CALCIO E PAROLE

By "Ladycalcio". Il blog più censurato e più temuto dagli addetti ai lavori

Cordoba salva l’Inter dalla “pareggite”

Posted by ladycalcio su domenica, novembre 2, 2008

L’Inter di Mourinho rientra dal Granillo con in tasca 3 punti, ma senza aver fugato i dubbi che l’affliggono. È vero che finalmente si sono visti degli schemi, vedi il goal di Vieira e l’assist di Balotelli sulla rete annullata per fuorigioco ad Ibrahimovic. Ma è anche vero che, sotto l’aspetto dei deficit, l’incontro di Reggio Calabria ricalca in maniera preoccupante quelli contro il Genoa e la Fiorentina.

Saltano all’occhio l’incredibile velocità nelle ripartenze dell’avversario di turno, contro la più lenta e macchinosa manovra dell’Inter, gli spazi che si creano pericolosamente nell’area nerazzurra sui tiri avversari, gli alti e bassi di Ibra e le continue sostituzioni a centrocampo da parte di José Mourinho.

Le segnature interiste di ieri, peraltro, non sono venute ad opera delle punte, bensì di un centrocampista e di due difensori. E se la sventola di Maicon e la spettacolare segnatura di Cordoba, tornato al goal dopo il grave infortunio al ginocchio del febbraio scorso, sottolineano l’efficacia delle iniziative personali dei difensori nerazzurri, questi 3 punti non devono illudere. Soprattutto per il fatto che la Reggina, ultima in classifica a 5 punti, è stata in grado di rimontare 2 goal ai Campioni d’Italia, rischiando addirittura il colpo grosso.

Del resto, se consideriamo le occasioni spettacolari create dagli uomini di Orlandi con Di Gennaro, Cozza e Corradi, non ci si sarebbe meravigliati più di tanto se la partita fosse finita in parità o con un colpaccio finale dei calabresi.

Tornando al reparto arretrato, complimenti vivissimi ad Ivan Ramiro Cordoba per il brillante recupero dopo l’intervento al ginocchio e un grosso in bocca al lupo a Cristian Chivu, nuovamente infortunatosi dopo essere stato protagonista di ottime prestazioni al rientro dall’operazione alla spalla.

Annunci

10 Risposte to “Cordoba salva l’Inter dalla “pareggite””

  1. Rossella said

    Il miglioramento s’è visto, non dimentichiamo che si gioca ogni tre giorni. Ho fiducia nel lavoro di Mourinho. Ivan Ramiro lo trovo semplicemente strepitoso e con lui Maicon e Julio Cesar, che sono le sicurezze della nostra difesa.

  2. Angelillo said

    Credo che il problema dell’Inter sia proprio il centrocampo avanzato, dove Mourinho non è ancora riuscito a creare equilibrio. Più indietro abbiamo sofferto molto l’assenza del Cuchu Cambiasso. La sua mancanza ha richiesto altri spostamenti di uomini e variazioni dell’assetto tattico, dunque le compensazioni possono in parte spiegare le difficoltà degli attaccanti e dei difensori, mancando d’efficacia il reparto centrale. Per il resto ben vengano i 3 punti, sperando che siano anche psicologicamente importanti.

  3. rettilineotribuna said

    questa estate, mentre la squadra era in ritiro, si parlava tanto del nuovo metodo adottato dal Mou per preparare la squadra basato su poca palestra e preparazione fisica e di tanto pallone e schemi sul campo. Arrivati a Novembre vedo che regolarmente ogni squadra che gioca contro di noi arriva prima sul pallone perchè corre di più; se ieri l’Inter avesse giocato contro il Napoli visto a San Siro, avrebbe avuto serie difficoltà visto la grande corsa e velocità di quei giovani.
    Non è che questa concezione di preparazione sia azzardata in un epoca calcistica in cui la forza fisica prevale sulla tecnica?

    Ciao da Rettilineo

  4. ladycalcio said

    A Rettilineoreibuna:

    Infatti, l’ho sempre considerata una preparazione insufficiente. Contro il parere di esimi preparatori atletici che militano nell’ambiente del calcio.

  5. Lancillotto said

    Peccato per Chivu, stava giocando alla grande!
    Auguroni Cristian, torna presto, siamo tutti con te!

  6. Chris78 said

    Beh, non dimentichiamoci i favori arbitrali che sta ricevendo il Milan, per piacere! Ma adesso che sono aiutati loro di aiutoni non si parla più?
    Altrimenti non sarebbero in testa alla classifica, quindi la posizione dell’Inter andrebbe riconsiderata anche alla luce di questo.

  7. Luca said

    La prestazione di Cipro è preoccupante. Mourinho deve chiarirsi le idee e fare delle scelte di uomini e di modulo che diano più sicurezza alla squadra, soprattutto al centrocampo. Così, contro squadre più forti rischiamo l’eliminazione dalla Champions.

  8. Intanto che voi analizzate e analizzate, noi vi siamo passati davanti. Certo che con un organico così se la squadra non gira il tecnico le sue belle colpe le deve avere. Forse Mourinho dovrebbe prendere qualche lezione da Ancelotti per come sa trarre il massimo dai nostri uomini.

  9. Gigi said

    Non vedo grandi cambiamenti neanche dopo la vittoria sull’Udinese. La differenza è solo che stavolta il pallone alla fine è entrato, le altre volte no. Ma la partita è stata noiosa e sotto tono anche stavolta.

  10. Enesto said

    Adesso arrivano degli avversari più importanti, vedi Juve e Napoli.
    Qui vi voglio!

Sorry, the comment form is closed at this time.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: