CALCIO E PAROLE

By "Ladycalcio". Il blog più censurato e più temuto dagli addetti ai lavori

IL NAPOLI SCONFIGGE I “REDUCI” DELL’INTER

Posted by ladycalcio su lunedì, marzo 3, 2008

La prima sconfitta in campionato dell’Inter dall’aprile 2007, nell’aria da qualche giornata, è arrivata ad opera di un arrembante Napoli. A dire il vero, sarebbe più calzante parlare di sconfitta dei “reduci” nerazzurri, composti dagli uscenti dall’infermeria e dall’esigua schiera dei sopravvissuti alla sala operatoria.

Più che a un torneo di calcio, la lista degli interisti infortunati da inizio stagione farebbe infatti pensare a un bollettino di guerra. E anche se a predominare sono gli infortuni traumatici, mi si consenta un dubbio: si tratta unicamente di fatalità o a causa di errori di preparazione i giocatori sono incorsi in sovrasollecitazioni articolari e muscolo-legamentose che li rendono più vulnerabili ai traumi? Per non parlare di coloro (come Cordoba e Maxwell) che “si sono infortunati da soli”… Comunque sia, le perdite a lungo termine di uomini chiave (a cui augurarsi che non si aggiunga Chivu) rischiano di mettere in ginocchio l’imponente rosa dell’Inter, accorciando via via la panchina e costringendo Roberto Mancini a “turnover forzati” che sconvolgono soprattutto la difesa e il centrocampo.

Altro dubbio: le formazioni “improbabili” e imbottite di riserve schierate dal tecnico nerazzurro nelle ultime gare sono soltanto frutto della rotazione o nascondono ulteriori problemi fisici che si preferisce tacere?

Prendiamo Ibrahimovic, che da alcuni giorni avevo notato allenarsi con il taping sotto il ginocchio: il suo problema al tendine rotuleo è stato rivelato soltanto dopo una serie di prestazioni opache, culminate nel disastro di Liverpool, che gli avevano fruttato il rimprovero di mancare gli incontri importanti. Con questo, non gli si è certo reso un buon servizio agli occhi degli osservatori e dei tifosi. Né hanno giovato le successive voci secondo cui Ibra avrebbe “un buco nel tendine”, per nulla dissipate dal fumoso intervento del medico sociale Dott. Combi a Inter Channel dopo il pareggio con la Roma.

Torna a bomba il dissidio fra lo staff medico nerazzurro e Mancini che, com’è giusto che sia, sarà chiamato a render conto delle proprie scelte in virtù del verdetto del campo. Ecco perché è indispensabile fare chiarezza sui mali oscuri che affliggono troppi titolari – vedi Crespo, Cruz, Stankovic, ecc. – prima che i tifosi inviperiti li invitino nuovamente – e ingenerosamente – ad “andare a lavorare”.

Ieri, ad esempio, nel delicato incontro contro i partenopei, le scelte del tecnico per il centrocampo sono cadute su Vieira, Maniche e Figo: due reduci da lunghi stop e un neoacquisto non ancora inseritosi negli schemi, che hanno posto in costante affanno la difesa. Salvo richiamare dalla panchina l’eterno Zanetti a frittata avvenuta. Desidero soffermarmi, in particolare, sul bravo Luis Figo, come sempre generoso e impegnato al massimo. Ma secondo l'”occhio indiscreto” di chi scrive, ancora troppo indietro nel recupero della gamba infortunata per essere schierato titolare. Già osservandone l’azione in riscaldamento si coglie un chiaro deficit di spinta del piede destro, appoggiato quasi “di punta”, oltre che una scarsa dinamicità dell’arto e un’azione insufficiente di gemelli e soleo – chissà se legata ad esiti dolorosi o a semplici carenze muscolari. Insomma, un gesto atletico in atteggiamento di “difesa”, viziato da compensazioni a rischio di ulteriori guai.

Eppure, a differenza di altri giocatori reinseriti con gradualità, Figo viene buttato nella mischia sin dall’inizio; dà come sempre il suo apporto in termini di classe e suggerimenti, ma nelle condizioni attuali, non può reggere i confronti diretti.

Queste, in sintesi, le mie maggiori riserve in vista del big match contro il Liverpool e del finale di stagione. Perplessità da fugare al più presto, affinché, al di là delle dichiarazioni ufficiali “di parata” e dell’onda emotiva suscitata dai festeggiamenti del Centenario, la corazzata Inter non rischi di autoaffondarsi.

3 Risposte to “IL NAPOLI SCONFIGGE I “REDUCI” DELL’INTER”

  1. Bambolina&Barracuda said

    beh…obietivamente l’inter è cmq una corazzata anke cn le riserve ke in molte altre grandi squadre sarebbero titolari…certo indubbiamente gli infortuni sono deleteri per le squdre sopratt quando colpiscono giocatori importanti come nel milan kakà ronie o pirlo e nell’inter ibra cordoba o chivu…cmq sia la fortuna dell’inter è ke può contare su riserve-titolari ke bastano x il campionato ma ke,xò,nn so se basteranno x l’europa

  2. Valentina said

    Anch’io non sono convinta. La lista dei guai è interminabile, sembra una maledizione. Sarebbe grave se ci fossero delle responsabilità. Certo in queste condizioni non potremo affrontare il Liverpool alla pari. Sarà una lotta impari.

  3. franco said

    Ma lo sa che lei ha l’occhio “pulito” e le cose le vede bene!
    I miei complimenti e continui cosi’.
    Franco

Sorry, the comment form is closed at this time.

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: