CALCIO E PAROLE

By "Ladycalcio". Il blog più censurato e più temuto dagli addetti ai lavori

CRISI NERA MILAN: GALLIANI SI TRASTULLA NEL PASSATO

Posted by ladycalcio su lunedì, ottobre 5, 2009

Far rimarcare una volta di più che  “io l’avevo detto”, “io ci avevo visto bene” (mentre tutti  gli altri avevano le fette di salame sugli occhi), potrebbe suonare noioso e ripetitivo.  Mi sembra di cadere nello scontato, tanto i fatti mi danno ormai inequivocabilmente ragione. Ma per quanto tempo mi avevano dato della visionaria? Per quanto tempo  abbiamo dovuto sorbirci  i titoli a caratteri cubitali sul “grande Milan”, la squadra più blasonata dell’universo?

Cade sempre più in basso, il Diavolo, dalle stelle del logo della Champions League alle stalle dei suoi attuali valori calcistici : 12° posto in classifica,  a – 7 dai cugini nerazzurri (quelli che “non vincevano mai”), 6 goal in 9 partite, pareggio in extremis contro l’Atalanta ultima in classifica rimasta in dieci e grottesca sconfitta casalinga europea contro lo Zurigo.

Il tonfo che nell’odierna edizione di Studio Sport (Italia 1) delle ore 13.00 ha ispirato al supertifoso rossonero Carlo Pellegatti un’“imbarazzante riflessione”: “Lo Zurigo ha perso 3-2 contro il Bellinzona, penultima nel campionato svizzero  (…), portando il suo passivo a 23 reti prese  in 12 partite.“Recentemente, si è salvato una sola volta: contro il Milan”.

Galliani ha perso i capelli ma non il “vizio” che è costato la rovina alla Società di Via Turati: crogiolarsi nel passato senza voler guardare in faccia né il presente,  né  il futuro. Su Sky, nel pre-partita di Milan-Zurigo, si era gongolato alle parole di Florentino Peres, che  sogna di giocare la finale  di Champions League contro il Milan al Bernabeu e che, come i bambini,  si è appassionato alla squadra rossonera  perché ha vinto tanto.

L’amministratore delegato di AC Milan era andato in brodo di giuggiole:  “Pochi sanno che il Milan ha 18 trofei internazionali  – e 15 invece il Real . Molti mi accusano di continuamente ripetere questa storia, ma sono quelli che non li hanno vinti e che non sanno la fatica che si fa per vincerli, quindi io sono molto molto orgoglioso e continuerò  a ripeterlo per l’eternità, voglio dire, anche perché ricordiamoci che questo ciclo…  qualcuno ci dice perché non cambiamo i giocatori…  perché è difficile cambiare giocatori che dal 2002-03 al 2007-08 fanno 3 finali, semifinali, quarti di finale, vincono sempre loro il girone… è difficile, e quindi… quindi, bisognerebbe queste cose anche capirle”.

Nell’attesa di veder scendere in campo l’inedito Milan 2040-41 con le stampelle e le barbe bianche, ripeto a mia volta “per l’eternità” che alla Champions League 2006-07, conclusasi con un finale di commedia “a braccio” di Pippo Inzaghi,  il Milan non avrebbe neppure dovuto partecipare.

Ora, per quanto in casa rossonera ci si sforzi di ignorarli, gli ingredienti della crisi in grande stile ci sono tutti:  silenzio stampa (effettivo anche se smentito),  pareggio in extremis contro il fanalino di coda del campionato su pietoso intervento della dea bendata, il malcelato rimpianto, da parte dei tifosi, di non aver perso e di veder quindi rimandato il siluramento del povero Leonardo,  l’incombere dei nomi di Filippo Galli e Billy Costacurta fra i prossimi candidati alla panchina rossonera, lo spettro “zona retrocessione” sussurrato in sordina, per non farsi sentire neppure da se stessi, le voci di una cordata straniera che intenderebbe acquistare la Società, e via dicendo.

Ora, il Milan è atteso dal  Real Madrid, dalle conseguenze del caso Fininvest-Mondadori (che rischia di azzerargli le residue risorse finanziarie) e da un percorso di rinnovamento sportivo e societario tutto in salita. Per affrontare tuto questo, non basta certo suonare la musichetta della Champions negli spogliatoi, come fa Galliani

PS – IO CI AVEVO VISTO CHIARISSIMO GIA’ NEL MAGGIO 2007, ANCOR PRIMA DELLA FINALE DI CHAMPIONS LEAGUE. CHI AVESSE LA MEMORIA CORTA, PUO’ RILEGGERE IL MIO “PEZZO PROFETICO”  E IL SUCCESSIVO ARTICOLO CENSURATO AI SEGUENTI LINK:

Pezzo profetico:

https://calcioparole.wordpress.com/2007/07/01/milan-campione-d%E2%80%99europa-2007-fu-vera-gloria-2/

Pezzo censurato:

https://calcioparole.wordpress.com/2007/07/01/15/

Annunci

25 Risposte to “CRISI NERA MILAN: GALLIANI SI TRASTULLA NEL PASSATO”

  1. Mirko said

    Credo che il ciclo del cosiddetto grande Milan sia finito da un pezzo. L’unico che non se n’è ancora accorto è Galliani.

  2. Xantippo said

    Se il Milan vuole veramente rinnovarsi dovrebbe cominciare proprio da Galliani…

  3. David rossonero said

    Però non c’è solo il Milan da criticare che ha dei guai. Anche l’Inter rischia la figuraccia con Mourinho in quel girone di Champions.

    • ladycalcio said

      David, cosa c’entra qui l’Inter?
      Dell’Inter e di Mourinho mi sono occupata esaurientemente nei giorni scorsi. In questo post si parla del Milan!

  4. The Night Rider said

    Mitico Galliani!

  5. Bordon 1971 said

    Se non si risolve il caso Mondadori Berlusconi rischia sul serio di dover mettere in vendita il Milan, ma forse, dato che tanto i cordoni della borsa li ha già tirati da un pezzo, non sarebbe un male. Il ciclo si è chiuso e per aprirne un altro ci vuole una nuova dirigenza.

  6. Rossonero forever said

    Le critiche al gioco del Milan ci possono stare, invece non condivido il tono sfottitorio su Galliani, grandissimo dirigente a cui dobbiamo tanti dei nostri successi! Perché ridi delle sue dichiarazioni su Sky?

  7. Lancillotto said

    Avevi ragione da vendere e ora è giusto che tu ti prenda la soddisfazione di gridarlo alla Rete!

  8. Alpha89 said

    Adesso caragnano loro, gli invincibli plurititolati, ah ah ah!

  9. Marco Minola said

    Leggo questo blog fin dal primo post, quello in cui denunciasti la censura. Sono un grande estimatore sia dei tuoi contenuti, assolutamente fuori dalla portata di tutti i tuoi “colleghi” (magari per loro potessero definirsi tali), sia del tuo stile pungente, che avevo già imparato ad apprezzare seguendo “MediaCalcio” (la rubrica che curavo sul sito di Collovati, ndr). Lasciami dire che il soporifero Fulvio ha buttato via il miglior talento emergente, LA VOCE controcorrente nella pletora dei prostituiti!

  10. Raja24 said

    Galliani ormai è solo un grande sognatore. Al Milan serve nuova linfa e spirito innovativo soprattutto a livello dirigenziale.

  11. Red and Black said

    Rossonero è una fede. Forza Milan sempre e comunque.

  12. Rascal said

    BRAVAAAAAAAAA!!!!!!!!!

  13. Forza Milan said

    Ma in quanti credi che possono averli letti quei due articoli nel momento del trionfo della squadra più forte del mondo?

    • ladycalcio said

      “La vergogna della censura” è da un bel pezzo nell’ordine delle cinque cifre. Il pezzo censurato e quello profetico sono stati ripresi da una miriade di blog e di siti. Fai tu…

  14. Rambo said

    Se si affeziona ai giocatori può tenerseli come soprammobili!

  15. Dilly said

    Ho letto solo ora quei due vecchi articoli… accipicchia, che analisi! Peccato, avrei voluto leggerli nel 2007, letti adesso sembrano scontati, ma chissà che effetto mi avrebbero fatto allora…

  16. Rossonero forever bis said

    Ce l’hai con Pippo? Parli di quel gol da quando hai aperto il blog!

  17. Anima nerazzurra said

    Quelli che i trofei non li hanno vinti è perché non hanno fatto i gol di mano.

  18. Mauro said

    Ladycalcio, sei fortissima!

  19. Martino said

    L’avevi detto! Ne sono testimone anch’io!

  20. Grizzly said

    Io rido delle dichiarazioni di Galliani perché le trovo ridicole!

Sorry, the comment form is closed at this time.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: