CALCIO E PAROLE

By "Ladycalcio". Il blog più censurato e più temuto dagli addetti ai lavori

AL MEAZZA IL BAR È GRATIS

Posted by ladycalcio su giovedì, ottobre 25, 2007

Un mio collaboratore mi segnala un fatto che sarebbe accaduto allo Stadio Meazza domenica 21 ottobre. Presso lo stadio e l’Ufficio Stampa della Società AC Milan affermano di non saperne nulla. Questo blog rimane a disposizione per comunicazioni e chiarimenti da fonti ufficiali che, temo, non perverranno mai.

Curva Sud dello Stadio Meazza, terzo anello blu: mentre il settore si popola in vista dell’incontro Milan-Empoli, qualche tifoso fa per recarsi al bar della torre numero II, quella confinante con il settore arancione. Il bar è chiuso e le luci sono spente, ma la porta è inspiegabilmente aperta.

Entrano i primissimi tifosi e si accorgono che dentro non c’è nessuno. Non mancano gli onesti, per carità, ma come sempre avviene in questi casi, l’occasione fa l’uomo ladro. Così, l’invito a nozze fa sì che in numerosi si servano da soli senza passare alla cassa. I più modesti si accontentano di uno snack o di una bottiglietta d’acqua, altri si fanno prendere la mano (nel vero senso della parola) e se ne escono bellamente con delle cassette di Coca Cola in spalla.

Alla faccia dell’educazione e del buon esempio, due genitori delegano l’operazione alla loro bambina, che poco dopo ritorna trionfante con “in regalo” due bibite e della cioccolata.

Nel settore non si vedono steward (come già riscontrato più volte al terzo anello) e nessuno si accorge di nulla; evidentemente, neppure le famigerate telecamere del circuito di sorveglianza. Così, il “saccheggio” prosegue indisturbato. Al termine del primo tempo, davanti al bar si è formata una coda.

Lungi da me farne una questione di campanilismo o di colore del tifo: siamo semplicemente davanti al malcostume italiano, ahimè, sempre più diffuso. Né gioverebbe chiudere per squalifica l’intera Curva Sud.

Per saperne di più sull’episodio, contatto l’Ufficio Stampa del Milan. Mi sento molto brillante, in quanto sono io ad informarne i responsabili. Nel colloquio telefonico del giorno seguente, concordato a scopo di aggiornamento, mi viene smentita la veridicità del fatto. Anche presso lo Stadio Meazza affermano di non saperne nulla. A questo punto, temo veramente che il mio collega soffra di allucinazioni. Nessuno mi sa (o mi vuole?) dire il nome della società che ha in gestione i bar dello stadio, né come sia possibile contattarla. I miei interlocutori sono molto più preoccupati di sapere chi io sia e per quale ragione desideri quelle informazioni.
Tornando all’episodio “fantasma”: in Germania, in Inghilterra e in tutte le altre nazioni civili, il suo verificarsi sarebbe impensabile. Faccio presente che per le strade delle grandi città tedesche i tabloid vengono venduti in contenitori lasciati aperti: chi desidera il giornale si prende la sua copia, ma non prima di aver inserito la moneta nell’apposita fessura. Da noi, il senso civico è tutto da rifondare, ripartendo dalle scuole se non dagli asili: da zero, insomma. Così com’è tutto da rivedere il servizio di sicurezza sugli spalti milanesi, perché proprio non ci siamo.
Allo Stadio Meazza può succedere anche questo.

Annunci

2 Risposte to “AL MEAZZA IL BAR È GRATIS”

  1. Massimo said

    Ah ah …. che simpatico scherzetto. Nessuno sa niente? Allora devo essere stato anch’io vittima della stessa allucinazione. Tengo a precisare (non si sa mai) che dopo aver fatto un giro nel bar e aver visto le luci spente e l’assenza di personale, al contrario di molti che facevano la spesa, ho deciso di tornarmene a mani vuote al mio posto a vedere la partita!

  2. Fred said

    Non comprendo perche’ al Milan non conoscano chi conduce l’attività dei bar
    all’interno dello stadio.
    E’ forse un segreto……di stato?
    Alla prossima partita mi informerò.
    Fred

Sorry, the comment form is closed at this time.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: