CALCIO E PAROLE

By "Ladycalcio". Il blog più censurato e più temuto dagli addetti ai lavori

Tottenham-Inter: atleti battono calciatori 3-1

Posted by ladycalcio su mercoledì, novembre 3, 2010

La doppia sfida contro il Tottenham ha messo  impietosamente in luce il divario fisico-atletico fra il calciatore-tipo – per intenderci, “quello che si allena con la palla” – e chi viene dal rugby o dall’atletica  leggera, sport che costruiscono il fisico e la mente.

Lo sostengo da una vita: senza una preparazione atletica di base impostata sulla corsa e sulla potenza aerobica (dunque, sull’ottimizzazione dei meccanismi energetici dell’organismo) non si costruisce un buon atleta.

Ho notato come nelle dichiarazioni rilasciate ieri sera nel postpartita da Rafa Benitez ricorresse il termine “intensità”:  gli inglesi hanno mostrato voglia e intensità,  l’Inter ha puntato sul possesso palla per controllare la velocità e l’intensità dell’avversario… e ancora, il Tottenham su contropiede ha fatto la differenza, Bale aveva troppo spazio, quando corre non è facile fermarlo

Il punto è che intensità, contropiede e marcatura a uomo sono strettamente  subordinati alla velocità e alla capacità di sostenere a lungo ritmi elevati. In altre parole, a una buona condizione atletica.

Purtroppo, nel giustificare i numerosi infortuni di cui sono attualmente vittime i suoi uomini, Benitez ha parlato di un lavoro svolto all’80 % con la palla, lo stesso  adottato lo scorso anno da Mourinho. E proprio da qui originano, a mio avviso, la condizione scadente e i guai muscolari in casa nerazzurra : l’Inter difetta di un’adeguata preparazione atletica di base, sacrificata alla logica delle amichevoli e dei ritiri estivi  transoceanici, dei diritti televisivi e degli interessi economici in capo al mondo.

La colpa è di Benitez? No.  Anzi, purtroppo per lui, Rafa eredita il retrobottega della sfavillante reggia di Mourinho e gli errori del suo predecessore: giocatori spremuti per tutta la scorsa stagione dopo essere stati allenati quasi esclusivamente con la palla – peraltro, senza un adeguato turnover – lasciatigli in eredità esausti e mezzi rotti.

Con tutto ciò, il tecnico nerazzurro avrebbe almeno potuto cambiare la marcatura su Bale,  che lasciava regolarmente sul posto Maicon.

Fisicamente loro sono stati più forti e veloci”, ha riconosciuto Rafa, aggiungendo: “ dobbiamo lavorare di più sul piano tattico e fisico”. Il guaio è che il piano fisico avrebbe dovuto essere curato all’inizio della preparazione, in luogo delle remunerative amichevoli e dei “viaggi turistici” in USA e che, ora come ora, i ritmi degli impegni ravvicinati non consentono di recuperare il lavoro non svolto a tempo debito.  Peraltro, nelle occasioni in cui le soste per le nazionali avrebbero concesso ai non convocati una preziosa settimana per lavorare con calma, ho sempre visto scattare il “meccanismo perverso” dei  2-3 giorni di riposo passivo, dopo i quali, il tempo deputato all’allenamento dei professionisti 😀 nerazzurri rimaneva come sempre ridotto a una sola seduta giornaliera di circa novanta minuti. Ebbene:  corre di più il “tapascione” (per i non milanesi, il podista amatoriale) che fa jogging lungo il Naviglio.

Intanto, nella partita che avrebbe potuto dare all’Inter la qualificazione agli ottavi di Champions League, si è fermato anche Muntari.  Ma anziché scongiurare ulteriori infortuni defaticando le gambe dalle scorie della partita con del recupero attivo, anche oggi l’Inter riposa…

Annunci

16 Risposte to “Tottenham-Inter: atleti battono calciatori 3-1”

  1. […] This post was mentioned on Twitter by Monica Morandi, Monica Morandi. Monica Morandi said: L'Inter scadente nella condizione atletica a causa di deficit di preparazione http://bit.ly/cwkNZF […]

  2. Sirio said

    Farsi sorprendere da Bale una volta poteva anche capitare, ma per due partite di seguito è un po’ troppo. E meno male che Benitez ha la fama di grande tattico…

  3. Irriducibile said

    Dico soltanto che stasera mi veniva voglia di lanciare una scarpa nel televisore.

  4. Anima Nerazzurra said

    Io non drammatizzerei, per me è stata solamente una serata storta.

  5. Jack lo Suartatore said

    Certo, almeno il cambio di marcatura su Bale Benitez poteva e doveva farlo. Io comunque sono dell’idea che un Maicon in forma avrebbe contenuto perfettamente la fascia. Evidentemente il gigante non deve star bene. Non dimentichiamo tutti gli avversari fortissimi che ha fermato.

    • Jacopo said

      Certo, ma qui c’è anche un grosso problema di campagna acquisti. Anche Mourinho faceva giocare sempre gli stessi. Se Maicon per una volta non sta bene, manca un’alternativa. Lo stesso vale per tutti gli altri ruoli. La colpa è di Moratti che ha tirato i cordoni della borsa.

  6. Nato Milanista said

    GRANDE INTER!!!

    😀 😀 😀

  7. Patrizio said

    Dai, ma allenatori superpagati come Mourinho e Benitez non devono conoscere e saper applicare le regole della preparazione?

  8. Diossina said

    E se fosse che gli dà due giorni di riposo perché dopo la partita son talmente cotti che non stan più in piedi 😉 ?

  9. Figo Forever said

    Qualcosa che non va nella preparazione ci dev’essere senz’altro. Ovvio che con così poco tempo a disposizione alla ripresa estiva non si possa costruire adeguatamente il fisico e la tenuta atletica. Che tutto nel calcio sia ormai sacrificato alla logica remunerativa è un dato di fatto. Però, se il pedaggio da pagare è la salute di tanti ragazzi giovani, credo che ci si dovrebbe farci su d’urgenza un pensierino…

  10. Luisito27 said

    Ci hanno semplicemente ridicolizzati.

  11. Zebra said

    Campioni d’Europa! 😀
    Campioni d’Europa! 😀
    Campioni d’Europa! 😀

  12. Alpha89 said

    Infatti è da tapascioni anche il rendimento in campo.

  13. Pia Nerazzurra said

    In un momento così difficile è importante stare vicini a Rafa Benitez e alla squadra. Forza ragazzi, ci avete dato delle gioie bellissime. Se in questo momento non gira, non demordete, passerà! Recuperiamo gli infortunati e torneremo l’Inter irresistibile di prima!

  14. Arcimboldo said

    Purtroppo la mentalità degli allenatori di calcio è quella di allenare con il pallone. Faglielo capire ai vari mister – e ai giocatori – che non basta…

  15. Gromly said

    TAPASCIONIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII

Sorry, the comment form is closed at this time.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: