CALCIO E PAROLE

By "Ladycalcio". Il blog più censurato e più temuto dagli addetti ai lavori

Ibra di nuovo espulso: Ladycalcio ripropone la vera “punizione esemplare”

Posted by ladycalcio su lunedì, aprile 11, 2011

Aveva appena rimesso piede in campo dopo le tre giornate di squalifica scontate per aver rifilato un pugno nella pancia a Marco Rossi in Milan-Bari del 13 marzo. Aveva saltato il derby.

Evidentemente, tutto questo non gli è bastato, se è vero che ieri sera, a Firenze, Zlatan Ibrahimovic è finito di nuovo fuori (si noti il doppio senso) per le frasi triviali che stanno facendo il giro dei media e che il diretto interessato sostiene di aver rivolto non al guardalinee, ma a se stesso.  Una tesi che, spero, risulterà difficilmente sostenibile davanti al Giudice Sportivo.

Ricordate la mia proposta del 21 febbraio scorso dopo i 5 turni di squalifica inflitti a Gattuso per la testata al vice allenatore del Tottenham Joe Jordan? Squalifica di un anno per chi “sclera”, poiché i provvedimenti disciplinari cosiddetti “severi” (un paio di giornate a godersi la partita dalla tribuna) dimostrano di fare ormai il solletico agli eroi della pedata.  Qui, il discorso potrebbe (e dovrebbe) toccare anche i lauti stipendi percepiti dai “campioni del rosso”. In pratica, sarebbe ora di rivedere il concetto di “punizione esemplare” e di adattarlo al degrado del calcio e dei tempi.

Quando scrissi il post citato, eravamo reduci dalle quattro giornate di squalifica inflitte a Chivu dopo il pugno al volto a Marco Rossi in Bari-Inter.  In quell’occasione, avevo ribadito la frequenza sempre più serrata dei “raptus” da parte dei giocatori, giunti pressoché al ritmo di uno per giornata, sottolinendone il copione-tipo: “il raptus stesso, con il giocatore che “sclera”;  la costernazione del protagonista del gesto, la contrizione e le scuse – spesso di comodo.” È quanto è avvenuto anche ieri sera.

Sono convinta che di questo passo non ne usciremo. Almeno fino a che vi sarà chi difende o minimizza certi comportamenti. È il caso di Mario Sconcerti, che nel dopopartita Sky ha attribuito gli insulti di Ibra a un’arrabbiatura del giocatore verso se stesso. Peggio che mai, è il caso del tecnico rossonero Massimiliano Allegri che, intervistato dalla stessa emittente, ha sminuito l’accaduto.

Peggio aveva fatto soltanto il “grande” José Mourinho, che dopo il fallito ricorso per le due giornate di stop a Maicon per quelle parole in inglese al guardalinee Ayroldi in Bologna-Inter del 21 novembre 2009 (maldestramente tamponate con l’assonanza “vai tu”), aveva parlato di  “giustizia non giusta”.

Non per nulla, con questi edificanti presupposti siamo arrivati a un “caso” per giornata.

Il link al post citato:

https://calcioparole.wordpress.com/2011/02/21/dopo-chivu-gattuso-cinque-giornate-e-avanti-il-prossimo/

Annunci

8 Risposte to “Ibra di nuovo espulso: Ladycalcio ripropone la vera “punizione esemplare””

  1. Lucio il Brasilero said

    Pure recidivo, il ragazzone. Stavolta gliene diano 6 di giornate, così lo rivediamo la prossima stagione!

  2. Rossonero Forever said

    Almeno fosse stato determinante in campo. Invece ha pure ciccato due goal e ci ha lasciati in dieci…

  3. Magic 8 said

    Oh Zlatan! Che combini?

  4. Luca said

    Un anno? Esagerata Lady…

  5. Lapidario said

    Incorreggibile.

  6. Enzo said

    Mandatelo a zappare la terra!

  7. Dodi said

    Toccarli sui soldi non serve, le squalifiche di qualche giornata gli fanno come acqua fresca… forse non hai torto…

  8. Arcimboldo said

    Se ci fai caso sono sempre gli stessi che ci cascano. Questione di cervello…. Forse, l’unico modo per fargliela piantare sarebbe sostituirglielo.

Sorry, the comment form is closed at this time.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: