CALCIO E PAROLE

By "Ladycalcio". Il blog più censurato e più temuto dagli addetti ai lavori

Tottenham-Inter 3-0: l’amaro verdetto di White Heart Lane

Posted by ladycalcio su venerdì, marzo 8, 2013

Stavolta, la rimonta nel 2° tempo non è riuscita. Il Tottenham non è il Catania e l’Inter torna da Londra, oltre che con le pive, con tre goal nel sacco, salvata da un passivo più pesante dalle splendide parate di Handanovic.

L’unica attenuante per i nerazzurri è quella delle assenze, ma neppure ci si deve illudere che con Milito in campo sarebbe andata molto diversamente. Pur con tutta la sua bravura, nella stagione in corso anche il Principe ci aveva purtroppo abituati a clamorose scorpacciate di goal, simili a quello divorato da Alvarez sul 2-0 che avrebbe potuto riaprire la partita.

Non posso che ripetermi per l’ennesima volta: l’Inter è atleticamente inferiore alle grandi squadre (a volte, purtroppo, anche alle piccole). Gli uomini di Stramaccioni perdono metri su metri nella corsa, sembrano fermi contro una squadra di quattrocentisti. Con questo presupposto, cade qualsiasi analisi tecnica. Si può soltanto sottolineare quanto la difesa sia inguardabile, orfana di un Walter Samuel trentacinquenne che non potrà comunque giocare in eterno.

Stramaccioni, purtroppo per lui è prossimo alla resa dei conti. La situazione si riassume drammaticamente in due frasi del telecronista Sky Riccardo Trevisani: “Ogni cross è un pericolo, l’Inter dorme, il Tottenham no” e “Bale, quando parte palla al piede bisogna pregare”.

A San Siro, Gareth Bale sarà assente per squalifica. Nel calcio non si sa mai. Tuttavia, complice il rischio di un goal in trasferta degli inglesi (che chiuderebbe definitivamente il discorso europeo dei nerazzurri) le speranze dell’Inter di ribaltare lo svantaggio sono ridotte al lumicino…

Annunci

10 Risposte to “Tottenham-Inter 3-0: l’amaro verdetto di White Heart Lane”

  1. Lapidario said

    Siamo alla frutta

  2. Sandrino55 said

    I nostri sembravano fermi. Che peccato!

  3. Zebra said

    Grande Inter del triplete :lol:!
    Sempre forza Juve

  4. Pia Nerazzurra said

    Sempre a sostenere i nostri ragazzi! La speranza è l’ultima a morire. Settimana prossima, tutti a San Siro a tifare!

  5. Mou2010 said

    Ci vorrebbe ancora il grande José

  6. Evinrude said

    Non è questione di assenze, quelle pesano ma il peggio è che non c’è un’idea di gioco. I giocatori vagano straniti per il campo in balia degli avversari e non sanno costruire uno straccio d’azione. Si vede qualche sprazzo ogni tanto, ma poi si ritorna in letargo.

  7. Kobra91 said

    Trevisani ha veramente detto tutto in due frasi

  8. Rossonero Forever said

    Interisti, vi siete rovinati il compleanno!

  9. Irriducibile said

    Nel calcio nulla è impossibile. Non è detta l’ultima parola, se giovedì prossimo giochiamo da Inter, possiamo farcela.

  10. Stefano del 2°Anello Blu said

    Torno da San Siro e la parola per autodefinirci è una sola: siamo INGUARDABILI

Sorry, the comment form is closed at this time.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: