CALCIO E PAROLE

By "Ladycalcio". Il blog più censurato e più temuto dagli addetti ai lavori

IL PROF. BENAZZO TACE. LA PAROLA ALLA DIREZIONE GENERALE, SANITARIA E SCIENTIFICA DEL SAN MATTEO DI PAVIA.

Posted by ladycalcio su giovedì, maggio 19, 2011

Una sindrome compartimentale acuta indotta da “un ematoma di 600 cc lungo dalla radice della coscia fino al ginocchio e del diametro di 10 cm” risolta con un “intervento d’aspirazione per via endoscopica sotto controllo ecografico con un’incisione di soli 2 cm”, trasformando il versamento in un trauma contusivo. Peraltro, dopo oltre mezza giornata dall’incidente e su un paziente – così venne riportato –  imbarcato su un aereo con un’emorragia interna in atto.

Dieci giorni fa, con una lettera aperta su questo blog, mi ero rivolta al Prof. Francesco Benazzo (Direttore della Clinica Ortopedica e Traumatologica dell’Università di Pavia, Fondazione IRCSS Policlinico San Matteo), autore del miracoloso salvataggio della gamba e della carriera di Marco Materazzi nell’agosto 2007, per conoscere i fondamenti dell’innovativa tecnica chirurgica da lui praticata, sostitutiva della cruenta fasciotomia d’urgenza.

Trovate la lettera al link in calce, già inviato per conoscenza alla Direzione Sanitaria e Generale del San Matteo contestualmente alla pubblicazione del relativo post.

Ebbene: a tutt’oggi, il Prof. Benazzo tace. D’accordo: come ama dire Maurizio Costanzo, chiedere è lecito, rispondere è cortesia. Tuttavia, non comprendo per quale ragione il Professore non possa perlomeno segnalarmi il titolo di qualche sua relazione o trattato sull’argomento.  Dopotutto, non dovrebbe trattarsi di un fiore all’occhiello? Ladycalcio, più intenzionata che mai ad approfondire il tema, reitera la cortese richiesta alle alte cariche del nosocomio pavese:

Di seguito, rendo pubblico il testo della mia email e i nominativi dei suoi 3 destinatari (ai quali si aggiunge, per conoscenza, il canale tematico nerazzurro Inter Channel, fonte ufficiale di FC Internazionale) . Gli indirizzi di posta elettronica dei rispettivi uffici sono di pubblico dominio e sono riportati sul Sito Ufficiale della Fondazione.

Alla cortese attenzione dei Professori:

Pietro Caltagirone – Direttore Generale Fondazione IRCSS Policlinico S. Matteo Pavia

Marco Bosio – Direttore Sanitario

Remigio Moratti – Direttore Scientifico

e p.c. a Inter Channel

e p.c. ai lettori del blog “Calcio e Parole” (https://calcioparole.wordpress.com/) , sul quale la presente viene pubblicata

In data 10 maggio, sul mio blog “Calcio e Parole”, ho pubblicato una lettera aperta al Prof. Francesco Benazzo, Direttore della Vs. Clinica Ortopedica e Traumatologica, chiedendogli cortesemente di poter conoscere i fondamenti dell’innovativa tecnica chirurgica con la quale avrebbe risolto un celebre caso di “sindrome compartimentale acuta” indotta da “un ematoma di 600 cc lungo dalla radice della coscia fino al ginocchio e del diametro di 10 cm” con un “intervento d’aspirazione per via endoscopica sotto controllo ecografico con un’incisione di soli 2 cm”,  risparmiando al paziente la fasciotomia d’urgenza. 

La lettera è pubblicata al link in calce.

A tutt’oggi, con mia enorme sorpresa, non ho ricevuto risposta alcuna. Reitero pertanto a Loro la mia cortese richiesta, nella fiducia che possano rispondermi in sua vece, o perlomeno, segnalarmi un testo, un lavoro, un trattato o una relazione medica che illustri la rivoluzionaria metodica. Tale risposta, alla pari della presente richiesta, si intende pubblica, a beneficio dei numerosi lettori che l’hanno sollecitata.

Certa di essere esaudita, ringrazio per l’attenzione e porgo distinti saluti.

“Ladycalcio” Monica Morandi

https://calcioparole.wordpress.com/2011/05/10/lettera-aperta-al-prof-francesco-benazzo-direttore-della-clinica-ortopedica-e-traumatologica-dell%E2%80%99universita-di-pavia-fondazione-irccs-policlinico-san-matteo/

Annunci

22 Risposte to “IL PROF. BENAZZO TACE. LA PAROLA ALLA DIREZIONE GENERALE, SANITARIA E SCIENTIFICA DEL SAN MATTEO DI PAVIA.”

  1. Helenio said

    Mi sa che a Pavia stiano andando incontro a una “magra” senza precedenti.

  2. Alpha89 said

    Vorrei sapere da chi diavolo è partita tutta questa storia, che fa acqua da tutte le parti. FORZA LADY, NON FERMARTI!

  3. Jack lo Squartatore said

    Ladycalcio, la peste bubbonica! 😀

  4. Marco Minola said

    Percepisco un silenzio altamente imbarazzato. Per quale ragione non rispondere, o almeno non segnalare una relazione esplicativa del metodo? La mancata risposta del Prof. Benazzo, unita alle tue osservazioni scrupolose e pertinenti, alimenta tutti i dubbi di questo mondo. Se neppure la Direzione risponderà, mi sentirò autorizzato a sospettare che quella fantasmagorica tecnica chirurgica praticata su Matrix sia frutto della fantasia. A questo punto, riterrei tale anche la vecchia storia della sindrome compartimentale acuta, con tutti gli annessi e connessi. Se così fosse (uso ovviamente il congiuntivo in attesa di eventuali sviluppi), il glorioso San Matteo di Pavia andrebbe incontro a una figuraccia di portata storica, senza precedenti nel mondo dello sport e della medicina sportiva: sbandierata sui giornali con dovizia di dettagli, raccontata dalla voce degli stessi medici (i Prof. Combi e Benazzo), riportata dal Sito Ufficiale dell’Inter, questa storia di Materazzi “semimoribondo” resuscitato in tre giorni grazie a un’incisione di 2 cm fece il giro del mondo. E ora, davanti alle domande di un blog, questo silenzio tombale? Ci dicano qualcosa, per favore. Perché se fosse come sospetto, ci sarebbe da gridare allo scandalo – davanti a tutti, platealmente, come hanno fatto loro.

  5. Il Cuchu di Brescia said

    Siamo tutti orecchie!

  6. Lothar said

    Chiediamo una risposta anche noi lettori, poiché ci sentiamo presi in giro. Su quell’infortunio di Materazzi non quadra più nulla. Accadde realmente ciò che ci hanno raccontato? Se sì, sarebbe positivo approfondire la conoscenza di una tecnica chirurgica così avanzata. Altrimenti: cosa ci hanno propinato i mass media? Un sacco di balle? E per quale ragione? Non posso non ripensare all’inspiegabile reazione di Matrix verso di te quando gli inviasti “Il Ritorno del Guerriero”: anche allora silenzio ostinato, poi fastidio e maleducazione verso chi aveva elogiato la prestanza delle sue gambe. L’aspetto più grave tuttavia, mi sembra quello legato alla struttura sanitaria teatro del fatto. Perché tace? Per lo stesso motivo per cui tacque Materazzi?

  7. Diossina said

    Beh, in questa bella storia credono tutti di cavarsela cucendosi la bocca? Conoscendoti, non credo proprio che ti fermerai qui….

  8. Lapidario said

    Chi tace acconsente.

  9. Ettore said

    I miracoli sui giocatori mi infastidiscono. Fai benone a far le pulci ai loro luminari. Quando ci facciamo male noi comuni mortali, la soluzione veloce per curare un banale infortunio in tempo per la gara non c’è mai. Allora: se esistono delle tecniche così all’avanguardia, per favore ce lo facciano sapere. E magari, se è il caso, le applichino anche a noi, anziché riservarle solo ai campioni. Il diritto alla salute e alla pratica sportiva è di tutti, non solo di chi solleva le coppe.

  10. L'Anti-Matrix said

    Materazzi, “grande uomo” :mrgreen: … si scoprono gli altarini?

  11. Lenticchia di Castelluccio said

    Scottano i telefoni fra Pavia, casa Moratti e casa Materazzi. E altri incominciano a preoccuparsi… 🙂

  12. Matilde said

    Ma non se lo saranno mica inventato questo benedetto metodo, no?

  13. Lancillotto said

    Tutto tace? Eh eh..

  14. Zebra said

    La carriera di Matrix rischia di finire… COL BOTTO! 😀

  15. Dado Nerazzurro81 said

    Marco, se pensi che bastava un “GRAZIE” gentile per risparmiare a te stesso e a tanti altri questo calvario!

  16. Dice il saggio said

    Non possono fuggire all’infinito. Tutti i nodi vengono al pettine.

  17. Pentotal said

    Ehi? Vi siete anestetizzati la lingua?

  18. Sandrino55 said

    Ma non si vergognano?

  19. Carmen85 said

    La Direzione Scientifica dovrebbe avere il compito di divulgare le nuove scoperte, no?

  20. El Gamba de Legn said

    Sono d’accordo quando dici che i giocatori con i bambini in braccio sono ridicoli e sembrano tante balie. Chissà cosa credono di sembrare!

Sorry, the comment form is closed at this time.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: