Non ci sono titolari, gioca chi di volta in volta è più in forma “di gambe e di testa”.

4)   Ranocchia, vista la necessità di una rosa ampia, rimarrà anche la prossima stagione nonostante l’arrivo di Vidic? Pensare alla prossima stagione è prematuro

E avanti con il dribbling alle domande, con contraddizioni che non fanno che alimentare dubbi e congetture. Dopo la chiusura del mercato di gennaio, il ragazzo si sarebbe allenato “arrabbiato” e determinato, precisa Mazzarri. Prima no?, viene da domandarsi.

Mazzarri parla di forma fisica e mentale. Domanda: si tratta ancora del ginocchio ballerino di Andrea? Oppure, di una condizione psicologica non felice?

Ci sono cose che solo l’allenatore sa” (e che non può dire, ndr), ha affermato più volte Mazzarri in merito alla gestione dei singoli. Anche questo è verissimo. Ma è altrettanto vero che, vista dall’esterno, l’esclusione apparentemente immotivata di un ragazzo con tutti i numeri che mira ai Mondiali del Brasile appare quanto mai ingiusta e crudele.

Andrea, non da ultimo, ha la fama di bravo ragazzo, corretto e disponibile. Il mistero si infittisce se pensiamo che anche il ct Azzurro Cesare Prandelli, nonostante la penuria di difensori, non l’ha neppure convocato per l’incontro con la Spagna della scorsa settimana, preferendogli Gabriel Paletta del Parma. 😯

Seguendo il ragionamento di Mazzarri, non è così che si aiuta la squadra – tantomeno un giocatore di talento quale ritengo sia Ranocchia. Quante volte si è parlato di valorizzare i talenti italiani? Riguardo a Thohir, che aveva sciorinato la conoscenza di singoli come Ventola  & Co, se ne guarda bene dal renderci edotti del suo pensiero sul suo numero 23. Verso l’esterno, dunque, l’Inter sta come al solito brillando per trasparenza zero.

Nella vicenda, qualcosa non torna. In questi casi si dice: “lasciamo parlare il campo”. Sempre che Ranocchia ci venga mandato.

(Foto: inter.it)

Annunci

11 Risposte to “RANOCCHIA SI’, RANOCCHIA NO, RANOCCHIA MA… MAZZARRI, CI DEVI UNA SPIEGAZIONE!”

  1. Zaffiro21 said

    Ah ah, sembrano le risposte di Benitez! 🙂

  2. Lancillotto said

    Hai fatto delle osservazioni giuste. Effettivamente, è difficile spiegare l’esclusione prolungata del Ranocchia visto contro il Torino. Il punto è capire se la condizione del giocatore fosse la stessa quando sedeva in panchina. Probabilmente no, anche perché Mazzarri è una persona di buon senso e per di più, con la rosa che si ritrova, un Ranocchia in forma gli avrebbe fatto comodo. Sconcerta che anche Prandelli l’abbia escluso, e forse, qui sta la chiave. Tutto fa pensare a un problema che Mazzarri, per riservatezza, non vuole render noto.

  3. Helenio said

    Oltretutto è uno dei pochi italiani rimasti all’Inter. Forza Andrea!

  4. Voyager said

    Con quelle risposte, Mazzarri dimostra di essere in difficoltà. Probabilmente c’è qualche problema che non vuole dire, di cui anche Prandelli è a conoscenza.

  5. Ranocchia23 said

    Io ho visto uno splendido Ranocchia. Mazzarri avrà anche le sue idee e i suoi pallini, ma nel suo ruolo (e con la penuria di uomini che ha), deve rendere conto delle sue scelte. Se permettete, anche a noi tifosi! Io sono un fan di Andrea e spero di rivederlo in campo sia nelle prossime partite dell’Inter, sia in Nazionale. Altrimenti, Mazzarri ci deve veramente una spiegazione!

  6. Luca said

    Valli a capire questi benedetti allenatori!

  7. Spiritoso said

    Uhhhhhhhhhhhhhhh…Edmondo Fabbri? Sbaglio o era lui che avevano soprannominato “Topolino”? 😆

  8. Pia Nerazzurra said

    Forza Andrea! ❤

  9. Pippo said

    Beh, adesso che Samuel ha scontato la squalifica si capirà cos’ha in testa Mazzarri!

  10. Figo Forever said

    Di Prandelli mi fa paura che a quattro mesi dai Mondiali brancoli nel buio su chi convocare

Sorry, the comment form is closed at this time.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: