CALCIO E PAROLE

By "Ladycalcio". Il blog più censurato e più temuto dagli addetti ai lavori

INTER-SIENA 0-2: VISTA DA STRAMACCIONI E DALL’UOMO DELLA STRADA

Posted by ladycalcio su lunedì, settembre 24, 2012

“Adesso si vede lo spessore del nostro lavoro, adesso si vede quanto tu credi in quello che stai facendo…”

Nella conferenza stampa successiva ad Inter-Siena (0-2), Andrea Stramaccioni ripete continuamente lo stesso ritornello.

Dopo la sconfitta interna contro la Roma, avevo esortato a non sparare sul mister nerazzurro e a lasciarlo lavorare in pace. Premesso che non intendo stravolgere il mio pensiero dopo soli 20 giorni, è tempo che Strama, dopo le ultime allarmanti prestazioni dell’Inter, trovi il cosiddetto “bandolo della matassa” e, al di là dei risultati, dimostri di avere in pugno la sua squadra perlomeno sotto il profilo dell’equilibrio del gioco.

Equilibrio che, per sua stessa ammissione, Stramaccioni fatica a trovare: “Le palle goal concesse ai nostri  avversari nascono con troppa facilità, non frutto di una supremazia territoriale, ma frutto dello sfruttamento di una carenza di equilibrio nel momento in cui perdiamo il pallone”, ha dichiarato ai giornalisti.

L’ analisi tattica con cui Stramaccioni spiega l’improvvisa superiorità dell’avversario: “Data la caratteristica dei nostri 3 attaccanti, io che la vedo giustamente da allenatore …  sicuramente le caratteristiche dei nostri esterni bassi, che sono tutti giocatori di grande spinta – Alvaro Pereira, Nagatomo, Jonathan … forse il Capitano è il più completo – non aiutano sicuramente la zona centrale della difesa – e questa è un analisi di calcio (…)”.

Se tuttavia ci spogliamo del linguaggio tecnico, ciò che resta sono i fatti nudi e crudi: l’Inter, 7^ in classifica con metà punti rispetto alla Juve (6 contro 12) ha perso ancora una volta, resuscitando letteralmente il Siena in casa propria e allungando la corposa trafila di quelle memorabili partite in cui gli avversari diventano improvvisamente bionici e  il loro portiere – in questo caso Pegolo – disputa l’incontro della sua vita, stregando letteralmente la porta agli avanti nerazzurri.

Se la mancanza di un vero regista di centrocampo fra la schiera dei trequartisti è sicuramente un’attenuante nella difficoltà di costruzione degli schemi nerazzurri, essa non può in alcun modo giustificare i troppi pasticci della difesa (si veda il quasi autogoal di Ranocchia) e neppure la ridda di errori individuali in fase di conclusione (quelli dei vari Cambiasso, Sneijder, Ranocchia, ecc.)..

Sempre prescindendo dal linguaggio degli addetti ai lavori, anche l’uomo della strada si accorge che nell’attuale Inter non danno affidamento né gli schemi, né i singoli elementi: “Tengono per un po‘ e poi vagano disorientati per il campo”, si sente osservare sempre più spesso.

A questo proposito, San Siro semivuoto la domenica sera è un altro esplicito dato di fatto

Adesso si vede lo spessore del nostro lavoro”, ripete Stramaccioni quasi per autoconvincersi.

L’Inter giochi male ma vinca” – ho sentito esortare da qualcuno – “sarebbe la miglior medicina psicologica”. Se soltanto finora avesse giocato bene…

Annunci

13 Risposte to “INTER-SIENA 0-2: VISTA DA STRAMACCIONI E DALL’UOMO DELLA STRADA”

  1. Ulk said

    Direi che i dati di fatto sono allarmanti!

  2. Lo Zio said

    Nessuno può negare che Strama stia lavorando sodo. Con la squadra che si è ritrovato, tutta da ricostruire, non ci si potevano attendere miracoli immediati. Quanto al bel gioco, secondo me a tratti si è anche visto

  3. The Wall25 said

    Non capisco perché lasciare in panca SAMUEL (!!!), Zanetti e Chivu tutti e 3 insieme. D’accordo ringiovanire, ma per piacere, Stramaccioni, con un po’ di senno!

  4. Bordon1971 said

    I problemi sono lampanti ed è necessario trovare velocemente delle soluzioni immediate per quanto riguarda i punti da incamerare in classifica. L’assetto definitivo della squadra invece, dato che nessuno ha la bacchetta magica, richiederà ancora del tempo.Basta che non siano proprio gli interisti a mettere sotto pressione Stramaccioni!

  5. Stefano del 2° Anello Blu said

    Scusate se mi schiero con l’uomo della strada. Ero allo stadio e sono uscito con un fegato gonfio così! Se poi San Siro rimarrà vuoto, non posso dare torto a chi nei prossimi tempi sceglierà di passare la domenica sera in modo migliore!

  6. Lapidario said

    Che serataccia!

  7. The Night Rider said

    Il punto nevralgico della crisi è il centrocampo, ma anche la difesa non scherza. Con tutto quello che si era detto, secondo me gente esperta come Maicon e Lucio avrebbe dato più sicurezza.

  8. Zebra said

    È un altro anno bianconero, ah ah!!!

  9. Christian said

    Sempre che il bandolo della matassa Stramaccioni non l’abbia già perso 😦

  10. Pia Nerazzurra said

    Ragazzi, non demordete, FORZAAAAAA

  11. Riccardo said

    L’Inter ha avuto anche tanta sfortuna; a volte, basta che un tiro vada un centimetro più in là, entri in porta ed ecco cambiare completamente il volto della partita.

  12. MG said

    Insomma, se penso che poco più di 2 anni fa eravamo sul trono d’Europa!!!!!

  13. Baghera said

    Stramaccioni non deve continuare a cambiare modulo, perché crea solo confusione nei suoi uomini. Secondo me, i difensori dell’Inter non hanno le caratteristiche per giocare con una difesa a 3, e meno che mai le hanno i centrocampisti. Soprattutto Cambiasso, non vede più un pallone!

Sorry, the comment form is closed at this time.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: