CALCIO E PAROLE

By "Ladycalcio". Il blog più censurato e più temuto dagli addetti ai lavori

L’Inter manca il grande slam

Posted by ladycalcio su sabato, agosto 28, 2010

Il sogno del grande slam muore qui, sulle rive della Costa Azzurra“, commenta Massimo  Marianella su Sky Sport 1. I Colchoneros dell’Atletico Madrid spezzano l’invincibilità dell’Inter ma non la scaramanzia,  che vuole che ad alzare la Supercoppa Europea negli anni pari sia la vincitrice dell’Europa League.

Per carità, non parlatemi di confronti fra Benitez e Mourinho e di chi, al primo passo falso della nuova Inter di Rafa, già si straccia le vesti invocando il nome di Mou. Dice bene il nuovo mister: “La partita la fanno i giocatori”. A questi ultimi – e non all’impostazione tattica della partita – è da imputare a mio avviso  la sconfitta di ieri: fuori registro, poco convinti, a tratti svogliati.  Nei sincronismi della perfetta macchina da gioco nerazzurra, di colpo è sembrato non funzionare più nulla: passaggi, rimpalli, idee, distanze fra i reparti.

L’ uno-due ad opera di Reyes ed Aguero si rivela letale per l”Inter, solitamente spavalda nelle rimonte, che questa volta non riesce a ribaltare il risultato.  Che per gli uomini in casacca nerazzurra non sia serata, lo dimostra il rigore buttato al vento da Milito.

Insomma, mancano singolarmente la partita le individualità più importanti: Sneijder inconcludente, Milito quasi assente,  Julio Cesar che sull’1-0 si fa sorprendere sul primo palo…

Per contro, nell’Atletico si mettono in luce il portierino De Gea, Reyes ed Aguero, che spiccano in un undici veloce, sempre pronto a ripartire, che non concede nulla alle azioni dell’Inter. “Svuotata, squilibrata, idee poche e confuse: dov’era?” si interroga giustamente Andrea Elefante nelle sue pagelle sulla Gazzetta dello Sport riguardo al nulla messo in mostra dalla Beneamata.

Forse, l’apparente poca convinzione degli uomini di Benitez nascondeva una sicurezza eccessiva dopo la serie di allori mietuti? Beppe Bergomi (Sky) parla di “un bagno di umiltà che può anche far bene“.

O invece, come dichiarato da Benitez nel postpartita (sempre su Sky), “si vedeva che la squadra non era fresca” e l’Inter deve solo “migliorare fisicamente“?

Comunque sia, allo stadio Louis II di Montecarlo la 36^ Supercoppa Europea è vinta meritatamente dall’Atletico Madrid. Per l’Inter, il trofeo mancante in bacheca rimane stregato.

L’incidente di percorso non intacca l’enorme potenziale della squadra. Lasciamo lavorare in pace Benitez e  diamo ai suoi uomini il tempo di assimilarne gli schemi e di smaltire le tossine muscolari della preparazione estiva.

Con la seduta d’allenamento odierna, intanto, i nerazzurri hanno già voltato pagina. Lunedì, a Bologna, inizia il campionato.

Annunci

20 Risposte to “L’Inter manca il grande slam”

  1. Luisito27 said

    Consideriamola un’amichevole di lusso di fine estate e, come hai detto tu, lasciamo lavorare in pace Benitez.

  2. Lo Zio said

    Secondo me lo schema di gioco visto a San Siro contro la Roma era migliore e più adatto alle caratteristiche della squadra. Chiaramente Benitez deve modificare il modulo di Mou, ma dovrebbe farlo con più gradualità, senza traumi. Probabilmente i giocatori non hanno ancora assimilato la sua filosofia.

  3. Lucio il Brasilero said

    Penso che sia stata tutta una questione di condizione atletica indietro rispetto agli avversari.

  4. La Lupa vince said

    Ve sta’ bbene!

  5. Alpha89 said

    Rimpiangere Mou? Neanche morto!

  6. Zebra said

    Un bel crollo, non c’è che dire!

  7. Cicciobombo_77 said

    “Si vedeva che la squadra non era fresca”? Beh, allora sarebbe il caso di domandarsi com’è stata preparata la partita, dato che non si trattava di un’amichevole ma di un trofeo internazionale… Siccome l’impegno era in calendario, la preparazione avrebbe dovuto essere dosata opportunamente per affrontarlo in condizioni fisiche adeguate!

  8. Quixia said

    Dai ragazzi, è la prima partita andata storta dopo una serie storica di vittorie! Non mi pare il caso di allarmarsi!

  9. Rossonero Forever said

    Benitez sarà un gentiluomo, ma non ha le capacità strategiche di Mourinho e nemmeno il suo carisma sui giocatori. Credo che con l’addio di Mou l’Inter abbia perso la metà del suo potenziale e con ciò, che sia tornata sullo stesso pianeta delle altre squadre. Or, con il campionato arriva il bello. FORZA MILAN!

  10. Riccio said

    Le avvisaglie del malessere si erano già viste nella Supercoppa Italiana. Contro un’avversaria modesta come la Roma la rimonta era riuscita, mentre l’Atletico è appunto… troppo atletico e veloce e così, i deficit dell’Inter si sono visti in modo chiaro. Per me è anche una questione di rinforzi che stanno venendo a mancare. Serve un centrocampista che smisti i palloni davanti alla difesa e possibilmente, andrebbe comprata anche una punta.

  11. Anima Nerazzurra said

    Facciamo tesoro della sconfitta e ripartiamo a testa alta in campionato!

  12. MG said

    Beh, dopo la prestazione di ieri sera contro il Bologna comincio a preoccuparmi…

  13. Oscar91 said

    Non sembra neanche più la stessa squadra, è irriconoscibile.

  14. Alberto said

    Speriamo solo che Moratti, non torni alle sue vecchie abitudini e dopo una serie di risultati negativi, non permetta a Benitez di continuare il suo lavoro…
    Quest’anno la vedo brutta, ma in generale per tutte le squadre. Nuovamente l’Inter può vincere lo scudetto in tranquillità perchè la qualità del gioco intravista dalle “Big” fa penare, poi può solo perderlo lei.
    Fra 4/5 giornate avremo già una visione di quello che sarà il campionato. La Juve ha cambiato troppo, e qualche acquisto sinceramente non l’ho capito(vedi Quagliarella) mentre il Milan, dubito che riuscirà a far giocare contemporaneamente Ronaldinho Pato e Ibrahimovic. Alla prima sconfitta cambia tutto.
    Io al posto dello svedese avrei cercato un buon difensore da affiancare a Nesta e Silva. Ma tant’è, il motto dice che vince chi fa un gol in più dell’avversario, quindi…
    La Roma non la considero neanche… Adriano è un flop, Totti è un quasi giocatore finito, solo l’orgoglio lo tiene in piedi…
    Il mio Palermo se arriva tra le prime sei è fortunato…
    Lazio,Samp e Napoli le metto tutte lì a metà classifica.
    Il Genoa potrebbe fare il vero salto, ma come dicevo, vediamo cosa succede tra 5 partite…
    Ah,Balotelli non si smentisce nenache oltremanica vedo!
    Però gli dò un’attenuante che nessun giornale ha scritto:
    Lì hanno la guida a destra e circolano sulle corsie a sinistra, magari si è confuso durante una manovra.
    Ma perchè scrivere questo quando puoi dire che Balotelli ha distrutto la sua R8 investendo violentemente un’altra auto?
    E menomale che non c’è più la moviola!
    Adesso si campa solo di gossip!
    E siamo solo alla prima giornata!
    😀

  15. Nato Milanista said

    W IBRA!!!! ARRIVIAMOOOOOO!!!!

  16. Dado Nerazzurro 81 said

    Come tutti i portieri delle nostre avversarie, De Gea ha fatto la partita della sua vita proprio contro l’Inter.

  17. Pocho said

    Non è più la stessa Inter dell’anno scorso, e dopo che in questo mercato Moratti ha tirato i cordoni della borsa, vedo assottigliarsi il divario con il Milan e la Juve, che invece si sono rafforzate adeguatamente.

  18. Carlo da Castelleone said

    Ricordiamoci che non sempre è domenica. Arriva il momento in cui va storta e anziché recuperare il goal e pareggiare, ti sbilanci e ti fai infilare una seconda volta.

  19. Ulk said

    Eh, non mi sembra che il campionato sia iniziato alla grande…

Sorry, the comment form is closed at this time.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: