CALCIO E PAROLE

By "Ladycalcio". Il blog più censurato e più temuto dagli addetti ai lavori

Banalità calcistiche sotto l’ombrellone

Posted by ladycalcio su lunedì, luglio 26, 2010

Archiviati i Campionati del Mondo, è tempo di guardare alla nuova stagione. Le squadre sono in raduno e stanno disputando le prime amichevoli estive, ma il vero calcio giocato è ancora di là da venire. Così, mentre giornali e TV ci asfissiano con le voci di mercato, i commenti dei tifosi in vacanza  sono ancora incentrati sulla passata stagione: scontati, ripetititvi, senza differenze culturali né di classe sociale, con buona pace di chi si sforza di elevare il livello del dibattito.

Ecco una carrellata nazionalpopolare dei più inflazionati sotto l’ombrellone, dove a farla da padroni sono concetti triti e ritriti, ovvietà, banalità, rifritti e frasi fatte. Con un fondo di verità…

LIPPI E GLI AZZURRI. Cosa è tornato a fare Lippi sulla panchina azzurra? La gente non ha dubbi: “Per i soldi”!

E anche se siamo usciti al primo turno, “lui i soldi li intasca lo stesso”. “Vedessi che barca ha!”. “Dopo il disastro”, incalza qualcuno, “dovrebbe almeno fare il bel gesto di rinunciarvi”!  Sulle non convocazioni è un coro unanime: “Perché diavolo non ha portato Cassano e Balotelli?”. C’è chi tenta una debole difesa dell’ex-ct: “Non abbiamo più giocatori, le squadre italiane sono tutte fatte da stranieri!”.

Su un punto sono tutti d’accordo: “Lippi, che antipatico!”

I TIFOSI DELL’INTER a proposito di antipatie….

–          “Mourinho sarà antipatico, ma almeno ci ha fatto vincere”.

–          “Senza Calciopoli si vede finalmente qual è la squadra più forte”.

–          “Ancor più forti della grande Inter di Herrera!

–          “Abbiamo battuto le migliori d’Europa”.

–          “L’uomo chiave è stato Milito. Senza i suoi goal non avremmo vinto nulla”.

–          “La Roma si è sconfitta da sola, non sa vincere”.

–          “Questa coppa l’attendevamo da 45 anni!

I DETRATTORI DELL’INTER (che si moltiplicano in modo esponenziale allontanandosi da Milano)

–     “Ora, per vincerne un’altra dovrete attenderne altri 45”.

–          “L’Inter è una squadra straniera”.

–          “Si dovrebbe tornare al limite dei tre stranieri per squadra”.

–          “Ormai nel calcio vincono i più ricchi. L’Inter vince perché ha più soldi”.

–          “Quel rigore non dato al Chelsea avrebbe cambiato il corso della Champions…”.

–          “Via Mourinho non vincerete più”.

–          “Benitez non potrà mai ripetere la tripletta”.

–          “Senza Maicon non sarà più la stessa squadra”.

LA ROMA è “rosicona” per i tifosi nerazzurri e “defraudata” per quelli giallorossi. A nessuno va giù Lazio-Inter (0-2). Il commento unanime su Adriano: “Credete ancora di poterlo cambiare”?

L’”ALLEGRO” MILAN. Si sprecano i giochi di parole sul cognome del nuovo mister.

Per i rossoneri “c’è da stare Allegri”. Per i detrattori, al contrario, in particolare per quelli di fede nerazzurra, “c’è poco da stare Allegri”. Ma anche per questa sciagurata eventualità,  il milanista-tipo ha pronta la frase fatta, che è poi la stessa con cui si difende dallo slogan “I Campioni dell’Europa siamo noi” rinfacciatogli dai cugini interisti:  “Siamo la squadra più titolata al mondo”.

E… GLI JUVENTINI?  Da tempo né arte né parte, sono ormai un disco rotto: “ Togliete quello scudetto a tavolino all’Inter!”.

Annunci

9 Risposte to “Banalità calcistiche sotto l’ombrellone”

  1. Savio said

    È un momento morto, anche sulle TV private continuano a discutere di mercato e di aria fritta. E allora dico, piuttosto, non sarebbe il caso di staccare per un po’ dalle discussioni di calcio e di “disintossicarsi” per un paio di settimane?

  2. Zebra said

    Eccome se quello scudetto andrebbe tolto!

  3. Evinrude said

    Lady, mi mancavi….

  4. […] I TIFOSI DELL’INTER a proposito di antipatie…. continua a leggere nel sito di Ladycalcio […]

  5. Ferdinando said

    Calcio parlato, italica abitudine!

  6. Caffè Colombia said

    Quello che mi rompe di più è il calciomercato.

  7. Chicco said

    Dello scandalo di Lippi e dell’Italia non si parlerà mai abbastanza. È stato liquidato tutto in un paio di giorni perché gli avvenimenti del Mondiale incalzavano e lui ne ha approfittato per defilarsi senza neanche render conto del disastro che ha combinato. Dovrebbe vergognarsi davanti a tutti gli italiani e non farsi più vedere.

  8. Bea said

    Boh, quei discorsi che senza Mourinho non si vincerà più non li capisco proprio.

Sorry, the comment form is closed at this time.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: