CALCIO E PAROLE

By "Ladycalcio". Il blog più censurato e più temuto dagli addetti ai lavori

La fuga di Leonardo: che disgusto, questo calcio!

Posted by ladycalcio su giovedì, giugno 16, 2011

21 maggio 2011. Così riportava inter.it :A proposito di mercato, a Leonardo viene chiesto se in questa chiave stia preparando una ‘sorpresa’ all‘Inter  ( 😯 involontaria ironia?, ndr): “Io sono un allenatore, questo faccio, l’allenatore 😀 . Mi sento molto libero rispetto al mio passato di dirigente, mi sento molto in sintonia con Branca e Ausilio ❗ che fanno il mercato e con il presidente Moratti che poi fa le scelte, ma faccio l’allenatore (lo ripete tre volte, ndr). Se poi posso dare in qualche modo un contributo, comunque ci sono, ci mancherebbe altro: siamo tutti insieme per un progetto“.

Moratti ieri su Leonardo: “La carriera di allenatore è qualche cosa che lui affrontava con tanta buona volontà e passione, ma non certo forse  la sua aspirazione per il futuro. A questo punto,  conviene che lui segua la sua aspirazione per il futuro “.

Parole che mi ricordano tanto i giudizi scolastici di fine anno, più che mai in tema di stagione, con i quali, prodighi di eufemismi, gli insegnanti dirottano da taluni indirizzi di studio gli allievi non esattamente dotati. Parafrasando i giudizi scolastici su Leo, aggiungerei senz’altro: “Il ragazzo chiacchiera troppo”.

Uomo Milan, promettente neoallenatore rossonero… no, mai più allenatore, quel ruolo non fa per lui…almeno, fino all’irrinunciabile proposta dell’Inter, suo sogno segreto, la Società con cui si identifica: una nuova stuzzicante (e soprattutto, remunerativa) sfida, tanti proclami di programmi, progetti, obiettivi, rivincite, rivendicazioni di essere un uomo libero… fino alle foto da sirenetto sulle spiagge brasiliane a dirottare l’attenzione dalla repentina inversione a U di questi giorni, con cui ha deciso di piantare un’altra volta la panchina e, con essa, baracca e burattini.

Un gesto destinato a lasciare, presso i tifosi interisti, i rancori e le incomprensioni già scatenate fra i milanisti. Un gesto che si rivolta contro il Presidente Moratti come il karma del trattamento riservato a Mancini & Co ❗ .

In un commento reso ieri a StudioSport (Italia 1), Bruno Longhi contraddice le idilliache dichiarazioni di Leo che ho riportato in apertura, sostenendo che l’ex-mister nerazzurro covasse da tempo l’idea di un ritorno al PSG (in cui aveva militato 15 anni fa), “idea di cui aveva resi partecipi, in più di un’occasione, solo gli amici più fedeli” 😯 .

Secondo Longhi, la proposta dello sceicco Tamim Bin Hamad Al Thani, erede al trono del Qatar, sarebbe stata per l’ex-rossonerazzurro 😀 “l’occasione di fare ciò che più gli piace e di abbandonare quella solitudine che caratterizza il mestiere di allenatore, resa sempre più insopportabile all’Inter, dove solo il feeling con Massimo Moratti gli aveva permesso di superare le difficoltà di convivenza con il resto dello staff dirigenziale. Troppo spesso era stato lasciato in balia di se stesso e quando ciò non era accaduto, c’era stato chi aveva tentato di condizionarne le scelte non ritenendolo evidentemente un allenatore da Inter in grado di  camminare da solo”. (…) Conclude Longhi: “Anche Leonardo rimarrà nel cuore del Presidente nerazzurro 😀 :  è questo il piacevole destino che tocca a chi decide di andarsene, alla faccia dei contratti in essere”.

E proprio questo è il punto, al di là dei motivi che avrebbero indotto Leo ad andarsene: l’affidabilità, la serietà, il rispetto per la parola data, la forza d’animo e la costanza di perseguire fino in fondo un progetto per il quale tutti fanno affidamento su di te: concetti ormai anacronistici nel calcio. Se ciò che sostiene Longhi corrisponde a verità, caro Leo, non ci sono parole.

Alla ricerca della causa scatenante il divorzio, si parla della richiesta, da parte dell’ex-allenatore, di promuovere Angelo Castellazzi (sprovvisto di patentino) a suo vice, di Beppe Baresi mal digerito in panchina, del controverso interessamento per Kakà, del prolungamento del suo contratto oltre la prossima stagione subordinato alla conquista dello Scudetto, dello zampino di Mou in tutta la vicenda, dei propositi d’addio di Maicon, Eto’o e compagnia, ecc. ecc.

Tuttavia, dove il giocattolo si sia rotto interessa i tifosi fino a un certo punto. A predominare, è il disgusto.

La foto è tratta dal Sito Ufficiale di FC Internazionale (inter.it)

Annunci

12 Risposte to “La fuga di Leonardo: che disgusto, questo calcio!”

  1. Esther59 said

    Mercenario!

  2. Aldo said

    Non ho parole

  3. Zio Bergomi82 said

    Se poi Longhi ci viene a dire che Leo macinava già da tempo questa idea e nel contempo ci imboniva con discorsi di sfide, progetti e amore per l’Inter come uno che avesse toccato il cielo con un dito, altro che disgusto!

  4. Irriducibile said

    Vattene pure, non sei degno dell’Inter!

  5. Rossonero Forever said

    Non per fare quello che dice “lo sapevo” o “io ve l’avevo detto”, ma anche al Milan Leo ha lasciato un forte malcontento sia in Società, sia fra i tifosi. Dà fastidio quel suo finto attaccamento ai colori, regolarmente tradito. Come vedete, non si è smentito neanche stavolta.

  6. El Gamba de Legn said

    Vai via, barlafùs, non ti rimpiange nessuno!

  7. Lenticchia di Castelluccio said

    L’uomo libero si lamenta delle ingerenze di qualcuno nella formazione? Eh eh, Lady, sai quanto mi sono sembrate strane quelle partenze da titolare di Materazzi alle ultime giornate?

  8. Interista Pentito said

    Leonardo non si è comportato in modo serio, ma a Moratti sta solo bene. Almeno impara cosa vuol dire esser piantati in asso quando avevi già fatto un programma e credevi di poter contare su qualcuno per realizzarlo. Sembra la vendetta del Mancio fatta e finita. :mrgreen:

  9. Leo Nardo said

    Questo da lui non me lo sarei mai aspettato. Sono deluso al cubo. Vedevo Leo come un giovane allenatore pieno di entusiasmo, in corsa per una sfida e per tante vittorie. Invece ha già mollato tutto. Hai ragione, a pensarci ti prende il disgusto.

  10. Ugo said

    E adesso chi arriva? Mihajlovic? Uno che sono già tutti lì a chiedersi se mangerà il panettone?

  11. vito said

    Ma i 40 motivi per cui Materazzi resterà all’inter?Forse ne manca 1…cioè la verità.
    Saluti ladycalcio..

Sorry, the comment form is closed at this time.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: