CALCIO E PAROLE

By "Ladycalcio". Il blog più censurato e più temuto dagli addetti ai lavori

ALL’INTER L’AMBROGINO “RISCALDATO”

Posted by ladycalcio su giovedì, marzo 3, 2011

Sito Ufficiale di FC Internazionale, comunicato di martedì 7 dicembre 2010: Milano – “È con grande dispiacere che F.C. Internazionale deve constatare, anche in occasione di Sant’Ambrogio e dei conseguenti Ambrogini assegnati ai cittadini più illustri, la mancanza totale di un segno di riconoscenza da parte del Comune di Milano nei confronti della società nerazzurra per i grandi successi nazionali e internazionali ottenuti quest’anno (…)”

Il Sindaco di Milano Letizia Moratti, cognata del Presidente nerazzurro , aveva  così replicato: “Ho  chiesto ai miei uffici  e mi hanno detto che non è possibile dare due volte la benemerenza (già assegnata all’Inter nel 2008, in occasione del centenario di fondazione, ndr): non è mai avvenuto».

Ma si sa: in tutte le cose, c’è sempre una prima volta! Inoltre, ogni desiderio del Presidentissimo è un ordine! 😀 Fatto sta che l’Ambrogino , ormai snobbato dagli stessi milanesi poiché degenerato a premio delle polemiche, è stato assegnato oggi, 2 marzo,  😯 a Palazzo Marino alla Società nerazzurra. Fuori data e fuori tempo.

Come giustificare il voltafaccia integrale, sempre che in certi ambienti si possieda ancora una faccia?

All’uopo, sono state confezionate le “pezze” più assurde. Addirittura, qualcuno vorrebbe far coincidere l’insolita data di assegnazione della benemerenza con il mese del compleanno dell’Inter 😀 – marzo, appunto.  Per i non milanesi, ricordo che il riconoscimento prende il nome da S. Ambrogio, Patrono del Capoluogo lombardo, che si festeggia il 7 dicembre.

Letizia Moratti rivolta al cognato Massimo in una cerimonia tutta casa e famiglia:  “L’Ambrogino che ti era stato dato due anni fa era un Ambrogino ai 100 anni della storia dell’Inter , un Ambrogino  che ricordava una storia gloriosa, una storia nata nel marzo…  tra l’altro proprio nel 1909… 😀 (brusio in sala, ndr)  1809 😯 … (ride imbarazzata) … millenovecento… 😀  (il Sindaco spazia di un secolo, ma la data giusta – 1908 – proprio non la tira fuori, ndr). In un piccolo ristorante … (…)”.  Ma cos’altro aspettarsi da una sedicente interista nata che “diserta” lo  stadio poiché, per scaramanzia, guarda le partite da una poltrona portafortuna di casa sua? 😀

Tornando all’assegnazione tradiva dell’Ambrogino, riporto, senza commento, un estratto da Blog.it: Un ripensamento anomalo, quanto meno nei tempi. Che la lobby interista all’interno del palazzo abbia oliato e rimesso in moto gli ingranaggi fermi? Non è un caso che sul sito di FC Internazionale scopro che, per l’occasione, la società, a sua volta, darà un riconoscimento all’Inter Club Palazzo Marino, presieduto dal Presidente del Consiglio comunale Manfredi Palmeri e dedicato a Giacinto Facchetti, raggruppa consiglieri, assessori, dipendenti tifosi nerazzurri e che, dal maggio 2007, “danno il proprio contributo anche attraverso il ruolo istituzionale che li contraddistingue”.

Fedele alla milanesità a tutti i livelli, il Presidentissimo, travolto e inebriato dal successo, sfodera dichiarazioni pre-derby da bauscia doc: “Beh, l’inter è Milano, cioè, è sempre stato….  i tifosi dell’Inter a Milano sono sempre stati considerati quelli fondamentalmente,  eh fondamentalmente …   i milanesi veri erano interisti, l’Inter rappresenta sempre … ha sempre rappresentato l’orgoglio dal punto di vista dello sport milanese. Naturalmente poi è arrivato anche il Milan 😯 (fondato nel 1899, ndr) che ha fatto molto bene, ma tradizionalmente è più … tradizionalmente per la città ha più radici l’Inter”.

Tifosi nerazzurri, non vogliatemene: cosa direste se le stesse affermazioni le avessero fatte, al contrario, Silvio Berlusconi o Adriano Galliani?

Smorziamo i toni” direbbe forse José Mourinho (a cui la pergamena dell’Ambrogino verrà recapitata a Madrid), che per dare il buon esempio, ha appena dato dell’ipocrita a un giornalista e ha definito il suo predecessore Pellegrini “Il primo degli ultimi”. 😦

E mentre si esalta il “valore etico” dei giocatori, le foto del supermilionario Eto’o che discute una sacrosanta multa di 38 € per sosta vietata in via Montenapoleone fanno il giro delle televisioni e della Rete. 😦

Annunci

12 Risposte to “ALL’INTER L’AMBROGINO “RISCALDATO””

  1. The Night Rider said

    Addio stile Moratti!

  2. El Gamba de Legn said

    È vero, ormai noi milanesi snobbiamo l’Ambrogino. Non solo per le polemiche (effettive), ma proprio perché si ha sempre di più l’impressione che sia un premio “pilotato” da interessi esterni e convenienze varie, che automaticamente gli fanno perdere valore.

  3. Rossonero Forever said

    Il Milan è la squadra più blasonata del pianeta e scusate se vi ricordo che siamo nati prima dell’Inter! Moratti ha lanciato una provocazione degna dell’ultimo facinoroso della Curva, non certo di un presidente di società.

  4. Diossina said

    Donna Letizia, la prossima volta, prima di presentare un evento di calcio apri almeno Wikipedia!

  5. Interista pentito said

    Il successo deve aver dato alla testa al “Presidentissimo”

  6. Casimiro said

    Questo Ambrogino all’Inter è un minestrone riscaldato, insipido e ridicolo in tutto e per tutto, non da ultimo per il modo casereccio e improvvisato con cui è andato in scena. Io personalemtne non l’avrei neanche più accettato. Loro invece, a quanto pare l’hanno richiesto e pure ci sguazzano. Boh…

  7. Pia Nerazzurra said

    Secondo me l’Ambrogino è meritatissimo e anche un paio di mesi dopo è sempre ben accetto.
    Forza Inter e avanti così!

  8. Dissacrante said

    Nemmeno per l’occasione il Presidentissimo s’è fatto uno shampoo 😀

  9. Nato Milanista said

    Moratti, questa non la dovevi dire

  10. David Rossonero said

    Quante arie vi date, interisti! E poi dicevate di Berlusconi, vero? Anch’io ho l’impressione che Moratti si sia montato la testa, si capisce che non era abituato a vincere! Confrontate la bacheca internazionale e poi venitemela a raccontare.

  11. Milan Milan sempre con te said

    I cognati Moratti hanno perso altrettante occasioni per stare zitti: Letizia per quella ridicola gaffe e Massimo per una sciocchezza tanto grande che non merita neanche risposta da una squadra gloriosa e pluriblasonata come il Milan.

Sorry, the comment form is closed at this time.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: