CALCIO E PAROLE

By "Ladycalcio". Il blog più censurato e più temuto dagli addetti ai lavori

Materazzi e Checco Zalone: zeru buon gusto!

Posted by ladycalcio su giovedì, ottobre 15, 2009

Ladycalcio ha pazienza. Sa attendere.

Dall’inizio della settimana ho atteso invano qualche altolocata reazione di sdegno alla penosa esibizione di Marco Materazzi nel corso del Checco Zalone Show, andato in onda domenica scorsa sulle reti Mediaset: un’invettiva di Vittorio Sgarbi contro l’illitterazione? Una battutaccia di Umberto Bossi? La commiserazione da parte di qualche cultore della lingua italiana? Nulla di tutto ciò. Probabilmente, da quelle parti si è pensato di stendere un pietoso velo sullo show. Oppure, di Materazzi ormai non interessa e non meraviglia più nulla.

No problem, ci penso io. Non so che concetto abbiate voi dello humour, dello spirito, della parodia e della comicità. Per come la vedo io, la rivisitazione del “Va Pensiero” di Giuseppe Verdi ad opera del “geniale” duo letterario Materazzi-Zalone, con la collaborazione della ridanciana Teresa Mannino, è TV spazzatura senza appello.

Per i miei parametri, Checco Zalone si classifica già come “inguardabile”. Trovo che numeri come quello in oggetto non abbiano nulla a che fare con l’arguzia e la comicità e che siano soltanto bassa forza, volgarità e grossolanità pure.

La “variante” del Nabucco partorita dal “geniale paroliere” Materazzi, com’è stato definito, non ha bisogno di commenti: “Va pensiero sulla litoranea/va e si posa sui kiwi e sui lassie/si pulisce la c***a del cane/altrimenti la fa nel salotto/di casa tua”.

Chi dubitasse che Ladycalcio fosse improvvisamente impazzita, può rivedere questa pena in Internet e riascoltare con le proprie orecchie il testo “rivisitato”,  cantato non fra le quattro mura di un’osteria di Roccacannuccia (provincia di Lecce, città natale di Matrix), ma in prima serata su Canale 5, in differita  dal palco del Teatro Ariston di Sanremo, in coro con la platea più becera.

D’accordo essere contrari alla censura, ma sono dell’idea che un limite al cattivo gusto andrebbe comunque posto. Se non altro, trovo che i mass media non dovrebbero mai derogare dalla più elementare forma di rispetto per il nostro patrimonio culturale. Parlare di cultura a Checco Zalone e Materazzi vi fa sorridere?

Può darsi, ma da ridere ci trovo ben poco. Credetemi, ho provato solo una gran pena nel vedere Marco prestarsi ad una simile umiliante comparsa, quasi non avesse più altro mezzo per far parlare di sé.  Ma il  dramma vero, è che lui non se ne rende conto, supportato nella sua convinzione di essere “brillante” e spiritoso da recensioni che per prime dovrebbero far piangere. Ne è un esempio quella di Aldo Grasso su Corriere.it, in cui Matrix viene definito “fine paroliere” (!?) e Zalone “irresistibile” (forse, nel senso che non si riesce a reggerlo?).

Qualcuno ha parlato di presunti applausi finti e di risate registrate. Di certo, se fossi stata presente  avrei fischiato a pieni polmoni, con il desiderio – neppure tanto segreto – di abbinare al mio dissenso un contorno di pomodori pugliesi. Per tacere delle implicazioni politiche emerse dallo show, che mi astengo dal commentare (Il Va Pensiero è l’inno della Padania), destinate comunque ad “ingraziare” al giocatore altre “simpatie”.  E non a lui soltanto.

Temo infatti che oltre ad aver fatto rivoltare nella tomba Giuseppe Verdi, l’esibizione di Matrix (che per sua ammissione del testo originale non ha capito “un c***o”) rischi di essere molto poco edificante per i figli a scuola…

Tutti ricordiamo quel tal compagno (di solito, l’ultimo della classe o giù di lì) che si divertiva a bastardare la Divina Commedia di Dante. Ma erano goliardate da teenager. Il tre volte genitore Marco Materazzi, l’età della ragione dovrebbe averla raggiunta da un pezzo.

Intanto, forse non a caso, ieri l’Inter l’ha spedito sullo Stelvio, a quota 3200, a rinfrescarsi le idee.

Nel frattempo, sul suo blog Materazzi afferma di aver pienamente recuperato dall’ “infortunio muscolare alla gamba” (AAAHHHHHH!!! È CADUTA LA FACCIATA DEL “RISENTIMENTO”!!! ;-)) rimediato in Svizzera lo scorso 5 settembre. Il mio augurio di cuore a Matrix è di ritrovare pienamente la salute e di poter tornare al più presto a “parlare” sul campo.

Annunci

28 Risposte to “Materazzi e Checco Zalone: zeru buon gusto!”

  1. Cicciobombo_77 said

    Con tante scuse all’osteria di Roccacannuccia…

  2. Peter Pan said

    Ora capisco perché l’han bocciato alla maturità!

  3. Angelillo said

    Non c’è più il senso della vergogna, del limite, del buon gusto e neppure quello dell’amor proprio. Ormai è tutto permesso, tutto consentito senza confini. Viviamo un degrado preoccupante in tutti gli aspetti della società, della quale i mass media non sono che lo specchio. Purtroppo, specchiandosi a un paio d’anni di distanza dall’illusoria vittoria mondiale che l’aveva fatto sentire cigno, Materazzi si riscopre brutto anatroccolo.

  4. Zebra said

    Boh, c’è di peggio di cui scandalizzarsi…

  5. Di rotta su San Siro said

    Non vorrei essere al posto dei suoi figli a scuola, pensa che imbarazzo con gli insegnanti! Quando ti dicono tuo padre in televisione ha messo gli escrementi del cane (con decenza parlando) in uno dei più grandi capolavori lirici del mondo, ma c’è da sprofondarsi, poveretti! Secondo me più figura da ignorante di così si muore!

  6. Lapidario said

    TV spazzatura dice tutto.

  7. Number 23 said

    A me tutto sommato lo show di Zalone è piaciuto, sarà una comicità un po’ spinta ma lo sketch con Materazzi l’ho trovato simpatico e mi ha molto divertito.

  8. Lenticchia di Castelluccio said

    Per quel che mi risulta, in politica Matrix tende leggermente 😉 “à gauche”…

  9. Alexia pazza per Materazzi said

    Io ho solo due dispiaceri, di essermi persa Matrix su Canale 5 e che neanche oggi è stato convocato per il Genoa e quindi non lo vedo giocare nemmeno domani.

  10. Dado nerazzurro81 said

    Sul risentimento 🙂 ci hai visto giusto anche stavolta, perbacco!

  11. Zorro said

    Ho letto che Canale 5 ha mandato in onda il meglio di due serate di Checco Zalone all’Ariston. Chissà cosa sarà stato il peggio!

  12. Nello44 said

    Certo, il linguaggio di Zalone non è per puritani. Però fa parte della vita di tutti i giorni. Se l’audience dei suoi show è alta vuol dire che piace a tanti.

  13. Bordon 1971 said

    Purtroppo per lui, Materazzi sta buttando via se stesso e le ultime occasioni per rifarsi un’immagine finalmente matura. Con la fortunosa vittoria mondiale del 2006 (ricordiamoci che l’Italia avrebbe dovuto essere eliminata contro l’Ausralia) e la testata di Zidane (che lo aveva fatto assurgere ad eroe), avrebbe avuto l’opportunità di dare un taglio netto agli errori del passato e alla reputazione non proprio da lord che gli erano costati. Per ottenere questo, non sarebbero stati necessari chissà quali sforzi: sarebbe bastato tenere un comportamento nella norma ed evitare certe uscite a vuoto. Invece, Matrix continua a crogiolarsi in volgarità (vedi felpa “Noi siamo noi”, striscione-Scudetto, più Checco Zalone Show, ecc.), che stanno costando carissime alla sua immagine e mettono in imbarazzo chi gli sta attorno. Salvo poi fare il piagnone quando questi errori gli si ritorcono contro. Non se ne rende conto? A 36 anni è gravissimo. Ma ancora più grave, secondo me, è l’esempio barbino che nella sua posizione di personaggio in vista ancora amato fornisce ai più giovani, a cominciare dai suoi figli.

  14. Maglia numero 23 said

    Marco quando ritorni in campo? Mi manchi, ti voglio rivedere presto!

  15. Hot Dog said

    Anziché giocare va in giro a fare ‘ste stupidaggini……

  16. Alfonso said

    Il guaio di queste uscite infelici dei giocatori è che fanno presa su i più ignoranti e sui ragazzini, che avendoli per idoli cercano l’emulazione.

  17. Antonio da Chiari said

    Ho letto le Sue osservazioni e condivido in pieno il Suo disappunto per l'”oltraggio” a Verdi e per l’intervento di bassissima forza di Materazzi da Checco Zalone. L’aspetto più delicato nella Sua riflessione è che la figuraccia rischia di ripercuotersi sui figli, tanto più che con tutti i mezzi di registrazione in uso al giorno d’oggi (videoregistrazioni, Internet, YouTube, ecc), le immagini della trasmissione rimarranno per sempre a sua vergogna e difficilmente finiranno nel dimenticatoio.
    Le chiedo: secondo Lei, al di là della leggerezza che contraddistingue i calciatori (che spesso prima agiscono e poi pensano), Materazzi si sarà reso o si renderà conto dell’errore?

  18. Birba said

    Matrix, questa potevi risparmiarcela

  19. forzaneroblu said

    Suvvia, era un programma comico mica qualcosa di serio! E poi, quando si prende in giro la Lega Nord per me è sempre qualcosa di giusto. Scrivendo questo confermi il fatto che ce l’hai “a morte” con Materazzi. Lascia che faccia quel che vuole e non stare a sottolineare sempre i suoi comportamenti, anche perchè non penso sia l’unico VIP a sbagliare (anche se qui non si tratta assolutamente di errore come vuoi far credere), e neanche l’unico a sbagliare più di una volta. Perchè ce l’hai sempre con lui? Non è mica il diavolo, dai!

    • ladycalcio said

      1) Calcio e Parole è un blog apolitico e non prende posizione sui partiti.
      2) Scrivendo questo confermi che sottolineando i comportamenti bislacchi di Materazzi do un grandissimo fastidio. Con me Matrix se l’è cercata fino in fondo … e l’ha trovata.
      3) Se non è stato un errore … tanto peggio!
      4) Il livello di una persona si capisce anche da quello su cui scherza e da ciò che la fa ridere.
      5) Con tutto ciò non è il diavolo, per carità…

  20. Italiano serio said

    Uno così vorrebbe andare ai Mondiali a rappresentare l’Italia?

  21. Pierferdinando said

    Ma Materazzi non gioca proprio più?

Sorry, the comment form is closed at this time.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: