CALCIO E PAROLE

By "Ladycalcio". Il blog più censurato e più temuto dagli addetti ai lavori

Inter poco speciale

Posted by ladycalcio su lunedì, agosto 24, 2009

Mangerà il panettone, Mourinho? La domanda è molto meno precoce di quanto potreste pensare. Soprattutto, mi suona sempre più “reale” nonostante l’avvenuto rinnovo dello Special One con l’Inter, tanto più che i rinnovi di contratto in casa nerazzurra  sembrano ormai fatti apposta per essere rimessi in dubbio un paio di settimane dopo.

Rombo, tridente, cambi di modulo… riecco il 4-2-4 kamikaze e gli stessi difetti visti in Supercoppa e al Trofeo TIM: la Beneamata crea gioco ma non concretizza, appare poco affiatata e rischia la beffa da parte dell’ennesimo  avversario tecnicamente inferiore. Stavolta si tratta di un Bari dalla giovanissima e coriacea difesa, abile su contropiede, che sul finale sfiora addirittura il colpaccio a San Siro. Giustamente raggiante Ventura e giustamente accigliato Mourinho, artefice di un faraonico pre-campionato intercontinentale e di una campagna acquisti “esagerata”. Un aggettivo, quest’ultimo, che ai giorni nostri va di moda nel significato di “grandioso”, ma che in questo caso recupera tutto il  suo significato letterale, dato che la squadra, nonostante i nomi di spicco, mi sembra un esubero di giocatori tutt’altro che compatti e compatibili fra loro.

È soltanto una questione di affiatamento? Purtroppo per Mou, non credo. Più che rinnovata, l’Inter mi sembra infatti snaturata rispetto alla naturale progressiva evoluzione che una compagine dovrebbe subire nel corso degli anni – tutt’altra cosa rispetto a un colpo di spugna che spazzi di botto uomini e schemi per ridisegnare un undici “artificiale” ben diverso da un insieme vincente.

In soldoni, il rischio è che dopo i milioni a palate spesi da Moratti per esaudire tutti i pallini del suo volubile tecnico, l’Inter si ritrovi con “troppi galli in un pollaio” che non riescono a fare squadra e con un tecnico con la voglia di fare le valigie. Come se per costruire la squadra più forte del mondo bastasse prendere gli undici migliori giocatori del pianeta, ruolo per ruolo,  e metterli in campo!

“Attenzione al Milan”, mi dice un amico, “ quando sembra morto resuscita dalle sue ceneri come l’araba fenice”. Verissimo. Il Milan ha sette vite come i gatti neri e un derby casalingo in calendario contro i cugini per sabato prossimo, seconda di campionato, che affronterà forte di un duplice vantaggio: quello  psicologico e quello del fattore campo. Quanto alla Juve di Ferrara, non si può certo dire che brilli. Più calibrata ed essenziale durante la preparazione estiva, ha lavorato più in sordina ed è comunque meno gravata dal peso delle aspettative.

Come prevedibile, Mediaset e buona parte della stampa gongolano al mezzo passo falso dei nerazzurri: non sembra loro vero di vedere l’Inter in classifica dietro Milan e Juve. Ma via, signori, la stagione è lunga… bisogna arrivare a maggio e da qui a là chissà quante cose faranno in tempo a cambiare!

Chi non cambia mai è Materazzi, che Enzo Bucchioni (Il Giorno) definisce eufemisticamente “iper-gladiatorio”: la sua entrataccia su Alvarez, come da “piatto forte” dopo il 40′, è da rosso diretto, in barba alla plateale espressione con gli occhi sgranati dalla meraviglia a cui Matrix ci ha ormai abituati. Eloquenti le espressioni di Cambiasso (infortunato) e di Moratti & Co. in tribuna, prontamente inquadrati dalla regia di Sky. Non bene, stavolta, il numero 23 nerazzurro:  perde più di una volta il tempo sulle punte avversarie, manca un rientro e pasticcia con Lucio. E per evitare di finire in 10, Mourinho deve sprecare una sostituzione e rimpiazzarlo con Cordoba.  Dunque, è perfettamente inutile che durante la rassegna stampa di Inter Channel, oggi curata da Nagaja Beccalossi, la regia faccia i salti mortali per inquadrare le pagelle dei quotidiani in modo da nascondere i suoi voti e i commenti negativi alla sua prestazione: è ovunque meritata insufficienza e meritata critica.

Annunci

18 Risposte to “Inter poco speciale”

  1. Paco said

    Sei un po’ troppo pessimista… aspettiamo che gli uomini giochino insieme e trovino meglio gli schemi….

  2. Dado nerazzurro81 said

    Ho paura che senza Ibra l’Inter abbia perduto un uomo troppo importante là davanti, dove Eto’o non ha le caratteristiche di assist man che aveva Zlatan. Spero che non pagheremo ancora a lungo in gol mangiati da Milito e compagni, altrimenti in classifica verranno a mancarci punti preziosi.

  3. Lancillotto said

    Consentitemi una battuta: sono rientrato dalle ferie e quasi non riconoscevo più l’Inter! Domenica a San Siro mi sembrava che in campo ci fosse un’altra squadra rispetto a quella che avevo lasciato… sia come facce, sia come prestazioni!

  4. Jacopo said

    Torna ancora a bomba Vieira… d’accordo che manca il Cuchu, ma che con tutti quei superacquisti l’Inter sia ancora vieiradipendente mi fa proprio pensare……

  5. Alpha89 said

    Se all’Inter insegnassero a Materazzi a non prendere a calci il prossimo anziché nascondergli le brutte pagelle….

  6. Special One said

    Scusa ma non sono per niente d’accordo. Secondo me Mourinho e Moratti hanno fatto una campagna acquisti coi fiocchi. Sulla carta abbiamo forse la squadra più forte del mondo. Campioni come Eto’o, Milito, Lucio non si discutono, basta vedere i loro trascorsi. Perché mai professionisti di così grande classe non dovrebbero affiatarsi e giocare bene insieme?

    • ladycalcio said

      Perché un conto è “sulla carta”, un conto è sul campo. Un conto è provvedere a degli innesti per rafforzare un’ossatura già esistente, un altro è stravolgerla e dover ripartire da zero come uomini, ruoli, schemi, tattica e intesa.

  7. Black and Blue said

    La vittoria della Juve col Chievo mi è sembrata fortunosa per non dire di peggio… attenzione agli aiuti ragazzi, cerchiamo di non tornare ai vecchi tempi!!!!!

  8. Rossonero forever said

    Mourinho adesso alla prova del derby, bella quella dell’araba fenice!

  9. Number23 said

    D’accordo, Matrix poteva risparmiarsi quel fallo, ma se l’avesse commesso un altro giocatore ce ne saremmo già dimenticati.

  10. Ale01 said

    L’Inter non ha il centrocampo per supportare 4 punte, quindi il 4-2-4 mi sembra un esperimento da abbandonare al più presto, anche perché è un modulo che rende molto vulnerabili su contropiede.

  11. Silvia said

    Secondo me un derby alla 2^ di campionato è assurdo. Era meglio quando per regolamento nelle prime giornate non potevano esserci grandi scontri. Le squadre non sono ancora preparate e un big match così precoce rischia di falsare gli equilibri del campionato.

  12. Saverio75 said

    Un fallaccio-spaccagambe. Materazzi farebbe più bella figura ad ammetterlo.

  13. Gae said

    Non ci giurerei che Mou mangi il panettone

  14. Irma said

    Non diamo per morta neanche la Juve, è un’altra squadra che non muore mai

  15. Bea said

    Calma, diamogli tempo…..

  16. Nerazzurro a vita said

    Va dai, quante storie, ci rifacciamo nel derby!

  17. L'Acchiappasogni said

    Troppi cambi, troppi acquisti, ora che carburiamo viene Pasqua del 2020!

Sorry, the comment form is closed at this time.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: