CALCIO E PAROLE

By "Ladycalcio". Il blog più censurato e più temuto dagli addetti ai lavori

Materazzi: “giallo”, rescissione o pausa rigenerante?

Posted by ladycalcio su lunedì, luglio 4, 2011

Quando nel giornalismo si dice “non essere sul pezzo”.

Il 1° luglio è arrivato, l’ufficializzazione della rescissione del contrato di Materazzi sul Sito Ufficiale nerazzurro no. Come volevasi dimostrare.  Inter.it ha riferito del riscatto a titolo definitivo di Nagatomo dal Cesena, della cessione di Caldirola & Co, della definizione delle varie comproprietà, della risoluzione amichevole del contratto di Leonardo, esprimendo al mercenario brasiliano “la stima di tutti nei confronti di una persona capace di mettersi e rimettersi continuamente in gioco”.  Ma ha taciuto completamente su Matrix.

Qualche giorno fa, scherzando sull’argomento con un giornalista di fede nerazzurra, avevo parlato di “giallo dell’estate”.  Altrettanto scherzosamente, mi era stato fatto notare che tale definizione, solitamente usata per omicidi o sparizioni di persone, era un po’ esagerata per il mercato del “nostro” e che comunque, prima di trarre conclusioni sarebbe stato opportuno attendere il 1° luglio. Forse, il collega ha ragione. Più che di un giallo, comunque scadente, la mancata ufficializzazione della rescissione contrattuale di Marco e le contraddizioni ad essa legate hanno tutta l’aria di un paravento o dell’ennesima pièce teatrale per il gran finale di carriera di un guerriero in disarmo.

Su inter.it, la scheda del numero 23 nerazzurro è sparita dalla rosa-giocatori allo scoccare della mezzanotte del 1° luglio, data di inizio della nuova stagione.  Al posto della scarpetta di Cenerentola, paragone improponibile dato il numero di piede di Matrix 😀, l’incantesimo spezzato ci ha lasciato in eredità tutti i dubbi. O se volete, ha confermato alcune mie certezze. Per quanto mi riguarda, la cancellazione dalla rosa ufficiale del difensore nerazzurro su inter.it non significa nulla. La pagina in questione, che attualmente conta ben 5 portieri,  è infatti destinata a rimanere in aggiornamento fino alla chiusura del mercato estivo.

L’assurdità sarebbe se, dopo 10 anni di onorata carriera di Materazzi in nerazzurro, fossero mancati  un comunicato ufficiale del suo addio, un grazie da parte della Società e del tifo organizzato e un saluto del giocatore ai suoi tifosi.

Chi non è dentro le segrete cose, non ci ha neppure fatto caso.  Altra dimostrazione che di Materazzi, che rimanga o se ne vada, non può importargliene di meno a nessuno.

“Sul pezzo”,  Matrix  non lo è più da tempo. Il suo blog è ancora fermo al 26 maggio scorso, a prima della Finale di Tim Cup. Marcone è riapparso lunedì scorso in “Sfide” (Rai 3), programma registrato chissà quando, in un orario da Cenerentolo: con la testa reclinata da un lato e quella sua aria trasognata, ha riciclato per la milionesima volta il racconto della vittoria Mondiale 2006 insieme a Gigi Buffon. Tanto per non smentirsi, sparando due gagliardi condizionali al posto dei rispettivi congiuntivi 😀 .

Per quanto riguarda il campo, osservandolo durante le poche partite disputate nella stagione appena conclusa, Marco mi era parso irriconoscibile rispetto a un paio di anni fa soltanto. Nei miei post, ne avevo messo impietosamente in luce gli svarioni minuto per minuto: pazienza aver perso lo smalto della velocità (a 38 anni, nessuno se ne meraviglierebbe), ma ciò che di lui mi aveva colpita negativamente erano stati l’appannamento dei riflessi, il fatto che non avesse più il tempo nelle entrate di testa (sua qualità migliore), che incocciasse spesso il cabezon contro l’avversario rovinando a terra a peso morto, che si molleggiasse a distanza da quest’ultimo senza neppure più tentare l’entrata di piede … senza contare le sceneggiate sui falli subiti  e quell’uscita da San Siro in ambulanza nel derby d’andata.  Prima ipotesi: Matrix si è reso conto di essere alla frutta e non più da Inter, – neppure come riserva? Il suo smisurato ego mi fa pensare di no.

Dove crede di andare, così?” si era invece domandata la sottoscritta nel leggere quelle strane voci di mercato.

Comunque sia, troppe cose non quadrano. Materazzi, che afferma di voler giocare altrove, conosce  perfettamente la rosa dei difensori dell’Inter – e il conseguente poco spazio che gli avrebbe concesso il prossimo anno. Ma dovrebbe soprattutto conoscere, meglio di chiunque altro, le proprie condizioni  fisiche e le proprie attuali possibilità. La logica lascia supporre che se davvero Matrix avesse voluto giocare di più (suo pieno diritto, beninteso), avrebbe lasciato l’Inter già da un paio di stagioni, senza attendere lo scoccare del 38° anno d’età.  Al contrario, fino alla conquista della Tim Cup 2010-11, si era dichiarato pienamente appagato dal suo ruolo e mai stanco di sollevare coppe in nerazzurro.

Ammesso e non concesso il ripensamento tardivo, è altrettanto logico supporre che Marco avrebbe deciso di lasciare la squadra Campione del Mondo un po’ prima del 20 giugno e soprattutto, già con uno straccio di destinazione sicura nelle mani. Magari, annunciando per tempo l’arrivederci ai suoi tifosi. Inter-Catania, ultima partita casalinga di campionato a giochi ormai fatti, sarebbe stata l’occasione perfetta per vedersi tributare un omaggio da parte dei fedelissimi dopo 10 anni in nerazzurro.

Ora: da lunghissimo tempo sostengo che dietro il “Caso Materazzi” sussista un grosso problema che si tenta goffamente di camuffare. Con il risultato di andare sempre in peggio. Addirittura, secondo le mie meticolose ricostruzioni, il declino di Matrix sarebbe coinciso con l’uscita del mio post “Perché non credo più alla sindrome compartimentale di Materazzi” (linkato in calce).  Il tracollo psicofisico del giocatore viene inoltre analizzato in un altro mio post impietoso: Lettera ai folletti cattivi consiglieri di Materazzi”, del dicembre 2009. A far precipitare gli eventi, sempre secondo chi scrive, potrebbero aver concorso la “Lettera aperta al Prof. Francesco Benazzo”, pubblicata in maggio su questo blog, quelle alla Direzione del San Matteo di Pavia e le reazioni da esse suscitate presso il nosocomio pavese. Come già ipotizzato: Materazzi era divenuto troppo “ingombrante” per l’Inter, che l’ha scaricato? Ipotesi molto più plausibile della prima.

Ma non è da escludere un’altra clamorosa eventualità. Senza volutamente entrare nei dettagli, qualcosa mi fa pensare che il contratto di Matrix non sia stato rescisso. Marcone non parteciperà al raduno di Pinzolo, ma Ladycalcio non si meraviglierebbe se, dopo una pausa di durata indefinita dallo stress dell’ambiente, il guerriero in disarmo potesse tornare a indossare la casacca nerazzurra n° 23  mandata in lavanderia dopo un contatto di pelle ininterrotto di 10 anni.

Raccontandoci che cosa? Che nessun altro l’ha voluto? Direi di no. Che l’Inter gli è tanto mancata? Chissà.

Per ora, le improbabili sirene di mercato su di lui sono affidate alle solite penne dei soliti giornali. L’ultima “notizia dalla Germania“ vorrebbe Matrix richiesto dallo Stoccarda.  La provenienza tedesca della bufala è smentita dai siti di mercato tedeschi, che la riprendono dal megasito internazionale Calcio News 24 😆 . Traete voi le vostre conclusioni.

Peraltro, Marco non sarebbe nuovo agli stacchi rigeneranti dalla quotidianità nerazzurra. Ne fu un esempio il recupero da un infortunio effettuato a Perugia nel marzo 2009, trattato nel mio sferzante post  “Materazzi, vacanza a Perugia?”.  Dal furibondo vespaio che sollevò l’articolo, deduco che Ladycalcio dovesse aver colto nel segno.

E se effettivamente il contratto non fosse stato rescisso, la megavacanza rigenerante dell’estate 2011 – o pausa di riflessione che dir si voglia -, potrebbe teoricamente durare anche oltre il 31 agosto e il gran finale della pièce sfociare in uno sfolgorante ritorno di Matrix in nerazzurro in stile Amintore Fanfani: RIECCOLO! Rimesso a nuovo. Almeno, così gli auguriamo.

I link dei post citati nell’articolo:

Le tappe della crisi del “guerriero”:

https://calcioparole.wordpress.com/2009/12/31/lettera-ai-folletti-cattivi-consiglieri-di-materazzi/

Vacanza a Perugia?

https://calcioparole.wordpress.com/2009/03/22/materazzi-vacanza-a-perugia/

Perché non credo più alla sua sindrome compartimentale di Materazzi:

https://calcioparole.wordpress.com/2008/11/24/perche-non-credo-piu-alla-sindrome-compartimentale-di-materazzi/

La bufala dell’interessamento dello Stoccarda, ripresa dai tedeschi da … un sito italiano 😆

http://www.transfermarkt.at/de/marco-materazzi-zum-vfb-stuttgart/topic/ansicht_500_984883_seite1.html

(La foto di Materazzi è tratta da inter.it)

Annunci

12 Risposte to “Materazzi: “giallo”, rescissione o pausa rigenerante?”

  1. Nuccia said

    DAIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIi TORNA, MARCOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO

  2. Ricky said

    Eh eh, cosa fanno? Lo mandano in officina e gli mettono i pezzi di ricambio?

  3. Diossina said

    Quarta ipotesi: tu hai scritto che per 40 motivi + 1 resterà all’Inter e la primadonna Materazzi fa finta di fare il volubile 💡

  4. Magic 8 said

    Grande Ibra che l’hai steso nel derby!

  5. Michele Zinzoni said

    Io non voglio anticipare nulla ma se fosse l’ennesima sceneggiata, stavolta la riterrei da disperato.

  6. Evinrude said

    Che fai, Matrix? Scompari e riappari sul sito come per incantesimo?

  7. Lapidario said

    CENERENTOLO!

  8. Tino said

    Quello lì non sa manco più lui cosa vuol fare.

  9. Interista Pentito said

    Sarà la sceneggiata finale di carriera

  10. Rossonero Forever said

    Ehi, ma “papà Moratti”, come lo chiami tu, in questo momento non ha cose più importanti a cui pensare di questi giochini?

  11. Lenticchia di Castelluccio said

    Così gli hai rovinato il “gran finale” 😆 !!!!!

  12. Ada said

    Marcuccio.. dove ti nascondi?

Sorry, the comment form is closed at this time.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: