CALCIO E PAROLE

By "Ladycalcio". Il blog più censurato e più temuto dagli addetti ai lavori

ENIGMA CASSANO: I MEDICI DEL POLICLINICO DI MILANO SI ECLISSANO

Posted by ladycalcio su mercoledì, novembre 2, 2011

AC Milan, in base ai rapporti medici del Policlinico di Milano,comunica che Antonio Cassano ha manifestato una sofferenza cerebrale su base ischemica” (…) causata  da “ un forame ovale pervio cardiaco interatriale”.

Il bollettino medico sulle condizioni di Fantantonio, ricoverato appunto presso il Policlinico di Milano da sabato notte, era “overdue”. D’accordo il rispetto della privacy. Non stiamo parlando di un infortunio sportivo occorso a un personaggio pubblico sui campi di gioco, bensì di un problema di salute delicato, potenzialmente invalidante, che riguarda l’uomo Cassano. Tuttavia, la mancanza di un brandello di ufficialità sulle condizioni dell’attaccante rossonero per ben tre giorni e mezzo, aveva dato vita a preoccupazioni, indiscrezioni, illazioni e sospetti (basti leggere, sui forum in Rete, la convinzione pressoché unanime sulle cause del malore).

COS’È IL FORAME OVALE PERVIO

Il forame ovale pervio (Pfo) è un’anomalia cardiaca consistente nella “comunicazion” fra i due atri  del cuore. Essa è dovuta alla mancata chiusura, dopo la nascita, della valvola del forame ovale (la valvola cardiaca che regola il flusso del sangue durante la vita prenatale). In parole povere: fra i due atri del cuore, che nella vita postnatale non dovrebbero essere “comunicanti” ( in quanto separati dal setto interatriale), rimane una fessura, che consente il passaggio del sangue dall’atrio destro a quello sinistro, con il rischio che un eventuale coagulo presente nel sangue stesso possa essere causa di ischemia o embolia.

MA NESSUNO HA FATTO NOTARE CHE….

… finora, al contrario di quanto avviene in questi casi, nessun medico del Policlinico si è presentato al pubblico e ai mass media. Assistiamo solitamente alla proclamazione del bollettino medico da parte del professore di turno; non di rado, compiaciuto del proprio momento di gloria. Ebbene: nel caso di Cassano, a emettere una comunicazione ufficiale dopo tre giorni e mezzo di imbarazzante silenzio è stata la Società rossonera, iniziando con “AC Milan, in base ai rapporti medici del Policlinico di Milano” e terminando con “AC Milan ringrazia sentitamente le strutture del Policlinico di Milano per quanto stanno facendo con grande tempestività e professionalità”. Il tutto – si noti – senza citare uno straccio di nome fra quelli degli specialisti che si stanno prendendo cura del suo giocatore. Persino il Primario del Reparto di Neurologia del Policlinico rimane anonimo. Vi sembra normale?

ALTRE CONTRADDIZIONI

Nel comunicato, ci si affretta a precisare che il problema era “evidenziabile solo con sofisticati esami specialistici” e che “ gli esami strumentali e neuroradiologici hanno richiesto 72 ore per il loro svolgimento”. Strano. Il forame ovale pervio si riscontra – fra l’altro tramite ecocardiografia – in una discreta percentuale della popolazione, pur rimanendo asintomatico nella maggioranza dei casi. Ma i test di idoneità alla pratica agonistica a cui vengono sottoposti i calciatori professionisti, ripetuti annualmente, avrebbero dovuto fare emergere da tempo l’anomalia cardiaca presente in Cassano e conseguentemente, dopo il malore, indirizzare i sanitari alla corretta diagnosi in un tempo inferiore ai… 3 giorni e oltre!

GATTUSO, CASSANO…

Quella che affligge Cassano è la 2^ patologia grave che colpisce un giocatore del Milan nel giro di pochi giorni. Peraltro, anche il problema agli occhi che affligge Rino Gattuso è stato reso noto con notevole ritardo, dopo che “Ringhio” aveva visto in campo 4 Ibrahimovic 😯 .

HOSPITAL PARTY 8)

Le condizioni cliniche (di Cassano, ndr) sono buone”, ci fa sapere il Milan. Lo ripetono, con enfasi decisamente esagerata e innaturale, tutti coloro che si sarebbero recati in visita al fantasista rossonero. Uso il condizionale, sconcertata dalla vera a propria processione di persone che i mass media ci hanno mostrato entrare al Policlinico e che, ufficialmente, si sarebbero intrattenute a lungo con il giocatore. Facendo quattro conti, questi sarebbe stato impegnato a ricevere visite per ore e ore, laddove per pazienti nelle sue condizioni vengono solitamente ammessi al capezzale del malato solo i familiari più stretti (più, nel caso di un calciatore, il medico sociale e uno-due rappresentanti della società)

A sentire compagni e colleghi, Antonio camminerebbe per i corridoi, scherzerebbe, sarebbe allegro e sereno quasi come se niente fosse accaduto. Ci manca solo che ci raccontino di essere stati ricevuti con un maxirinfresco organizzato in corsia al ritmo di una compilation da disco-party.

ACmilan.com riferisce della “sofferenza di un’area cerebrale circoscritta, che non ha determinato deficit neurologici persistenti”, di “condizioni cliniche che sono buone” e di “un piccolo intervento di cardiologia interventistica (chiusura del forame ovale)”, dopo il quale Cassano potrà ritornare in campo nel giro di qualche mese.

In bocca al lupo, Antonio, che sia effettivamente così.

Annunci

19 Risposte to “ENIGMA CASSANO: I MEDICI DEL POLICLINICO DI MILANO SI ECLISSANO”

  1. Rascal said

    Osservazione più che giusta. Evidentemente, c’è qualcosa che non va e i medici non vogliono esporsi.

  2. Superpippo80 said

    FORZA ANTONIO!

  3. David Rossonero said

    Prima Gattuso, adesso Cassano… ragazzi, ma cosa stiamo combinando?

  4. The Night Rider said

    I migliori auguri a Cassano. Certo che è un bel rebus. Difficile credere che con tutti i controlli a cui vengono sottoposti i calciatori professionisti nessuno si fosse mai accorto dell’anomalia.

  5. Napoleone said

    Se veramente c’è sato un danno ischemico, non metterei la mano sul fuoco che rivedremo in campo Cassano.

  6. Rossonero Forever said

    Non nascondo che sono preoccupato. Perché hanno tardato così tanto a darci notizie? Spassionatamente, secondo te: ci staranno dicendo tutta la verità, adesso?

  7. Max said

    Brutto affare. I miei migliori auguri a Cassano. Per il resto, non ci resta che incrociare le dita e stare a vedere.

  8. Per Sempre Milan said

    Ma in effetti, cosa continuano con quell’andirivieni? Non credo che uno in quelle condizioni stia proprio bene! Per un malato, ricevere tutta quella gente è già uno sforzo. E se lo lasciassero in pace?

  9. Diossina said

    Preparazione poca, partita ogni 3 giorni, stile di vita che personalmente non prendo da modello… prima o poi fai patatrac. Mi meraviglio che non accada più spesso.

  10. Fantantonio93 said

    Antonio, ti aspettiamo presto in campo!

  11. Dario said

    Antonio, siamo tutti con te!

  12. Hard Guy said

    Chiaramente dal punto di vista umano mi dispiace e gli auguro di guarire presto e bene, ma forse, a questi semidei del pallone ogni tanto fa bene riflettere sul fatto che in un batter d’occhio, rischiano di non essere più nessuno.

  13. Jack lo Squartatore said

    Non posso scrivere quello che penso.

  14. Nato Milanista said

    Torna presto, ci mancano le tue cassanate.

  15. Milan Milan sempre con te said

    FANT’ANTONIO, NON MOLLARE, TI ASPETTIAMO!!!

  16. La Lupa Vince said

    Sono molto perplesso sull’intera vicenda. Concordo con i forum.

  17. Domy said

    Dai Antonio, sono felice che tu sia a casa con la tua famiglia

  18. Ufo said

    Non vorrei essere nei panni di quei medici

Sorry, the comment form is closed at this time.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: