CALCIO E PAROLE

By "Ladycalcio". Il blog più censurato e più temuto dagli addetti ai lavori

ROONEY SGONFIA IL SOUFFLE’ A LEONARDO

Posted by ladycalcio su mercoledì, febbraio 17, 2010

Sembrerebbe appena uscito da un college. Con quella faccia e quell’espressione, Wayne Rooney non potrebbe essere che un inglese. Per sfortuna del Milan, tuttavia, il ragazzo è inglese d.o.c. anche nel modo di giocare a calcio.

Durante la diretta Sky, Massimo Marianella e Massimo Mauro hanno appena finito di sciorinare le statistiche, che a Milano contro il Milan vedono sfavorito il Manchester United. Il balletto di gioia di  Ronaldinho, che soltanto al 3’ infila Van der Saar, illude San Siro che anche questa serata sia favorevole ai rossoneri. Ma ecco il mastino inglese d.o.c. castigare il diavolo e aprirgli, per ora, le porte del Purgatorio. Con l’opzione per l’Inferno. Per Leonardo non è finita qui, ma con le 3 reti in trasferta, il ManU mette una seria ipoteca sul passaggio ai quarti di Champions League nella partita dei dualismi e dei contrasti: il giovane Leonardo, rappresentante della new wave degli allenatori italiani, contro la vecchia volpe Ferguson; la personalità da squadra vincente del Manchester, aspetto sottolineato da Marianella, contro l’orgoglio di un Milan sempre galvanizzato dall’Europa; due assenze pesanti per parte – Borriello e Giggs – e 2 sfide senza storia a favore degli inglesi alle estremità del campo: Huntelaar-Rooney sul fronte dell’attacco, e Dida-Van der Saar nelle rispettive porte.

Ho toccato il tasto dolente, visto che senza quella papera dell’estremo difensore rossonero sulla sbucciata di Scholes, il Milan avrebbe potuto uscire da San Siro con un pareggio.  Si prende altri rischi, Didà 🙂 , con l’accento sulla “a” 😀 , come viene stranamente chiamato in telecronaca. Chissà che aggiungendogli l’accento non si riesca ad aggiungergli anche un po’ di verve…  Purtroppo, con o senza accento, il portiere rossonero rimane lui, fedele alle sue papere 😀 .

Il primo tempo è a favore del Milan, che costruisce più gioco, fabbrica numerose palle goal, crea occasioni e chiude bene i passaggi agli attaccanti avversari. David Beckham, stimolato dalla sfida con la sua ex-squadra, si mette in mostra con pregevoli traversoni, che le punte sprecano in conclusione. Il Milan svolge una gran mole lavoro, ma concretizza poco.

Il ManU è inizialmente più lento, sembra faticare a trovare gli spazi e subisce la maggior fluidità del Milan. Ma alla distanza, i rossoneri si smorzano ed escono gli inglesi: sappiamo che non sono gli ultimi arrivati, bensì quelli della finale del’99 soffiata al Bayern ai minuti di recupero. L’eterno Scholes, superstite di quella compagine, pareggia il goal di Dinho e riapre la partita.  Il Manchester è cinico, letale con i suoi grandi tiratori: prende il sopravvento con micidiali rasoterra e con le staffilate di Rooney, anche se rimane un po’ approssimativo in difesa.

La svolta è opera di Rooney, che incorna di testa al 66’ e al 74’, lasciando Nesta e Bonera come due stoccafissi: per il ragazzo inglese doc, è il 9° goal in 6 partite. Il pubblico sfolla precocemente da San Siro e si perde la rete con cui Seedorf, subentrato a Beckham, accorcia le distanze, lasciando a compagni e tifosi il rimpianto per quel “gollonzo” subito da Dida. Leonardo gioca la carta Inzaghi togliendo Huntelaar, ma a Pippo manca… la manina fatale 🙂 .

Il Milan si è sgonfiato all’improvviso come un soufflé stracotto”  😉 riassume bene Giorgio  Porrà nel suo commento a fine partita.  E mentre a botta calda si cercano le risposte più a livello di caratura e personalità degli uomini che non a livello di gioco, la settimana prossima toccherà ai cugini dell’Inter tentare una rivincita nella doppia sfida anglo-italiana.

Annunci

13 Risposte to “ROONEY SGONFIA IL SOUFFLE’ A LEONARDO”

  1. The Night Rider said

    Povero diavolo, sarà una bella impresa a Manchester!

  2. Rossonero Forever said

    È ancora tutto aperto, possiamo giocarcela benissimo al ritorno. Il Milan è stato all’altezza dell’avversario per tutto il primo tempo. Orgoglio Milan: a Manchester per la vittoria!

  3. Evinrude said

    La vedo male per i cugini… almeno la pianteranno di dire che in Champions sono bravi solo loro!

  4. Cuore milanista said

    Mi sembra ingiusto fare sempre di Dida il capro espiatorio. Detto questo, non mi sembra che il Milan abbia demeritato. A parte il discorso sul portiere, credo che un pareggio sarebbe stato più giusto.

  5. Il Cuchu di Brescia said

    Beh, credo che il Milan abbia messo in luce tutti i suoi limiti: portiere, difesa, tattica, punte… al di là delle singole individualità del centrocampo (vedi Pirlo, Beckham e a sprazzi Seedorf) l’organico ha poca qualità. Non c’è paragone con quello dell’Inter, il divario è enorme. L’orgoglio da solo non basta a sopperire a questi deficit e a tener testa alla corazzata di Ferguson.

  6. David rossonero said

    Leonardo, perché cavolo hai tolto Beckham? Era l’unico che riforniva le punte saltando la difesa inglese con i palloni alti!

  7. Red and Black said

    Purtroppo è vero, anche il buon Dida ha le sue colpe.

  8. Ringhio said

    Dai ragazzi, nulla è perduto!

  9. Zio Bergomi82 said

    Sportivamente, anche se sono tifoso nerazzurro, dico che il lavoro di Leonardo comincia a vedersi. Il Milan comincia ad avere un gioco. Le lacune da colmare sono ancora tante, ma va tenuto presente che il Milan si è scontrato con una delle più forti squadre europee e che senza la papera di Dida avrebbe potuto pareggiare. Ora occhio al Chelsea, è meno tecnico ma più fisico e imprevedibile….

  10. Brando said

    Spero solo che l’accesso ai quarti di Champions non sia deciso da errori arbitrali tipo quelli di ieri sera in Bayern-Fiorentina, altrimenti pianterò lì di seguire la competizione perché sarebbe tutta una pagliacciata.

  11. Rossonero perplesso said

    Il guaio sono i tre gol subiti in casa… se ne becchiamo solo uno a Manchester siamo fuori, chi glieli rimonta più?

  12. Pazza Inter Amala said

    È il momento di dimostrare che siamo diventati più forti dei cugini anche in Europa!

  13. Il Nesta della Bassa said

    Oh beh, vedremo cosa sarà capace di fare l’Inter contro il Chelsea!

Sorry, the comment form is closed at this time.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: