CALCIO E PAROLE

By "Ladycalcio". Il blog più censurato e più temuto dagli addetti ai lavori

GIACINTO, CI MANCHI

Posted by ladycalcio su domenica, settembre 4, 2011

“LEI ERA AL FUNERALE DI FACCHETTI“! Quel signore di mezza età che mi si avvicina sorridente e mi stringe la mano è un perfetto sconosciuto. Sono fisionomista, ma non ricordo di averlo mai visto prima. Lui, invece, ricorda perfettamente di avermi scorta cinque anni fa nella Basilica di Sant’Ambrogio, a Milano, mentre assistevo alle esequie di Giacinto Facchetti. Ricorda persino dov’ero seduta.

È vero che ci troviamo a una manifestazione sportiva, ma  è anche vero che questa non ha nulla a che fare con il calcio e soprattutto, che da quel giorno sono trascorsi cinque anni. Si presenta. È un grande tifoso dell’Inter e di Facchetti. Quello che non so spiegarmi è in cosa io possa averlo colpito al punto da imprimermi indelebilmente nella sua memoria in mezzo alla folla che gremiva Sant’Ambrogio nel pomeriggio di quel 6 settembre 2006, giorno dell’addio a Giacinto.

Ci ero andata con il cuore pieno di tristezza, per tributare l’ultimo applauso al grande campione scomparso troppo presto. Ricordo il battimani di tutti i presenti e i canti della Curva Nord all’uscita del feretro dalla chiesa dopo il rito funebre. Un applauso al campione ma soprattutto all’uomo, la sensazione di sentirlo vivo e presente, l’arrivederci.

Cinque anni sono volati, sembra ieri. L’Inter nel frattempo è “campione di tutto” meno che della signorilità che il grande Cipe possedeva. Caro Giacinto, ci manchi. Sempre di più con il passare del tempo e con lo scivolare del calcio giù per la china.

Nel calcio del business, in cui i giocatori baciano la maglia ma i contratti sono solo carta straccia, CI MANCHI;

Nel calcio italiano che disputa la Finale di Supercoppa Italiana a Pechino, CI MANCHI;

Nell’epoca dello scandalo-scommesse e dello sciopero dei calciatori, CI MANCHI;

Nell’epoca dei difensori spaccagambe dalla stazza bionica e dai muscoli artificiali, CI MANCHI;

Quando i ceffi del servizio d’ordine “difendono” i giocatori dall’affetto dei tifosi, CI MANCHI;

Quando inter.it “oscura” le foto di Benitez dopo la conquista della Coppa del Mondo per club, CI MANCHI;

Quando l’agenda allenamenti dell’Inter prevede 4 giorni di riposo su 7, CI MANCHI;

Quando la maglia indossata da Capitan Zanetti a Madrid, “pezzo unico” battuto per circa 8.000 Euro su eBay a favore della Fondazione PUPI , “si sdoppia” e viene inviata dallo stesso Capitano sulla bara di un ragazzo di vent’anniCI MANCHI;

Quando anche la maglia indossata da Eto’o a Madrid acquista il dono dell’ubiquità e ricompare al Visionnaire di Milano per l’asta della Fundaciun Privada Samuel Eto’o, CI MANCHI;

Quando all’arrogante Mourinho viene permesso qualsiasi comportamento, “l’importante è che ci faccia vincere”, CI MANCHI;

Quando si inculcano nei giovanissimi falsi modelli di personalità vincenti basati sui valori distorti dell’arroganza, della maleducazione, della mancanza di rispetto per il prossimo e del “vince chi grida di più”, CI MANCHI;

Nel calcio dei giocatori tutti casa, famiglia e … veline, CI MANCHI;

Quando le mogli mantenute degli eroi della pedata pascolano se stesse i viziati rampolli sui campi di calcio, CI MANCHI;

Quando il pullman del Biscione passa con i finestrini oscurati, CI MANCHI;

Quando leggiamo di Materazzi operato di “sindrome compartimentale acuta” per via endoscopica e con un’incisione di soli 2 cm, CI MANCHI;

Quando apriamo la cartella del “caso” Ladycalcio-Materazzi, CI MANCHI;

Nell’Inter dei Materazzi, Balotelli, Ibrahimovic, Mourinho e del mercenario Eto’o, CI MANCHI;

Nell’Inter delle pluriespulsioni dei dirigenti e allenatori dalla panchina, CI MANCHI;

Nell’Inter dello “stile” Moratti”, CI MANCHI;

Quando un giocatore in maglia Azzurra sputa addosso all’avversario, CI MANCHI;

Quando l’allenatore del triplete nerazzurro infila un dito nell’occhio al “vice” avversario, CI MANCHI;

Quando un campione rifiuta la maglia Azzurra perché non porta soldi, CI MANCHI;

Quando un coro di voci vigliacche e infamanti ti accusa senza che possiamo più ascoltare la tua voce, CI MANCHI;

Nel calcio dei presidenti politicanti, dei giornalisti intellettualmente prostituiti, dei tornelli, delle tessere-schedatura, degli insulti, delle bestemmie dei privilegiati a Dio per un tiro sbagliato, dei pugni, delle testate, degli sputi, CI MANCHI;

E non osiamo immaginare quant’altro scorgerai, dall’alto, in questo calcio-pattumiera. Possiamo solo augurarti  di vederlo con distacco, sempre che tu non preferisca guardare altrove.

Un paio di link interessanti:

https://calcioparole.wordpress.com/2011/03/07/la-maglia-di-zanetti-sulla-bara-di-daniel-calcio-e-parole-chiede-un-chiarimento/

https://calcioparole.wordpress.com/2008/11/24/perche-non-credo-piu-alla-sindrome-compartimentale-di-materazzi/

Annunci

21 Risposte to “GIACINTO, CI MANCHI”

  1. Luisito27 said

    Ciao Cipe! Ci manchi davvero!

  2. Sandrino55 said

    Grande Giacinto, ti ricordiamo sempre con affetto.

  3. Baghera said

    Sei sempre nei nostri cuori.

  4. Lo Zio said

    Onore a te Giacinto, grande uomo e figura pulita del calcio, vergogna a chi infama il tuo nome.

  5. Savio said

    Un bel ricordo dell’integrità della figura di Giacinto, proposto come sempre in chiave originale.

  6. Diossina said

    Lo credo bene che preferisca guardare altrove!

  7. Helenio said

    Fra tutte le vergogne di casa Inter che hai citato, la più grande in assoluto è quella delle maglie di Zanetti ed Eto’o. Giacinto questo non l’avrebbe mai tollerato.

  8. Oscar said

    No, con lui il “caso Materazzi” non ti sarebbe mai successo. Ciao grande Giacinto!

  9. Magic 8 said

    Hai fatto un elenco di storture da manuale. Povero Giacinto, non sarebbe più stato il tuo calcio.

  10. Rossonero Forever said

    Onore a un grande sportivo, grande uomo e avversario leale.

  11. Angelillo said

    Grande Cipe, guarda giù sull’Inter, che ne abbiamo bisogno!

  12. Spillo70 said

    Sei e sarai sempre fra noi

  13. Federica said

    C’ero anch’io al funerale di Giacinto, non volli mancare. Che giorno triste! Piansi allora e mi tornano le lacrime adesso che ci ripenso. Arrivederci, cara gloriosa bandiera dell’Inter!

  14. Lancillotto said

    Ci vorrebbero mille, centomila, un milione di Facchetti, per guarire il nostro calcio malato!

  15. The Night Rider said

    Ciao Giacinto, ti ricordo con affetto. Spero veramente che tu sia superiore a tutte le calunnie vergognose su di te e che più niente possa farti male.

  16. Uri said

    Ho ascoltato la canzone degli Stadio su Scirea e Facchetti. Che bella. Ma è ancor più bello vedere accomunati nella musica due campioni di fazioni diverse, che quaggiù si stanno scannando. Mi piace immaginare che lassù Gaetano e Giacinto si diano la mano,uno in maglia nerazzurra e l’altro in maglia bianconera.

  17. Il Bambino said

    Sul suo blog, all’anniversario di Giacinto Materazzi non ha dedicato neppure una riga.

  18. Ivo da Treviglio said

    Ciao “Cinto”!

  19. Pia Nerazzurra said

    Un grosso bacio!

  20. Luca said

    Grazie di essere esistito.

Sorry, the comment form is closed at this time.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: