CALCIO E PAROLE

By "Ladycalcio". Il blog più censurato e più temuto dagli addetti ai lavori

GAZZA OFFSIDE: LA LEZIONE DI ALBERTO CERRUTI A MATERAZZI

Posted by ladycalcio su mercoledì, dicembre 19, 2012

Anche a Gazza Offside (gazzetta.it) leggono Calcio e Parole 😉 e reagiscono ai post di Ladycalcio. Perlomeno, ci provano. “Marco Materazzi! “ annuncia pimpante Nino Morici nel presentare il suo ”incursore” nella puntata di lunedì 17 dicembre.

Tutti concordano che la colonna della trasmissione sia Alberto Cerruti? Ecco allora aumentare vertiginosamente il “minutaggio” del Campione del Mondo 2006 e le domande riservategli in scaletta.

Qualche dato di confronto: lunedì 10 dicembre, su 18’54” di trasmissione (taglio escluso 😆 ),  Morici aveva rivolto al “nostro” 6 domande e Marcone aveva parlato approssimativamente per 2’56”, contro le 9 domande 😯 in scaletta e i 4’17” circa di materazziana “analisi tecnica” di lunedì 17 (a fronte di un tempo complessivo di 20′ 48”).

Noto subito che, rispetto al solito, gli interventi di Marco vengono maggiormente abbinati alle immagini di gioco.

Per coerenza rispetto alle critiche di settimana scorsa, trovo doveroso far notare l’esempio di padronanza di sé dimostrato questo lunedì da Alberto Cerruti, che ritengo un opinionista di tutto rispetto, esperto e preparato.

Cerruti a inizio trasmissione sullo Scudetto ipotecato dalla Juventus: “ Le grandi rimonte all’inizio sembrano tutte  impossibili – e qui, Marco Materazzi può ricordare che all’ultimo scudetto di Mourinho, nel 2010, l’Inter aveva 14 punti di vantaggio sulla Roma di Spalletti e a un certo punto fu addirittura superata dalla Roma e dovette aspettare l’ultima mezz’ora per avere la certezza di essere Campione d’Italia”.  Marcone, che queste vicende le ha vissute e quindi dovrebbe ricordarle alla perfezione, nemmeno reagisce e anzi, pare assorto nei suoi pensieri.…

Più avanti nel corso del programma, Cerruti è abile nel rettificare la svista senza “tagli”, dando a Materazzi una lezione di sicurezza e di “mestiere”:  “Intanto una precisazione, per evitare email di protesta di chi ci segue 🙄 : prima ho parlato delle rimonte difficili parlando dell’Inter di Mourinho. In realtà era l’Inter di Mancini, che nel 2008 aveva 7 puntiti di vantaggio come la Juventus adesso sulla seconda e poi rischiò di essere superata alla fine dalla Roma di Spalletti. Quello Scudetto lo vinse l’Inter di Mancini, ma soffrì tantissimo”.

Dato per scontato che Cerruti non sia sprofondato in una crisi esistenziale per aver erroneamente detto “Mourinho” al posto di “Mancini”, ricordate perché l’Inter soffrì tantissimo” e mise addirittura a rischio la conquista di quel titolo?

In  realtà, in Inter-Siena (2-2) di domenica 11 maggio 2008 – penultima giornata di campionato – gli uomini del “Mancio” ebbero una ghiotta opportunità di chiudere il conto e di festeggiare il 16° Scudo sul campo del Meazza con una giornata d’anticipo, insieme ai tanti tifosi intervenuti pronti a far festa: al  33’ della ripresa, infatti, l’arbitro Gava concesse all’Inter un calcio di rigore per atterramento in area di Materazzi da parte di Riganò. Ma nel giorno della Festa della Mamma, Marcone sottrasse il pallone al rigorista designato Julio Ricardo Cruz e si fece parare il tiro da Manninger 😦 , scatenando il finimondo. Se ci ripenso, mi risuonano ancora nelle orecchie i fischi perforanti i timpani e gli irripetibili improperi nella bolgia di San Siro.

A chiudere il conto all’ultima giornata fu Ibra, con una doppietta a Parma.

Detto questo, mi rimane un ultimo dubbio amletico, uno dei mille suscitatimi da quell’enigma vivente che è Marco Materazzi. Osservate in che direzione guarda Matrix mentre commenta. Si gira a sinistra verso il suo interlocutore Morici – e fin qui, tutto OK.  Poi, di frequente, getta un’occhiata verso destra. Cosa avrà mai Marcone da tener d’occhio in quel punto?

Il rigore sbagliato da Materazzi in Inter-Siena (11 maggio 2008)

https://www.youtube.com/watch?v=8SBr1W6n4as

https://www.youtube.com/watch?v=bJAO-hpKNtc

Annunci

17 Risposte to “GAZZA OFFSIDE: LA LEZIONE DI ALBERTO CERRUTI A MATERAZZI”

  1. Caffè Colombia said

    Ladyyyyyyyyyyyyyy !!!
    Hai mandato in tilt anche Cerrutiiiiiiiiiiiii !!!

  2. Diossina said

    Non ditemi che ha davanti il “gobbo” che gira! 😆

  3. Luca said

    Cerruti rispetto a Materazzi è di un altro pianeta. Oltre a saper parlare, possiede una buona conoscenza del nostro calcio e una memoria storica degli eventi.
    Anch’io mi domando perché Materazzi non sia intervenuto subito a dire che si trattava dell’Inter di Mancini.

  4. Il ragazzo della via Gluck said

    Temo che l’anno prossimo a Gazza Offside vedremo un altro “incursore”.

  5. Cicciobombo_77 said

    È vero. Forse legge degli appunti?

  6. The Night Rider said

    “Per evitare email di protesta di chi ci segue”… ogni riferimento è puramente casuale :mrgreen:

  7. Anna said

    Farebbe prima a tenersi davanti una scaletta di quello che deve commentare, come fa Morici…

  8. Di Rotta su San Siro said

    Ah, quel rigore! C’ero anch’io, venne giù lo stadio.

  9. Rascal said

    Te l’ho già scritto, ormai Materazzi è terrorizzato da te. Quando va in onda è come uno scolaretto che trema durante l’interrogazione.

  10. Nuccia said

    Scusa, ma non ti sembra di esagerare? Osservi anche come respirano?

  11. Marco Minola said

    Se analizziamo seriamente il linguaggio del corpo di Materazzi, ricaviamo la conferma della sua insicurezza: sguardo basso, incassato nelle spalle come a volersi schermire, voce bassa e parole “mangiate” (come tu stessa hai già fatto notare). Senza contare la povertà dei contenuti. Non è denigrare, è guardare i fatti. Chiunque, collegandosi in streaming, può verificare ciò che dico. Nella scelta di un opinionista, fattori come la “presenza” e la dizione (per stendere un pietoso velo sulla grammatica e sulla sintassi di Marco) dovrebbero avere il loro peso – e non venire trascurati come accaduto alla Gazzetta, che ancora non ci ha illuminati sulle “virtù nascoste” che hanno portato Matrix accanto a Morici e Cerruti.

  12. Helenio said

    Nel post precedente avevi definito Cerruti “impeccabile” e lui si è emozionato ed è andato in confusione 🙂

  13. Dissacrante said

    Abbinano la voce alle immagini perché così, eventualemnte, è più facile tagliare!

  14. Unità C1 said

    Certo che dev’essere angoscioso andare in diretta così, sapendo che dietro lo schermo un volto inquietante e sconosciuto ti osserva…

    • Ladycalcio said

      Di vederselo davanti fra quattro mura, il mio volto, glielo avevo offerto ripetutamente. Ma il “grande uomo”, terrorizzato alla sola idea, ha ripetutamente rifiutato. 😆 ! Chi è causa del suo mal, pianga se stesso!

Sorry, the comment form is closed at this time.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: