CALCIO E PAROLE

By "Ladycalcio". Il blog più censurato e più temuto dagli addetti ai lavori

Venti di scandalo o leggera brezza?

Posted by ladycalcio su venerdì, giugno 3, 2011

Ci risiamo. Accendi la radio o la TV per ascoltare un notiziario e ti senti cadere le braccia per l’ennesimo scandalo del pallone.  Intendiamoci: non sto dicendo  che le notizie di questi giorni rischino di minare la credibilità del calcio, che ritengo già in cantina.

Siamo semplicemente di fronte alla brutta storia di turno. Scrolliamo la testa davanti alle accuse mosse a due personaggi conosciuti e stimati del nostro calcio, gli ex-Azzurri Beppe Signori e Cristiano Doni. Ascoltiamo alcune intercettazioni telefoniche, non esattamente delle “bombe” per quanto ho finora sentito.

È prematuro fare nomi o trarre conclusioni su una vicenda ancora in embrione, che in teoria potrebbe riservarci tutto e il contrario di tutto; potrebbe allargarsi a macchia d’olio, così come potrebbe rivelarsi l’ennesima bolla di sapone.

Mi limito a un breve pensiero. Non credo che si allargherà a macchia d’olio e non mi illudo che nel calcio dei grandi interessi verrà fatta finalmente pulizia. Temo che, al massimo, a pagare sarà qualche pesce piccolo. Perché dico questo?

Perché mi fa storcere il naso la determinazione di voler chiudere la pratica prima dell’avvio del campionato 2011-’12. In altre parole, di voler  terminare l’inchiesta  ancor prima di averla incominciata.  Soprattutto, senza manifestare la volontà di accertare se i giri di scommesse appena emersi non possano eventualmente riguardare qualcosina di più delle divisioni minori.

Temo, insomma,  di rivedere il film già visto di Calciopoli, con quegli incroci di competenze  (e relativi tempi di indagine) fra reati sportivi e reati penali,  Giustizia Sportiva e Giustizia Ordinaria, sentenze di primo e di secondo grado,  stangate e sconti di pena,  e via dicendo. Film terminato con Lucianone Moggi opinionista in TV che si proclama vittima sacrificale e con la “nuova” Juve di Andrea Agnelli che chiede all’Inter la restituzione dello Scudetto 2006.

Ebbene: per “sveltire la pratica” e tornare in fretta al calcio giocato, l’inchiesta che partorì questo “straordinario” risultato venne limitata a un paio di stagioni addietro soltanto. C’è bisogno di aggiungere altro?

Annunci

9 Risposte to “Venti di scandalo o leggera brezza?”

  1. Stefano del 2° Anello Blu said

    Hai ragione. Voler finire prima di aver cominciato mi sembra un pessimo presupposto.

  2. Sandrino55 said

    Doni e Signori, ma che peccato! Erano due personaggi “belli” del calcio!

  3. Pegaso said

    Mettere un tranquillante nelle bevande dei compagni rischiando di farli finire all’altro mondo quando guidano… ragazzi, ma chi ha fatto questo va messo in galera!

  4. Lapidario said

    Povero calcio.

  5. Bordon 1971 said

    Un altro “figurone” del nostro calcio all’estero!

  6. Lancillotto said

    Stanno emergendo implicazioni gravissime. Il quadro che si delinea, più che a un illecito sportivo, fa pensare a una vera e propria associazione a delinquere. In questo caso si spera almeno che la Giustizia Ordinaria si conceda il tempo necessario per andare a fondo del marciume che sta emergendo.

  7. Paolo said

    Poi ci sono quelle terribili gaffes, come quella di sparare il nome di De’ Rossi e doverlo ritirare di volata.

  8. Pluto said

    Che schifo! Ma non ne guadagnano abbastanza di soldi?

  9. Diossina said

    I campionati minori, eh? Perché non danno un’occhiata anche agli incontri europei e ai faraonici giri di scommesse che ci sono dietro? Una controllatina non guasterebbe, no?

Sorry, the comment form is closed at this time.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: