CALCIO E PAROLE

By "Ladycalcio". Il blog più censurato e più temuto dagli addetti ai lavori

LA VENDETTA DI BENITEZ

Posted by ladycalcio su lunedì, aprile 18, 2011

Inter-Parma (5-2) del 28 novembre 2010, era stata l’ultima vittoria di Rafael Benitez sulla panchina nerazzurra. Ironia della sorte, sabato scorso, guarda caso nel giorno del 51°compleanno di Rafa 😉 , l’Inter ha perso le ultime chances di Scudetto proprio contro il Parma.

E forse per ricambiare le “cortesie” di Moratti e dei giocatori nei confronti dell’ex-tecnico, il destino avverso aveva già iniziato ad accanirsi contro la Beneamata, facendo sì che il punteggio di quella vittoria – 5-2 appunto – si ribaltasse a suo sfavore in un incontro chiave e ne sancisse la débacle interna contro lo Schalke e la successiva eliminazione dalla Champions League.

Sembrerebbe la “vendetta” di Rafa fatta e finita. La rivincita di colui che era stato additato come il perdente della situazione, visto che, via lui, la squadra era sembrata improvvisamente risorgere sotto la guida di Leonardo. Ci si era chiesti come 🙄 . L’unica ipotesi plausibile, stante il cambio in corsa, mi era sembrata quella del contraccolpo psicologico positivo e della spinta emozionale, grazie a cui il nuovo tecnico, forte di spiccate doti di motivatore e di psicologo, era riuscito a spremere le ultime stille di energia e di orgoglio da una compagine logora.

Il povero Leo, rimasto in corsa per la sola Coppa Italia, non poteva fare di più. E se ora nel suo bilancio personale sulla panchina dell’Inter rischia gli zeru tituli tanto cari al suo luminoso modello Mourinho, deve dire grazie proprio a quest’ultimo, che gli ha lasciato in eredità una squadra a pezzi.

La foto è tratta dal Sito ufficiale di FC Internazionale (inter.it)

Annunci

14 Risposte to “LA VENDETTA DI BENITEZ”

  1. Spiritoso said

    Presidente, ma che scherzacci Le combina il destino!

  2. Alpha89 said

    “Ci si era chiesti come” Leo avesse resuscitato la squadra. Hai detto tutto!

  3. Rossonero Forever said

    Cugini, altre due pappine!

  4. Luca said

    Oltretutto, a sprazzi la squadra aveva dato l’impressione di remare contro Benitez.

  5. Lothar said

    Benitez qualche errore deve averlo fatto, se è vero che da subito si è tirato contro i giocatori. Un’altra questione è la condizione atletica scadentissima che l’Inter ha mostrato quest’anno, che a mio avviso è imputabile sia al logorio fisico di un’annata in cui si è giocato due volte alla settimana, sia a una preparazione atletica precaria (punto che tu hai sottolioneato più volte). Né Rafa né Leonardo hanno potuto ovviare a tale disastro, effettivamente figlio della gestione Mourinho. Il guaio è che, al punto in cui siamo, qualunque allenatore risulterebbe impotente davanti a uomini che persono i pezzi.

  6. Evinrude said

    Adesso gira quella voce che Mourinho avrebbe iscritto i figli in una scuola di Lugano… Dio ci scampi dal suo ritorno, altrimenti ci fa fuori del tutto quel che rimane della squadra!

  7. Sissy87 said

    Pvero Rafa, dopo il trattamento che ha ricevuto un sorrisino di soddisfazione (lontano da occhi indiscreti) se lo sarà anche fatto…

  8. Rocco said

    Caspiterina, quante coincidenze numeriche! Quasi quasi sono da giocare al lotto!

  9. Pro Mou said

    Eh no, dai, tutta la colpa all’artefice del triplete no…

  10. Interista Pentito said

    Se la colpa del crollo postumo è veramente di Mourinho, devono addossarsela anche lo staff medico e la Società che l’hanno lasciato lavorare indisturbato con metodi d’allenamento sbagliati!

  11. David Rossonero said

    Che scopole, cugini!

  12. The Night Rider said

    Contro La Roma si è vista un’Inter un po’ più convincente. Però è difficile dire se si è trattato di un accenno di recupero oppure se a resuscitare gli uomini di Leo è stata la pochezza dell’avversario…

  13. Raffaello Benitez said

    VAI RAFAAAAAAA !!!!!

  14. W Rafa said

    Quando si dice che la vendetta si consuma fredda….

Sorry, the comment form is closed at this time.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: