CALCIO E PAROLE

By "Ladycalcio". Il blog più censurato e più temuto dagli addetti ai lavori

Ranieri mette a tacere Mourinho

Posted by ladycalcio su martedì, aprile 13, 2010

Era da lungo tempo nell’aria. Il sorpasso della Roma in vetta alla classifica si respirava come si respira l’arrivo della primavera: la stagione in cui da sempre, secondo gli arcani cicli del divenire, si risvegliano le forze della natura e si addormentano quelle dell’Inter.

Le masse d’aria gelida di matrice russa che in questi giorni stanno spazzando Milano si scontrano con i venti dei processi a Calciopoli e con le masse d’aria provenienti dalla Spagna: correnti apportatrici di instabilità sotto forma di pensieri al Barcellona e, soprattutto, sotto forma di dubbi sul futuro di Mourinho.

Dopo il sorpasso, sull’Inter si addensano le nubi. È d’obbligo premettere che non vi è nulla di definitivo.  Già la prossima giornata potrebbe farci vivere il controsorpasso. La Roma, fino a ieri inseguitrice, dovrà infatti dimostrare di sapersi gestire anche nel più delicato ruolo di capolista (dunque, di inseguita), con la carica nervosa che l’impresa comporta.

Fatta questa precisazione, mi associo ad Alberto Cerruti (La Gazzetta dello Sport) e alla sua dichiarazione di questo pomeriggio su Sky Sport 24:Comunque vada, Ranieri è il grande vincitore”. Proprio lui, il “vecchietto” denigrato dal sapientone Mourinho, quello che non ha mai vinto nulla, quello che non spiaccica una parola d’inglese, quello degli “zero tituli”: ebbene, proprio lui, rischia ora di fregare il titulo allo Special Arrogant.

Anche se così non dovesse essere, Mou e la sua corazzata stile Paperon de’ Paperoni si ritrovano comunque nell’umiliante condizione di dover dipendere dagli errori di una compagine in cui, fra gli altri, militano giocatori scartati dall’Inter, quali Burdisso e Pizarro. L’ho già scritto: comunque finisca la lotta al titolo, Mourinho ha già perso.

Gli scarni 22 punti collezionati dai nerazzurri nei primi 14 incontri del girone di ritorno – contro i 35 incamerati nelle prime 14 partite d’andata, non sono un’opinione. Sono un dato di fatto. Sono, per come la vedo, il risultato di una pessima gestione delle risorse fisiche della squadra da parte di Mou, improntata ad assurde logiche di grandeur anziché ai principi della fisiologia dell’allenamento e del recupero: dispendiosi viaggi transoceanici a inizio stagione (preparazione estiva negli USA, Finale di Supercoppa Italiana in Cina), mancanza di turnover, fasi post-gara gestite a suon di doppi turni di riposo, in assenza di sedute di recupero attivo,  come non avverrebbe neppure nella squadra dell’oratorio.

È lo Special One quello che curerebbe i dettagli? Beh, in una squadra già in apnea proprio non comprendo il doppio viaggio a Firenze nel giro di meno di due giorni, quando fra un incontro di campionato al sabato sera e uno di Tim Cup il lunedì successivo si potrebbero ragionevolmente ipotizzare una seduta di scarico e una di rifinitura…

Mou– il grande comunicatore 😀 – tace. Mou – il grande comunicatore 😀  – sembra non essere più capace di aprir bocca senza combinare disastri.  Mou, secondo la sua claque così bravo a scaricare la tensione dalla squadra 😀 e ad attirarla su se stesso, con i suoi numeri sta “ingraziando” ai suoi uomini e alla Società l’intero universo mediatico, raccogliendo con gli interessi la tempesta  seminata sotto forma di vento. Mou – lo Special One 😀 – è perdente anche sul piano della personalità, permalosa e stizzosa. Mou, pagato fior di milioni, per uno stipendio che ritengo scandaloso, dovrebbe avere almeno il coraggio – e il dovere – di presentarsi alle conferenze stampa. Invece, gli si permette di non farlo.

L’Inter candidata al trono d’Europa sarà anche maturata sul campo, ma consentendogli un silenzio mediatico lungo mezzo girone di ritorno, dimostra una totale immaturità a livello dirigenziale. Forse, con questo atteggiamento dimostra anche la frattura insanabile creatasi fra l’ambiente e il suo tecnico. Per quanto mi riguarda, fornisce l’ennesima conferma a una mia radicata certezza: il prossimo addio di Mou all’Inter, annunciato da sirene spagnole. Nel momento più delicato della stagione nerazzurra, era proprio l’allarme che mancava!

Annunci

23 Risposte to “Ranieri mette a tacere Mourinho”

  1. Lapidario said

    Rispeditelo in Portogallo, non se ne può più.

  2. The Night Rider said

    Per forza poi i media ci odiano ed è inutile che ce la prendiamo con Sky, ControCampo & Co. L’arroganza di Mourinho sta assumendo proporzioni sempre più plateali. Pazienza gli sfoghi sul campo, ma è scandaloso che ad uno strapagato come lui sia concesso esimersi dal proprio dovere mettendo in difficoltà chi lavora (mi riferisco ai giornalisti e ai mezzi di informazione). Vergogna anche a Moratti che glielo permette!

  3. Alpha89 said

    Non parla perché dell’ambiente italiano non gliene frega più una mazza…Avrà già pronto il contrattone a Madrid!

  4. Pro Mou said

    Ammetto che a volte Mou sia un po’ un provocatore, ma per piacere, prima di tirare le conclusioni sui risultati aspettiamo a fine stagione.

  5. Diossina said

    Il giorno che se ne va brindo con Champagne e caviale!

  6. La Lupa vince said

    A proposito di Paperon de’ Paperoni, è pure finito su Topolino! Ah ah! 😀

    VIVA RANIERI LA LUPA VINCE

  7. Kobra91 said

    Già, era proprio la ciliegina sulla torta che ci mancava per incasinare il momento più importante della stagione.

  8. Evinrude said

    Io preferisco che se ne stia zitto. Di cavolate ne ha già dette abbastanza. Oltretutto con quegli stupidi proclami ci attira dei boomerang pazzeschi nei momenti in cui ci troviamo in difficoltà.

  9. Taribo said

    Ma secondo te non ci sono proprio possibilità che rimanga all’Inter anche la prossima stagione?

  10. Zebra said

    Venerdì arriva la Juve, bella gente! LA VENDETTA DI RANIERI L’EX! AH AH AH!

  11. franca said

    dal suo articolo si legge solo l'”odio” che voi giornalisti sentite x quell’uomo,ma che vi ha fatto? ah già vi ha chiamato prostitute intellettuali

    • ladycalcio said

      Dai miei articoli si leggono le analisi che gli addetti ai lavori più temono, proprio perché non mangio nel piatto di nessuno. Le prostitute intellettuali, semmai, sono coloro che, al servizio di lorsignori, si affannano goffamente a scimmiottarle sui mass media – e a riciclarsi su questo blog.

  12. Lancillotto said

    Ciao Lady,

    Ho appena visto la partita di Tim Cup in TV e al di là dei commenti entusiastici del tuo amicone Collovati, ti confesso che (soprattutto nel 2° tempo) lo spettacolo mi ha fatto dormire. Spiacente per il buon Fulvio, ma più che di iniezione di fiducia, per l’Inter parlerei di involuzione del gioco e della condizione atletica. Oltretutto la finale si disputerà a Roma e dato che personalmente do poche chances all’Udinese, vedo profilarsi uno scoglio insidioso…

  13. […] fino a ieri inseguitrice, dovrà infatti dimostrare di sapersi gestire anche nel più delicato ruolo di capolista (dunque, di inseguita), con la carica nervosa che l’impresa comporta. L’intero articolo lo trovate sul Blog della nostra amica Ladycalcio […]

  14. The Wall 25 said

    1^ osservazione: i punti parlano da soli
    2^ osservazione: quando dopo l’intervallo i giocatori dell’Inter non ritornano mai in campo, darei 10 giornate di squalifica all’allenatore. Adesso è diventato un vizio, quasi una provocazione. Ma chi si crede ‘sto pallone gonfiato?

  15. Forza Milan said

    Attenzione cugini, se scoppiate potreste anche finire terzi!

  16. Gerolamo said

    Quello che mi rende più perplesso dell’Inter è proprio l’inconsistenza dirigenziale. Certi comportamenti proprio non ci stanno e nemmeno ritengo serio che un allenatore si cucia la bocca per mezzo girone di ritorno. Non ne vedo neppure il motivo, poi…

  17. Puc said

    Hanno sprecato troppo energie in viaggi e trasferte inutili. Impegni di rappresentanza, eventi e spostamenti richiedono energie nervose che vengono sottratte a quelle fisiche. Alla fine il conto si paga.

  18. Stefano del 2° anello blu said

    Purtroppo Mourinho ci sta attirando l’antipatia di tutti i media.

  19. Interista Ottimista said

    Ma no, dai, sembra che abbiamo già perso tutto!

  20. Pierino said

    Peccato, ho sempre considerato Mourinho un uomo intelligente. Il suo difetto è la boria. Nello sport non si deve mai disprezzare l’avversario. Tanto lo vedono tutti che rispetto agli altri l’Inter è più forte, no? E poi non si sa mai, se gira la ruota che figura ci fai?

  21. Romano de Roma said

    Mourinho ha già perso? MAGARIIIIII! 😉

Sorry, the comment form is closed at this time.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: