CALCIO E PAROLE

By "Ladycalcio". Il blog più censurato e più temuto dagli addetti ai lavori

Le guerre romane

Posted by ladycalcio su venerdì, maggio 7, 2010

Dopo il sorpasso della Roma in campionato, avevo scritto che sulle radio private imperversava Antonello Venditti. Per tutta risposta, dopo la carneficina dell’altra sera all’Olimpico, un oltranzista nerazzurro mi ha fatto sapere di aver rispolverato “Milano e Vincenzo” e “A Voi Romani“, due vecchi brani “spinti” di Alberto Fortis censurati da gran parte delle emittenti radiofoniche alla fine degli anni ’70.

Non è il caso. Ma anche senza spingermi così in là, mi riesce difficile definire Inter-Roma, finale di Tim Cup 2010, uno spettacolo di sport. Più che una partita di calcio, mi è sembrata una guerra, all’ultimo sangue e senza esclusione di colpi. Una guerra annunciata e dichiarata sin da Lazio-Inter di domenica scorsa. Sul campo di battaglia, i nerazzurri lasciano Sneijder e Cordoba. Dal campo l’Inter esce meritatamente con il trofeo, contesole a suon di colpi bassi da una Rometta sconfitta dalla Beneamata nel gioco e da se stessa nell’onore.

Verrebbe innanzitutto da domandarsi perché alla Roma sia stato concesso il vantaggio di giocare all’Olimpico. La “cornice” dell’incontro l’hanno vista (e udita) tutti: l’inno romanista suonato prima dell’incontro, il laser in faccia a Mourinho e poi calci, pugni e spintoni da parte dei giallorossi, che avrebbero richiesto, da parte del Sig. Rizzoli, più gialli e più rossi intesi come cartellini. Al contrario, per vedere un’espulsione si sono dovuti attendere i vergognosi calcioni del recidivo Totti a Balotelli. Una figuraccia per il Capitano candidato alla Nazionale Azzurra e una vergogna – questa volta è il caso di dirlo – per lui e per la squadra di Rosella Sensi.

Sul piano del gioco, è la solita Inter incontenibile nelle ripartenze, che va a segno con Milito e sfodera un formidabile Maicon. La Roma non riesce a prenderle le misure e per di più, si mangia due goal già fatti con Juan e Vucinic. Il resto è solo frustrazione giallorossa e relativo scadimento al di sotto di ogni limite.

Adios, mister?

L’Inter, come al solito, non riesce a non metterci del suo. Oriali si fa espellere per la millesima volta, Mou pretende di rivedere il fuorigioco di Milito su un monitor a bordocampo. Si rinfocolano intanto le voci  su un suo possibile addio a fine stagione, che Ladycalcio aveva già dato per certo nonostante la notizia del prolungamento del contratto.

Come se non bastasse, le dichiarazioni del mister sulla Roma e  sull’incontro contro il  Siena rischiano ora di avere pesanti strascichi.

Solo una comunicazione di servizio?

Dopo un paio di annetti di astinenza, torna a parlare nel postpartita di Inter Channel Marco Materazzi 🙂 . Si è riconciliato con il microfono di Roberto Scarpini? “Son solo venuto stasera perché ho sentito voci strane che ci davano per prepotenti, per gente che mette pressione all’arbitro (…)”. D’accordo che Matrix, dopo tutte le botte prese in partita, ha tutti i diritti di lamentarsi, ma … i suoi fan devono intendere il gradito ritorno solo come una semplice … “comunicazione di servizio”? 😦

Le belle immagini di Inter Channel

A proposito di Inter Channel, il postpartita offerto agli abbonati è di ottima qualità, con simpatiche interviste a caldo e immagini esclusive dagli spogliatoi e dall’aereo 😉 dei nerazzurri. Una sicura gioia per i collezionisti!

Annunci

15 Risposte to “Le guerre romane”

  1. The Wall 25 said

    Grande prova d’orgoglio e di maturità. L’Inter ha dimostrato che surriscaldarle l’atmosfera prima dei grandi incontri non serve a farle perdere la testa. Però adesso speriamo di trovare avversari più sportivi.

  2. Dado nerazzurro81 said

    Che bolgia! Che mezzucci! Che mancanza di sportività! Quella di suonare l’inno però doveva essere una provocazione preparata, non possono dirci che è stato un errore fortuito perché IL DISCO SI PREPARA PRIMA!!!!

  3. Undici leoni said

    Adesso… scudo e champions!!!!!

  4. Helenio35 said

    W Inter, bravi ragazzi. Purtroppo non riconosco più il calcio.

  5. Evinrude said

    Totti! Ma sei sicuro di essere un campione? È inutile che entri nelle nostre case bombardandoci di pubblicità in cui sei tutto carinuccio e sorridente con la tua Ilary! Come ti comporti fuori dalla fiction? Oltretutto sei superrecidivo, vedi sputi, fallacci e “vaffa” agli arbitri! Davvero uno così merita la maglia Azzurra per i Mondiali?

  6. Core de Roma said

    Totti ha sbagliato e non voglio giustificarlo. Ma Chivu che gesto ci ha fatto a tutti noi allo stadio?

  7. Sandrino55 said

    Spero che in questo finale incandescente si ritorni a parlare del calcio giocato.

  8. Alpha89 said

    La Roma ha espresso in malo modo tutta la sua frustrazione per non essere stata all’altezza del calcio dell’Inter, cosa che non può essere una giustificazione per lo spettacolo vergogonso che ha fatto vedere.

  9. Zio Bergomi82 said

    Vero tutto quello che hai scritto. Quello che non capisco è perché dopo una vittoria così Mourinho si sia lasciato andare a dichiarazioni che potrebbero costarci care e che comunque, non fanno che alimentare il clima rovente anziché stemperarlo.

  10. Pia Nerazzurra said

    Forza Inter, abbiamo vinto una battaglia, adesso bisogna vincere la “guerra”, sperando che sia solo in senso metaforico…

  11. The Hacker said

    Totti ai Mondiali proprio no… ha già fatto vergognare una volta l’Italia con lo sputo a Poulsen e mi sembra che non abbia imparato nulla!

  12. Caffè Colombia said

    Quello che mi dispiace di più è aver perso il mio beniamino sul finale di stagione. Il resto sono tutti bei discorsi. Ormai il calcio è violenza, scusate ma così non mi diverto assolutamente. Anzi, mi stanno rovinando la gioia per lo scudetto.

  13. David rossonero said

    Io sono neutrale, ma credo che andasse buttato fuori anche Materazzi, che invece è stato graziato col giallo. Questo ovviamente Mourinho non lo dice, e neppure la stampa colorata di nerazzurro……

  14. Stefano del 2° anello blu said

    Io tremo per domani. Sarò a San Siro al mio solito posto a tifare, sperando che tutto fili liscio e che nessuno ci metta i bastoni fra le ruote. Forza ragazzi.

  15. Pierluigi said

    Nessuno ha parlato dell’arbitro Rizzoli e di chi l’aveva designato a dirigere l’incontro….

Sorry, the comment form is closed at this time.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: