CALCIO E PAROLE

By "Ladycalcio". Il blog più censurato e più temuto dagli addetti ai lavori

MONDIALE: DALLA ROULETTE DI JOHANNESBURG ESCE LA SPAGNA

Posted by ladycalcio su lunedì, luglio 12, 2010

Il calcio somiglia sempre più a una roulette e sempre meno a un confronto riconducibile ai valori calcistici. L’ennesima conferma ci giunge dalla finale mondiale di questa sera. La vittoria di misura della Spagna sull’Olanda è arrivata dopo un violento scambio di botte con relativo rocambolesco alternarsi di cartellini, decisioni arbitrali controverse, errori macroscopici e parate sull’unghia. Insomma, i titoli si decidono sempre più sul filo del rasoio.

Esattamente come quattro anni fa, la finalissima si è protratta fino ai supplementari, risparmiandoci i calci di rigore per il rotto della cuffia, pardon, per quel pallone insaccato in extremis da Iniesta. Come allora, sull’esito finale ha pesato un’espulsione: quella di Heitinga, lo Zidane della situazione. Ma ancor prima, sarebbe stato da espellere De Jong per l’entrata da karate su Xabi Alonso.

È stata una partita pesante, non certamente bella, come belle le finali non sono più da diverso di tempo a questa parte. Ne è uscita vincitrice la Spagna, degna regina del torneo in virtù delle sue individualità di spicco e del miglior gioco messo in mostra. È il tripudio di una nazione per la prima volta sul tetto del mondo, nei primi mondiali africani e come prima europea a vincere fuori Europa.

Ma di statistiche ne sono già state sciorinate a sufficienza. Il titolo di Campione del Mondo premia il vivaio iberico e la costruzione di un collettivo impostato su giovani, che si riconferma vincente dopo il successo agli Europei 2008. La Spagna di Del Bosque ha avuto la meglio su un’Olanda arrembante e pesante, con troppe occasioni sprecate sulla coscienza.

Gli Oranje perdono la 3^ finale mondiale della loro storia pur avendo messo in mostra un buon calcio e, a loro volte, ottime individualità. Purtroppo, lo sport sa essere anche crudele. Dato per scontato il valore di Sneijder, che nonostante la sconfitta ha comunque ipotecato il Pallone d’Oro, vorrei spendere una parola su Arjen Robben, un giocatore di livello mondiale al quale la stagione appena conclusa non ha certo reso giustizia in termini di vittorie: due sconfitte in altrettanti finali (Champions League con il Bayern e Mondiale con l’Olanda) ne fanno un campione di sfortuna.

Guardando a casa nostra, l’Italia non è più Campione del Mondo: Capitan Cannavaro ha passato il testimone riconsegnando il trofeo. Archiviamo una manifestazione dalla quale siamo usciti a testa bassa, eliminati precocemente nel più facile dei gironi e con in più l’umiliazione di aver visto rispedito a casa il nostro Rosetti, uscito dalla rassegna iridata ancor peggio della squadra.

Come non dedicare l’ultima parola al polpo Paul, star-rivelazione di questi Mondiali: per la serie “non è vero ma ci credo”, ci ha azzecato ancora!

Annunci

11 Risposte to “MONDIALE: DALLA ROULETTE DI JOHANNESBURG ESCE LA SPAGNA”

  1. Puyol said

    Olé España!!!!!

  2. The Night Rider said

    Grande Paul, è lui la star di Sudafrica 2010!

  3. Walter said

    Bella la Spagna come squadra, brutte certe scene che abbiamo visto ieri sera.

  4. Helenio said

    Mi dispiace tanto per il nostro Sneijder… girava spaesato per il campo con le lacrime agli occhi…. forza Wesley, presto sarai Pallone d’Oro!

  5. […] resto dell’articolo puoi continuare a legerlo sul sito di LADY CALCIO var td_id = "1577071"; var td_format = "4,6,7"; var td_epi = ""; var td_size = […]

  6. Rocco said

    Sembrava un incontro di lotta libera più che di calcio. Webb ha lasciato correre fin troppo, forse per non falsare precocemente un incontro così importante con espulsioni o calci di rigore. Il rosso ad Haitinga comunque ci stava al 100 %. Brutta partita ma Spagna meritatamente vincitrice.

  7. Cicciobombo_77 said

    Beh, Del Bosque come tecnico non è mica l’ultimo arrivato!

  8. Carlo said

    Meno male che sono finiti questi benedetti Mondiali, non se ne poteva più.

  9. Pia nerazzurra said

    Mi dispiace per Torres, povero ragazzo, quest’anno non fa che infortunarsi!
    Fernando, ritorna biondo con i capelli lunghi e tornerai a segnare!

  10. angelillo said

    Speriamo che il nuovo CT Prandelli risollevi presto le sorti dell’Italia.

  11. Lo zio said

    Bella squadra, questa Spagna, così giovane e veloce….
    Un materiale umano così l’Italia se lo sogna.

Sorry, the comment form is closed at this time.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: