CALCIO E PAROLE

By "Ladycalcio". Il blog più censurato e più temuto dagli addetti ai lavori

Campionato 2011-12: primi verdetti

Posted by ladycalcio su lunedì, settembre 12, 2011

Parte finalmente il campionato 2011-12, spazzando via, con due settimane di ritardo, l’interminabile estate del calcio parlato, e con essa, il bla bla sul fantamercato e le polemiche sul contratto dei calciatori.

Abbiamo archiviato la prima delle 38 giornate del nuovo torneo, già propensa a delineare le tendenze della nuova stagione.

C’è chi punta al nuovo: è il caso della Juventus, reduce dall’inaugurazione in grande spolvero del nuovo stadio, con la vittoria sul campo a suggellare il trend del rilancio.

C’è chi tenta di uscire dal vecchio, – perlomeno dai vecchi problemi – come il Presidente del Napoli de Laurentiis, che in una vivace conferenza stampa annuncia severe sanzioni all’indirizzo dei suoi giocatori che, sfilandosi la maglia dopo il goal, dovessero gravare la squadra di inutili cartellini gialli.

C’è che rimane in standby, vedi il rocambolesco Milan di Allegri, capace di spunti spettacolari ma anche di repentini blackout. Soprattutto, non ancora affidabile come gioco, né proponibile come insieme di spicco.

C’è chi dai guai non riesce ad uscire, come la Roma, partita con il piede sbagliato, e soprattutto, come l’Inter delle polemiche sul “caso Forlan” e sulla discussa difesa a 3 di Gasperini, vittima predestinata degli infuocati dibattiti delle TV private.
Dopo il verdetto del posticipo di Palermo di ieri sera, il campo acuisce le polemiche in casa nerazzurra e contesta al mister le controverse decisioni di aver lasciato inizialmente in panca Sneijder e Pazzini e di non voler demordere dall’impiego della difesa a 3. Questo, quando l’Inter aveva sempre funzionato benissimo con i 4 difensori, e ampiamente dimostrato di difettare degli uomini adatti a praticare il discusso modulo di stampo genoano. Ed ecco un Lucio completamente fuori ruolo spingersi in avanti sulla fascia, Zarate costretto a rientrare e Forlan, oltre che a rientrare, a permanere nelle retrovie.

La neonata difesa a 3 nerazzurra, dopo aver creato vere e proprie voragini sui contropiedi dei rosanero, subisce 4 goal, che vanno ad aggiungersi ai 3 incassati 15 giorni fa nell’amichevole di Monza contro il Chievo. E se una polemica poteva mancare il casa Inter, questa è la “bocciatura” di Zarate, destinata a rinfocolare la discussione sulla discussa campagna acquisti della Società.

Non si imprechi contro la sfortuna e si ricordi che l’Inter avrebbe potuto (e dovuto) finire in dieci se l’arbitro Brighi non avesse inspiegabilmente graziato Walter Samuel dal secondo giallo. Mitigano la rudezza del calcio dei nostri giorni la contrizione di Julio Cesar, che su Sky chiede scusa della papera sul 4° goal, e il bel gesto del tecnico del Palermo Devis Mangia, che subito dopo la vittoria si ricorda della maglietta promessa in settimana a un giovane raccattapalle. Le note positive in casa Inter sono il ritorno goal di Milito, attuale capocannoniere della Serie A, e l’eccellente prestazione dell’eterno Capitan Zanetti.

L’esito del posticipo domenicale, dal passivo eccessivamente pesante per la Beneamata, è riassunto alla perfezione da Riccardo Trevisani (Sky): “I goal dell’Inter sono arrivati quando giocava meglio il Palermo; questo goal del Palermo è arrivato quando giocava meglio l’Inter. Il calcio è un mistero”.
E sempre per dirla con Sky: “Esordio da incubo per Gasperini”.

Annunci

14 Risposte to “Campionato 2011-12: primi verdetti”

  1. Puc said

    L’Inter aveva la miglior difesa del campionato. Perché cambiarla?

  2. Patty said

    Troppi errori, soprattutto in difesa, ma il passivo è troppo pesante.

  3. Lapidario said

    Davvero da incubo.

  4. Geko said

    Ma torna alla difesa a 4 e non lasciare in panchina uno come Ranocchia!

  5. Evinrude said

    Tutte le volte che incontra l’Inter, Miccoli fa la partita della sua vita. Bravissimo, ci mancerebbe, però, sapendolo, sarebbe bene non spalancargli la superstrada verso la nostra porta.

  6. Angelillo said

    Permettetemi di fare gli uguri al grande campione Antonio Valentin Angelillo, che oggi avrebbe compiuto 74 anni. Ci vorrebbe ancora uno come lui per questa Inter!

  7. L'Acchiappasogni said

    Julio, mamma mia! Non ti voglio più vedere così a testa bassa! Che succede?
    FORZA GIULIONE, TI PERDONIAMO. Ma dì al mister di metterti davanti una difesa un po’ più solida, OK?

  8. Rossonero Forever said

    Ehi, come sarebbe a dire che il Milan non è un insieme di spicco? Abbiamo una signora rosa e un allenatore che ha saputo trarre il meglio dai suoi ragazzi e li ha portati a vincere il campionato. Davanti ai cugini pigliatutto!

  9. Dudi said

    Prova d’appello domani sera contro il Trabzonspor, caro Gasp! Giocatela bene… possibilmente, con una difesa a 4… 😉

  10. Luca said

    Ascoltavo poco fa la conferenza stampa di Gasp prima dell’esordio in Champions. Persino i russi gli chiedevano dei problemi della difesa a 3… 🙂

  11. Pupa said

    Spiacente per il simpatico portierone, ma purtroppo, la sconfitta è da imputare a Julio Cesar.

  12. Castore95 said

    Gasperini mi sembra insicuro, ha un’espressione sofferente. Qui però la scelta del modulo diventa una questione di intelligenza tattica da parte del mister. Per guidare l’Inter devi averla, altrimenti, arrivederci!

  13. Voyager said

    Quello che mi preoccupa è che dicono che nel modulo e nella formazione metta il naso Moratti.

  14. The Night Rider said

    Contro il Trabzonspor sono stati anche scarognati. I turchi hanno fatto un tiro in porta e un gol. Un pareggio sarebbe ststo più giusto.

Sorry, the comment form is closed at this time.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: